Rank
90

Wallenstein (first edition)

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 8,07 su 10 - Basato su 71 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2002 • Num. giocatori: 3-5 • Durata: 150 minuti
Autori:
Dirk Henn
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Wallenstein (first edition)Indice ↑

Articoli che parlano di Wallenstein (first edition)Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Wallenstein (first edition)Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Wallenstein (first edition): Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Wallenstein (first edition)Indice ↑

Video riguardanti Wallenstein (first edition)Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Wallenstein (first edition): voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
2615
Voti su BGG:
3269
Posizione in classifica BGG:
252
Media voti su BGG:
7,53
Media bayesiana voti su BGG:
7,09

Voti e commenti per Wallenstein (first edition)

Voto gioco:
8

Bello senza dubbio, ma a mio parere molto più di medio come difficoltà. Molti sono i fattori da tenere in considerazione durante il gioco: La durata è davvero ridotta è necessità di un impegno dal primo turno (sbagliare 2 turni significa essere sconfitti). Il sistema di risoluzione dei combattimenti nella maggioranza degli scontri da molta incertezza (difficilmente si può accumulare un numero tale di armate da avere la certezza assoluta di una vittoria che lasci tranquilli). La necessità di bilanciare le risorse con il numero di territori controllati (da sfamare) e con le azioni necessarie da fare. E per finire il sistema di attribuzione dei punti che obbliga a non chiudersi in difesa.
Non tanto equilibrato il sistema di piazzamento senza l'uso delle carte.

Elianto

Ritratto di SdP
Voto gioco:
8

Abbastanza articolato nel setup.
Divertente da giocare anche se le meccaniche non sono immediatmente chiare.
E' sicuramente un ottimo gioco.

"Giro, vedo gente, mi muovo... conosco... faccio cose" (Ecce Bombo)

Ritratto di Cippacometa
Voto gioco:
7

A me Wallenstein è piaciuto... ma ci sono dei "ma". Anzi, c'è un GROSSO "ma".
Il "MA" è dato dalla fase iniziale Risiko-simile di distribuzione dei territori e delle armate.
Durante questa fase, infatti, i giocatori che ricevono più territori nella stessa regione hanno un vantaggio enorme rispetto agli altri per l'attribuzione dei punti vittoria relativi agli edifci. Come per caso, infatti, nella partita che ho fatto alla ModCon, i 2 giocatori che erano in questa condizione sono arrivati 1° e 2° su 5...
L'unico modo di ovviare a questo difetto (che per me è notevole) della fase iniziale, che per altro è lunghissima e noiosetta, è di attuare una strategia comune di indebolimento di tali giocatori più avvantaggiati da parte degli altri. Il problema è che una politica di conquista, in questo gioco, non paga per niente... quindi il problema rimane... per questo il voto relativamente basso.
Per gli altri aspetti, i materiali sono di prima qualità ed il sistema di combattimento con la torre è decisamente originale, intrigante e divertente. Inoltre, la strategia basata sulle fasi da programmare è interessante.

Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)

Voto gioco:
7

Dopo averlo provato, trovo che Wallenstein sia un titolo abbastanza controverso. Da un lato mi è piaciuto molto, è strategico, interattivo, richiede capacità di pianificazione e strategie chiare e ben definite, mettendo sempre i giocatori di fronte a scelte difficili. La torre che determina i combattimenti offre uno spunto in piùà che costringe a considerare quante unità dell'avversario vi sono rimaste dentro e potrebbero uscirne a suo vantaggio in caso di scontro.

D'altro canto, devo dispiacermi di alcune pecche che il gioco presenta, non solo per la fase di preparazione che è "lunga e noiosetta", ma che si può ben sopportare. Il problema principale a mio giudizio è l'eccessiva casualità di molti aspetti in un gioco che vorrebbe essere assai strategico. Non mi riferisco tanto alla torre che determina sì casualmente i combattimenti, perché questo è un sistema assimilabile a quello dei dadi, con la componente in più che posso prevedere le possibilità se ricordo quanti cubetti dell'avversario ci sono dentro.

Piuttosto trovo che sia un problema la determinazione casuale degli effetti dovuti alla mancanza di grano, che non vanno a colpire le regioni che un giocatore ha "spremuto" (che sarebbero prevedibili in base ad una sua strategia) bensì territori a caso. In questo modo, un'estrazione sfortunata può vanificare anche completamente una strategia anche efficace, laddove sarebbe stato auspicabile un sistema di determinazione diverso. Nel nostro caso, è capitato ad esempio che gli effetti fossero assai più gravi e determinanti per due giocatori che avevano patito una mancanza di grano anche molto inferiore ad altri che ne sono usciti in piedi.

Altro aspetto critico è la determinazione, anch'essa casuale, dell'ordine di gioco, cosa che diventa davvero cruciale nel secondo anno (ultimo round di gioco). Ottenere casualmente un'iniziativa alta o bassa in questo contesto, infatti, soprattutto alla fine del gioco, può facilmente risultare determinante, e francamente mi chiedo perché in un gioco che aveva ben altre pretese (e che certo non è stato fatto per essere accessibile a tutti) non si sia studiato un meccanismo che assegnasse l'ordine di gioco in funzione di una meccanica piuttosto che lasciarlo al caso.

Peccato, onestamente mi aspettavo molto di più...

THE GOBLIN JR v.2
Another (Real) Goblin Prince
If you don't like me, ask to my big brother...

Voto gioco:
9

Bellissimo. Costa una cavolata in Germania, ha componentistica eccellente, non è dipendente dalla lingua e dà veramente il senso di gestire province in guerra. La fortuna, per quanto presente, lo è sempre meno che con i dadi, inoltre la non prevedibilità delle carte azione rende il tutto incerto, proprio come nella realtà. Il tema traspira da ogni meccanica. Attenzione, non è un wargame, ma un incrocio tra wargame e German boardgame. Riuscitissimo, tempo di gioco breve, possibilità di giocarlo via internet, prezzo basso, componenti favolosi. Che volete di più per 25 euro (in Germania)???
Nota che qui nella Tana sono presenti le carte tradotte in italiano (l'unica cosa che serve tradotta).

Ritratto di Rage
Voto gioco:
8

Bel gioco: un gioco di piazzamento travestito da wargame. Imperdibile per chi ama entrambi i generi.

Voto gioco:
9

Molti i difetti ma ampiamente superati dai pregi in questo fantastico board/wargame. La torre potrebbe non essere un mezzo troppo "random" però affascina

Voto gioco:
8

Buon gioco, originale il combattimento e tutto sommato divertente.
Ci sono troppi fattori diversi che generano alea, e soprattutto
troppi fattori da tenere sotto controllo...
Comunque un titolo di spessore

"Ebbene, si gioca per vincere ma giocando per vincere si impara a perdere. E io credo che questa sia la cosa importante, perchè se si è imparato a perdere si è imparato a vivere. E' tutto quello che volevo dire."
Alex Randolph

Voto gioco:
7

Avevo già valutato questo gioco dopo una decina di partite online. Ora che l'ho valutato anche dal vivo le mie considerazioni non cambiano. Quindi tolgo dal commento i riferimenti al gioco online e lascio invariato il resto ;)

Mi piace: la pianificazione e la strategia che richiede, non è solo un gioco di conquista, ma bisogna ponderare bene ogni azione e spesso si vince con la programmazione più che con la guerra.
Bella la possibilità di giocare solo una azione per turno su ogni provincia.
Carina la Torre: porta una ventata di novità alla determinazione dell'alea (abbasso i dadi!)
Non mi piace: la casualità nell'ordine del turno. Può favorire troppo un giocatore rispetto agli altri.
Le cinque azioni nascoste: stesso discorso fatto sopra. Se girano bene vinci, altrimenti è dura.

Nel complesso un buon gioco, ma confesso che mi aspettavo di meglio.

Voto gioco:
8

Ottimo gioco, strategico e tattico, ottimi i materiali (stupendo il torrione). Peccato il fastidio del tedesco sulle carte, arghh!

Voto gioco:
8

Un bel giocono, divertente, ben fatto e con una bella ambientazione. L'interazione tra i giocatori e' buona, i tempi di attesa non sono mai troppo lunghi e la possibilita' di attaccare i proprio avversari (insolita per un gioco alla tedesca) lo rende gradevole anche per il palato piu' esigente dei wargamisti, pur non essendo un wargames.

commento basato su un discreto (oltre 5) numero di partite

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
8

L'ho giocato solo online. E' maledetto! Ogni volta che abbiamo provato a fare il setup è successo qualcosa che ce l'ha impedito (telefonate con notizie infauste, gente che si sente male).

Bel gioco, adoro la torre come meccanismo (anche se non so quanto sia effettivamente random). E' troppo corto! Appena hai preso il via e ti stai divertendo finisce. Però è un buon wargame con la semplicità Deutsch-style.

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

Voto gioco:
8

Ottimo gioco di gestione e influenza su area ailmente mascherato da wargame.
Un po' lungo, ma il sistema di scelte simultanee e il combattimento tramite la torre permettono di ridurre al minimo i tempi morti.

Voto gioco:
8

Gran bel gioco, imperdibile il sistema di combattimento con la torre e i cubetti

:sava73:
“Real stupidity beats artificial intelligence every time.” Terry Pratchett

Voto gioco:
9

Bello e molto equilibrato. Non si può esagerare con le conquiste quanto piuttosto saper amministrare i propri territori.

LIKE

Voto gioco:
9

da comprare.No wargame....piuttosto gestione oculata del territorio.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

Voto gioco:
8

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
10

Il mio gioco preferito. In assoluto.

Kingsburg feels like Caylus with dice rolls and goblin bashing. This will grant him some wariness from gamers who can’t stand the luck of the dice, from others tired of spending cubes to build a district, and of course from goblins.

Voto gioco:
9

Grande gioco. La componentistica è molto bella, il gioco molto strategico e vario, bisogna saper programmare al meglio le proprie azioni, badare alla costruzione degli edifici senza disdeganre un po' di guerra. Geniale il metodo di combattimento con la torre, che, se pure dà esiti casuali, alla lunga si bilancia, in quanto se rimangono molte pedine intrappolate nella torre facendo perdere un conflitto, queste ricadranno probabilmente al prossimo, bilanciando l'effetto e scoraggiando gli avversari dall'attaccarti nuovamente. Le poche (4 per anno) carte presenti in tedesco, sono tutte scoperte e visibili a tutti e non danno nessun fastidio o rallentamento nel gioco. Uniche pecche a mio avviso: le rivolte sono troppo poco aspre, io le renderei più difficili da sedare per evitare il sovrasfruttamento delle province molto redditizie e l'ordine del turno casuale (nella riedizione Shogun, questo è stato aggiustato).

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

Voto gioco:
9

Nessun commento

Voto gioco:
7

7,5 bello, giocato solo un avolta ma mi e piaciuto, belle idee.

Voto gioco:
7

Bello piacevole. Provato a Orte e mi ha favorevolmente impressionato
Un gioco che forse è troppo "legato al caso" nella meccanica

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

Voto gioco:
10

Nessun commento

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
8

Titolo atipico per un German-game che, sia per la notevele aderanza all'ambientazione che per lo spirito wargamistico strizza l'occhio a giochi di stampo anglosassone, pur mantendendo una organizzazione e una logica di gioco tipica tedesca.

Tanta strategia e un pizzico di fortuna: ingredienti vincenti in un gioco del genere. Inizialmente ero molto scettico sulla "Torre" come elemento randomizzante ma mi sono subito dovuto ricredere: funziona bene, e' molto originale e non cosi' casuale come si potrebbe pensare.

Molto bello! Voto: 8,5

Voto gioco:
9

Mi sembra proprio un gran bel gioco, la meccanica si apprende facilmente e consente di imbastire strategie a vari livelli; da tener ben presente che il gioco premia forse piu' lo sviluppo che chi si ostina in lunghe e dispendiose guerre.In alcuni tratti il gioco puo' vagamente ricordare risiko ma è solo una impressione, sono ben altre le scelte che portano alla vittoria che il mero scontro bellico.
Bellissima la componentistica, solo in minima parte in lingua, nessuna difficoltà quindi per lo svolgimento con le regole alla mano che ben presto potrete riporre.Molto originale la torre dei combattimenti che aggiunge quel pizzico di imprevedibilità alle battaglie.
Sono vivamente indeciso per un 8 o 9 e mi riservo di ritrattare dopo un piu' approfondito play test.

Voto gioco:
7

Giocato troppo poco per poterne dare un giudizio completo, tuttavia le regole e le meccaniche di gioco sono molto valide...
Abbasso il voto a 7 dopo l'uscita di Shogun e averlo giocato parecchie volte...

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
9

Nessun commento

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

Voto gioco:
8

Nessun commento

Ci'a'tut, Abracadambra

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
9

Gioco bellissimo. Per giunta direi lingua esente una volta avuta la traduzione del regolamento. Belle le meccaniche soprattutto originalissime. Wallenstein è un gioco unico senza avere qualche altro titolo che gli somigli. I combattimenti con la torre sono una validissima alternativa ai dadi e soprattutto si crea molta suspance. Per goderlo appieno giocatelo in 5 anche se funziona molto bene in 4. Caldamente Consigliato!!

Voto gioco:
7

bellillo...
la torre è una figata...vero che è tutto culo...ma è divertente lo stesso....

REFERENTE TdG ROMA

Collericamente Vostro The (Real) Un-Goblin!! "Fear God, and dread nought"
http://www.Resludica.net
LUDOTECA LEGIO CAPITOLINA A ROMA info 3488879558

Voto gioco:
7

bello e piacevole, resta in mente per l' idea originale della torre lancia dadi

Voto gioco:
8

La fortuna ha un ruolo limitato e la torre è un sistema originale per contenere l'alea (geniale!).
Tantissime le variabili da tener presente: un gioco complesso (che può essere rallentato dal "pensatore" del gruppo), ma con una profondità impressionante, ottenuta attraverso poche e semplici regole..
Bellissimo titolo, coinvolgente e strategico.
Gli do "solo" 8 perchè vorrei farci più partite prima di sbilanciarmi con un 9..

Voto gioco:
9

Mi piace da impazzire, lo trovo molto armonico, sia nella facilità del regolamento che in quella della risoluzione dei conflitti con quel marchingegno quantomeno originale della "torre". Tutto questo supportato da ottimi materiali tra cui molti in legno e la bellissima mappa di gioco. sul fatto che sia attinente all'ambientazione non sono del tutto daccordo perchè il fatto che sia ambiantato in germania non è senz'altro vincolante ed anche il periodo storico a cui si riferisce non viene certo reso nel particolare.
Per il resto uno dei migliori warg-game che io abbia mai provato. voto vero:8,5

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
9

Nessun commento

BSW - specila

Voto gioco:
9

Nessun commento

Voto gioco:
9

Gioco godibilissimo e longevo. Intrigante e originale il sistema di risoluzione dei combattimenti.

A voler essere ipercritici ad ogni costo le uniche pecche sono:
- l'uso dei teutonicamente astratti cubetti come tokens può comprensibilmente suscitare una viscerale ostilità nei confronti del gioco da parte del giocatore alla sua prima esperienza
- il setting causa inenarrabili sofferenze linguistiche al giocatore italiano che dovrà ricorrere a dolorosi contorsionismi ogni volta che intende pronunciare il nome di una provincia/regione. Dopo 10 minuti di gioco con giocatori madrelingua che continuavano a ripetere "cosa? quale? ma questa provincia non esiste sulla plancia! Attacchi da dove a dove?!" mi limitavo ad indicare sobriamente con la mano le regioni interessate...

Voto gioco:
8

Per quanto ci sia un pò di aleatorietà(o forse anche per questo)è un gioco decisamente intrigante.
Da avere(questo o Shogun,fate voi).

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
8

Particolare la risoluzione dei combattimenti sulla torre.

Voto gioco:
7

Nessun commento

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

Voto gioco:
8

- [FAIR-VOTE] Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite

Dopo diverse partite finite (putroppo solo online ma comunque più di 10) rivedo il mio giudizio. Gioco molto bello e tattico. La pianificazione dell'intero anno è il momento più importante del gioco che decide tra vittoria o sconfitta visto che bisogna tentare di indovinare il comportamento degli altri.
Lo svolgimento delle azioni in ordine casuale rischia ogni turno di romperti le uova nel paniere. Da provare. Peccato difficile reperirlo visto che è fuori produzione. Non so cosa cambia nella riedizione in veste orientale ovvero Shogun.
MECCANICA 1,9
STRATEGIA 1,9
AMBIENTAZIONE 1,3
COMPONENTI 1,5
LONGEVITA' 1,3

Voto gioco:
8

[FAIR-VOTE] Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite
Il gioco è tutto un costruire al momento giusto e difendere i frutti del duro lavoro. Dà molte soddisfazioni sfilare all'avversario un territorio chiave al momento giusto così come riuscire a prevedere le mosse degli altri così da approfittarne. Non apprezzo molto invece la pesca casuale degli eventi delle stagioni. Finora l'ho giocato solo a turni su spielbyweb, e continuo a giocarlo volentieri.

RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
//goo.gl/163wiY)
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"

Voto gioco:
8

Un gioco di controllo territori piuttosto impegnativo, con il fattore casualità introdotto in modo veramente originale dall’invenzione della torre in cui gettare i cubetti per risolvere i conflitti. Inizialmente pensavo che proprio la presenza della torre avrebbe causato grandi stravolgimenti nello svolgimento delle partite, determinandone l’esito in misura sostanziale, ma poi mi sono reso conto che in realtà non è così, anche perché il risultato dipende molto dal numero di cubetti di ciascun colore che vi vengono introdotti, e questo a sua volta dipende da come si gioca e quindi dalla tattica più o meno redditizia che si è adottato. Per il resto si tratta di un gioco abbastanza difficile, nel senso che richiede un’attenta pianificazione nell’utilizzo delle risorse e nella scelta corretta dei territori sui quali esercitare le varie azioni disponibili, da risolvere secondo un ordine prestabilito, per ciascun turno dalle carte apposite (ed in effetti è qui, oltre che nella pesca delle carte evento, che il peso della fortuna si sente di più). Proprio per questo, però, nel panorama dei giochi di strategia e combattimento si colloca fra i più interessanti, e di sicuro fra i migliori di Dirk Henn, che per il resto ci aveva abituato a titoli più “leggeri” (Metrò, Alhambra, Atlantic Star, ecc.).

Voto gioco:
8

Nessun commento

Voto gioco:
7

Gioco complesso e profondo, destinato a giocatori incalliti, amanti sia dei gestionali che dei boardgame di guerra. Richiede impegno e attenzione, perché molti sono i fattori da tenere in considerazione, ma premia lo sforzo con i risultati. Irritante ma geniale il meccanismo di lancio dei cubetti nella torre.

Il Mago

Voto gioco:
8

Gioco molto bello e che amo particolarmente. L'ambientazioen non è affatto male, i materiali sono belli e le meccaniche buone. Wallestein è un falso wargame, nel senso che avrebbe tutto per essere più incentrato sugli scontri( o almeno un pò di più...), ma di fatto è un gestionale! Dico questo perché le battaglie di fatto sono poche ( o comunque non molte) e quando si attacca può capitare di sbilanciarsi troppo lasciando così il territorio da cui è partito l'attacco sguarnito (e a llora le persone tendono a non combattere!) In genere nel primo anno si cerca di costruire in tranquillità, nel seondo si costruisce si...ma si cerca anche di conquistare territori con chiese, palazzi e negozi già pronti....ma visto che in un anno si possono fare al più 6 scontri (troppi da gestire ), ne vengono fatti molto meno.
Bella l'idea della torre, che a differenza dei dadi da la possibilità di recuperare, a volte, le truppe usate per le guerre...compensando così scontri andati male per sola sfortuna...comunque...la torre dà e la torre prende...è crudele!! Sicuramente c'è troppa fortuna in questo gioco, e solo per questo non lo reputo eccelso, infatti l'uscita delle carte evento, dell'ordine di gioco e delle carte azione(di cui 5 su 10 coperte) rendono troppo randomico il gioco. Quindi si ha la sensazione di pianificare molto...poi però tutti questi fattori aleatori contano troppo. Ah, aggiungo che è piuttosto lungo.

Ma a giocarlo ci si diverte veramente molto.
Da avere di sicuro!

Ritratto di UltordaFlorentia
Voto gioco:
8

Bellissimo gioco con meccaniche di turno non consequenziali veramente ben ordite.
Efficace anche il meccanismo della torre (anche affascinante nella sua tridimensionale fisicità).
Non dò un nove poichè da un gioco sulla guerra dei trent'anni ci si aspetta maggiore attenzione all'aspetto bellico e perchè la veste grafica è, a mio avviso, decisamente brutta e assolutamente non aiuta nel tentativo di calarsi nel gioco (spenderei un "scandalosa" per l'illustrazione di copertina).

Voto gioco:
8

vedi shogun.

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
7

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

Voto gioco:
7

Gioco importante che introduce qualche bel meccanismo ibrido. Piace anche la sua meccanica di scelta di azioni, l'unico neo secondo me è che l'iniziativa così gestita poco appaga e da solo problemi. La torre da tante implicazioni in più e soprattutto crea sub-ragionamenti che ben si combinano con la scelta delle cose da fare e di quando farle. L'interazione coi giocatori lo rende anche davvero valido a livello di bluff e intuizione. Il suo fratello Shogun però risulta più godibile e più fluido.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

Voto gioco:
10

Insieme a Struggle of Empires il mio gioco preferito.
Magnifico.

Il sole batte anche sul culo di un cane.

Voto gioco:
9

Nessun commento

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

Voto gioco:
8

Nessun commento

"Invecchia solo chi smette di giocare"

Voto gioco:
9

Che dire... geniale! Peccato che l'ho scoperto tardi ! :)

La supposizione è la madre di tutte le ca**ate!

Voto gioco:
6

complesso e profondo, ma la torre come meccanica è oscena

Voto gioco:
9

GIOCONE! Complesso, Lungo ma uno dei migliori tra i giochi di pianificazione/piazzamento, e poi c'è la torre dei cubi, utilizzata degnamente, non come in molti altri titoli che poi l'hanno riciclata male!

Voto gioco:
9

ECCEZIONALE!!!
ottimo materiale. la torre è unica e bella.
originale il metodo di combattimento e poichè lo svolgimento del turno avviene attraverso la programmazione e poi subito la risoluzione simultanea riduce al minimo i tempi morti.
- [Autore del commento: tarty]

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare