The Goblin Show: #7 - Francesco Berardi di Clementoni

The Goblin Show: Francesco Berardi

L'autore del quale tutti avete giocato qualcosa ma che in pochi conoscete per nome...

Approfondimenti
Autori

Clementoni e i giochi della grande distribuzione, i giochi da supermercato, chi e cosa c'è dietro: ne parliano con una delle menti nascoste dietro al marchio: Francesco Berardi. 
Capiamo come nasce un gioco che poi raggiunge gli scaffali, che meccaniche usa, se c'è nascosto qualche "trucco" preso da giochi più famosi.
Il rapporto col pubblico non specializzato e con in gamers più accaniti.

Commenti

Veramente una bella puntata, peccato che me la sono persa online per altri impegni ( Nobili, ero a fare il dimostratore per la Citta del Sole ad un evento ;-)) e l'ho recuperata stamani.  Francesco mi ha colpito per la semplicità ed umiltà nel fare un lavoro impegnativo ma che non gli dà visibilità, ma ci stà che gli diano un sacco di Soldi ;-) !!!

Molto interattiva e coinvolgente anche la parte con il Quiz e le meccaniche ...so che non posso provarlo ma Puerto Rico l'avevo  beccato prima di Agzaroth !

Secondo me riprendere le meccaniche dei giochi più complessi o da esperti e riadattarli ai giochi della grande distibuzione aiuta senz'altro la formazione nei più piccoli e nelle famiglie di un pensiero ludico più maturo che in futuro porterà oltre l'allegro chirurgo e ottomaiolotto... i miei figli anche da piccoli dopo 2-3 partite li misero via non trovandoci molto divertimento...

Ho acquistato e giocato più volte all'Avventura o Sblocca la Porta , due belle esperienze x tutta la famiglia e riadattato per giocare con 20 bimbi la "Caccia al Tesoro"  facendone un successone.

"L'uomo non smette di giocare quando invecchia , ma invecchia quando smette di giocare"

Tanto di cappello a Berardi per i ritmi creativi che deve mantenere e per il target di clienti che deve soddisfare. È decisamente un altro mondo rispetto "al nostro solito". 

Cristiano

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare