Kata Kumbas

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,49 su 10 - Basato su 52 voti
Gioco di Ruolo (GdR)
Anno: • Num. giocatori: - • Durata: minuti

Recensioni su Kata Kumbas Indice ↑

Articoli che parlano di Kata Kumbas Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Kata Kumbas Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Kata Kumbas: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Kata Kumbas Indice ↑

Video riguardanti Kata Kumbas Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Kata Kumbas: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
6
Voti su BGG:
3
Media voti su BGG:
5,00
Media bayesiana voti su BGG:
0,00

Voti e commenti per Kata Kumbas

7

Il gioco non è complesso, ha illustrazioni che mi piacciono molto, e certi mostri sono veramente belli e/o divertenti. L'ambientazione è intrigante e divertente al tempo stesso. Bella l'idea della spesa/eredità iniziale. Sicuramente adatto a giocatori alle prime armi, mentre i giocatori esperti e pretenzioni potrebbero snobbarlo. Un interessante prodotto dei tempi che furono. Io conserverò sempre gelosamente la mia copia.

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

9

Bellissimo prodotto tutto Italiano, a tutt'oggi credo che sia il gdr che ho giocato di più.
Il gioco richiama le atmosfere dell'armata brancaleone, o della compagnia della forca e lo considero la migliore esperienza per i neofiti del genere che grazie a un regolamento semplicissimo e un ambientazione più vicina a noi Italiani lo assimilano facilmente.
Belissime illustrazioni, ironia che traspira da ogni pagina, tante idee originali ben congegnate.
Ormai si trova solo la edizione della E.Elle, a dire il vero non ho mai visto l'originale della Bero Toys e la sto cercando da un sacco di tempo.
E' stata pubblicata anche un'espansione, l'isola della peste, e una serie di regole aggiuntive presenti in una raccolta dedicata a tutti i giochi della E.Elle.

9

E' stato il mio primo gdr... L'ho adorato e ancora lo conservo (quasi) integro.
Senza dubbio non adatto a chi cerca l'assoluto realismo in un gioco di ruolo, è meraviglioso per tutti gli altri.
Originalità: 2. L'ambientazione si discosta dal classico fantasy di stampo anglosassone per introdurre degli elementi tipicamente italiani.
Materiali: 2. In un unico manuale ottimamente illustrato (anche se in bianco e nero) troviamo tutto quello che serve per giocare, compreso bestiario e 4 avventure introduttive.
Divertimento: 2. Questo non ha bisogno di commenti.
Regolamento: 2. Regole chiare e semplici, si spiegano anche ai novizi in mezz'ora.
Longevità: 1. L'unica pecca a mio avviso è che i personaggi possono crescere solo fino al quinto livello, arrivati al quale diventano dei "maestri" nelle loro arti e, in pratica, escono dal gioco. Ho sempre sperato in un'espansione che portasse i pg almeno fino al decimo...

Totale: 9. A mio giudizio più che meritato.

8

Elemento cardine della storia del Gioco di Ruolo in Italia.
Ambientazione straordinariamente originale, sistema di gioco per molti aspetti innovativo, illustrazioni ottime e perfettamente adeguate, ed infine eccellente impaginazione.

Peccato solo che sia fuori stampa ormai gia' da moltissimi anni.

9

Un eccellente GDR nel suo genere veramente ben strutturato Inoltre si merita un giudizio più che positivo visto che è basato in LIATIA :-)

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

7

lo ho giocato da ragazzo, avevo 17-18 e non mi è dispiaciuto. Bei disegni, scritto bene, bellissime le sezioni in cui sono disegnati TUTTI gli equipaggiamenti in una specie di mercatino.
I nomi dei santi sono spassosissimi "San Oriella, almeno una volta al giorno prega in una cappella", "San Ignazio, dei tuoi nemici lui fa strazio" sono solo alcune frasi che ogni santo protettore proferisce per ispirare i suoi seguaci. Poi c'era Giacomo Coccapallosa... e i maiali da guerra.
Kata Kumbas è un rpg fantasy mooolto particolare, che potrebbe "sgarbare" gli amanti delle saghe epiche e del gioco "serio", infatti KK porta sicuramente ad una certa ilarità.

Voto 7, per un bel gioco che può regalare molti momenti di felicità, ma con cui difficilmente farete una campagna di 2 anni e mezzo.

9

Una delle più belle pagine del GdR italiano. Scritto con gustosa ironia, splendidamente illustrato, carta di grammatura pesante in un solido cartonato. Confesso di aver nostalgia dei giorni in cui la EL ancora si occupava di GdR. Solo la carenza di supporto mi impedisce di dargli il massimo dei voti. Comunque, un 9 dato di cuore.

8

Anche io l'ho giocato nell'adolescenza.
Regole essenziali, classi memorabili, un bestiatio unico che ha ancora tanto da insegnare, avventure divertentissime per la loro caratterizzazione. Peccato che il nostro mercato sia così asfittico (se lo è il mercato del libro in generale!) da non aver potuto contribuire di più al successo di questo gioco (nonostante le discrete vendite).

Gli amanti del gioco di ruolo, dovrebbero almeno poterlo leggere - l'avventura "Il cimitero dei pellegrini" l'avrò giocata con il mio gruppo almeno sette volte (convertita opportunamente).

Longevità 1,25 (con opportuno Magister - non è poi stato molto supportato, l'unica avventura uscita, di ottimo livello è stata "L'isola della peste")
Regolamento 1,5 (è vero non c'è tutto e spesso si è forzati ad improvvisare, il mercato contiene delle inchiappettate pazzesche, ma capita anche nella realtà e se la si prende con classe..)
Divertimento 2 (dimenticatevi ogni altro gdr, questa è un'esperienza unica, quando incontrerete i Biro Biro capirete perchè)
Materiali 1,5 (nella seconda edizione c'erano ottime figure, la carta era di qualità, era cmq poco supportato)
Originalità 2 (lo ripeto allo sfinimento: non troverete nulla di simile sul mercato)

Nullius boni socio iucunda possessio est
Nessuna cosa è bella da possedere se non si hanno amici con cui condividerla

8

Uno dei piu' bei giochi italiani! Regolisticamente non e' nulla di eccezionale ma l' ambientazione e' qualcosa di fenomenale: una sorta di italia (Laitia, appunto) fantasy in cui si muovono i mostri e le creature delle leggende nostrane. Il tono ironico con cui e' presentato il manuale e' poi una ragione di piu' per leggerlo! Bellissime le illustrazioni (alcune anche a carboncino), divertente il sistema delle eredita' e delle evocazioni. Un bel gioco veramente.

6

Nessun commento

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

7

Forse la prima risposta italiana al fenomeno del GdR, interessante, con un'ambientazione di sapore decisamente nostrano e gradevole, di semplicità estrema e forse anche superiore a quella del D&D base, cosa che non ne ha favorito la diffusione. All'epoca, era una validissima alternativa ad un prezzo decisamente contenuto e soprattutto in italiano...

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

6

Un gioco di una semplicità troppo estrema nel regolamento. Le ambientazioni però fanno sorridere.....

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

6

Ambientazione italica e tutta particolare per un GDR che, ben più di molti altri, richiede tanta abilità di immedesimazione.

--
Stef - Stefano Castelli

8

Nessun commento

8

Nessun commento

8

un gioco di ruolo originale nel riprendere i miti italici in un gdr abbandonando gli stereotipi nordici. Meccaniche che sono leggere e che possono diventare molto interpretative, carina la grafica.

6

storia del gdr

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=mechvigiak&numitems=5&header=1&text=title&images=medium&show=random&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)
Ex presidente Treemme e Giudice Lucca Games.
Ho collaborato con aziende e operatori del settore, di recente con Pendragon Game Studio.
Gli interventi sul forum sono personali, da non considerarsi a nome dell'azienda salvo ove esplicitamente indicato.

7

un po' banale, tante classi di personaggi, merito di essere stato il primo ambientato in italia

8

Nessun commento

Ash Nazg durbatuluk, Ash Nazg gimbatul, Ash Nazg thrakatuluk, agh burzum-ishi krimpatul!!

7

Nessun commento

8

Il mio primo Gdr da giocatore e da Master,ricordi di un tempo (primi '90) memorabile in cui eravamo veramente capaci di emozionarci con poco,La semplicità delle regole (snervante per i puristi del Gdr) è decisamente compensata da un'ambientazione stupenda,ricca di miti popolari mediterranei,molto più semplice da "vivere" che il solito pappone nordeuropeo a cui siamo abituati.Un spaghettifantasy da provare!!!

8

Ambientazione spettacolare per un sistema snello ma con alcune ingenuità e punti farraginosi. Peccato che non sia proseguito, le potenzialità erano enormi.

8

Il primo gioco di ruolo in cui ho fatto il Master (dopo qualche anno di D&D come giocatore). Il sistema di gioco è semplice ma completo; l'ambientazione e le razze tratte dal folclore italiano gli conferiscono un tono spiritosissimo da "spaghetti role game".

7

uno dei vecchi giochi di ruolo della e.elle, quella che faceva "uno sguardo nel buio", "i cavalieri del tempio" e "holmes&co.", oltre che una infinità di librogame. ci ho giocato una breve campagna da ggiovane, quando stavamo scoprendo il mondo del gdr, ne ho un buon ricorso anche se ho il sospetto che non abbiamo colto le possibilità dell'ambientazione.

7

Nessun commento

Viridovix di Albernia
Conte della Spada Spezzata

6

Uno dei primi italiani. Nostalgico.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

6

Nessun commento - [Autore del commento: Chromaline]

7

Quanti anni sono passati? Tanti.... Eppure Kata Kumbas è rimasto nel mio cuore. Mi sono divertito ore e ore, giorni e giorni.... Per chi conosce la favolistica e la letteratura folklorica italiana e l'apprezza, un must. In più, un buon intermezzo per interrompere l'uccisione seriale di Coboldi e Rugginofagi!!!!

Onen-i Estel Edain

7

Un lodevole tentativo filologico di ambientare un GdR in un'Italia fantastica, per combattere la nostra esterofilia e passione per le mitologie nordiche.

4

DATATO. Le regole sono solo un paravento dietro al quale nascondere le decisioni di un master-intrattenitore, sono evidentemente poco playtestate e richiedono un grosso sforzo di sincornizzazione da parte del gruppo per poter portare da qualche parte. Più che dare un voto al gioco si dovrebbe dare un voto al master.

10

saranno passati almeno 15 anni dall'ultima volta che ci ho giocato, sarà che fu il mio primo gdr giocato in assoluto, ma lo trovo un gioco eccezionale, anzi direi geniale; avrà le sue pecche ma l'atmosfera che si crea è unica, un must.

8

ambientazione studpenda, gioco semplice e geniale... un bellissimo ricordo

9

L'ambientazione, l'atmosfera e il suo essere precursore del genere in Italia lo rendono comunque un must. Peccato per il regolamento...

9

Nessun commento

7

Molto affascinante per l'ambientazione anche se datato... Ci vorrebbe una versione 2.0

8

Storico gioco italiano con un'ambientazione splendida, ironica e originalissima, tutta basata sulle leggende, il folklore e le tradizioni nostrane. D'accordo, il sistema di regole non è esattamente a prova di bomba; peró un sistema un po' fallato si aggiusta, mentre ci sono cose in questo manuale che non troverete in NESSUN ALTRO GdR: un sommo spirito della luce che dopo 6 ore si trasforma nel nano isterico Teodoro di Coccapallosa, Biro Biro dai giganteschi piedi puzzolenti, il santo protettore S. Frullato (che mangia tutto assai gelato), il vino allucinogeno Pignotus (che vi fará vedere ovunque scimmie giganti che tirano enormi pigne) e last but not least, il temibile invasore di Maro, GISCARDO LO SMAZZOLATORE. Impagabile.

"Men of broader intellect know that there is no sharp distinction betwixt the real and the unreal."

8

Originale e spassosissimo. Il manuale è corredato da disegni di altissima qualità. Gioiellino raro.

8

beh ho avuto la primissima edizione... tanti tanti anni fa...

7,5

Un piccolo gioiello, un capolavoro italiano, con una ambientazione fenomenale e tutto il manuale, dalle illustrazioni, alle meccaniche, alle scelte e personalizzazioni rivela un gusto tutto italiano e molto gradevole e coinvolgente.

Peccato che alcune meccaniche risultino difficilmente utilizzabili e necessitino di adattamenti e home rules.

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare