Around the World in 80 Days

Giochi collegati:
Around the World in 80 Days
Voto recensore:
6,8

Traendo ispirazione dall'omonimo romanzo di Giulio Verne, i giocatori partendo da Londra dovranno cercare di compiere il giro del mondo in 80 giorni o comunque nel minor tempo possibile, utilizzando le carte viaggio che permetteranno loro di muoversi da una locazione all'altra. Il giocatore che riuscirà nell'impresa nel minor tempo sarà il vincitore.

La mappa di gioco indica le diverse tappe che devono essere toccate nel corso del viaggio, per ciascuna sono inizialmente assegnati, coperti, due gettoni bonus: uno rosso che sarà preso dal primo viaggiatore che raggiungerà quella destinazione, ed uno blu che sarà invece preso dall'ultimo che vi giungerà. Le locazioni sono unite fra loro da collegamenti che indicano quali e quanti mezzi di trasporto devono essere usati per spostarsi da una all'altra: un treno, due treni, una nave, due navi, un treno e una nave oppure nel collegamento di ritorno a Londra addirittura due navi più un treno.

Ogni giocatore riceve inoltre una dotazione inziale di tre carte viaggio che rappresentano i treni o le navi utilizzabili riportando i giorni impiegati in caso di loro utilizzo; le navi impiegano da un minimo di 4 ad un massimo di 8 giorni, mentre i treni possono andare dai 2 ai 6 giorni di viaggio. I collegamenti sulla mappa di gioco indicano il numero ed il tipo di carte viaggio che dovranno essere utilizzate per muoversi da un posto all'altro, sommandone in genere i tempi che saranno segnati muovendo gli appositi segnalini dei giocatori sulla traccia dei giorni che si trova attorno alla mappa. Nel caso in cui per uno spostamento si debbano utilizzare due carte dello stesso tipo, se il viaggiatore riesce a giocarne due uguali (con lo stesso numero), i giorni indicati saranno considerati una sola volta senza sommarli, ottenendo così importanti risparmi in termini di tempo.

In ogni turno di gioco, vengono disposte alcune carte viaggio (il numero dipende dai giocatori) di fianco al tabellone, in corrispondenza delle diverse azioni possibili. Al proprio turno, partendo dal primo giocatore, ognuno sceglie una delle carte ancora disponibili, effettua l'azione corrispondente, quindi può utilizzare le carte viaggio per spostarsi alla tappa seguente. In ogni momento nel proprio turno, il giocatore può inoltre utilizzare le carte speciali che dovesse possedere, considerando che non potrà mai avere in mano più di sei carte fra quelle viaggio e quelle speciali.

Le azioni che si possono selezionare scegliendo le carte viaggio sono diverse. Una, non disponibile al primo giocatore, consente di diventare primo giocatore nel turno seguente; un'altra permette di guadagnare subito una moneta, un'altra ancora consente di pescare una carta speciale. Una quarta azione permette di scartare fino a tre carte dalla propria mano ripescandone altrettante dal mazzo, (molto utile per migliorare le possibilità di avanzare di una tappa subito dopo). Vi è poi un'azione che permette di utilizzare la mongolfiera per muoversi: in questo caso si utilizzerà una carta viaggio in meno e il tempo impiegato per quel tratto sarà dato dal lancio del dado; la cosa interessante è che è possibile spendere monete per ripetere il lancio qualora il risultato non sia soddisfacente. Infine, l'ultima azione permette di spostare il Detective in una locazione a piacere, scelta che consente di infastidire gli avversari poiché la sua presenza fa perdere giorni preziosi.

Dopo aver preso la carta e aver svolto l'eventuale azione corrispondente, il giocatore può muoversi dalla locazione attuale alla tappa successiva, spendendo le carte viaggio necessarie, ricorrendo alla mongolfiera se ne ha diritto, o anche usando carte speciali che possono dare alcuni bonus. Ad esempio, il collegamento fra Bombay e Calcutta non può essere fatto in modo normale né via mongolfiera e richiede normalmente 12 giorni; se si ottiene l'elefante (una carta speciale), sarà tuttavia possibile effettuare il movimento impiegando 6 giorni più il risultato del lancio del dado. Il primo giocatore che entra in una locazione prende il gettone bonus rosso, mentre l'ultimo che la visiterà prenderà quello blu. I bonus così ottenibili vanno dalla possibilità di guadagnare una moneta, a una carta speciale, o anche all'aumentare di un giorno il tempo di tutti gli avversari. Un giocatore può anche decidere di non muovere nel suo turno, in attesa di carte viaggio migliori. In ogni caso, se un giocatore (che muova o meno) termina il suo turno nella stessa locazione in cui è presente il Detective, dovrà prendere una penalità di due giorni (per il controllo dei documenti).

Va considerato che, mano a mano che i giocatori faranno ritorno a Londra, le carte a disposizione ogni turno diminuiscono, e con esse diminuiscono le azioni corrispondenti, alcune delle quali non saranno più selezionabili da un certo punto in poi. Il gioco si conclude quando un certo numero di giocatori avrà fatto ritorno a Londra. A questo punto, il vincitore sarà quello che ha impiegato meno fra quelli che hanno completato il giro in meno di 80 giorni, altrimenti se tutti hanno superato tale limite, il vincitore sarà quello che è giunto a Londra per primo.

Nominato allo Spiel des Jahres nel 2005.

Pro:
Il gioco è semplice e divertente, si spiega e si gioca rapidamente, e risulta quindi adatto anche ai giocatori occasionali senza particolari sforzi sebbene i primi turni possano richiedere un minimo di attenzione. Il meccanismo dei gettoni bonus per l'ultimo consente di mantenere abbastanza bilanciata la partita, nonostante il fattore fortuna che è inevitabilmente presente almeno in parte per via dell'assortimento di carte e la pesca di quelle speciali.
Molto interessante il sistema che non consente facilmente di capire chi sia in vantaggio rispetto agli altri, poiché il tempo impiegato in un certo momento permette di confrontare solo coloro che si trovino effettivamente nella stessa locazione. Da segnalare inoltre l'uso strategico del Detective che può servire tanto per dissuadere gli avversari dall'andare avanti (se lo mettiamo nella prossima locazione), quanto per metter loro fretta impedendogli di prendere tempo per ottenere carte viaggio migliori (se lo mettiamo nella loro attuale locazione).
I componenti sono certamente di ottima qualità, il regolamento è chiaro e non lascia particolari dubbi e la sola componente che dipende dalla lingua sono le carte speciali, ma essendo poche si può ben giocare anche con una traduzione a portata di mano. Fra i giochi semplici e non troppo impegnativi mi sento di consigliarlo a tutti anche per via delle numerose opzioni a disposizione dei giocatori e per il buon bilanciamento, che a mio parere lo mettono ben al di sopra del sopravvalutato "Ticket to Ride".
Contro:
Per chi non ha familiarità né con il tedesco né con l'inglese occorre certamente giocare con una traduzione delle carte speciali alla mano. Il loro uso può essere molto importante e occorre sapere cosa si ha in mano per poterle utilizzare al meglio. Per il resto, ovviamente si tratta di un gioco rapido e non particolarmente articolato, sebbene ad ogni turno le scelte disponibili possano essere differenti. Di conseguenza non piacerà a chi cerca titoli più impegnativi e profondi magari in grado di tenere in piedi un'intera serata di gioco.