Chiacchierando con la TdG Livorno

Chiacchierando con l'affiliata livornese per conoscerne idee ed attività

Interviste
Tana dei Goblin

Rispondono alle nostre domande Antonio "RedWarrior84" Carbone e Valentina "Ntinea" Del Santo , rispettivamente presidente e vice-presidente della tdg Livorno.

Com'è nata la vostra Associazione? É stato difficile farla partire e come e dove vi siete organizzati, i primi tempi?

L’A.S.D. La Ruzzoteca è nata quasi due anni e mezzo fa, con un’idea semplice: riunire sotto un unico tetto i giocatori livornesi, di tutti i tipi, da tavolo, di ruolo, di miniature, di carte, dal momento che, all’epoca, nel panorama labronico non c’era niente del genere.
Abbiamo quindi pensato di crearlo noi questo posto e per farlo è stato necessario prima di tutto capire come fosse possibile concretizzare le nostre idee e come organizzarle nel migliore dei modi. È stato quindi necessario informarsi su vari fronti: burocratico, legislativo ed economico, quindi consultare vari professionisti.
I primi tempi… Prima ancora che nascesse l’idea della Ruzzoteca, eravamo semplicemente un piccolo gruppo di giocatori da tavolo, che si radunava una o due volte la settimana per giocare ed in svariate occasioni abbiamo riscontrato le difficoltà di passare le nostre serate ludiche (che si possono protrarre fino a tarda notte) nelle case private dei giocatori… e da questi piccoli “problemi” che si sviluppa l’idea della Ruzzoteca!

 

Perchè avete deciso di affiliarvi alla Tana dei Goblin?

L’affiliazione alla Tana dei Goblin è stato praticamente “automatica”: due di noi erano già iscritti al forum da diverso tempo e ci è sembrato una cosa del tutto naturale fare un passo di questo tipo. La Tana dei Goblin è, a nostro parere, il punto di riferimento italiano per tutti i giocatori ed un’associazione il cui scopo è, appunto, riunire giocatori sul territorio e magari diffondere il più possibile la “cultura” del gdt, non può prescindere dalla Tana, sia per confrontarsi con realtà diverse dalla propria, sia per avere dritte, consigli e, perché no, supporto, da chi ha più esperienza di noi.

Quanti siete all'incirca adesso e come siete strutturati?

Dire un numero preciso dei soci della Ruzzoteca non è semplice, posso dire che per lo scorso anno sportivo (settembre 2017- agosto 2018) abbiamo avuto 1489 iscritti e che da settembre ad ora si sono iscritte più di 1200 persone. Sono consapevole che tali cifre sembrano quasi assurde per un'associazione ludica, ma va considerato che la nostra sede è aperta 6 giorni su 7, per più di 8 ore al giorno e, disponendo della cucina, diamo la possibilità ai soci di continuare a giocare mentre cenano.
Siamo strutturati in maniera molto semplice: l’associazione è sportiva dilettantistica, affiliata ACSI e regolarmente iscritta al CONI, per tanto abbiamo un consiglio direttivo costituito da 5 persone (Dirigenti Provinciali Organizzativi dell’ACSI) e chi si iscrive alla Ruzzoteca diventa sia socio “semplice” (tecnicamente “socio servito”) della Ruzzoteca, che socio ACSI.
Per quanto riguarda l’organizzazione vera e propria è molto semplice: a chi viene da noi per la prima volta chiediamo di compilare un modulo con i suoi dati per poterlo inserire nel nostro Libro Soci e poter compilare la tessera ACSI, che ha validità annuale e un costo di 5 € (e in questo contributo facciamo rientrare anche una bibita). Fatto questo, si ha immediatamente l’accesso alla sede e alla ludoteca, che prevede non solo giochi da tavolo, ma anche biliardino, varie console, freccette e tavolo da subbuteo. Dalle volte successive, chiediamo ai soci sempre un contributo di 5 €, sempre comprendendo una bevanda e senza alcun limite di tempo o di giochi che è possibile fare durante la serata, ovviamente compatibilmente con gli orari di apertura e chiusura della sede. Per i soci che invece vogliono utilizzare i propri giochi il contributo scende a 3 € sempre con la bevanda compresa.

 

Quali sono le iniziative principali che portate avanti durante l'anno? Organizzate serate di gioco? Incontri? Vi trovate regolarmente per giocare tra tesserati? Avete un locale d'appoggio?


Da noi ogni sera (tranne il lunedì che è il nostro giorno di riposo) è serata di gioco! Essendo un’associazione abbastanza giovane, non abbiamo un vero e proprio pool di eventi consolidati su cui fare affidamento, comunque abbiamo sempre preso parte al Labronicon, una fiera di fumetti, cosplay e giochi che già da diversi anni si tiene a Livorno e durante il quale proponiamo i nostri gdt a tutti, dai bambini ai più grandi!
Ovviamente siamo sempre attenti a tutte le iniziative organizzate sul territorio labronico e di volta in volta valutiamo la possibilità di proporci come “ludoteca itinerante” così da diffondere il gioco da tavolo e, al contempo, la nostra associazione.
Abbiamo una sede sociale, come ho già detto, aperta 6 giorni su 7, per molte ore al giorno, posso dire, quindi, che ci troviamo tutte le sere per giocare tra tesserati e, avendo totale libertà di gestione, cerchiamo di organizzare, nel corso dell’anno, eventi che possano richiamare l’attenzione anche di persone che ancora non conoscono il mondo dei gdt: ad esempio per Halloween (che coincide con la fondazione dell’associazione) organizziamo una festa in cui, oltre alla cena e alla musica, proponiamo giochi “a tema”; durante le scorse estati abbiamo avuto un buon riscontro con “Le notti bianche della Ruzzoteca”, ovvero 48 ore quasi ininterrotte di giochi per gruppi numerosi e giochi di lunga durata (ed offrendo la colazione ai più coraggiosi, in grado di “resistere” con noi fino alla mattina successiva); quest’anno abbiamo organizzato il “Ballo del Ceppo”, allestendo la sede sociale come nel film “Harry Potter e il Calice di Fuoco”, preparando una cena basata sui libri potteriani o comunque su ricette inglesi e facendo partecipare i nostri soci a vari tornei, come quello di magia o il trivia ovviamente a tema HP.
Negli ultimi mesi abbiamo organizzato serate di presentazione di vari giochi della 3 Emme Games.
Ovviamente siamo sempre attenti alle richieste ed alle proposte di tutti, in particolar modo dei nostri soci, e disponibili ad organizzare serate o, perché no, giornate di qualsiasi tipo, a patto che, ovviamente, ruotino intorno al mondo del gioco (non per forza da tavolo, ma anche di ruolo, di carte, di minature…)
 

Com'è l'approccio con i non giocatori? Avete una scaletta di giochi fissa da proporre? Avete trovato qualche metodo che funziona e che potete suggerire anche alle altre Affiliate o vi regolate di volta in volta improvvisando?
 

Con i non giocatori preferiamo sempre avere un approccio abbastanza “soft”: se sono loro a chiedere di qualche particolare gioco (e di solito si tratta dei classici Risiko, Monopoli, Taboo,…) siamo ben lieti di farli giocare con questi per poi, gradualmente, proporre loro gdt un po’ più moderni, magari prima restando sui party game, tipo Concept, Dixit, Imagine, Vudù… insomma tutti giochi semplici sia da spiegare che da intavolare e giocare nel giro di 15 minuti e vedere il riscontro che hanno: se riceviamo un buon feedback, se il gioco piace e se, magari, è il gruppo stesso a chiederci qualcosa di differente e più complesso (cosa che avviene abbastanza di frequente), allora li mettiamo davanti agli introduttivi veri e propri.
Quando invece il gruppo non ha richieste particolari, siamo noi a cercare di capire quale genere potrebbe piacere di più, sempre tenendo a mente che deve trattarsi di giochi con non tante regole e di breve durata (al massimo un’ora): solitamente andiamo abbastanza sul sicuro proponendo Jamaica, Pozioni Esplosive, Vudù, Loony Quest, Passa la Bomba,… e poi, in base a come reagiscono a questi, proviamo ad “alzare un po’ il tiro” con qualcosa di più complesso.
Detto in parole povere: siamo dell’idea che non bisogna avere alcuna fretta nel mettere il non giocatore davanti ai cosiddetti “introduttivi” e che se vuole restare sul party game semplice deve sentirsi libero di farlo, senza essere giudicato da parte di chi preferisce gdt più complessi.


Siete un gruppo eterogeneo di giocatori, come gusti? Come organizzate gli acquisti dei giochi per l'Associazione? 

 

Sì, siamo un gruppo mooolto eterogeneo di giocatori, infatti ci sono gruppi che preferiscono i german, altri gli american, chi i cooperativi, chi i party games e quindi non è semplice mettere d’accordo tutti. Per quanto riguarda gli acquisti siamo sempre molto attenti a portare in sede giochi che possono facilmente appassionare chi si avvicina a questo mondo e, in più, valutiamo anche quali sono le tipologie di giochi che vanno per la maggiore. Inoltre è capitato che usassimo il nostro gruppo Facebook per proporre sondaggi sugli acquisti futuri.

Pensate che servirebbe maggior coordinamento tra le varie Affiliate per definire obiettivi comuni, passarsi suggerimenti e confrontarsi sulle diverse esperienze? Quali suggerimenti dareste a chi vorrebbe, con un gruppo di amici magari, costituire una nuova Affiliata nella sua città?

 

Più che maggior coordinamento forse sarebbe opportuno dialogare maggiormente tra affiliate, in maniera tale da poter avere uno scambio reciproco di idee su quelli che possono essere obiettivi e modi per raggiungerli, e magari sarebbe ancora più utile una collaborazione attiva e continua con le affiliate limitrofe in modo tale da creare una rete abbastanza capillare di Tane legate tra loro.
Prima di dare consigli veri e propri su come costituire una nuova affiliata, ci sentiremmo di suggerire di partecipare attivamente alla vita sociale di un’associazione ludica preesistente, in modo che si vivano in prima persona le vicissitudini e le attività svolte da quest’ultima, così da capire eventualmente se e come muoversi.
E’ inoltre necessario, secondo noi, capire il perché si vuole fondare un’associazione ludica: l’intenzione dev’essere quella di promuovere il gioco da tavolo e non solo quella di fregiarsi di un qualche titolo ed eventualmente sfruttarlo per avere vantaggi o agevolazioni di un qualche tipo.

 

Siete a conoscenza delle nuove iniziative che la Tana sta portando avanti da un paio d'anni a questa parte? Premio Goblin Magnifico, una Redazione stabile con una produzione continua di articoli (a proposito c'è anche una rubrica dedicata esclusivamente alle attività delle Affiliate), la Goblinpedia, l'uso dei goblons e l’ultima novità (i Podcast)? Le avete seguite? Cosa ne pensate?
 

Sì, conosciamo le iniziative portate avanti dalla Tana e, compatibilmente agli impegni che la nostra associazione e relativa sede richiedono, le seguiamo sempre molto volentieri e quando possibile cerchiamo di partecipare. Ovviamente abbiamo un parere positivo in merito perché tutto ciò che riguarda la promozione e la divulgazione del gdt, ma anche una maggior connessione fra affiliate, non può che essere benaccetta.

 

Trovate che il sito online sia ancora il centro della Tana? Oppure che il suo utilizzo sia per lo più dedicato ai giocatori esperti? Quale risorsa utilizzate di più e trovate più utile: forum, articoli, download, recensioni? Come vi piacerebbe migliorarlo e cambiarlo, soprattutto come rapporto con le Affiliate stesse?
 

Il sito della Tana secondo noi è sicuramente centrale e dedicato a tutti i tipi di giocatori. Noi personalmente utilizziamo molto il sito per cercare recensioni, articoli, download e quant’altro. Sarebbe meraviglioso se si riuscisse a diventare il BGG italiano in tutto e per tutto :)
 

Quale dovrebbe essere secondo voi il collante della Tana? Intesa nella sua interezza: sito, Affiliate, utenti.


E’ ovvio che chiunque si avvicini alla Tana debba avere come obiettivo principale la divulgazione dei gdt, indipendentemente dalla tipologia e dalla complessità di questi ultimi. Per come vediamo noi la Tana e, dunque, il suo modo di “lavorare”, questa dev’essere un luogo aperto e accogliente per tutti, dove, soprattutto i neofiti, si sentano immediatamente a casa e a proprio agio nel rapportarsi con utenti più esperti del mondo gdt. Dunque pensiamo sia necessaria l’inclusione di tutti, senza nessuna esclusione o pregiudizio.

 

Commenti

Bravi ragazzi, avanti così! 👍

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare