Palazzo

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,63 su 10 - Basato su 35 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2003 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 30 minuti
Categorie gioco:
City Building
Famiglie:
Piecepack Games

Recensioni su Palazzo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Articoli che parlano di Palazzo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Palazzo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Palazzo: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Palazzo Indice ↑

Video riguardanti Palazzo Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Palazzo: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
7
Voti su BGG:
6
Media voti su BGG:
5,63
Media bayesiana voti su BGG:
0,00

Voti e commenti per Palazzo

6

Un gioco che si posiziona nello standard medio/basso dei titoli di Knizia: astratto, asciutto e piu' o meno matematico.

L'ambientazione, quasi superfluo sottolinearlo, e' puramente di contorno; la qualita' dei materiali si attesta su buoni livelli (non smentendo gli standard Alea); le meccaniche, semplici e facili da assimilare, conferiscono velocita' e leggerezza alle partite.

Consigliato a chi ama Knizia e i giochi astratti, un po' meno agli altri. In definitiva un titolo interessante, ma non tra i migliori del prolifico autore germanico.

7

Le partite a Palazzo sono a mio avviso piacevoli ed immediate. I materiali sono di buona fattura ed il regolamento è semplice e molto chiaro. Sicuramente non si tratta di un titolo altamente strategico poiché la fortuna è un elemento molto influente ma non è neppure un gioco banale e le tattiche applicabili sono abbastanza interessanti.

Long. 1 (abbastanza lineare ma non eccessivamente)
Regol. 2 (chiaro ed immediato, ricco di illustrazioni ed esempi)
Diver. 1 (un po' troppo freddo e dissociato dall'ambientazione)
Mater. 2 (tutto di buona fattura: carte, tessere, tabellone, ecc...)
Orig. 1 (sistema di punteggio particolare ed intrigante)
--------
TOT. 7

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

6

Inizialmente si presenta molto bene per quanto riguarda il regolamento, certo io avrei fatto i palalazzi tridimensionali ;-)
Il gioco è carino, però dura poco e soprattutto si conoscono già i punti degli altri giocatori,non c'è nessun fattore sorpresa né qualcosa da calcolare. Magari con i palazzi tridimensionali le finestre degli altri sarebbero nascoste!

The Eagle Goblin

6

Per adesso penso che il 6 vada bene; la prima partita che ho fatto non mi ha entusiasmato, ho vinto senza capire come. L'unica cosa certa è che pescare i soldi giusti avvantaggia molto nelle aste.
Nell'insieme è però bello come gioco, non difficile da imparare e con una componentistica di buona qualità. Può darsi che dopo qualche partita il mio voto salga.

6

Il gioco, come detto da Fiburga, è per "famiglia", nel senso che lo possono giocare anche persone che non siano Goblins incalliti in una piacevole serata di intrattenimento.

I meccanismi sono semplici, il materiale buono e la giocabilità immediata.

L'unico problema potrebbe essere (ma lo dico avendoci giocato solamente due volte) la durata; infatti potrebbe essere uno di quei giochi che alla lunga stanca anche perchè - sempre come detto da Fiburghino, la pianificazione non può essere fatta in modo serio. In breve il gioco non è di pura fortuna, ma diciamo che il fatto di non conoscere le tessere che stanno per uscire e il denaro di cui si disporrà sono fattori che potrebbero allontanare i "veri" giocatori (quelli malati per intenderci) e lasciare il tutto come fill in da Con.

Raven
Il Lato oscuro de "La Tana dei Goblin"

7

Buon gioco di aste/costruzione.
Niente di innovativo, ma un sapiente equilibrio di meccanismi noti e collaudati.
Lo preferisco ad Alhambra.

4

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

8

A me e' piaciuto. Ci giochiamo quando capita. Leggero e divertente.

7

Nessun commento

8

Un gioco carino, semplice ma non banale. E' adatto praticamente a tutti e il regolamento si spiega in 5 minuti. Ha il pregio di essere giocabile anche in due, il che porta a dover modificare la strategia di gioco rispetto al gioco con quattro giocatori.
I materiali sono ottimi, così come il regolamento, come per tutti i prodotti Alea.
La fortuna non è così determinante, a mio parere, ma è innegabile che è presente.
Insomma... a me piace!

8

Fresco, semplice, veloce e divertente.Cosa volete di più?

"...vince chi fa più punti vittoria..."

7

Nessun commento

6

veloce e facile...ottimo filler.
ci ho rigiocato ieri sera e confermo il voto.
semplice, veloce, immedieto nelle regole e non impegnativo.
appunto un filler. troppa fortuna? dipende dai gusti...più fortuna c'è meno ci si arrabbia...

8

Nessun commento

7

un gioco veloce e originale molto carino in cui però la fortuna conta abbastanza. Meglio giocato in più giocatori così da evitare l'elevata prevedibilità delle mosse e la risposta alla mossa dell'avversario di prendere denaro col prendere denaro in un circolo che solo per bontà d'animo non diventa vizioso... Cmq il gioco è avvincente soprattutto nelle prime partite e fino alla fine il risultato è spesso incerto, non mancano mai i rimpianti per i perdenti sulla scelte effettuate cosa che stimola la competitività e quindi la bellezza del gioco

8

Il buon vecchio Knizia difficilmente sbaglia colpi. Magari non convice sempre ma di sicuro non delude mai. L' originalità è buona nelle meccaniche, ormai patetica nell' ambientazione: ma questi Germani non conoscono altri periodi che non siano il Rinascimento Italiano Toscano? Tornando al gioco: è leggero, agile, buona gamma di azioni ogni turno, dura un' oretta scarsa, perfetto per giocatori occasionali, la preparazione è brevissima e soprattutto ha le due qualità fondamentali di ogni bel gioco senza pretese (forse di ogni bel gioco punto): la fortuna di fatto domina così come domina la convinzione di essere i soli artefici del proprio destino(in altre parole "Ho vinto, sono il più forte. Ho perso, ho troppa sfortuna"). Non male condizione di fine partita.
Lo consiglio.

7

Rapido, di semplice meccanica. Non è sicuramente uno dei capolavori di Knizia ma, dopotutto, interessante.

6

Nessun commento

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

7

Nessun commento

Paolor meglio conosciuto come P.Ruffo.

6

Giocarello un po' stupido... non mi ha per nulla impressionato

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

Nessun commento

7

Un gioco di costruzione molto ben congegnato. Nell’infinità dei titoli di Knizia forse potrà passare un po’ inosservato, ma a me è piaciuto davvero molto. Lo svolgimento è molto più semplice di quanto a prima vista lascino credere le regole. La varietà di scelte turno per turno non è elevatissima, ma deve comunque essere valutata con attenzione, specialmente nella fase finale; è comunque consigliabile essere oculati nelle decisioni, evitando di cadere nella tentazione di voler strafare. La fortuna, che influisce non poco nella pesca delle tessere di costruzione dei palazzi, è un elemento importante ma a mio avviso non determinante. sarebbe 7.5 coi mezzi voti.

4

Semplice e veloce, di solito sono dei pregi e anche questa lo sarebbero se poi dietro ci fosse un gioco che avesse un senso. Uno qualunque. Ma questo gioco definirlo inutile è dir poco, non ha nulla solo aste per prendere delle parti di palazzo. Aste con un minimo di intelligenza, lo ammetto, ma poi cos'altro? Non si può vendere un gioco del genere... Inoltre è dato anche per 2 giocatori... un'asta in due? bell'idea... e infatti non funziona assolutamente.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

7

Nessun commento

Stiamo crescendo....
Vendo

5

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

7

richiede una buona dose di fortuna ma il regolamento semplice e la durata contenuta lo rendono veramente piacevole come "intermezzo" tra due giochi più impegnativi

6

Nessun commento

7

Nessun commento

Ultimamente ho giocato a...
//www.boardgamegeek.com/jswidget.php?username=pyrytus&numitems=7&text=none&images=small&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1.png)

7

Nessun commento

7

Nessun commento

"La saggezza della natura è tale che ella non produce niente di superfluo o inutile."
Niccolò Copernico

6

Commento basato su poche (2-3) partite.

Gioco sciapo, senza un particolare mordente. Impossibile pianificare.
In ogni caso funziona, ed è anche sufficientemente profondo per risultare gradevole.

//www.goblins.net/images/tdg_modules/tdgorg/affiliate/tdg_pescara_logo310.gif)

7

Nessun commento - [Autore del commento: heian]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare