Lone Wolf: The Roleplaying Game

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 5,65 su 10 - Basato su 27 voti
Gioco di Ruolo (GdR)
Anno: • Num. giocatori: - • Durata: minuti

Recensioni su Lone Wolf: The Roleplaying Game Indice ↑

Articoli che parlano di Lone Wolf: The Roleplaying Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Lone Wolf: The Roleplaying Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Lone Wolf: The Roleplaying Game: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Lone Wolf: The Roleplaying Game Indice ↑

Video riguardanti Lone Wolf: The Roleplaying Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Lone Wolf: The Roleplaying Game: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
39
Voti su BGG:
8
Posizione in classifica BGG:
2764
Media voti su BGG:
6,75
Media bayesiana voti su BGG:
5,87

Voti e commenti per Lone Wolf: The Roleplaying Game

8

Il D20 è un ottimo sistema e Lupo Solitario fa lo sforzo di creare qualcosa di nuovo su queste solidissme ed eccellenti basi. P.es. i maghi in Lupo Solitario sono molto originali e diversi dal solito, i Ramas sono presi pari pari da quelli dei librigames ecc ecc
Che i personaggi al 20° livello si assomiglino come abilità non è un difetto (è bene che un cavaliere assomigli ad un altro cavaliere altrimenti dovrebbero avere due classi differenti) ne un dato unico del D20.
Naturalmente il librone non è in grado di racchiudere un intero regolamento, più un mondo più delle avventure, ma fa un onestissimo lavor per introdurre i giocatori nel Magnamund e dar loro quante più informazioni ed atmosfera possibili.
Lo ho comprato in ricordo delle mille avventure fatte con i librigames e dopo averlo letto attendo fiducioso avventure e materiale aggiuntivo.
Grazie e saluti,

Asliaur dell'Onda d'Argento

Amo cancellare i post ;-)

5

Il D20 dovrebbe sparire dall'universo dei sistemi di giochi di ruolo.
E' limitato, pesante e troppo meccanico.
Ma pensate con un'ambientazione così bella come quella di LS, cosa sarebbe potuto uscire con un sistema creato ad "hoc".... ma basta con questo D20 system OVUNQUE....

4

Se ne poteva fare a meno...nessuno ne avrebbe sofferto. La copertina fa rabbrividire..brrrrr! 40 euro di prezzo sono troppi, visto il prezzo di volumi simili di altri giochi.
Rovina la buona memoria dei vecchi libri games.

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...
(sdp)

3

Personalmente detesto il D20 ma non mi baso sui miei gusti quanto su una comparazione oggettiva con D&D3 per valutare questo gioco.
Il sistema usato qui in LS è, come puntualizzato dalla recensione, poco variabile: stessa classe=stesse capacità speciali o quasi= stesso personaggio.
Assenti completamente i talenti che danno varietà in D&D.

La qualità grafica e dei materiali è scadente (a parte quella della mappa allegata).
Tutto ciò non giustifica il prezzo esoso richiesto per questo volume, quando un manuale di D&D con carta patinata, grafica migliore e copertina robusta costa 10 euro di meno.

L'unica nota positiva l'ambientazione, soprattutto per gli appassionati.

Il mondo è miooo!!!
We are Alpharius!

4

Nonostante abbia amato la saga del Cavaliere Ramas, non posso dire altrettanto di questa conversione. Il d20 system (che detesto) si sta diffodendo ogni dove, il costo del volume e' eccessivo in rapporto a quanto offre e sulla qualita' artistica della copertina preferisco sorvolare. Per il resto concordo con le osservazioni di Dr. Zero.

4

A differenza del recensore e di molti che hanno commentato questo gioco, non mi sento di dire che il d20 sia di per sè un difetto. Ritengo che sia una questione di gusti: non tuytti volgiono il realismo nel gioco.
Purtroppo quello che mi spinge a dare un voto negativo sono una serie di altre cose: l'edizione costa uno sproposito rispetto ad altre offerte del mercato, la copertina è di una bruttezza imbrazzante (gusti a parte, la tecnica del disegnatore non è a livello di una copertina, secondo me...), il gioco no dà niente di nuovo al panorama dei gdr, se non rinverdire i sentimenti nostalgici dei vecchi lettori di libri games. La libertà nella scelta del personaggio è decisamente limitata.

www.heresy-online.net/daemons/adoptables/18781.gif)

5

(Premessa)
Personalmente apprezzo il sistema d20, anche se concordo sul fatto che si adatti bene solo a certi tipi di gioco. Detto questo, trovo stupido che la recensione di questo libro abbia finito per trasformarsi nella milionesima diatriba pro/contro d20. Non c'è il forum per quello?!? Mi lascia poi letteralmente interdetto che sia stato lo stesso recensore a lanciare la prima pietra e a cominciare il rant. Capisco che è un'attività volontaria e gratuita, ma dai recensori ci si aspetta, se non obiettività, almeno un briciolo di distanza critica. E che diamine.
(fine premessa)

Lupo solitario mira ad essere un manuale d20 autosufficiente, compatibile con, ma indipendente da, la serie di D&D. I precedenti illustri e di successo non mancano, come Arcana Unhearted/Evolved. Purtroppo, Lupo Solitario manca il bersaglio. Meccanicamente, diverse caratteristiche del sistema d20 che si sarebbero prestate all'adattamento al Magnamund (le CdP, la libertà di multiclassare) sono state ignorate. Il risultato è un sistema di classi molto "vecchio stile", poco flessibile, poco bilanciato e poco integrato con il resto dell'universo d20.

Buono il materiale di ambientazione, una guida sintetica ma esaustiva al Magnamund. Un po' poco, però, per bilanciare i difetti del sistema e la grafica mediocre.

7

Premesso che non amo il d20 trovo il gioco di ruolo di Lupo Solitario particolarmente riuscito. Il d20System e' stato semplificato e modificato a favore di una maggior fluidita' del gioco. Il punto forte del gioco rimane comunque l' ambientazione, il Magnamund, lo stesso dei librogame di Lupo Solitario (ma guarda un po' che strano... ;-) ). Sul fatto che i Pg ad un certo livello siano tutti uguali....non concordo assolutamente: un pg non e' definito solo dai numeri o dalle abilita' che possiede ma dai suoi trascorsi, dalle sue esperienze e dal suo background! Una pecca e' la qualita' del manuale, tutto in bianco e nero e con illustrazioni non sempre degne.

5

Nessun commento

5

Nessun commento

5

Nessun commento

6

non sono un fan del libro-game di Lupo Solitario e non mi piace l'ambientazione... però bisogna riconoscere che l'OGL è stata usata molto bene creando un buon sistema

4

sono un grande fan dei libri game e le informazioni sul magnamund che si trovano su questo libro sono preziosissime
il sistema di gioco è orribile. il peggio che io abbia mai visto. ho giocato con 4 amici per 3 mesi, 2 cavalieri ramas 1 confratello della stella di cristallo e 1 nano di bor.
ad un certo punto i 2 ramas erano la fotocopia uno dell'altro
insomma le regole servono solo a tirar dadi e non sono di nessun supporto alla crescita dei personaggi
meglio puntare su altri regolamenti salvando esclusivamente l'ambientazione

6

Ambientazione 2
Sistema di Gioco 1
Grafica 0
Longevità 1
Originalità 2

Voto Complessivo 6

L'ambientazione è perfetta e ricalca a pieno i librigame di Dever
Il Sistema di Gioco è un classico d20 con talenti propri delle classi (senza scelta), opzione che rende fluido il gioco
La grafica dei manuali sembra esser disegnata da una 12enne
La longevità è buona, poichè si può intervallare vari periodi storici e, sopratutto con i compendi, interpretare molteplici classi.
Originalità 2 perchè è una grande alternativa fantasy che agisce come linee guida non steriotipate (chi non conosce a menadito le solite classi di un d&d?).

Consigliato agli appassionati.

"Temo di aver fallito un tiro osservare..."

9

Nessun commento

Un saluto a tutti gli amici del forum

4

gioco con poche opzioni di varibilità tra PG, pessimo editing

8

è grazie ai libri game di ls che mi sono avvicinato al fantasy e quindi ai gdr + di 20 anni fa ! con il gdr si rivive la fantastica atmosfera dei libri con in + il fascino e la libertà dei gdr

" AND THEY SHALL KNOW NO FEAR "

3

ok detto francamente: il gioco fa schifo
è imprigionato nel suo essere a tutti i costi compatibile con D&D 3°, così si lega le mani da solo e non brilla di luce propria. MAI.
Il confronto con D&D è sempre costante, ma le regole non sono buone. Classi sbilanciatissime e poco personalizzabili (che per l'ambientazione va bene ma per la media dei giocatori di ruolo no).
Non va neppure bene per introdurre i ragazzini al gdr perchè le regole sono sì più semplici rispetto a D&D 3° (non ci vuole molto) ma ce ne sono di più semplici.
Non parliamo poi del manuale in sè. Le illustrazioni sono ad un livello amatoriale che visto il prezzo del manuale c'è da ridere piuttosto che piangere, sia per stile di disegno che per scelte interpretative. Per quanto riguarda la copertina italiana conosco ragazzini delle scuole medie che la disegnerebbero meglio. Dò un 3 feroce. Forse è dettato dall'amarezza e dalla delusione, ma in realtà penso che più di 4 sia ingiusto darglielo, ingiusto nei confronti di chi sforna prodotti migliori.
La passione per LupoSolitario c'è e si sente. La passione non sempre basta.
P.S.: se siete fan di Lupo Solitario (come me), il manuale VALE l'acquisto; la mappa del magnamund è stupenda, la sezione dell'atlante è buona, il bestiario anche se incompleto farà la vostra gioia e c'è pure la storia del Magnamund dalla creazione al presente. Come ho detto la passione c'è; si trova tutta nella fuffa e non nel regolamento. PER RIBADIRE: se siete fan di lupo solitario e del magnamund questo manuale credo che un 6 se lo meriti (insomma vale la pena averlo), sennò non perdete neppure tempo a darci un'occhiata.

Non è con la buona musica che si conquistano le ragazze.

6

Nessun commento

6

Non e' che sia riuscita granche' questa ambientazione... si salva solo grazie al grande Lupo Solitario.
Solo per i Fan.

6

Nessun commento

7

Un must per gli amanti del genere, ottimo per ricreare l'atmosfera dei librogame. Tuttavia difficilmente si riusciranno ad organizzare sufficienti partite per goderne appieno.

9

Come tutti coloro che sono della mia generazione e che giocano di ruolo, erano anni che aspettavo questo manuale. Purtroppo però è stato fatto male, nel senso che gli autori, hanno farcito il manuale di errori e anche la traduzione non è riuscita a sistemarli. Tutto sommato l'ambientazione del Magnamund è stupenda e il sistema d20 lo trovo ottimale per questo gioco nonostante le semplificazioni e alcune modifiche. Io comunque ne consiglio l'acquisto a patto però, che vengano acquistati anche il manuale dei signori delle tenebre e soprattutto quello di magia del magnamund per aumentare il numero di classi per i giocatori (cavaliere vakeros in primis).

8

Onestamente non ci trovo nulla di male nella semplificazione di un gioco di ruolo, che si nella complessità di cui si fa caratteristica ha la sua peculiarità, ma il fatto di semplificare qualche regola o un sistema di gioco (d20) secondo me non svilisce le possibilità di gioco, ma lo rende accessibile anche a chi con i giochi di ruolo non ha mai avuto a che fare. Certo magari potevano fare una confezione con i dadi speciali tipici di D&D (anche se non so se si possa fare), solo il libro 40 euro è un po' caro in effetti, ma tralasciando questo aspetto (che certo non è di poco rilievo) il gioco funziona bene nella sua semplicità, fa un po' troppo riferimento ai librigame della serei di Lupo Solitario, quindi non potrebbe funzionare molto con chi non ha mai giocato con i librigame, però con chi conosce i librigame della serie potrebbe piacere molto. Diventa una questione di familiarità invece di una questione di gusti che non è bello nemmeno per un gioco di ruolo.... peccato.
- [Autore del commento: Psicoanalista]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare