[GENCON] Primo giorno - parte 1

Manifestazioni

Il buon Rick Thornquist ha postato su Gamewire una serie di report giornalieri dalla Gencon di Indianapolis. Comincio a postarvi le traduzioni condite con alcune foto.


Per vedere gli articoli originali con tutte le foto, andate qui.

Il buon Rick Thornquist ha postato su Gamewire una serie di report giornalieri dalla Gencon di Indianapolis. Comincio a postarvi le traduzioni condite con alcune foto.


Per vedere gli articoli originali con tutte le foto, andate qui.

Di Rick Thornquist<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />


18 agosto 2005


 


E’ il primo giorno ufficiale di Gencon! Adesso è circa mezzogiorno e mi sto prendendo un attimo di tempo per postare una parte di resoconto e una pila di foto che ho scattato questa mattina.


 


Stamane mi sono svegliato prestissimo: hey, sono ancora sul fuso della west coast!


Ho colto l’occasione per lavorare un po’ e postare un piccolo report della giornata di ieri (il report di viaggio non c’interessa, quindi non lo traduco :-P ndT). Dopo una robusta colazione ero già fuori, diretto al Convention Center. 


 


 


 


All’ingresso del palazzo, nonostante l’ora (erano circa le 8) c’erano giù un sacco di persone pronte a giocare. Fuori da una delle sale per i GdR si ammassava un grosso gruppo di persone, pronto a dar battaglia. Avanzando ancora un po’ sono arrivato alla registration area. Ricordate quelle lunghe code che eravate soliti fare per i film di Star Wars? Non erano nulla! La coda per la registrazione sembrava senza fine e si snodava oltre gli angoli e nelle sale. Tutto ciò che posso dire è: grazie a Dio ho il pass per la stampa!


 


 


Mi sono diretto alle sale per i boardgame e le ho trovate già popolate. Ho visto giocare un sacco di partite - molte introduttive – a Axis & Allies, The Starfarers of Catan, Memoir '44, Bang!, Talisman, Cluzzle, Warcraft - The Board Game, Dos Rios e tanti altri. C’era una lunga linea di giocatori di Puerto Rico su un serpentone di tavoli, forse un torneo. Ho visto anche, in mezzo a questa preponderanza di german games, un solitario gruppo che giocava a Monopoly. Buffo.


 


 


Dopo l’area boardgame sono andato a cercare la Exibit Hall. Ho potuto sbirciarla in anticipo, prima che venisse aperta alle orde là fuori. Ho avuto tempo di scattare qualche foto agli stand di alcune delle società più familiari a noi giocatori, prima che la sala venisse aperta. Il più sorprendente è stato lo scenario per Axis & Allies – Miniatures: i Wizards proponevano una grossa costruzione con tanto di carri armati e jeep a grandezza naturale. Un vero spettacolo!


 


 


Mentre le porte della Exibit Hall venivano aperte, ho avuto modo di afferrare delle copie di Descent: Journeys in the Dark e Beowulf - The Legend della Fantasy Flight. Tuttavia risulta che non sia stato il primo a comprare una copia di Descent: mi è stato detto che qualcuno mi aveva battuto! D’oh! Dovrò convivere col fatto di essere arrivato secondo.


Sono anche riuscito ad avere la miniatura di Smeagol, sempre dalla Fantasy Flight.


Proprio ora è seduta qui sul tavolo e mi sta guardando.


Non ne sembra felice.


 


Le porte della Exibit Hall sono quindi state aperte e le folle hanno cominciato a riversarsi dentro. Ho notato il designer Kevin Wilson allo stand della Fantasy Flight intento a preparare il suo prototipo di Fury of Dracula. Non ho potuto resistere alla tentazione di provare questa nuova versione del gioco, così l’ho implorato di insegnarmi il gioco. Ha ceduto, quindi mi sono seduto a giocare.


 


A questo punto vi lascio col fiato sospeso: voglio postare questo report e tornare ai giochi. Vi racconterò di Fury of Dracula e altro ancora nella prossima puntata.


Restate sintonizzati!


Qui di fianco il prototipo di World of Warcraft - The Boardgame