League of Six

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,57 su 10 - Basato su 38 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2007 • Num. giocatori: 3-5 • Durata: 120 minuti
Categorie gioco:
Medieval
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su League of Six Indice ↑

Articoli che parlano di League of Six Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti League of Six Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download League of Six: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare League of Six Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo League of Six in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
League of Six Offro gioco singolo €20.00 No Consegna a mano angell88 19/05/2017
League of Six + Exp Offro gioco singolo €35.00 Consegna a mano, Spedizione €9.00 Walter 02/01/2017

Video riguardanti League of Six Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

League of Six: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
2208
Voti su BGG:
1739
Posizione in classifica BGG:
1065
Media voti su BGG:
6,84
Media bayesiana voti su BGG:
6,36

Voti e commenti per League of Six

7

Autori e editori Cechi, meccaniche Tedesche. Un bel giochino di piazzamento e asta con un'ambientazione - la Lega delle Sei Città dell'Alta Lusazia - che finalmente esce dal cliché dell'Italia Rinascimentale per farti conoscere qualcosa che nei libri di storia italiani è appena accennato. Il gioco è abbastanza semplice da essere usato quasi come Gateway Game, ma lo svolgimento non è per niente banale. Carina l'idea delle frecce differenti per sfruttare alcune risorse delle città, gli sforzi per accaparrarsi i cavalli migliori e del supporto dei Leader Civici a fine partita. Il meccanismo per scegliere le città da tassare - e scalzare gli avversari - bilancia le forze in campo, e il sistema di arruolamento delle guardie tramite favori reali permette ai giocatori di fare uno sforzo in più quando serve (ma è un investimento che rischia di compromettere la partita). A questo si aggiunge una buona qualità dei componenti (anche se le carte sono sottilissime), una grafica molto carina e una breve durata, corrispondente alle promesse della scatola. Come i boardgame tedeschi "puri", le meccaniche di gioco non si legano armoniosamente all'ambientazione, per cui a qualcuno potrebbe sapere troppo di astratto.

8

Nessun commento

5

Sinceramente non mi è proprio piaciuto questo gioco......le maccaniche e le idee ci sono ma sono amalgamate male in modo da rendere quasi impossibile una strategia oculata......
Il turno di rilanci per accaparrarsi le tasse di una città può essere lungo e frustrante per quanti devono giocare per ultimi......
Peccato perché i materiali ed alcune meccaniche erano buoni......una vera delusione

7

Nessun commento

8

Uno dei pochi titoli di Essen con meccaniche un po' nuove, senza il solito riciclo in altri giochi. Semplice. Chiaro, Durata della Partita più che accettabile (siamo nell'ordine dell'ora circa), bella componentistica.... peccato per il prezzo un po' altino se lo confronto ad Hamburgum.

4

Semplicemente macchinoso: tante meccaniche tutte assieme ma poca anima.

Longevità: 0
Regolamento: 2
Divertimento: 0
Materiali: 1
Originalità: 1

7

L' ho giocato ad Essen e mi è piaciuto molto.
Le meccaniche sono molto carine e secondo me ha una buona longevità.
La grafica è buona e i materiali altrettanto.

Bisogna stare attenti a non sottovalutare il potere delle carte che si pescano perché ci abbiamo giocato in 5 ed io sembravo il meno pericoloso ma avevo acquisito molte più carte a dispetto dei miei amici e grazie a quelle ho fatto molti punti.

6

Nessun commento

6

I materiali non mi esaltano. Il gioco è normale ma mi sembra che non scali affatto bene.
Giocato: poco
Grafica/Materiali: 2
Longevità: 2
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

9

A me è piaciuto.
Non sarà ai livelli di Caylus o Puerto Rico, però è uno strategico facile da spiegare e sopratutto veloce (si gioca in meno di un'ora).

7

In particolare trovo interessante la fase di asta iniziale per intralciare gli altri giocatori.
Purtroppo pero' le modalita' per fare punteggio, particolarmente quella con i personaggi finali, non mi sembrano molto "controllabili": non e' possibile impostare una strategia di lungo termine ma bisogna fare il meglio turno per turno...

4

Noioso e monotono, c'è troppo da pensare e non è affatto detto che vinca chi ha giocato meglio.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

6

Rapido, diverso dal solito, ma valido se viene giocato con un po' di folklore e con almeno 4 persone altrimenti può perdere molte delle sue qualità.

La vita è un grande bel Boardgame...peccato avere le regole solo in tedesco! -MartyParty-

7

Un altro gioco di aste e piazzamento che, seppur non inventando nulla di nuovo, amalgama bene meccaniche, ambientazione ed interazione.

"Con le carte in mano, tutti gli uomini sono eguali."
Nikolaj Gogol'

6

Forse il voto corretto è 6.5. Non c'è niente che non vada in questo gioco, ma nemmeno nulla che lo aiuti a distinguersi nella massa di titoli di piazzamento/aste. Alla fine, lo giochi una volta, ma prima di rigiocarci una seconda ti vengono in mente sempre altri giochi più o meno simili ma decisamente migliori.

7

Il gioco è piaciuto. La fase di asta è studiata davvero bene: anche se prende (a mio parere) spunto da Amun-Re, si sente la voglia di andare a fare bastardate alzando l'offerta altrui. Il regolamento è davvero semplice da studiare, ben fatto, i materiali pregevoli, e anche se non porta innovazioni tremende (come molti altri giochi del resto), ci è sembrato che il tutto fili piuttosto bene. Un'unica pecca potrebbe essere il giocarlo con pensatori "heavy", che nella fase di stoccaggio delle merci potrebbero perdere parecchio tempo analizzando la situazione su cosa convenga spedire e su quale riga. Un ottimo gateway game, ne leggero ne pesante. Consigliato.
EDIT: Rigiocato ultimamente a questo titolo,ribasso il voto di 1 punto dall'originale: in effetti non vi è nulla che non vada nel titolo, ma ne esistono parecchi che preferisco giocare con questo genere di meccaniche.

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

7

Un gioco che ha qualche bella idea (in primis l'esagono che ruota per le risorse e poi il meccanismo di acquisto) ma anche tanta astrazione e sensazio ne di già visto. Io non lo considero brutto, ma poco esaltante. Anche se devo dire che come la maggior parte dei goblin mi dico che ci sono sicuramente altri titoli simili ma migliori, ma non riesco a trovarli. In realtà, credo, che questo gioco abbia dei numeri ma si sente troppo l'a,mbientazione posticcia e il senso di frustrazione per la città assediata dagli ussari. In questo davvero molta fortuna/sfortuna che penalizza troppo. Bilanciato, per il resto, ben studiato e in definitivo carino, ma non acchiappa. Comuqnue un buon titolo che penalizzo nel voto solo per la gestione degli ussari. Aspetto con impazienza la espansione promessa per essen 2008.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

6

Voto basato su una sola partita. Non penso di farne un'altra per mettere a fuoco meglio le mie sensazioni vista la modifica al commento di Dreggs che è colui che me l'ha fatto provare.

Essendo un gioco di base astratto e matematicao non penso possa essere diretto alle famiglie: lo troverebbero poco appetibile.
Al contempo ha dei grossi limiti come gioco per gamers:
- per giocarlo BENE dovresti metterti a fare molti conti e cercare di intuire cosa faranno gli altri allungando i tempi di gioco in maniera insostenibile
-bisognerebbe pure tenere a mente quanti omini sulle carte si sono aggiudicati gli altri durante il gioco
- tali conti, inoltre, varrebbero poco se i tuoi avversari giocano a sensazione e compiono mosse che non dovrebbero, per loro stessa convenienza, fare.
Se ne deduce che bisognerebbe giocarlo a sensazione e che vincerà chi riesce a dedurre meglio la validità delle scelte senza dare l'idea di perdere troppo tempo a far di conto (senò pure gli altri fanno lo stesso).
Giocare un gioco matematico con così tante implicazioni a naso non è nei miei concetti di divertimento.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

7

Bel gioco.
Componentistica valida e regolamento veloce, chiaro e semplice da spiegare.

Non eccelle per le novità (a parte la gestione del magazzino ed il sistema di scelta delle risorse) ma risulta essere un mix davvero ben fatto di varie meccaniche tra cui le aste di Amun-Re e la definizione dell'ordine di gioco che personalmente mi ricorda PowerGrid.

L'unica pecca è secondo me l'ambientazione davvero posticcia e soprattutto l'uso dei soldati come moneta di scambio (potevano sostituirli con monete di carta).

Per il resto è un gioco valido.

4

Inutile.

The Eagle Goblin

7

Bello, ma a fortissimo rischio "paralisi da analisi" fino nella prima fase del turno, ovvero nelle aste stile Amun_Re

8

Bello per la varietà di meccaniche e per l'interazione fra i giocatori.

È la regola!

Poca brigata, vita beata! [Tex Willer]

7

Nessun commento

7

Nessun commento

7

il gioco mi è piaciuto e ha delle belle idee ( come la scelta delle risorse attraverso l'esagono).
E' fondamentale arrivari primi o secondi al mercato e non trascurare per nulla le carte personaggio (non ricordo il nome in questo momento).
forse alla lunga potrebbe risultare ripetitivo ma è presto per dirlo.

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

7

Nessun commento

6

freddino e poco appassionante

[FI] Vendo: Zanzibar(indip), Samara con 2 esp.(indip), Pochi Acri di neve(ita)

6

Nessun commento

6

Una partita.
Il gioco è simpatico, ma non molto avvincente. Individuate le 2 o 3 meccaniche è un po' ovvio cosa bisogna fare.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

7

Il gioco mi è piaciuto molto anche se devo dire che ha sostanzialmente 2 strategie per fare punti vittoria.
Le carte e i punti delle risorse e usarne solo una può non portarti alla vittoria. Questo mi fa concludere che puoi perseguire una strategia ma conviene non trascurare l'altra. Pero il vero gioco sta nella scelta della città e nella fase asta dove si compiono vere e proprie bastardate! Pianificare una vendita di risorse e non essere il primo puó essere già difficoltoso , ossia potrebbe risultare difficile che si riesca a prendere la riga che si era pensato... Almeno quando si gioca in 5!
Detto questo cmq il gioco si spiega in 15-20 minuti e dopo un turno é tutto abbastanza chiaro e mi ê sembrato di capire che é difficile rimanere fuori gioco.
Meccaniche in alcuni casi originalissime ( per il mio modesto modo di vedere) come l'esagono posto sulle città per la scelta multipla e altre meccaniche già viste ma elegantemente mixate!
Buon titolo , voto 7,5

L'essenziale è invisibile agli occhi.

6

Nessun commento

//s12.postimg.org/3obm9k6cd/ds2.jpg)
"And there was war in heaven: Michael and his angels fought against the dragon; and the dragon fought and his angels.."
Revelation 12:7

10

Nessun commento

Emanuele
Playbazar.it

7

LA LEGA DEI SEI - Gioco apparentemente non semplice, si rivela invece ben presto immediato e a tratti addirittura un po' banale o per lo meno ripetitivo. Malgrado le critiche che lo accompagnavano nel complesso non mi è dispiaciuto, simpatica l'asta per la scelta della posizione che (in stile 'I pilastri della terra' o 'Leonardo Da Vinci') assegna le azioni disponibili per il turno di gioco. L'assegnazione dei punti finale riprende la tematica delle maggioranze (Taj Mahal). Nel complesso un insieme di idee e meccaniche già viste così come l'ambientazione. Abbastanza veloce 60', dà il meglio giocato in 4 o 5. - [Autore del commento: ottobre31]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare