Rank
192

Hermagor

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,36 su 10 - Basato su 87 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2006 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 120 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Hermagor Indice ↑

Articoli che parlano di Hermagor Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Hermagor Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Hermagor: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Hermagor Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Hermagor in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Hermagor Offro gioco singolo €25.00 Consegna a mano, Spedizione €0.00 phobos 03/05/2017

Cercasi gioco: annunci con gioco disponibile per scambio o acquisto

Questo elenco contiene tutti gli annunci di utenti che cercano il gioco da tavolo Hermagor sia per acquistarlo che per scambiarlo con altri giochi.

Annuncio Tipo Consegna Utente Data
Cerco in provincia di Milano Cerco Consegna a mano Dani81 28/01/2017

Video riguardanti Hermagor Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Hermagor: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1882
Voti su BGG:
1655
Posizione in classifica BGG:
1003
Media voti su BGG:
6,94
Media bayesiana voti su BGG:
6,39

Voti e commenti per Hermagor

8

Gioco molto interessante ed avvincente, con una spruzzata di Caylus. Lo consiglio agli amanti del genere e soprattutto della strategia. Sicuramente farà successo.

8

bello ma non capisco perchè si continui a paragonarlo a caylus con cui non ha niente in comune. é più simile a un Turn und Taxis avanzato. 2 regole mi sono sembrate in contrasto con il tema del gioco: 1)il fatto che non puoi fermarti su un villaggio in cui ci sia già un tuo emporio (si rischia il linciaggio da parte dei clienti infuriati?) - 2) il fatto che circondando una regione puoi costruire degli impianti di produzione ma se vuoi vendere un prodotto di cui hai un impianto devi comunque comprarlo al mercato. Alla fine tralasciando il tema e considerandolo un astratto il meccanismo di gioco funziona bene.

5

La fase del mercato è interesante ma la seconda fase potrebbe quasi essere giocata in automatico, una volta decisa l'assegnazione delle tessere. Non c'è molta scelta.

Dopo aevrlo giocato molto per la preparazione al TdGIM abbasso il voto perché è un gioco incontrollabile, non si riesce a capire chi stia vincendo né perché il vincitore abbia vinto. Troppe le variabili in gioco, troppo bilanciato. Inoltre si è troppo esposti agli screzi degli avversari.

Molto ripetitivo una volta che si è trovata una strategia da adottare.

The Eagle Goblin

8

Va bene che Caylus è un bel gioco, ma fino a vederlo riflesso anche in Hermagor ne passa....!
Questo gioco non ha infatti niente in comune con Caylus, a parte che il vincitore, alla fine, è quello che fa più punti vittoria.
Considerato l'aspetto del costo delle tratte potrebbe piuttosto ricordare lontanamente Power Grid, ma anche in questo caso trattasi di due giochi molto differenti....!

"...vince chi fa più punti vittoria..."

7

Ottimo gioco, bella ambientazione, componenti molto carini, totale indipendenza dalla lingua......certo che una casa italiana che non fa il regolamento nella sua lingua....
Fondamentalmente un gioco di piazzamento, cun meccaniche innovative per quanto riguarda la fase del mercato e già viste per ciò che concerne la fase di vendita in città (molto simile, ad esempio, a thurm un taxis).....
Occorre un'attenta strategia e una pianificazione a breve e medio termine.
Da prendere anche visto il prezzo più che abbordabile e la giocabilità da 2 a 5.....
In 2 poi gira anche meglio!!!! Consigliato.

8

Bel gioco in cui non c'è una maniera sicura per vincere e occorre pensare ad ogni più piccolo passo per arrivare alla fine in testa. Risparmio, programmazione, calcolo.

8

Ottimo gioco, ben bilanciato. Leggermente complesso nel calcolo dei punteggi.

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

7

Nessun commento

8

Hermagor è un bel gioco di strategia diviso in due fasi ben distinte nelle quali la prima richiede un impegno intellettuale nel piazzamento delle proprie pedine (i buyer) e la seconda una pianificazione strategica e un'ottimizzazione dei soldi posseduti nella scelta del movimento che farà il proprio mercante. Nel gioco poi ci sono molteplici modi di acquisire denaro e fino all'ultimo è difficile dire quale dei giocatori risulti il vincitore. Alcune dinamiche mi ricordano Raja, ma il meccanismo di piazzamento al mercato è sicuramente originale. Non capisco come possano averlo paragonato a Caylus di cui riprende un' unica somiglianza nell'uitlizzo degli stessi tipi di materiale ( casette, dischetti e cilindri).
In definitiva un buon gioco.
Jarred

Il gioco è un'oasi strana, un momento di quiete trasognata in un peregrinare senza sosta. Eugen Fink

8

gioco molto carino con uno bellissimo sitema della fase di mercato....

9

Il gioco è molto bello, nella fase iniziale dove si piazzano i compratori l'interazione con gli altri giocatori è altissima, in seguito diventa molto importante pianificare bene le proprie mosse! E' un gioco divertente e molto ben bilanciato! E' difficile trovare una strategia che si riveli sempre vincente!

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

9

Bello davvero!! Innovativa la fase del mercato con il piazzamento diversificato dei compratori (On Tile e Corrridoi). Necessita di una pianificazione del percorso così da capire gli acquisti e comunque avere sempre una strada "alternativa" perchè non sempre si riesce ad ottenere le merci che necessitano. Se la fase del mercato non riesce appieno bisogna fare i giusti calcoli per trovarsi nelle posizioni favorevoli per il mercato successivo. Non sempre la fase del mercato va solo male o solo bene altrimenti se va sempre male c'è da pensare a come funziona il proprio cervello (...mio caro "angel city"......se ti va sempre male.....guardati dentro.....!!!!). Scala benissimo i partecipanti, forse a 2 riesce meno. Davvero bello ed avvincente con il sistema di calcolo punteggo finale molto diversificato (presenza nelle Contee, Strada Principale e Impianti di Produzione). La grafica è originale, a me personalmente piace, però magari può non trovare consensi positivi in tutti. Unico neo davvero: Emanuele Ornella VERGOGNA!!!! Manuale in tutte le lingue europee (mancava il fiammingo antico) e non in Italiano: questo è davvero un affronto alla nostra bandiera (2007 abbiamo vinto i mondiali che ne dicano pure!!!!). Gioco da avere assolutamente.

8

Ottimo gioco di strategia.Bella la meccanica del mercato iniziale e del piazzamento successivo.Necessarie strategie a breve e lungo termine,così come un pò di fortuna e tanti calcoli...certo che il regolamento in italiano...

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

8

Questa volta nell'indecisione tra 7 e 8 ho scelto (caso raro) di andare al rialzo, perché il gioco ha un qualcosa che mi piace. La fase in cui si comprano tessere/merci al mercato è fondamentale, e se si viene penalizzati fortemente in una di queste, probabilmente ci si ritrova fuori partita, menrte la fase due è solo una subordinata alla precedente, in cui a volte ci sono delle scelte, ma più spesso ci si trova a fare il percorso deciso con le tessere comprate in precedenza.
Nelle prime partite si può fare un po' di confusione anche a causa della cacofonia di colori che inizieranno ad invadere il tabellone, soprrttutto se si gioca in molti, ma dopo qualche partita, prendendo confidenza con il gioco, il problema sparisce.

Nel complesso un bel gioco di piazzamento, con un piccolo di gestione (per quanto riguarda le strade da seguire).
Di buono ha il prezzo non eccessivo, i buoni materiali, di contro si ha un gioco di un italiano, con regole in diverse lingue... senza l'italiano! Ma come cavolo si fa!

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

La fase più importante è quella del mercato iniziale ed è pesantemente influenzata dal proprio turno (peggio se si è primi, meglio se si è ultimi) che viene assegnato da chi ha comperato, nel round precedente, la tessera con il numero più basso.
Questo secondo me è l'unico difetto di questo gioco che comunque reputo un buon gioco, che miscela in maniera intelligente dinamiche e strategie di piazzamento e di gestione delle risorse.
Se potete, provatelo.
Ciao

7

Come per tutti i giochi di Ornella puoi fare i punti in mille modi diversi.
Giocato: molto
Grafica/Materiali: 2
Longevità: 2
Divertimento: 1
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

6

Una sola partita giocata. Il gioco è certamente gradevole, ed alcune meccaniche sono piuttosto originali, ma risulta un pò troppo statico e la fase di acquisto al mercato è piazzamento puro. Non è certo il mio genere e quindi il voto andrebbe letto diversamente: 6 al gioco e 5 per quelli che - come me - vogliono avere una seconda possibilità se sbagliano UNA mossa (qui se lo fai credo ci sia poco da fare).

"L'esagono è come il maiale: non si butta via nulla".

6

Rielaborazione di Elfenland. Il gioco mescola una parte innovativa (il mercato per l'assegnazione delle tessere) e una parte lunga e scontata di "consegna" dei beni acquisiti. Come è tipico di Ornella, trasuda di meccanismi stratificati e spesso inutili (perché a media nulla): notevole in questo caso il pagamento della tassa a chi ha già costruito un negozio in una città.

Rivenduto.

8

Solido, discretamente originale, interessante. La pesca delle tessere in pochi giocatori può pesare sulla partita, ma credo siano casi rari. un ottimo titolo.

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

8

Hermagor,a mio parere rappresenta un nuovo traguardo per quanto
riguarda i giochi di percorso.Secondo me è decisamente migliore del
tanto acclamato Thurn und Taxis.Ed è anche economico.
Compratelo.

9

Gran gioco. le regole sono tante ma si imparano davvero velocemente.
Il turno si divide in due fasi dall'aproccio diametralmente opposto ma piacevole.

8

Gioco molto piacevole caratterizzato da alcune novità interessanti: mi riferisco soprattutto alla fase del mercato, in cui vengono vinte le merci, ma anche a come vengono attribuiti i punti vittoria con i segnalini a scorrere sulle strisce che rappresentano le merci stesse.

La fase centrale del turno attivo, quella dello spostamento dei commercianti e delle vendite, non è entusiasmante sia perchè sa di qualcosa di già visto e rivisto sia perchè è caratterizzata da una interzione piuttosto bassa.

I materiali sono buoni, anche se trovo il tabellone non bellissimo (ma questa è solo una questione di gusto...) e le banconote sono decisamente leggerine; tuttavia, ai fini dell'acquisto, trovo il rapporto qualità prezzo molto conveniente!

L'ho giocato 4 volte e sempre in 4 giocatori e tutte le volte è stato divertente, anche se ho avuto la sensazione di una certa limitatezza nelle strategie che si possono perseguire. Direi che questo è un gioco più tattico che strategico...puoi pianificare, ma se non ti arrivano le merci giuste devi essere rapido a cambiare le tue idee!!

Per rendere un'idea questo gioco mi è parso una via di mezzo fra Il Power Grid e il Thurn und Taxis, ma decisamente più interessante del secondo titolo citato.

Da provare!

6

Nessun commento

7

Non mi ha impressionato favorevolmente.
Non è assolutamente strategico si cerca piazzare più casette possibile in funzione delle tessere che ci si riesce ad aggiudicare; difficilmente si gioca in funzioni delle mosse degli altri.
Simpatico e innovativo il sistema del mercato anche se a volte si riesce ad aggiudicarsi senza sforzo 5/6 tessere e altre volte è un miracolo prenderne 2.....insomma dipende molto dalle fabbisogni dei vari giocatori.
Il mio voto sarebbe 6 ma per l'italianità dell'autore attribuisco un punto in più.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

7

7,5
Come sempre, Emanuele Ornella dimostra la sua bravura in questo genere di giochi. Molto lineare, molto tedesco... A trovargli un difetto direi che forse ci sono un po' troppe cose da tenere sotto controllo: la strada principale, gli impianti di produzione, i ducati... E poi naturalmente la compravendita delle merci. A me sembra inevitabile che qualcosa venga lasciato al caso o alla speranza.
Il punto debole secondo me è la grafica, non molto bella e confusionaria :(

4

E' così bilanciato che dà l'idea di essere ingestibile. Non si capisce quale strategia dovrebbe pagare di più in un momento o in un altro, la mappa è studiata male (anzi, forse non è mai stata studiata) e il mercato, per quanto stimolante, può portare a casi di accanimento contro un giocatore (magari solo per necessità e non per cattiveria) che non apprezzo.
La grafica è carina, il prezzo è abbordabile, ma non è abbastanza divertente. Ovviamente il fatto che non ci siano le regole in italiano è semplicemente SCANDALOSO.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

8

Nessun commento

6

Mi ha colpito per l'attività di estremo bilanciamento svolta dall'autore. Ogni azione da i suoi punti vittoria e tutta la partita si svolge come una fine opera di ottimizzazione delle proprie mosse piuttosto che una strategia di lungo periodo. Strategie di medio periodo sono invece possibili ed assolutamente indispensabili: i giocatori devono sapere fin nel dettaglio quali saranno le loro mosse in tutta la prossima fase, quindi la pianificazione di 4 o 5 mosse è d'obbligo. Ottima la meccanica del mercato, un pò macchinosa forse ma di grande soddisfazione. Peccato che alla fine non si riesca mai a capire il perchè e quando si siano totalizzati o persi buona parte dei punti lasciando una percezione di incontrollabilità piuttosto frustrante. Il gioco è totalmente indipendente dal linguaggio. Peccato per la mancanza delle regole in italiano che è qualcosa di assolutamente inaspettato da una casa produttrice italiana.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

8

Nessun commento

7

All'inizio pare un misto tre Thurn und Taxis, Kingdoms, Caylus (a cui ha rubato i segnalini), ed anche un pizzico di Mare Nostrum. Tutto sommato il mix ha creato un gioco interessante in cui nessuno riesce a capire chi sia in vantaggio e chi no. Pregevole il fatto di dover pianificare la strategia a medio-lungo termine.

9

Affascinante, veloce scarsi tempi morti diverse possibilità di vittoria. Gioco buono per tornei.
Da Giocare!

7

Mi diverte questo gioco, ma a volte un semplice errore ti può mandare completamente fuori dalla partita e questo non mi piace.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

9

Nessun commento

7

La fase di piazzamento è lo stato dell'arte. Peccato che come già sottolineato da qualcuno prima di me la fase di vendita non è assolutamente all'altezza. Il tabellone è assolutamente troppo confusionario, quasi da renderlo ingiocabile in 5.

Meccanica: 1
Strategia: 2
Ambientazione: 1
Componenti: 1
Longevità: 2

9

A me piace moltissimo.Il piazzamento per l'approvvigionamento è quanto di più bello ho mai visto in un gioco da tavolo.E' anche bastardello al punto giusto,il che non guasta.Le critiche sulla Fase di Vendita sono ingiustificate,a mio parere,dal momento che uno pianifica l' Acquisto proprio in funzione della fase successiva.Bello,bello,bello............

N.ro di partite : Ababstanza (meno di 10).

Non vergognarti di dimostrare la tua ignoranza,ma vergognati di insistere in una sciocca discussione che la rivela. Jocelyn Eliz

9

Nessun commento

L'uomo non smette di giocare quando invecchia ma invecchia quando smette di giocare

The family GOBLIN!!!

7

Nessun commento

6

Sicuramente ben fatto ed intelligente. Nonostante questo non l'ho gradito né nella grafica (troppo scura!), né nel sistema (un pochino ripetitivo!). A tanti piace.

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

7

Nessun commento

se il nan0 è vivo...
ammazza il nan0!

8

Mi ha convinto da subito. La fase saliente del gioco è la prima, ovvero quella del piazzamento dei propri compratori nel mercato per assicurarsi le merci da vendere: è qui infatti che bisogna essere bravi nello sfruttare al meglio le proprie pedine, anche in funzione di come si vuole pianificare poi la seconda fase, ovvero quella di vendita dei prodotti e dei conseguenti guadagni. Dalle poche partite fatte finora mi sono comunque reso conto che la chiave per vincere sta nel riuscire a costruire più empori possibile, e naturalmente nelle posizioni giuste per “chiudere” il maggior numero di regioni e costruire i corrispondenti impianti di produzione (anche se qui, come ha fatto notare qualcuno, poteva essere utilizzata una terminologia diversa, perché l’impianto di produzione in realtà non produce niente, ma dà solo un po’ di soldi, ovvero punti vittoria, e le merci vanno comunque acquistate al mercato). Da non sottovalutare la possibilità di stabilire il nuovo ordine di gioco, in quanto chi parte per primo nella fase del mercato è di solito un po’ svantaggiato, mentre nella fase di vendita nei villaggi lo stesso ordine è abbastanza indifferente. Il vero difetto, come alcuni hanno fatto notare, sta nel tabellone, che in 4 o 5 giocatori diventa un po’ piccolo (4 casette su un villaggio ci stanno un po’ strette) e rischia di creare un po’ di confusione.
Sarebbe da 8.5, ma arrotondo a 8 perché un 9 sarebbe indubbiamente esagerato

7

Dopo una partita che mi aveva lasciato un po' perplesso l'ho ripreso in considerazione. E' un bel gioco d piazzamento e percorsi (alla Thurn und Taxis) con aggiunta una parte commerciale ed uno stano meccanismo di asta nella prima fase.
L'ambientazione? Hanno voluto esagerare: Che sono i centri di produzione delle reliquie?

7

Nessun commento

Ultimi giochi a cui ho giocato: //boardgamegeek.com/jswidget.php?username=fulmine69&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

7

Bisogna veramente saper programmare tutte le mosse....

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

7

Assai cervellotico. Va giocato con attenzione, ma difficilmente appassiona.

8

La dinamica e il gameplay mi piacciono tantissimo. Un ottimo gioco gestionale, anche se non molto immediato alle prime partite!

The angel that deserves to die

3

Nessun commento

Sois grand avant d'etre gras (Paul Eluard)
//www.triware.it/ebay/richard/100stazioni.png)

7

Bello anche se ogni tanto si accusa un po di freddo nelle meccaniche (forse un pelino troppo). Il tabellone è un po confusionario, troppi colori e troppe cose da vedere... Cmq il sistema regge, carina l'asta nel mercato (intelligente ed interessante, bene il sistema di programmazione e molte (anche troppe) cose da fare o poter fare per far punti. Semplice in definitiva, ma niente male. Peccatio per il problema della computazione dei punti vittoria: troppe cose da vedere e troppe cose si fanno durante la partita si perde la percezione di quel che si fa e non si è fatto lasciando un che di amaro...

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

9

Vale tutto solo per il "giocare" a scacchi al mercato!

Veramente molto bello, nonostante certe meccaniche già viste.

Il voto sarebbe più un 8,5.

8

Gran bel gioco! Davvero gran bel gioco! Non capisco come si faccia a dare un 3 secco, senza nessun commento a questo gioco. Finora ho giocato 5 partite ma ho ancora tanta voglia di giocarlo. In sostanza, si presenta con una prima fase di piazzamento per l'acquisizione delle risorse. Originalissimo il fatto che, attraverso il piazzamento dei propri compratori per esercitare l'influenza nell'acquisto delle metarie prime, si realizzi un immediato esborso di denaro e, al tempo stesso, ci si prenoti per un'imminente entrata monetaria dipendente da come sono stati piazzati i compratori stessi.
Finalmente non viene utilizzato il classico percorso dei punti vittoria: qui vincono i migliori mercanti. Cioè chi sa comprare e vendere meglio.
Bisogna governare e controllare l'andamento dei prezzi delle materie e vedere dove conviene piazzare i propri edifici di produzione e, ancor più importante, quali zone conviene circondare per poter piazzare gli edifici di produzione (dischetti) più convenienti.
Infine bisogna trovare il percorso ottimale che permetta di guadagnare più punti senza essere troppo ostacolati dagli altri avversari che possono competere per le medesime risorse.
RIASSUMENTO: un incredibile mix di
1) area control/auction bidding
2) optimization
3) speculation
con buon livello d'interazione tra i giocatori. E, incredibile, nonostante la ricchezza di opzioni e soluzioni strategiche e tattiche, il regolamento è chiaro e conciso.
Sono incline ad aumentare il mio voto ma attendo di giocare un altro po' di partite per un giudizio più obiettivo e meno soggetto alla foga del momento.

L'uomo gioca soltanto quando è uomo nel significato più pieno del termine, ed egli è interamente uomo soltanto quando gioca.

[Friedrich Schiller, "Dell'educazione estetica dell'uomo"]

7

Carino, ma sa di già visto. Un po' troppo "calcoloso"...

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

8

il voto è un 8,5 veramente un gran bel gioco,mi piace molto la fase degli acquisti al mercato l idea è veramente ben fatta ed è veramente molto divertente rompere le uova nel paniere agli altri ^^ forse dopo molte partite potrebbe risultare noioso ma cmq mi sembra discretamente longevo..gioco da avere

7

Veramente bello e originale.

7

Gradevole sia da giocare che da vedere, meccanica solida e non troppo arida (per un allergico come me ai gestionali puri XD), discreta interazione e interessante meccanismo con cui cambiano prezzo le merci durante la partita stessa.

"Invece di pensare, continua a salmodiare.." (C.C.C.P., "Punk Islam") "Vago nel folto di Fronde IN DELIRIO!" (Marlene Kuntz, "In Delirio")

8

Il miglior gioco di Emanuele Ornella

8

esempio di come un gioco alla tedesca possa avere cuore italiano con reale ambientazione (la calca alle bancarella del mercato con il criterio che il cliente che sta all'angolo della bancarella è meno "convincente" di chi sta difronte e ancor meno di chi praticamente entra dentro è geniale).
continua l'interazione anche cattivella tra i giocatori a tutti i livelli compreso scelta del primo giocatore e lievitazione prezzi di vendita. secondo me anche a 2 è molto divertente.

Stiamo crescendo....
Vendo

7

dopo un po di partite posso esprimermi favorevolmente su questo titolo
un buon gioco il modo di fare punti è vario è la partita in bilico fino alla fine , come sottolineato da altri il mercato è davvero ben fatto è l'ansia che ti prende nell' aggiudicarti o perdere una tessera per il piazzamento errato o di disturbo di un altro giocatore è notevole

8

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

8

Gran bel gioco, bella l'idea di dividere in due parti (quella del piazzamento-asta e quella dei movimenti). Peccato per la grafica. Voto: sette e mezzo.

7

7.5.
Ornella rimane uno dei più sottovalutati autori italiani, nonchè uno dei più originali.
Il suo gioco più riuscito, peccato per la mappa veramente confusionaria che ne abbassa il voto di mezza tacca.

7

Mi è piaciuto. Forse un pochino troppo astratta la gestione del mercato, resta comunque un'idea interessante.. è praticamente un gioco dentro il gioco.

6

mmm... questo titolo non mi ha pienamente convinto fino in fondo, ci dovrò sicuramente rigiocare altre volte per valorizzarlo, per ora tra il 5 ed il 6.

8

Nessun commento

8

Nessun commento

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

8

Nessun commento

8

é un gioco probabilmente un pò sottovalutato dalla critica. La fase di mercato è veramente bella ed avvincente con un alto tasso di interazione e possibilità di fare bastardate...la fase della vendita è qualcosa di già visto ma comunque divertente. I materiali sono buoni anche se le carte un pò troppo "leggerine". Devo valutare la scalabilità. Ho fatto solo una partita in 5 ed è sembrata buona. Secondo me per il prezzo con cui lo si può trovare è un vero affare. Voto: 8

7

Il gioco si divide essenzialmente in 2 fasi: la prima è la fase di assegnazione delle tessere e poi c'è la fase di piazzamento degli empori. La prima mi è piaciuta molto, è originale e aggiunge molta interazione al gioco, la seconda invece ricorda molto quella di Alta Tensione, con i costi di collegamento da pagare per le casette. In conclusione è un buon gioco, da 7,5.

Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso.

7

No Comment

"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"

7

Nessun commento

Vendo con RIBASSI, The Foreign King Kickstarter 15€, American Rails 15€, Britannia FFG 50€, Loony Quest ENG 15€, Il tesoro della giungla 10€

6

6.5 per la verita....
Gioco caruccio ma niente di piu....secondo me un pochettino carente da un punto di vista strategico.
C'e' uno sbilanciamento netto tra le due fasi di gioco.
Di cruciale importanza la fase del mercato, molto piu di quanto possa sembrare a prima vista e non tanto per l'ovvia ragione che prendere le risorse da vendere e' necessario, quanto su quanto possa costare prendere ASSOLUTAMENTE una risorsa che serve, una fissazione che puo portare a spendere piu di quanto poi si vada a guadagnare in termini di punti nella seconda fase.
Posto che non e' secondo me il caso di forzare troppo la mano nella fase del mercato per seguire la propria pianificazione a tutti i costi, pena un dispendio enorme di soldi a questo punto ho la sensazione che la seconda fase sia troppo legata alla prima e non offra possibilita di grandi strategie inquanto se la fase del mercato va male non c'e' storia, mentre se va "bene"...c'e' poco da inventare...
E allora se nella fase del mercato devo tenere conto che una risorsa che costa troppo e' meglio lasciarla stare e non fissarmi per seguire un preciso giro sulla mappa e nella seconda fase raccolgo un pochettino meccanicamente i frutti della prima fase...
La strategia esattamente dov'e'?Probabilmente come dicono gli orientali, la bravura sta nella flessibilita...ma un gioco che richiede troppa flessibilita ad ogni mossa alla fine forse e' anche un pochettino privo di una strategia guida che appassioni durante tutta la partita! - [Autore del commento: angel_cily]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare