Antarctica

Giochi collegati:
Antarctica
Voto recensore:
0,0


In ANTARCTICA  vestiamo i panni di esploratori del continente antartico. Ogni giocatore è a capo di una spedizione che, potendo contare su una serie di navi e delle equipe di scienziati cerchera di completare la migliore spedizione antartica possibile.
Le navi si sposteranno seguendo il sole (che sbloccando una nave alla volta permetterà lo svolgere delle azioni) e i tracciati di ricerca degli scienziati indicheranno il livello di conoscenza raggiunto da ogni giocatore.


Il Gioco

Descrizione dei materiali
Sin dall'apertura della scatola si rimane piacevolmente colpiti dalla varietà e dall'abbondanza di materiale, in particolare dalla gran quantità di pezzi in legno.
Le risorse e la componentisctica di ogni giocatofe sono in legno, invece i centri di ricerca e altri edifici sono in cartoncino, molto ben considerata la varietà di materiali.
Le regole in italiano sono scaricabili dal sito dell'editore Argentum verlag.

Meccanismo di gioco
Il meccanismo innovativo del gioco è nella sua particolare struttura dei turni asimmetrici: a disposizione di ogni partecipante vi sono una serie di navi che muovendosi si spostano tra gli otto settori del tabellone. Gioca ogni turno la nave del settore dove si muove il sole e che è più vicina allo stesso, quindi paradossalemnte è possibile avere moltissimi turni di fila dello stesso giocatore (con navi diverse).
La nave attiva si sposterà su un settore diverso e lì potrà fare un'azione (costruzione, acquisto nave, sbarco scienziati, ricerca scientifica). Alcune azioni richiedono scienziati, altre richiedono esploratori, altre fanno ottenere gli uni o gli altri.

Durata
La durata della partita è a mio giudizio ottima, abbastanza per godere a pieno del gioco, ma non eccessiva.
In un'ora si gioca tranquillamente, anche in 4 giocatori.

Punteggio
Questa la particolarità del gioco, e forse l'unica cosa ostica durante la prima partita, poi il gioco scivola via facilmente.
Infatti per il punteggio si usano una serie di maggioranze: gli otto settori, gli edifici costruiti, le risorse sacrificate, i progressi scientifici ottenuti.
Di tutte queste cose si conta il punteggio totale, tali punti verranno assegnati al giocatore che ha la maggioranza, il secondo otterrà la quantità di punti relativa al primo giocatore, il terzo quelli del secondo e il quarto quelli del terzo.
Il punteggio è a mio parere molto sfizioso, e permette grandi ribaltamenti di risultati

Dipendenza linguistica
Nessuna, ogni componente è completamente indipendente e sul sito della casa editrice si trova copia delle regole italiane scaricabili.

Considerazioni

È un gioco che a me è molto piaciuto: semplice da spiegare e da giocare, ma profondo e gustoso.
Certo non è un cinghialone, ma preso nella fascia dei fillerini si colloca in una posizione di rilievo.
Data la meccanica punti (alla prima partita sembrerà farraginosa e complicata, ma già dalla seconda scorrerà via liscia come l'olio) forse non è adatto a veri e propri neofiti, e nemmeno a veri gamer (troppo semplice), e questo forse è il difetto del gioco.
Io lo vedo come un grande filler da un'ora.
In ogni caso è molto piacevole l'esperienza di gioco, girare su questa plancia colorata piena di cose è molto piacevole!

 
 
 
 
 

 

Pro:
 

Grafica e materiali di alto livello.

Meccanica molto carina, con struttura asimettrica del turno

Adatto a tutti.

Costo decisamente alla portata, considerando la quantità e qualità dei materiali.

Disponibile regolamento italiano

 

Contro:

Forse non completamente adatto né ai gamers né ai giocatori troppo novellini... un po' troppo via di mezzo

Non giocabile in più di 4 giocatori.

Non chiaro nel come disporre le carte edificio acquistate, se in una pila, in due pile, coperte, scoperte...