Bgg News 28/01/2015: far volare aquiloni, usare le mani, gestire un ristorante e tanto altro!

Notizie
Giochi

La White Goblin Games presenterà alla Nürnberg Spielwarenmesse 2015 due nuovi giochi carte.

Il primo è Kite Fight di Jason Kotarski.

Kite Fight include tre giochi in uno, con i giocatori che usano aquiloni, vendo e lampi in modi diversi a seconda di quale gioco stanno affrontando. Nello specifico i giochi inclusi saranno:

  • catch the wind: in cui l’obbiettivo è quello di avere l’aquilone con il valore più elevato in uno dei numerosi quadrati in cui è suddiviso un parco immaginario;

  • ride the skies: le carte vento riempiono l’aria (il tavolo) e i giocatori posizionano le loro carte aquilone in cima ad esse per farsi trasportare, ricordandosi che la carta posizionata dovrà avere un valore pari al suo valore più quello di un’altra carta adiacente; chi avrà posizionato più carte in ciascuna pila, prenderà la carta vento corrispondente;

  • full of air: conquistate il maggior numero di carte vento, utilizzando i vostri aquiloni e creando una sequenza da 1 a 10 carte; chi avrà contribuito maggiormente prenderà la carta vento, ma fate attenzione perchè le carte fulmine possono permettere a un avversario di cancellare la vostra carta aquilone e sostituirla con una propria.

 

Sempre targato White Goblin Games è in arrivo Hands di Chislaine van den Bulk, un party game giocato come dice il titolo con le vostre mani!

Mani in alto! Mani in basso! Senza mani! Pollici in alto! Indicate il cielo!

In Hands parlerete con le mani anziché con le parole, cercando di trovare un giocatore che dica le stesse vostre parole. Durante la partita mimerete le carte che avrete in mano, cercando di trovare un giocatore che abbia almeno una carta in comune. Per ogni abbinamento che riuscirete a fare, otterrete un punto. Se però un altro giocatore riuscirà a mimare una carta che riporti un simbolo con due mani rischierete di perdere un punto a fine partita. Chi ottiene più punti vince il gioco!


Paul Grogan, sviluppatore di Mage Knight, è comparso in rete per dire le parole Dark Crusaders e poi sparire nuovamente…


La Minion Games produrrà Energy Empire di Luke Laurie e Tom Jolly, un piazzamento giocatori con un forte tema energetico e ambientale.

I giocatori cercano di costruire i motori della loro economia in tre aree (industria, commercio e governo), cercando di assicurarsi una progressiva fonte di energia. Il petrolio diventa sempre più caro e scarso, mano a mano che il gioco avanza, così da costringere i giocatori a passare ad altre forme di energia, facendo delle scelte che bilancino produzione e inquinamento ambientale.


StoneBlade ha annunciato per marzo 2015 l’uscita di Ascension: Dawn of Champions, una grande scatola che comprenderà carte campione che vi permetteranno di giocatore come leader di una fazione, aumentando la vostra reputazione e sbloccando potenti carte ed effetti. Inoltre questo set include nuove carte multifazione.


Dalla KOSMOS arriva invece Lumis: Der Pfad des Feuers.

Sia che partecipiate come una squadra di quattro giocatori, sia che vi sfidiate in un duello, in Lumis: Der Pfad des Feuers dovrete creare un percorso di scintillanti pietre di fuoco che unisca le torri poste sul tabellone. Lumis è un gioco astratto di connessioni con ogni partecipante che cerca di creare un percorso da un lato all’altro del tabellone e gli avversari che cercando di mettere i bastoni tra le ruote. Per incominciare, ogni giocatore posiziona le proprie torri, poi cerca di creare i percorsi utilizzando delle carte che corrispondano agli spazi colorati sul tabellone. Una volta che siete riusciti a collegare una torre, è vostra, ma fino a quel momento l’avversario potrà sottrarvela. Il primo giocatore che riesca a collegare tutte le torri vince!


Rüdiger Dorn non è associato normalmente a giochi per la famiglia, ma pare che con Da Luigi, questa supposizione non valga più.

Comprare ingredienti, salutare gli ospiti, servire ai tavoli...gestire un ristorante può essere stressante e solo il migliore può riuscire a gestire tutto e guadagnare una stella per il ristorante. Se solo non aveste a che fare anche con gli altri giocatori che si comportano sempre come ospiti sgraditi…

In Da Luigi il vostro obbiettivo eè quello di ottenere il maggior numero di ospiti possibili, chiaramente i clienti devono essere soddisfatti. La varetà nel gioco deriva dalle 90 differenti carte ospite: cercherete sempre di trovare un tavolo libero per un cliente danaroso, tentando di sbolognare i clienti più difficili ai vostri avversari.

I giocatori comprano gli ingredienti per i loro pasti dal mercato e li pagano ogni volta.

Dovrete stare attenti anche al tempo, poichè se non riuscirete a servire i clienti entro la fine della partita, perderete dei punti.


Sempre da Dorn arriva Tschakka Lakka: Die rasante Würfeljagd nach dem Tempelschatz, un gioco di dadi con un logo che di solito viene associato a esplorazioni e avventure.

Nascosto nel profondo della giungla si trova un tempio inesplorato del dio maya Tschakka Lakka. Esplorandolo insieme con Raccoon Jones, i giocatori cercheranno di scoprire i preziosi tesori del tempio, ma le scoperte arriveranno solo quando tirerete i dadi e i simboli coincideranno con quelli del tempio. Riuscirete a trovare i tesori e a uscire dal tempio con le vostre preziose reliquie?


Knätsel sembra un rifacimento di Barbarossa di Klaus Teuber.

Durante il gioco, i partecipanti usano l’argilla per creare degli oggetti (una montagna, un animale, un monumento famoso), poi si alternano per porre delle domande sugli oggetti degli avversari o per chiedere una lettera che compone il nome dell’oggetto. Tutti ascoltano le risposte, quindi i vostri sforzi potrebbero aiutare gli avversari e chiunque può dare la risposta in ogni momento. Se fornite la risposta corretta voi e il creatore dell’oggetto guadagnate un punto, ma se tutti indovinano o al contrario non indovina nessuno, allora il creatore dell’oggetto non guadagna nulla.


Da Matthias Cramer per la ASC Blackfire Entertainment GmbH arriva Kraftwagen, previsto per marzo-aprile 2015.

Nel 1888 Bertha Benz, moglie del pioniere dell’auto Carl Benz, prese parte al primo viaggio in macchina sulla lunga distanza, da Mannheim a Pforzheim, in Germania. Lungo la strada, la macchina restò senza benzina, così dovette recuperare gli ingredienti chimici necessari per poterla far ripartire: la drogheria di Wiesloch diventò quindi la prima stazione di rifornimento del mondo. Molto velocemente, l’automobile, detta Kraftwagen, diventò un mezzo di trasporto comune e ben presto presso il Nürburgring si tenne il primo Gran Premio. Quarant’anni dopo la Germania possedeva una fitta rete autostradale. Il motore a combustione aveva preso il sopravvento su quello elettrico e a vapore e le macchine venivano prodotte in serie su larga scala. Questa è l’ambientazione di Kraftwagen.

Il gioco ha una meccanica simile a quella di Glen More: vi sono dei segnalini azioni in una rondella sulla quale possono essere selezionati. Tramite queste azioni sarete in grado di ricercare motori avanzati e componenti particolari, per produrre nuove macchine e partecipare al primo Gran Premio. I giocatori hanno a disposizione anche un’azione bonus fornita da famosi ingegneri come Benz, Opel o Daimler.


Pandasaurus Games e IDW Games hanno annunciato per maggio 2015 l’uscita di CHEW: Cases of the FDA, un gioco di carte diKevin Wilson basato sull’omonimo fumetto di John Layman e Rob Guillory. In questo 2-5 giocatori competono tra loro per risolvere i casi presentati nel fumetto.


Nei primi mesi del 2015 arriverà l’ennesimo Kickstarter del prolifico Scott Almes, questa volta per la Nevermore Games e con il titolo: Big Easy Business.

In Big Easy Business, 2-4 giocatori rappresentano degli aspiranti imprenditori finanziari di New Orleans, intenti a fare spese e attrarre nella città il maggior numero di turisti. Dovranno competere per comprare e utilizzare club notturni, ristoranti popolari, attrazioni turistiche, negozi di souvenirs, bande sociali e quant’altro...

I giocatori partono con un’attività tra le molte a disposizione. Durante ogni turno, si tirano i dadi per creare il pool di azioni a disposizione dei giocatori. Ogni giocatore sceglie un dado e l’azione corrispondente. A seconda della scelta si potranno attrarre turisti, comprare nuove attività, acquistare nuovi impiegati…senza dimenticare di ostacolare gli avversari e avvantaggiarsi degli eventi cittadini.


In giugno 2015 dovrebbe vedere la luce Njet! di Stefan Dorra per la IELLO, con la parte artistica lasciata al talentuoso Biboun.


Sempre da IELLO è previsto per il terzo quadrimestre del 2015 The Big Book of Madness di Maxime Rambourg con disegni di Naïade.

Fin qui il vostro primo anno di scuola elementare non è stato il massimo. Vi hanno insegnato a lanciare una fiammella dal dito, ma per il resto avete passato più tempo a leggere libri che ad imparare potenti incantesimi per futuri grandi maghi, quali dovreste diventare. Quando avete sentito che il Grande Libro della Follia è nascosto nella biblioteca della scuola, non avete potuto resistere alla tentazione di dare un’occhiata a questo intrigante libro, nonostante gli avvertimenti dei professori. Quanto avete lentamente sollevato la copertina del terribile libro, dozzine di terribili creature sono scappate via, minacciando di distruggere il mondo intero! Questo è stato un vostro errore e solo voi potete rimediare!

The Big Book of Madness è un gioco di deck-building cooperativo durante il quale i giocatori rappresentano studenti di magia che devono girare tutte le pagine del libro e poi chiuderlo per sconfiggere i terribili mostri che hanno liberato. Ogni giocatore ha un proprio mazzo personale che costruirà durante la partita e userà in base alle necessità, per imparare e lanciare nuovi incantesimi, aggiungere un nuovo elemento al mazzo, distruggere o curare una maledizione. Gli incantesimi vi permettono di aiutare i vostri compagni, migliorare il mazzo, pescare carte...ma i mostri non staranno a guardare. Ognuno di loro arriva con terribili maledizioni che vengono attivate ogni turno a meno che non riusciate a dissolverle in tempo. Vi costringeranno a scartare carte e aggiungere carte follia al vostro mazzo, o peggio, a perdere incantesimi…

Se riuscirete a girare sei pagine e sconfiggere tutti i relativi mostri, vincerete la partita!


Welcome to the Dungeon è la versione franco-inglese di Dungeon of Mandom di Masato Uesugi, uscito per la Oink Games. Gli avventurieri cercano di dimostrare chi è il più valoroso addentrandosi in un dungeon ed esplorandolo con meno equipaggiamento possibile.


Kenjin di Nicolas Sato, sempre per IELLO, è un veloce gioco di carte, basato sul bluff e la tattica, mentre Master Fox diFrédéric Vuagnat sembra essere un divertente e semplice gioco di carte basato sugli animali.x


 

 

Alea infine è pronta per rilasciare in marzo 2015 un rifacimento di Witch’s Brew intitolato Broom Service, ad opera degli autori originali Andreas Pelikan e Alexander Pfister.

 


Alla prossima!!!