Recensione: il Congegno Traslante

Giocatori

Ebbene sì, ho letto tutto "il Congegno Traslante" di Paolo Vallerga!
E' bastato un viaggio in treno da Roma a Modena per leggere le prime 208 pagine ed poco dopo ho raggiunto la fine del volume.
La storia e' molto (troppo?) semplice ma adatta ad un libro per ragazzi come questo.
I personaggi sono caratterizzati e sembrano uscire da una avventura di gioco di ruolo.
Tutta l'ambientazione e' caricaturale ed autoironica e non esistono le mezze misure.
All'inizio sono rimasto sconcertato dal linguaggio e dalla facile ironia dei personaggi, poi la storia mi ha preso ed ho finito il libro velocemente.

Posso fare i miei complimenti (e li ho fatti!!!) all'autore e credo che leggero' con piacere il volume che seguira'.

"il Congegno Traslante" non e' una opera indimenticabile della letteratura italiana fantasy, ma e' senza dubbio una buon libro che vi puo' accompagnare in spiaggia sotto l'ombrellone o in quei minuti in cui non volete cimentarvi in una lettura impegnativa.

Ebbene sì, ho letto tutto "il Congegno Traslante" di Paolo Vallerga!
E' bastato un viaggio in treno da Roma a Modena per leggere le prime 208 pagine ed poco dopo ho raggiunto la fine del volume.
La storia e' molto (troppo?) semplice ma adatta ad un libro per ragazzi come questo.
I personaggi sono caratterizzati e sembrano uscire da una avventura di gioco di ruolo.
Tutta l'ambientazione e' caricaturale ed autoironica e non esistono le mezze misure.
All'inizio sono rimasto sconcertato dal linguaggio e dalla facile ironia dei personaggi, poi la storia mi ha preso ed ho finito il libro velocemente.

Posso fare i miei complimenti (e li ho fatti!!!) all'autore e credo che leggero' con piacere il volume che seguira'.

"il Congegno Traslante" non e' una opera indimenticabile della letteratura italiana fantasy, ma e' senza dubbio una buon libro che vi puo' accompagnare in spiaggia sotto l'ombrellone o in quei minuti in cui non volete cimentarvi in una lettura impegnativa.