History of the Roman Empire meccaniche di gioco e foto MODCON 2004

Giochi

Ciao,


per prima cosa voglio ringraziare tutti per il supporto e in particolare chi ha già effettuato la prenotazione del gioco "History of the Roman Empire", ad oggi ha raggiunto i 325 ordini e quanto prima ci sarà l'aggiornamento spero al meglio possibile...

Ciao,


per prima cosa voglio ringraziare tutti per il supporto e in particolare chi ha già effettuato la prenotazione del gioco "History of the Roman Empire", ad oggi ha raggiunto i 325 ordini e quanto prima ci sarà l'aggiornamento spero al meglio possibile...

Colgo l'occasione per inviarvi una spiegazione delle meccaniche del regolamento , che spero servirà a farvi capire meglio il tipo di gioco.


“History of the Roman Empire” si svolge in sette turni in cui i partecipanti cercheranno di controllare, con le proprie unità sia Romane che Barbare, le nove aree in cui è divisa la mappa. Mappa che riproduce l’intero bacino mediterraneo e parte dell’Asia Minore, ogni area a sua volta è suddivisa in cinque province.


Alla fine di ogni turno della propria Fazione Romana e di ogni Popolazione Barbarica si determinerà quanti punti vittoria i giocatori hanno guadagnato controllando le province e se possibile le intere aree sulla mappa.





Scopo del gioco è riuscire ad accumulare il maggior numero di punti vittoria, alla fine dell’ultimo turno si sommeranno i Punti Vittoria Romani con quelli Barbari determinando così un vincitore.


<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" />


All’inizio della partita ai giocatori verranno distribuite nove Carte Evento e sceglieranno una Fazione Romana tra le quattro possibili, ogni fazione è composta di sette legioni ed ha un suo colore distintivo, questa scelta non è influente ai fini del gioco, mentre determinanti sono la scelta dell’Imperatore e la Popolazione Barbarica che si controlla. A tale scopo ogni giocatore, ad ogni inizio turno, dovrà scegliere, casualmente due segnalini numerici, a tale numeri corrispondono un imperatore (tra i sei disponibili per quella epoca, nel primo turno ad esempio saranno disponibili: Crasso , Pompeo, Cesare, Augusto, Nerone e Caligola) ed una Popolazione Barbarica (tra le cinque possibili : Galli, Germani, Garamanti, Pannoni e Mori), decidendo se “tenerlo” o “passarlo” ad un altro giocatore, questa scelta si ripeterà sino a che tutti i giocatori non avranno un Imperatore ed una Popolazione Barbarica. Ad alcuni Imperatori potrà corrispondere un bonus di tipo militare od economico, mentre altri non daranno benefici al proprietario. L’ordine di gioco per il turno sarà così determinato, perché ogni Imperatore e Popolazione Barbarica è correlato ad una tabella di apparizione cronologica.


Nel primo turno i giocatori dovranno scegliere dove stabilire la propria “capitale” per la loro Fazione Romana tra le quattro disponibili in mappa (Italia, Aquitania, Macedonia e Siria).


L’arrivo in mappa dei Romani e dei Barbari sarà alternato, il primo degli Imperatori, la prima Popolazione Barbarica, il secondo Imperatore la seconda Popolazione… e così via. Potrà capitare che un Imperatore o una Popolazione Barbarica rimangano esclusi dalla scelta iniziale ( ci sono sei possibili Imperatori e cinque possibili Barbari ogni turno ma solamente quattro giocatori !) in quel caso, si seguirà l’ordine di arrivo in gioco passando a quello successivo.





I giocatori al proprio turno dovranno piazzare in mappa le proprie unità, iniziando dalla propria area di partenza ed espandendosi nelle province adiacenti (un massimo di tre unità possono occupare una singola provincia), se la provincia in cui ci si vuole espandere è occupata da unità diverse dalle proprie bisognerà risolvere il conflitto, a tale scopo l’attaccante tirerà due dadi ed il difensore uno, vincerà chi otterrà il risultato più alto confrontando il migliore risultato di ogni singolo dado, lo sconfitto perderà un’unità, la battaglia proseguirà a scelta dell’attaccante sino all’eliminazione totale delle forze avversarie o ad esaurimento delle proprie, in caso di vittoria l’attaccante potrà occupare la provincia interessata ed espandersi ulteriormente. Ovviamente ai fini della “battaglia” molti fattori potranno modificare il risultato finale e il numero di dadi tirati, quali i benefici del terreno, fortini, bonus relativi agli Imperatori e l’utilizzo delle carte Evento.


Importante, le unità posizionate in un’area non potranno più essere utilizzate in quel turno.


Le unità “perse” dalle Fazioni Romane durante le battaglie, potranno essere “recuperate” all’inizio del turno Fazione successivo, spendendo Punti Vittoria Romani, inoltre i giocatori potranno sempre utilizzare tutte le proprie “legioni”in gioco per nuove campagne militari.


Diversamente le unità Barbariche, laddove la popolazione a cui appartengono ritorni in gioco nei turni successivi, non hanno bisogno di essere acquistate con spesa di punti vittoria ma rinascono gratuitamente nelle proprie aree di partenza pronte a nuove invasioni.


Ogni turno i giocatori dovranno fare delle scelte e prendere decisioni sulla strategia migliore da adottare, cercando di conquistare e mantenere il controllo sulle aree. Durante l’arco dei sette turni di gioco, i valori delle aree cambieranno, aree inizialmente di scarso valore come la Gallia o L’Africa ne acquisteranno, e verso la fine del gioco sarà determinante difendere o conquistare quelle più redditizie in termini di Punti Vittoria. Inoltre per incentivare i giocatori a “mantenere” in gioco le proprie Fazioni Romane e difendere l’Impero, nell’ultimo turno verrà dato un bonus per ogni territorio Romano controllato.


Altri Punti Vittoria saranno acquisiti dai giocatori durante il gioco per il controllo delle Città, dei Reami e per i “tesori” in essi contenuti.



Durante la partita i giocatori potranno utilizzare le Carte Evento in loro possesso, tali carte di varie tipologie (Reami, Popolazioni Minori, Bonus Militari, Epidemie, Catastrofi ecc.) dovranno essere giocate solamente in determinati turni e situazioni, ma il loro buon uso potrà essere determinante ai fini della vittoria finale.


A questo si aggiunga la possibilità per i Romani di fondare Città, costruire Forti e spostarsi via mare e molto altro…



In conclusione “History of the Roman Empire” offre una molteplicità di situazioni, diverse di partita in partita, in cui i giocatori si troveranno pienamente coinvolti nel tentativo di ottenere i migliori benefici ai fini della vittoria, dovendo scegliere di volta in volta se far prevalere L’Impero o le Orde Barbariche.



Io e mio figlio Silvio !



Grazie per l'attenzione


Broglia Marco



Per eventuali informazioni o domende non esitate a contattarmi


mauri-marco@libero.it


Per eventuali prenotazioni contattate direttamente il sito www.ugg.de alla pagina P500 HOTRE game.