God's Playground

Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2009 • Num. giocatori: 3-3 • Durata: 180 minuti
Categorie gioco:
PoliticalRenaissance
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su God's Playground Indice ↑

Articoli che parlano di God's Playground Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti God's Playground Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download God's Playground: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare God's Playground Indice ↑

Video riguardanti God's Playground Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

God's Playground: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
881
Voti su BGG:
655
Posizione in classifica BGG:
1192
Media voti su BGG:
7,47
Media bayesiana voti su BGG:
6,30

Voti e commenti per God's Playground

7

Riporto quanto avevo scritto nella microrecensione pre-Essen:

Nuovo gioco di M. Wallace per la sua personale linea Treefrog. Della stessa linea il titolo più simile è sicuramente After the Flood, per il vincolo/limite del gioco di essere per soli 3 giocatori, per il target che è lo stesso ed è quello di giocatori esperti ed appassionati, per la durata della partita (intorno alle 3 ore di gioco) e per la peculiarità di ricostruire una particolare epoca storica.
In questo caso il gioco ricostruisce la storia della Polonia nel periodo che va dal 1400 al 1790, storia che è stata tormentata dalle continue lotte con le forze limitrofe, trovandosi al centro dell'Europa lo stato polacco veniva attaccata da ogni lato. La mappa è divisa in 5 regioni ognuna con un suo "nemico" (La Russia ad Est, gli Ottomani a Sud, ecc.). Nel gioco i giocatori rappresentano delle famiglie nobiliari che hanno l'intento di aumentare il loro prestigio. Come in molti giochi di Wallace si giocano pochi turni (4 per la precisione) ripetendo nei turni una sequenza di azioni. Ad ogni inizio turno i giocatori aggiungono cubetti influenza alle singole regioni e nel corso del turno di gioco sfrutteranno queste influenze per azioni politiche o militari. I punti si realizzano fronteggiando i nemici della Polonia e stabilendo dei propri possedimenti all'interno delle varie regioni, oltre che con delle azioni particolari. La paculiarità del gioco è dovuta al fatto che i giocatori non si affrontano mai direttamente. Si utilizza il dado (e spesso risulta determinante) sia per stabilire la forza dei nemici che nei combattimenti.

Le impressioni dopo una prima partita sono molto buone, ovviamente è il tipico gioco per il quale una partita non basta per averne un giudizio completo. Come fatto notare è un gioco rivolto a giocatori esperti ed improponibile a giocatori occasionali, ma con la giusta compagnia di gioco risulta sicuramente appagante.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Aggiungo che spero di riprovarlo a breve, l'unica cosa che non mi ha particolarmente convinto è la caoticità delle fasi finali (tipicamente nell'ultimo turno), quando i nemici inevitabilmente bucano da qualche parte e si innescano una serie di effetti a catena difficili da prevedere e gestire. Ovviamente può essere, banalmente, l'inesperienza dellla prima partita. Belle comunque, come riportato nella recensione, la varietà di strategie attuabili e la particolare interazione che comporta tra i partecipanti.

6

God's Playground è un prodotto molto sfizioso e originale (a mio parere, ingiustamente sottovalutato), firmato dall'autore Martin Wallace. Al momento ho giocato una sola partita (assieme al recensore Vance e Peppe74) ma sono ansioso di riprovarlo al più presto, anche perché in quella occasione, sono arrivato ultimo.

Nella sostanza God's Playground è un gestionale (si articola in 4 turni, ognuno diviso in 16 fasi), ma -e qui sta il bello- possiede anche le caratteristiche di un buon wargame.

Il prodotto richiede un minimo di concentrazione in più, rispetto ad altri titoli, ma non mi sento di sconsigliarlo ai giocatori occasionali, soprattutto se in presenza di un buon "tutor". Inoltre le regole sono tutto sommato semplici e nella sua recensione, Vance ha ben illustrato le caratteristiche delle 16 fasi. La partita dura almeno 3 ore (la prima volta che si gioca, facciamo anche 4).

Voto: 6.

Almeno una volta nella vita, anche una scopa può sparare! Antico proverbio wargamistico.

7

Mi ha fatto veramente una buona impressione. Un wargame profondo e dalle molte sfaccettature...

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

8

Bel gestionale wargemistico di Wallace che ripropone dopo After the Flood il particolare sistema a 3 giocatori per un gioco da tavolo.
Disorientatnte sicuramente alle prime partite il fatto di avere un tabellone denso di opzioni e cose da tenere sott'occhio, ma il tutto una volta oliato scorre che è una meraviglia.
La solita pecca è il regolamento che permette più di una interpretazione in qualche caso, e costringe il blocco momentaneo della partita e la lettura di qualche faq.
Rimane cmq un bel prodotto che acquista ancor più valore artistico nella edizione polacca, sontuosa direi.

Voto: 8.5

7

Complesso gioco bellico-gestionale-simulativo per 3 giocatori. Arguto il modo di implementare un gioco bellico per tre senza avere il tipico problema dei "due litiganti": tutti giocano contro gli invasori, ma non è possibile combattersi.

8

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

7

Bello il sistema collaborativo, strategico il gioco , ricco di regole e dettagli di gioco,ma difficile la comprensione di alcune situazioni.

10

Gioco profondo, avvincente, ben bilanciato, originale e con una meccanica ben congegnata, dove non c'è scontro diretto tra i giocatori. Gioco non immediatamente scorrevole, ma appena ci si prende la mano diventa ancora più godibile. Rispetto ad After the Flood, sempre di Wallace e sempre per tre giocatori, questo è più ricco e profondo sotto vari profili, anche se meno immediatamente manovrabile.

Ho giocato a:

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare