Rank
221

Vinci

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,27 su 10 - Basato su 56 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 1999 • Num. giocatori: 3-6 • Durata: 90 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Vinci Indice ↑

Articoli che parlano di Vinci Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Vinci Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Vinci Indice ↑

Video riguardanti Vinci Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Vinci: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
3435
Voti su BGG:
3719
Posizione in classifica BGG:
520
Media voti su BGG:
7,13
Media bayesiana voti su BGG:
6,78

Voti e commenti per Vinci

6

Che dire, a me Vinci non è piaciuto. Devo riconoscere che sotto il punto di vista delle meccaniche non sembra avere particolari sbavature, anzi direi che il regolamento è abbastanza solido e consistente, motivo per cui almeno la suffcienza devo riconoscergliela. Eppure mi ha lasciato quell'impressione di indifferenza che non mi invoglia a giocarlo nuovamente, non mi ha comunicato quel qualcosa in più che mi aspetto da un gioco. Ritengo che probabilmente la mia impressione sia dovuta al fatto che non vi sia nulla di veramente originale, nel senso che molto di quel che si fa lo si è già visto da qualche altra parte, in giochi che alla fine lasciano qualcosa di più...

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

6

Niente di che. É carino, ma è un gioco che, pur avendo numerosi pregi, mi pare estremamente dipendente dalle combinazioni delle civiltà che si avranno. Tra le "sgravate" e le "pippe assolute" c'è la vittoria o la sconfitta. Inoltre a mio avviso il regolamento poteva esser strutturato meglio. Non c'è gusto a farsi il mazzo a pianificare per defendere una zona coi denti e vederla mangiata perché la nuova civiltà può entrare da qualsiasi punto della mappa con millemila truppe.

Classico gioco in cui il vincitore è deciso da quelli rimasti appena indietro.

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

7

[Dopo parecchie partite giocate su Ludagora debbo dire che mi trovo d'accordo col Goblin.
Il gioco è carino, le meccaniche fluide, non ci sono particolari difetti, ma..... mi lascia totalmente senza particolari emozioni.... non riesco ad immedesimarmi nella civiltà che si espande e poi decade, insomma non mi trasmette l'ambientazione.
Mi riservo di cambiare il voto se mai, giocandolo dal vivo, le impressioni cambieranno. ]

Finalmente ci ho giocato dal vivo e quindi modifico il mio voto assegnandogli un punto in più.
Giocato faccia a faccia rende meglio, se non altro per i tempi stretti per pensare la mossa che lo rendono più attraente e difficile.

8

Titolo controverso. A me piace, ma non so se sia valido obiettivamente. Troppo... mutevole. Impossibile recuperare terreno da metà partita in poi...

8

Rivedo il mio voto in funzione dell'alta qualità dei giochi usciti negli ultimi due anni.
E'sempre un bel gioco ma, dopo averne sviscerato tutte le possibilità in un centinaio di ottime partite, preferisco giocare ad altro.
Voi comunque compratelo che ne vale la pena!

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

6

Nessun commento

8

bello!

"...vince chi fa più punti vittoria..."

9

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

8

Nessun commento

6

Il gioco e' all'apparenza davvero originale, bello e ben pensato. L'idea dell'alternanza dei popoli, il sistema di espansione (ereditato da History of the War) e la semplicita' del meccanismo farebbero pensare ad un titolo di successo. ed invece nel complesso il gioco non funziona tanto bene ... e' un po' noioso, ripetitivo ... i popoli non riesci mai a sentirli veri e tuoi ...

commento basato su un discreto numero (oltre 5) di partite

8

Bel gioco. Bella la caratterizzazione dei popoli (esistono davvero infinite combinazioni, non capitano mai popoli uguali) ed il dover scegliere quando far andare in declino il proprio popolo per farne subentrare uno nuovo. I punteggi scoperti e non segreti fanno sì che tutti diano addosso a chi sta vincendo, per cui quasi quasi conviene tenersi dietro per dare la zampata finale alla fine...

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8

Nessun commento

6

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Esageratamente valido. Mi piace moltissimo, ha tutto strategia, tattica, abnegazione forza e un pizzico di random, spesso l'elemento casuale è forte ma non decisivo specie se si conoscono tutte le possibilità che il gioco concede. Non semplicissimo, anche se le regole sono quasi elementari. Difficile capire come vincere, ma il bello è proprio questo. Apprezzo questo titolo per la sua falsa leggiadria. Devo però ammettere che dopo un po accenna sempre meno fascino, forse ha una longevità non eccelsa. Ma ragzzi che bello.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

8

Gran bel gioco. Molte scelte da ponderare e molte meccaniche originali. Bello bello bello

8

Nessun commento

6

Non male; molto si gioca nella scelta delle due carte civiltà. Comunque spiegatemi il senso di dare un'ambientazione storica a un gioco che non centra niente con la storia?!?!

7

Un bel gioco! Molto tattico! Bisogna sempre stare attenti alle mosse degli altri!

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

6

Nessun commento

*/\|\|\|/\*

8

Nessun commento

Bato
http://www.myst.it
---------------------------
"La guerra è sempre stata il principale divertimento dell'umanità.
Gli altri divertimenti sono un surrogato della guerra."
Halldór Kiljan Laxness

7

Ci si mena e basta! Senza dadi!
Ottima l'idea delle civiltà in declino.

7

Molto interessante, anche se i poteri delle civiltà casuali creano di squilibrio. Ho fatto una sola partita ma mi sono divertito, spero di rigiocarci ancora. I punti vittoria scoperti, utili ad inizizio partita per rallentare chi è troppo avanti, risultano deleteri sul finale, in cui si sa già chi vince, rendendo anche difficili le mosse dei giocatori ormai ultimi se vogliono evitare di fare kingmaker.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

6

Gioco tutto sommato carino, ma che non mi ha entusiasmato...

Pregi:
- abbastanza rapido
- carina l'idea della civiltà in espansione e di quella in decadenza

Difetti:
- è un gioco di piazzamento malamente mascherato da civilization-game. L'ambientazione è praticamente nulla ed è invece molto astratto; difficile immaginarsi di quali civiltà e di quali periodi storici si stia parlando nei vari momenti della partita... bisogna lavorare un bel pò con l'immaginazione!
- la grafica non mi piace ed i numeri in rosso sulle tessere sono difficilmente leggibili
- alcune combinazioni di tessere sono davvero troppo potenti!
- i punti-vittoria scoperti creano antipatiche situazioni di kingmaking..

Sarebbe un 6.5, abbassato a 6 per la scarsa aderenza con l'ambientazione..

7

Chi si aspetta da Vinci un gioco di civilizzazione rimarra' assai deluso: Vinci e' un gioco di piazzamento e controllo del territorio, mascherato da gioco di civilizzazione. Questo aspetto, unito alla scarsa aderenza all'ambientazione, fanno di Vinci un titolo piuttosto astratto.

D'altro canto le meccaniche sono discrete, chiare e funzionali. Probabilmente, alla lunga, potrebbe risultare un po' ripetitivo (ma a questo si puo' ovviare variando - come da regolamento - la durata della partita).

Un gioco interessante ma, possibilmente, da provare prima dell'acquisto.

7

Bel wargame di piazzamento. Ridotto il fattore fortuna, ampio lo spessore tattico. Un titolo che passati gli anni resta molto originale ed interessante anche visto il buon rapporto durata/esperienza di gioco.

The (Real) Panda Goblin!
A Roma, la serata ludica è
//nuke.goblins.net/spaw/images/lib3/ilGoblinSulComo_banner.jpg)

7

Nessun commento

Dagon

Fu in quel Momento, credo, che caddi in preda alla follia
H.P. Lovercraft, Dagon

7

Nessun commento

6

6,5

Piace personalmente perchè di fatto è un gioco veloce di piazzamento ed espansione (a scapito degli altri giocatori). Il concetto delle civiltà in fase di sviluppo e di quelle in decadenza è reso bene, l'ambientazione però è alquanto astratta. Alcune combinazioni delle tessere civiltà possono essere sbilanciate.
In conclusione un buon gioco tattico.

7

Nessun commento

5

Non mi ha convinto appieno. Tutto verte sulla combinazione di due tessere che ti permettono di giocare. Poi il gioco è un continuo ripetersi delle stesse azioni, peraltro abbastanza scontate. L'ambientazione direi che non è correlata con il gioco, in quanto è comunque un gioco di piazzamento. Se lo avessi giocato prima di comprarlo sicuramente non lo avrei acquistato.

6

- [FAIR-VOTE] Commento basato su 1 sola partita

MECCANICA 1,2
STRATEGIA 2,1
AMBIENTAZIONE 0,7
COMPONENTI 0,7
LONGEVITA' 1,0

8

Nessun commento

8

Bella l'idea di base delle civiltà che si espandono fino ad esaurirsi e pure la realizzazione con meccaniche di gioco che si padroneggiano fin dalla prima partita.
Veramente divertente e piacevole.

//www.pisacon.it/images/Loghi/ProssimaEdizione.png)

7

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

8

Mi sono divertito molto, così come del resto a Smallworld, al quale lo preferisco perché la strategia è un po' più importante, forse per via dei punti visibili, dell'assenza dei dadi, forse per il maggior numero di truppe a disposizione, fatto sta che mi sembra che le decisioni da prendere siano più in grado di influenzarne l'esito. Meno giochino colorato, insomma.

7

Nessun commento

7

Grafica essenziale, ma il gioco a me personalmente risulta comunque di gran lunga superiore alla sua versone moderna e "accattivante" ovvero Smallworld... senza contrare che in questo caso almeno il percorso dei punti vittoria è visibile, e quindi i giocatori non sparano alla cieca sul giocatore che ritengono primo (e quindi "da bastonare") mentre invece non lo è...
Ops, questo difetto c'è anche a Puerto Rico, è vero, ma non confondiamo il Tavernello col Barolo, per favore...

8

Nessun commento

7

Nessun commento

La conoscenza è malattia, l'ignoranza è sanità. Per poter guarire è necessario ammalarsi.

8

Uno dei primi giochi 'seri' in cui mi sono cimentato ormai vari anni fa. Il gioco è molto bello, con una componentistica discreta e dinamiche di gioco interessanti; peccato che ormai nessuno dei mie amici voglia più giocarlo perché la quantità di titoli presenti nella nostra ludoteca (simili e non) lo hanno completamente oscurato... peccato davvero. Comunque, è di sicuro un gioco da fare e da rifare!

7

(Voto dopo 5 partite)
Gioco con meccanica interessante che lascia spazio alla strategia. Può succedere che alcune combinazioni risultino molto forti ma con dovute strategie e alleanze si può arginare il problema. La longevità non è alta(meriterebbe un espansione anche se ormai è dato) - [Autore del commento: IceHeart]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare