Munchkin Zombi

Giochi collegati:
Munchkin Zombies
Voto recensore:
6,6

Introduzione
Potevano mai mancare sanguinolenti zombi nell'ormai sconfinato universo Munchkin? Ovviamente no!
Anche questo set può essere giocato da solo o combinato con il titolo originale o altri set.

Nota: l'edizione italiana comprende 168 carte dell'edizione originale Munchkin Zombies e 116 carte della 1^ espansione Munchkin Zombies 2 - Armed and Dangerous; in più, ci sono 2 nuove carte esclusive.
A breve sarà disponibile anche in italiano la 2^ espansione inglese Munchkin Zombies 3 - Hideous Hideouts tradotta Munchkin Zombi - Anfratti Putrefatti

Ambientazione
Siccome in questo set di Munchkin i giocatori sono zombi, logicamente i mostri sono persone vive che cercano di non essere mangiate o detestabili zombi indipendenti che non si fanno scrupolo di divorare i propri simili!
Ad aiutarvi troverete lungo il vostro incedere gli oggetti più disparati come la "scintillante armatura di porcellana", che altro non è che un WC!

Il gioco base in sintesi (per chi non lo conosce)
Ogni giocatore parte dal livello 1 (da segnare con un d10 non presente nello scatolo!) e vince chi per primo riesce ad arrivare al livello 10.
Il livello indica la forza in combattimento, che può essere aumentata con i bonus dati dalle carte.
Queste ultime sono di 2 tipi: le Porte (che comprendono Mostri, Maledizioni, Classi, Razze ed altre) e i Tesori.
Ogni giocatore svolge alcune azioni:
- equipaggia Oggetti, Classi e Razze e può "comprare" i Livelli, pagando 1000 ori per Livello;
- apre la Porta, cioè pesca dal mazzo: se esce un Mostro, deve affrontarlo; se non c'è, può "Cercare Guai" giocandone uno da mano o "Svuotare la Stanza" pescando nuovamente;
- aggiunge i Tesori vinti in battaglia ed aumenta il proprio Livello.
Quando ci sono i combattimenti, tutti possono usare le carte in mano o in gioco per potenziare il Mostro o il giocatore (partecipando anche con lui al combattimento): in caso di sconfitta, si applicano gli effetti (Brutte cose) del mostro.

Il Gioco
La meccanica di questa variante resta pressoché invariata rispetto al gioco originale (pesca - uccidi - prendi il Tesoro). La novità è rappresentata dall'assenza delle carte Razza e Classe e dall'introduzione delle carte Mojo.
Le carte Mojo conferiscono differenti abilità e sono l'equivalente delle carte Razza di Munchkin (perché, come dice l'autore, "Uno zombi non ha classe!"). Gli zombi sono divisi in 3 categorie: Atomici, Appestati e Voodoo.
Inoltre, vediamo il ritorno delle carte Poteri viste per la prima volta in Munchin Morde . I Poteri sono abilità particolari divise per valore (Rango) che varia da 2 a 4: si possono avere più Poteri contemporaneamente fino a quando il totale del loro Rango non supera il proprio Livello. Nel caso il livello scenda, si scartano i Poteri in eccesso.
I Poteri sicuramente più azzeccati sono: l' "Affamato" perennemente in cerca del pranzo che riceve un +3 quando "Cerca Guai", ed il "Resistente" che continua imperterrito a rialzarsi!
Aumenta la "caciara rumorosa" del gioco perché la maggior parte delle Maledizioni prevede che tutti debbano urlare una stessa parola, come ad esempio "Paaaaalle!".
Il regolamento è stato ampliato e approfondito rispetto ai precedenti. Inoltre, all'inizio della partita si pescano 4 carte da ogni mazzo invece che 2, questa modifica nata inizialmente come variante per partite veloci in Star Munchkin, qui diventa regola.
E viene sostituita da un'altra che introduce la fase 0 "Ascoltare Rumori alla Porta" in cui si pesca una carta Porta che può essere messa in gioco o no, prima di giocare le proprie carte e di aprire la porta; al momento di "Svuotare la Stanza" la carta viene presa dal mazzo dei Tesori e non delle Porte.

Considerazioni
Sicuramente i fan del gioco apprezzeranno questo nuovo lavoro. Benché non sia particolarmente originale, le carte sono azzeccate e con vari elementi di autocitazione, dal dover affrontare "3872 Nerd" al temibile mostro disegnatore "John Mortalic", per non parlare di chicche imperdibili come la "Mamma al volante" ed il "Tizio in camicia hawaiana" o l' "Avanzi di livello"-"Nessuno salva la cheerleader", per finire con i "Suggerimenti per sopravvivere all'apocalisse zombi".
Non mancano alcune perplessità nelle traduzioni, che non rendono i giochi di parole sulle carte, come accade per i mostri "Orangotango" e "Marcelli".
Tutto sommato, sarà anche per il tema zombie, ma questa variante la rigioco più volentieri di altre.

Elementi di sintesi
Grafica
Come sempre, divertente ed accattivante, sia nei disegni che nei testi sulle carte.
La grafica resta senza dubbio uno dei punti di forza di tutti i Munchkin!

Componenti
Le carte sono di buona fattura e lo scatolo è sempre il solito di dimensioni portatile.
Come sempre, però, manca il dado!

Incidenza aleatoria
Praticamente totale.

Scalabilità
Rende molto bene con più giocatori, ma risulta un po' noioso in 3.

Consiglio a
Consigliato ai fan sfegatati di Munchkin e di Kovalic.
Può piacere anche a chi gradisce una variante al titolo base ed a chi ama il tema.
Adatto come introduttivo e per non giocatori.

Sconsiglio a
Chi non apprezza il titolo originale e/o chi non ama le molteplici varianti di uno stesso gioco.

Pro:

Le carte sono il cuore del gioco: le scritte divertenti ed i disegni ironici. Spesso sono la parodia di personaggi famosi.
La grafica e la scelta dei testi delle carte.
Ottimo introduttivo.

Contro:

Nulla di eccessivamente nuovo all'orizzonte...
La meccanica troppo "fortunosa".
La mancanza dei dadi richiesti nella confezione.