Magic: the Gathering, articolo su Fantasy Magazine

Giochi

Su Fantasy Magazine è apparso questo articolo dedicato a Magic e alle sue più recenti espansioni.
Da: Fantasy Magazine

Su Fantasy Magazine è apparso questo articolo dedicato a Magic e alle sue più recenti espansioni.
Da: Fantasy Magazine

La nascita di Magic: the Gathering risale a una dozzina di anni fa. Richard Garfield, professore di matematica con la passione per i giochi d’intelligenza, decide di inventarne uno tutto suo, perché in commercio non trova niente che riesca a interessarlo a lungo.
Nasce così Magic, un gioco di carte dove i contendenti rappresentano due maghi capaci di evocare potenti creature, fare incantesimi e attingere la propria energia magica, il mana, da cinque tipi di terre base. Il tutto in puro stile fantasy.
A ogni terra corrisponde un colore: paludi per il nero, montagne per il rosso, pianure per il bianco, foreste per il verde, isole per il blu.
Ogni colore ha le proprie creature e incantesimi, ed esprime caratteristiche precise; per esempio là dove il nero è il colore del decadimento e dei non-morti, il verde è il colore della rinascita, degli elfi e delle forze della natura.
Magic fu da subito un successo sorprendente e, di fatto, ha aperto un nuovo mercato, che negli anni ha accolto altri giochi di carte collezionabili di successo come Yu-Gi-Ho! o Hecatomb.
Ma Magic è ancora oggi quello che gode il maggior numero di appassionati; basta farsi un giro nelle aule universitarie durante le pause pranzo, o nelle fumetterie specializzate il sabato pomeriggio, per rendersi conto di quanto questo gioco sia diffuso.
Naturalmente vengono organizzati tornei di vario tipo, e negli anni molte carte sono state dichiarate inutilizzabili o sono state limitate a un certo tipo di competizione.
I tornei ufficiali hanno carattere regionale, nazionale e internazionale. Il vincitore del campionato mondiale del 2005, un giapponese, si è portato a casa un premio di decine di migliaia di dollari.
Inutile dire che i prezzi delle carte più rare (e spesso più forti), per i collezionisti, arrivano a cifre da capogiro. Magic è pubblicato da Wizards of the Coast, in molte lingue diverse.
Ogni anno escono nuovi set e nuove espansioni, con ambientazioni e personaggi ben definiti. A parte qualche eccezione, tutte le carte sono da sempre disponibili anche in italiano.
Quest'inverno è stata la volta di Ravnica: Città delle gilde.
Ravnica è un’immensa megalopoli che copre tutto il pianeta, dove da millenni tutto è controllato dalle potenti gilde.
Le carte del blocco di Ravnica premiano i mazzi a due colori. A ogni gilda corrisponde una coppia di colori.
Ci sono i Boros (rosso/bianco), i difensori della giustizia comandati da Razia, l’arcangelo di fuoco.
Il Conclave Selesnya (verde/bianco) venera la vita in ogni sua forma dall’alto di Vitu-Ghazi, l’albero più antico del mondo. La Casata Dimir (blu/nero) tesse trame e misteri sotto la guida del vampiro Szadek. L’Orda Colgari (nero/verde) attacca dal sottosuolo con le sue abominazioni vegetali.
Una prima espansione di Ravnica è già in commercio, anche in Italia. Si tratta di Patto delle Gilde, dove vengono introdotte tre nuove gilde, corrispondenti ad altrettante combinazioni di colori.
Abbiamo i brutali Gruul (rosso/verde), che danno sfogo alla loro sete di distruzione sotto la guida del ciclope Borborygmos. Gli Izzet (blu/rosso) sono i sapienti di Ravnica, gli unici a conoscere il segreto della metamagia. Gli Orzhov (nero/bianco) sono i più ricchi; la loro gilda è guidata dagli opulenti patriarchi, cui nemmeno la morte ha impedito di continuare ad accumulare ricchezze.
L’uscita del terzo e ultimo gruppo di carte del blocco di Ravnica è previsto per il 5 maggio, con una preview il 22 aprile. Si chiamerà Discordia.
Farà la sua comparsa il Senato Azorius (bianco/blu), fautore delle leggi di Ravnica sotto la guida del Grande Arbitro Augustin. Il culto di Radkos (nero/rosso) è un gruppo di demoni del fuoco e assassini seguaci del diavolo Rakdos. Il Simic Combine (verde/blu) ha il compito di creare nuove specie viventi, per sopravvivere nel complesso ecosistema dell’immensa città.
E intanto sono in cantiere nuovi set. Il primo partirà il 23 settembre e si chiamerà Time Spiral.