Rank
353

Taj Mahal

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,34 su 10 - Basato su 73 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2000 • Num. giocatori: 3-5 • Durata: 100 minuti
Categorie gioco:
BluffingPolitical
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Taj MahalIndice ↑

Articoli che parlano di Taj MahalIndice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Taj MahalIndice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Taj MahalIndice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Taj Mahal in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Taj Mahal - fuori produzione credo Offro gioco singolo €30.00 No Consegna a mano, Spedizione €12.00 Gabriele 27/01/2017

Video riguardanti Taj MahalIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Taj Mahal: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
6783
Voti su BGG:
6206
Posizione in classifica BGG:
251
Media voti su BGG:
7,34
Media bayesiana voti su BGG:
7,09

Voti e commenti per Taj Mahal

8

Un gran bel gioco molto bilanciato.
Giocato: abbastanza
Grafica/Materiali: 2
Longevità: 3
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

7

Sarà che comincio a conoscere parecchi giochi, ma questo Taj Mahal mi sembra un accrocco incredibile. Molto simile a mille altri giochi, ma allo stesso tempo indipendente. Si potrebbe discutere parecchio sul fatto che è un gioco privo di grande strategia (tranne decidere dove piazzare i palazzi, il resto si gioca anche senza pensare) senza comunque minare il divertimento che una partita causa. Da giocare ogni tanto come filler è un ottimo titolo (una partita a mio avviso, una volta capite bene le regole, si gioca tranquilamente in 30-40 minuti), magari è un po fuori dalla fantastica media Alea

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

8

Gioco spesso bistrattato e dimenticato. E' secondo me un gran bel gioco che fa dell'offerta con carte il suo meccanismo principale, con interessanti implicazioni strategiche e di bluff che speso sfociano in un gioco nel gioco. Veramente fatto bene, ottima la scelta di dare punti anche coi collegamenti tra templi, cosa che da un certo spessore ale scelte strategiche di piazzamento (oltre al bonus sul terreno random). Il punteggio p magari un poco farraginoso ma riesce a ben valorizzare le tattiche dei giocatori. Componentistica di altro tempo (molti carini i templi in 3d) e anche una grafica decisamente molto buona.... Insomma per gli amanti del genere di meccanismo un must...

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

8

Un gran bel gioco non c'è che dire... I meccanismi sono molto facili da governare,ma le strategie per arrivare alla vittoria non sono molte; l'importante è non distaccarsi dalla testa della classifica di molto,altrimenti non lo si prende più! :)

Monopoli?Risiko?Hotel? No grazie,preferisco vivere 8)

8

Un altro gioiello di Knizia. Regole semplici, partite veloci e piene di tensione, diversi modi di fare punti e scelte tattiche non indifferenti. Veramente un bel gioco.

8

Bello fino in fondo alla partita, sempre vario, permette una grande libertà di scelta nelle mosse da effettuare.
Tensione quando si giocano le carte: ritirarsi con le pive nel sacco e scegliere per primi o giocarsi il tutto per tutto e rischiare di rimanere a mani vuote?

Peccato per gli orrendi colori e l'ambientazione totalmente slegata dal gioco...

Morfeus

9

Gioco molto bello e difficile.
Richiede una accurata fase di analisi iniziale, ed una capacita' elevata di adattarsi al gioco degli avversari.
Cambia moltissimo (pur restando sempre molto buono) a seconda del numero di giocatori

6

Il gioco ha delle meccaniche interessanti.
Peccato che sia essenzialmente un gioco di piazzamento.
Un'asta all'ultimo sangue finita male compromette totalmente una partita.

The Eagle Goblin

5

Nessun commento

8

Nessun commento

9

veramente molto bello.

6

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

9

Nessun commento

9

Nessun commento

8

Apprezzo molto questo titolo. Equilibrato e ben strutturato offre un'ora di sano divertimento e gestione strategica delle proprie carte. Validissimo il sistema di aste per le risorse e ottime e bilanciate le carte speciali. Il piazzamento dei palazzi con i relativi bonus garantisce un ulteriore strato di profondità ad un titolo che, anche a mio avviso, viene spesso sottovalutato.

Long. 1 (purtroppo secondo me il gioco da il meglio in 4 giocatori...)
Rego. 2 (chiaro ed esaustivo. ottimi gli esempi di gioco e calcolo del punteggio)
Dive. 2 (il gioco risulta immediato e lineare. le aste sempre molto "cattive" e combattute)
Mate. 2 (molto raffinata la grafica del tabellone così come sono ottimi i palazzi in plastica)
Orig. 1 (davvero interessante il sistema di punteggio ma per il resto l'aspetto innovativo è un po' limitato)
--------
TOT. 8

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

7

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Gran bel gioco ma in 4 ........se siete di meno non giocatelo.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

5

bei materiali ma come gioco non mi appassiona

7

Altro capolavoro del mitico Knizia

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

8

Nessun commento

8

Nessun commento

"...vince chi fa più punti vittoria..."

7

Meccanica interessante, tutto sommato un ottimo gioco. Forse un po' irritante. Meglio se giocato in 4.

7

Gioco carino e abbastanza divertente. Forse non molto bilanciati gli aiuti dei marajha...

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

7

Titolo non banale, buona la possibilità di pianificazione nonche le scelte puramente tattiche per le aste di maggioranza. Un buon titolo, forse leggermente freddo.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

8

Un classico di Knizia, completamente avulso dall'ambientazione ma con meccaniche decisamente solide e profonde. L'influenza della fortuna, checche' se ne dica, e' molto ridotta. Decisamente un gioco valido!

9

Nessun commento

7

Interessante gioco di Knizia, anche se forse non è sicuramente all'altezza di suoi titoli best. E' fondamentalmente un mix di carte e piazzamento. Idee buone però forse forse un tantino freddino e che non riesce ad dare un particolare entusisamo. La versione nuova della Rio Grande è graficamente incasinata e con colori che fanno fatica a distinguersi. Un titolo comunque da avere e che può essere giocato anche da neofiti ai boardgame.

8

Ottimo, geniale l'uso delle carte, bisogna tenere d'occhio ogni cosa e
ponderare bene ogni scelta.
Per me è un classico, uno dei migliori titoli alea ed uno dei 5 o 6 giochi
di Knizia da avere assulutamente.
I commenti negativi sui colori dei palazzi e sulla grafica poco contano
quando riguardano un gioco così riuscito.

8

Questo è un tipico gioco di piazzamento alla tedesca, ma non privo di spunti interessanti.

Possiedo questo gioco da molto tempo e con il mio gruppo di gioco lo abbiamo veramente consumato!!

Il sistema di carte, cuore del gioco, è divertente e permette ai giocatori di decidere delle proprie sorti e anche di quelle degli altri(ci si smazza non poco a cercare di ottenere la supremazia sui vari simboli!). Quindi c'è una buona interazione che però, come spesso succede in questi casi, si traduce in un controllo limitato su ciò che si può fare.

E' un gioco sicuramente fortunoso, infatti le carte che escono in ogni turno(e che i giocatori devono pesacre per rimpinguareil proprio mazzo) sono estratte a caso e questo va contro le strategie a lungo termine. Però se uno riesce a gestire bene le proprie carte, in linea di massima, si rimane in partita.

Come consigliato sulle regole, anche secondo me, è bene fare un pò di punti su ogni regione anzichè concentrarsi su poche rischiando poi di non combinare niente per più turni. Una maniera di giocare che ho visto adottare spesso quando si gioca in 3, consiste nel tirasi fuori subito(per prendere la carta aggiuntiva) più volte nei turni iniziali, così da collezionare molte carte con le quali si riesce a sconfiggere ed escludere gli altri giocatori. In 4 o 5, invece, questa tecnica non funziona perchè calando al più due carte alla volta non si riesce a tenere in scacco tutti i giocatori e alla lunga si perdono solo carte e punti! Provare per credere!

I materiali(ma soprattutto i colori dei componenti) non sono il massimo ma a me non dispiacciono troppo, alla fine direi che è un gioco da avere.

Aggiungo che è piuttosto veloce: in un'ora si riesce a giocare abbastanza bene!

Ho giocato di nuovo a Taj Mahal dopo molto tempo e devo dire che la mia impressione è stata anche migliore di quella che avevo in passato. Come dico sopra di certo il gioco è fortunoso, però con pò di accortezza si riesce a giocare sulle province su cui si era deciso di far punti (quindi la strategia tuttosommato può anche essere a lungo termine..) e farli! Taj Mahal scala benissimo sia in 5, 4 che in 3 ed ha una durata onestissima.

Porto il mio voto ad 8!!

Buon gioco a tutti!

6

Buon gioco ma non all'altezza di altri big box dell'alea. Premetto che ho fatto una manciata di partite ma i materiali non mi esaltano soprattutto per i colori e la grafica in generale (il tabellone si riempie di taj mahal grigi, marroni, viola.. ) ma il gioco è divertente soprattutto in 4, secondo me, perchè l'interazione è più alta. In generale comunque da provare sicuramente (non ne consiglio l'acquisto però...).

7

Nessun commento

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

7

Impressioni da una sola partita, in 3: bel gioco, divertente, regole non complesse e una dinamica consueta per i giochi di Krizia - almeno per quelli che ho visto (quindi interazione non lineare tra i giocatori, niente scontri diretti on/off).

L'idea è carina, concordo sul fatto che i colori potevano essere scelti meglio (tendono a confondersi... magari volevano dare una senzazione "desertica").

I meccanismi di acquisizione, con la posta delle carte a turno, sono buoni: probabilmente in 4 cambia molto. Concordo anche sul fatto che le carte aiuto del marajà mi sono sembrate poco equilibrate.

Come strategia, ho visto che è VERAMENTE molto utile puntare sul percorso di collegamento delle province, che garantisce parecchi punti ad ogni giro.

8

dopo averlo giocato diverse volte posso dire che questo gioco è uno dei migliori di Knizia; meccaniche eleganti che filano lisce senza forzature caratterizzano un sistema piacevole, strategico e divertente. La competizione si accende velocemente tra i giocatori e la fortuna ha un ruolo contenuto e tollerabile nella determinazione della classifica finale.
Lacomponentistica è buona e non risente affatto della localizzazione quindi compratelo pure senza problemi, non ve ne pentirete.

8

Gran bel gioco, molto strategico e bilanciato anche se non perdona errori gravi.......Le componenti non sono bellissime ma neppure brutte anche se io personalmente non apprezzo la scelta dei colori....Sicuramente uno dei migliori titoli di Knizia.......freddino come al solito ma funziona benissimo........non capisco chi sostenga che sia un giochino con scarse strategie e poco impegnativo.......forse non ci ha mai giocato seriamente.......bha
Per ora gli metto otto ma devo farci altre partite perché poterbbe meritarsi anche un nove

7

Nessun commento

5

Gioco con bella ambientazione, consigliato per i gamers. Troppe cose da pensare e troppo poco divertimento per famiglie o bimbi o ludoteche. Molto elegante, belli i componenti, troppo poco divertente per i miei gusti.

9

Gioco splendido, imperdibile !!!
Strategico, bilanciato e con meccaniche interessanti.
Sarebbe stato un 10 se avesse avuto componenti in legno ma non si può avere proprio tutto...

8

Uno dei migliori titoli di Knizia, che non risente affatto degli anni, anzi...

7

Classico gioco tedesco dalle molte opzioni, equilibrato nei meccanismi e nella durata. Piacevole da giocare.

8

Gran bel gioco di aste, in tipico stile Knizia. Fondamentale capire quando vale la pena rilanciare e spendere un sacco di carte e quando invece fermarsi subito. Non gli do di più per i colori, veramente pessimi e perché è il solito gioco assolutamente slegato dall'ambientazione.

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

9

una graditissima sorpresa! Ho giocato quasi per caso a questo vecchio titolo e mi ha subito conquistato. Meccanica semplice da spiegare eppure elegante ed originale. Bella l'ambientazione ed i materiali. Lo sconsiglio in 3 ma in 4 e 5 giocatori secondo me è un gran gioco.

9

Bellissimo gioco. Seppur pesantemente astratto il gioco è veramente piacevole e lo rigioco sempre con piacere... anche se non sono particolarmente bravo :P

La vita è un grande bel Boardgame...peccato avere le regole solo in tedesco! -MartyParty-

8

Nessun commento

9

Un gioco con una meccanica molto interessante. Mi ha divertito molto , le aste con le carte possono diventare selvagge e cattivissime.
Interessanti i modi per fare punti.

7

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Nessun commento

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

3

Sembra di giocare a poker, gioco semplice e stupido, grafica confusionaria, tutto inutilmente doppio, carte speciali 2 super e 2 inutili, in due partite fatte hanno vinto agevolmente e pesantemente due giocatori alla loro prima partita contro veterani del gioco. Bocciato.

7

Nessun commento

6

Razionalmente è interessante, ma raramente ho voglia di giocarci... di Knizia preferisco altro, anche se non si può dire che questo sia brutto o mediocre.

4

A mio avviso è assolutamente tra i peggiori di Knizia oltre che una tra le poche scatole che dimenticherei appositamente sul tavolo...sperando che qualcuno se la porti via. Macchinoso, poco chiaro, inutilmente lungo. Non fa per me.

5

Ci ho giocato una volta diversi mesi fa, mi ricordo che mi ha lasciato del tutto indifferente e a distanza di tempo non ho nessuna voglia di rigiocarci. A giro c'è veramente molto di meglio.

[FI] Vendo: Mount Everest(indip), Zanzibar(indip), Samara con 2 esp.(indip), Pochi Acri di neve(ita)

7

Nessun commento

9

Do 9, anche se forse meriterebbe un 8,5. Ma avendo dato 8 a Genial, mi trovo costretto ad alzare il voto, perchè questo gioco è per me superiore.
Il sistema di aste è veramente bello, semplice ed immediato. La possibilità di ritirarti o persistere, rende tutti attenti alle varie mani dei giocatori, pena il rimanere a bocca asciutta.
Dietro questa semplicità, si nasconde un gioco che richiede una buona pianificazione, per valutare se si hanno interessi nella provincia corrente o in quelle successive. Interessi legati alle merci e ad i vari collegamenti.
Il difetto è l'aridità del tema, ma è condito con un meccanismo molto bello che non mi crea problemi.
Knizia si conferma uno dei miei autori preferiti.

8

Comprai questo gioco anni fa perché sono da sempre un grande estimatore di Knizia ma, per diversi motivi, non l'avevo mai giocato. Fino alla scorsa settimana.
E' stata una bella (ri)scoperta: un meccanismo interessante per un gioco fluido e coinvolgente che non permette mai cali di tensione/attenzione.
Forse se si comincia male è difficile recuperare (ma dovrei giocarlo più volte per confermare questa sensazione) e probabilmente la fortuna influisce alquanto, ma combattere con gli altri giocatori per ottenere la supremazia con una (o più) sfera/e di potere rende il gioco particolarmente godibile e divertente.
Qualche sbilanciamento qua e là a livello strutturale è evidente (vedi le 4 carte speciali. Ma forse è una scelta volontaria dell'autore), ma se si rimane concentrati la partita può essere gestita con efficacia.
Consigliato (e stasera ci rigiochiamo...).

8

gioco molto profondo ed adatto ai gamers....cosa che io non sono più ( = mi piacciono cose + leggere e spensierate)
....quindi 8 x i gamers....
ma x i gusti miei gli darei un 7

frankiEdany
ehi, goblins...sono FRANKIE ...Dany si è fregata la mia E !!!

6

Nessun commento

Vendo con RIBASSI, 27th Passenger + promo 15€, Britannia FFG 50€, Coup Royal TED incellophanato 8€, Il tesoro della giungla 10€

6

Non so perché, ma Taj Mahal non mi ha convinto per niente. È un gioco valido, sembra solido e ben strutturato, ma non gli ho trovato mordente, è freddo come un calippo.
Devo rigiocarlo per capirlo meglio.

//www.goblins.net/images/tdg_modules/tdgorg/affiliate/tdg_pescara_logo310.gif)

3

una martellata sui maroni è più divertente

8

Bellissimissimo. E pensare che all'inizio non mi piaceva. Adesso ne vado matto. Knizia si è rivelato un genio dei giochi astratti. Il Re delle meccaniche. Sicuramente me lo compreró per aggiungerlo alla mia collezione.

8

Per nulla banale, lo considero uno dei giochi più riusciti di Knizia. Si basa su aste, maggioranze, bluff, piazzamento e altre strategie. Diverse le regole e le meccaniche da memorizzare (lunghetta la prima spiegazione) ma iniziando a giocare la partita risulta semplice anche per gli esordienti. L'interazione è molto alta ma non preclude la possibilità di pianificare e seguire le proprie strategie. La pesca delle carte aggiunge un pizzico di fortuna (attenuato dal fatto che poi le carte vanno scelte) che rende il gioco frizzante. Mi sento di consigliarlo! - [Autore del commento: ottobre31]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare