Axis & Allies Anniversary Edition

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 8 su 10 - Basato su 49 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2008 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 360 minuti
Categorie gioco:
WargameWorld War II
Sotto-categorie:
Wargames

Recensioni su Axis & Allies Anniversary Edition Indice ↑

Articoli che parlano di Axis & Allies Anniversary Edition Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Axis & Allies Anniversary Edition Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Axis & Allies Anniversary Edition Indice ↑

Video riguardanti Axis & Allies Anniversary Edition Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Axis & Allies Anniversary Edition: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
3973
Voti su BGG:
2462
Posizione in classifica BGG:
816
Media voti su BGG:
7,42
Media bayesiana voti su BGG:
6,61

Voti e commenti per Axis & Allies Anniversary Edition

8

Voto basato su 2 partite completamente differenti: nella prima regole classiche e tenevo gli Alleati, nella seconda set up 1941, regola opzionale Obiettivi nazionali e gestivo l'Asse.
Quest'edizione mi è piaciuta molto: la Cina piazza rinforzi (anche se non più di 1 o 2 fanterie a turno), e la sua estensione rallenta considerevolmente la marcia del Giappone verso Mosca. I due set up differenti (1941 e 1942) e le regole opzionali (Obiettivi nazionali, Sviluppo tecnologico, chiusura degli Stretti turchi) aumentano considerevolmente la longevità. L'Italia è abbastanza debole, soprattutto se si gioca senza gli Obiettivi nazionali, ma la sua flotta è una permanente spina nel fianco (anche per la considerevole potenza di fuoco negli sbarchi anfibi) ed evita il vantaggiosissimo doppio turno per gli Alleati delle edizioni classiche. Certo, il colore si poteva scegliere meglio, gli italiani si confondono coi russi...

La mia impressione è che gli Obiettivi nazionali ampliano considerevolmente le opzioni strategiche, riducono l'alea (senza, perdere unità di valore pari o superiore a un caccia è una tragedia, con, puoi recuperare anche un combattimento molto sfortunato), e valorizzano territori -come Gibilterra- che di solito non si fila nessuno.Nel set up 1942 mi sembra che l'Asse abbia comunque un leggero vantaggio, laddove quello del 1941 rende praticamente obbligatorio utilizzare gli Obiettivi nazionali, o la sua partita è in salita: nei primi turni deve attaccare a tutto spiano, mentre i suoi avversari hanno rendite mostruose e non sono nemmeno debolissimi sul campo (un esempio chiaro è l'Egitto: nel 1942, volendo, è conquistabile, nel 1941 l'impresa è molto più ardua. Oppure l'India: costruirci una fabbrica nel 1942 è praticamente un suicidio, mentre nel 1941 la si può tenere, magari con l'aiuto dei russi).
Non mi sembra fondamentale che sia Ottawa oppure Il Cairo una città vittoria, la partita si decide come sempre sul fronte russo. Se Mosca cade prima della Germania, l'Asse ha vinto ed è inutile proseguire (a meno che, nel corso dello stesso round, sia liberata oppure gli inglesi o gli americani conquistino la Germania).

9

 La Versione Anniversary è praticamente perfetta. Le uniche 3 pecche che trovo è il colore delle miniature italiane (le avrei fatte blu), avrei aggiunto Il Cairo alle città vittoria al posto di Ottawa e il raggio di azione dello sviluppo missili lo avrei portato a 4 . Per il resto un giocone che merita di essere provato (tempo a disposizione permettendo).

 

10

voto 9
il migliore della serie AA , insieme , forse, al revised. Vi sono due scenari differenti, e questo, unitamente alle varie opzioni (con bonus o senza, con teconolgie o senza ) consentono di avere una certa variabilità di gioco.
Presenta i pregi (molti) e difetti (pochi) della serie AA, vale a dire:
1) Regolamento chiarissimo , come sempre
2) il gioco è molto lungo , e tra giocatori equlibrati le partite durano tranquillamente oltre le 10 ore (ma anche mooolto di piu.. ma questo non è un difetto :-)
3) non vi sono chance per i poco esperti se affrontano dei "veterani"
4) dopo molte partite inevitabilmente emergono strategie vincenti, e questo nel tempo ne diminuisce la giocabilità
5) il gioco è leggermente sbilanciato a favore dell'Asse -

per gli amanti della strategia pura è un must.

7

Nessun commento - [Autore del commento: giupmat]

9

bello bello, non c'è che dire .... solo però che non capisco perché poi si perdano in un bicchiere d'acqua usando praticamente lo stesso colore per due eserciti diversi ...

7

Nessun commento

BELLAPèTE

10

Nessun commento

8

Nessun commento

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare