Un'occhiata approfondita a Memoir'44 - Pacific Theater

Giochi

Diamo un'occhiata scrupolosa al contenuto della nuova espansione per Memoir partendo dalle regole rilasciate sul sito ufficiale della Days of Wonder.

Diamo un'occhiata scrupolosa al contenuto della nuova espansione per Memoir partendo dalle regole rilasciate sul sito ufficiale della Days of Wonder.

Cominciamo col dire che questa espansione  è sicuramente meglio delle precedenti 3, anche se non di molto, ahime.
Come le precedenti è soprattutto un’espansione estetica perché gran parte dei pezzi e delle nuove regole sono poco utilizzate nei 7 scenari (storici) proposti in fondo al libretto delle regole che sono quelli che un qualsiasi giocatore, se non ha voglia di sbattersi, utilizza per le sue partite.
L’espansione dona le miniature jap nei soliti 3 standard (fanti, carri e artiglieria) e degli esagoni terreno che comprendono fra l’altro campi di riso (equivalenti alle paludi della Terrain Expansion), navi da battaglia e portaerei e, soprattutto, grotte.


Dico soprattutto perché un buon numero degli scenari proposti mette la difesa all’interno di complessi di grotte come perno dell’azione.
Nello specifico le grotte sono terreni impassabili da carri e artiglierie dove le fanterie GIAPPONESI si difendono meglio che in un bunker (-2 ai dadi tirati da fanti e carri avversari) e attraverso cui si spostano con facilità (sparando al termine del movimento) provenendo da un esagono simile.
Gli americani li possono contrastare solo facendo una apposita azione per rendere impraticabile una grotta LIBERA da unità avversarie.


Alta piacevole novità strategica dell’espansione sono le particolari abilità che vengono assegnate a tutte le fanterie giapponesi e controbilanciate ad abilità proprie delle unità della marina americana.
Le fanterie giapponesi diventano delle macchine da combattimento ravvicinato: possono muovere di 2 esagoni E attaccare in corpo a corpo (solo esagono adiacente) - Banzaiiii! Per di più se non hanno ancora perso miniature lo fanno tirando un dado in più. Per finire ignorano la prima ritirata che gli tocca fare.
La marina invece ha dalla sua la possibilità di muovere sempre un’unità in più di quelle indicate sulla carta giocata.


Poco pepe alle battaglie portano invece i carri lanciafiamme che pure torneranno utili per schiodare le fanterie jap dalle loro postazioni difensive.
Una piccola ma gradita novità sta nella possibilità, in alcuni scenari, di ritirare le proprie unità di fanti all’interno di una tenda ospedale per essere guariti come con la preziosa carta Medics & Meccanics.
Una vera bufala invece la proposta del fuoco d’appoggio dalle navi da battaglia all’ancora (delle specie di superartiglierie) perché supportate dal solo scenario Overlord che (in teoria) per essere giocato richiede (oltre alle due scatole base di Memoir’44), ben 2 scatole di Pacific Theatre (per le miniature jap) e il Terrain Pack.
Bufala ancora peggiore la portaerei è nella confezione ma non viene addirittura supportata da NESSUNA REGOLA. Viene solo detto che vi verrà detto come utilizzarla in una prossima espansione. Ridicolo. Avete impiegato parte del manuale a spiegarmi come utilizzare dei pezzi non supportati da scenari, tanto vale che mi spiegate subito anche questo.
Altro pezzo di cui non saprete che farvene finché non trovate altri scenari sono i moli, accessibili solo dagli esagoni di spiaggia.
In questa confezione sono anche presenti dei pezzi come il cannone a lungo raggio e i campi minati già presentati nelle espansioni precedenti ma che potrebbero fare comodo a chi ( come me con il Terrain Pack) non le ha comprate.


La parte più interessante del regolamento è, secondo me, quella che accenna alla prossima uscita di un misterioso M44 Official Carryng Case che, dal nome, potrebbe essere la da me tanto auspicata espansione di sola proposizione di nuovi e più profondi scenari che potrei catapultarmi ad acquistare.


A voi il giudizio... vi aspetto sui forum per parlarne insieme.