Gipso: Il Gioco del Puzzle

Giochi collegati:
Gipso
Voto recensore:
0,0
Preparazione e scopo del gioco:
I giocatori si posizionano ai quattro lati della plancia con 80 caselle che viene messa al centro. Ad ognuno dei lati corrisponde un puzzle che rappresenta una stagione. Ogni giocatore ha come scopo di terminare il puzzle rotondo di fronte a lui per primo grazie alla conquista dei pezzi del puzzle che gli servono. I segnalini si spostano sulla plancia grazie al tiro di un dado.

Svolgimento del gioco
A turno ogni giocatore tira un dado e sposta il suo segnalino; in base al colore della casella in cui arriva deve eseguire l’operazione prevista.
Le 80 caselle sono colorate di rosso, blu, verde, giallo, lilla, arancio, grigio e celeste ed hanno ognuna un effetto diverso:
- rosso, acquisti, si prendono due pezzi a caso dal sacchetto;
- blu, è il contario del rosso;
- giallo, è un premio, si pescano tre pezzi gratis dal sacchetto, se ci si capita esattamente si pesca un pezzo dalla dotazione di ogni avversario;
- lilla, è il contrario del giallo;
- arancio, scambi obbligati, si scambiano tre pezzi con il giocatore di fronte, a destra o a sinistra a seconda di quale numero è uscito;
- grigio, rischio obbligato, il giocatore deve tirare il dado, se esce 1 o 2 pesca da ogni avversario, se esce 3 o 4 cede ad ogni avversario se esce 5 o 6 non succede niente;
- celeste, rischio libero, come il grigio ma a discrezione del giocatore.

Vince chi per primo riesce a finire il suo puzzle.
Pro:
Difficile da trovare, comunque i disegni dei quattro puzzles raffiguranti le stagioni sono molto belli.
A parte l’estetica, un po’ datata ma gradevole, questo gioco grandi meriti non ne ha!
Contro:
Il gioco può anche finire per noia manifesta dei giocatori. In realtà quasi non può essere considerato un gioco, in quanto se si usano le regole corrette per gli scambi praticamente è impossibile finirlo.

Ho comprato questo gioco che ho scovato in uno scaffale dimenticato di un negozio di giocattoli in quanto ero attirato dal discorso dei puzzle. Ma anche giocandoci con i bambini non c’è verso di farmelo piacere, abitualmente finisce che invento nuove regole per favorire il completamento dei puzzles dei miei figli in modo da finirlo e poter passare ad altro.