Rank
276

DungeonQuest

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,05 su 10 - Basato su 93 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 1985 • Num. giocatori: 1-4 • Durata: 60 minuti
Sotto-categorie:
Thematic Games

Recensioni su DungeonQuest Indice ↑

Articoli che parlano di DungeonQuest Indice ↑

  • scaffale di giochi
    Ho giocato a...
    | 3 commenti
    Pochi sono quei Goblin ad avere una possibilità come questa. Una moglie devota che porta la prole dalla suocera per il weekend lasciando casa libera al marito per trasformarsi in un ludo-mannaro e giocare per 48 ore non stop con gli amici...
    Autore:
    phalanx

Eventi riguardanti DungeonQuest Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download DungeonQuest: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare DungeonQuest Indice ↑

Video riguardanti DungeonQuest Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

DungeonQuest: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
3235
Voti su BGG:
2308
Posizione in classifica BGG:
1155
Media voti su BGG:
6,70
Media bayesiana voti su BGG:
6,31

Voti e commenti per DungeonQuest

8

Che dire, un grande classico, e a me piacciono i classici. Un gioco di sapore un po' retrò, eppure di grande impatto realizzativo e in fin dei conti divertente, che lo si giochi con o senza le espansioni (anche se senza risulta un po' ripetitivo). Di sicuro, la fortuna conta molto e il regolamento risente un po' delle prime produzioni GW non proprio perfette, però lo considero fra i mattoni alla base della collezione.

The (real) Goblin King You don't stop playing games because you grew older... you grow older because you stopped playing games!

7

Gioco eccezionale ai suoi tempi: ottima grafica, ambientazione, atmosfera e componenti, tipico dei vecchi giochi GW, ma anche breve durata e semplicità, cosa non comune fra tali giochi. Oggi appare datato, in quanto decisamente carente sul lato strategia&tattica, resta comunque un classico. Sconsiglio le espansioni, soprattutto Catacombs, che non fa altro che aggiungere caos e fortuna a un gioco che ne ha già fin troppi.

7

Màiti-blò, Lipp-ésaid!
Chi non ha assaporato almeno una volta i combattimenti stile "morra cinese" di questo grande e godibilissimo classico?

Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)

9

Bellissimo da vedere, divertentissimo da giocare, anche per i più piccoli, ed incredibilmente il gioco più apprezzato dal sesso femminile non giocante. La struttura "multi-solitario" all'inizio sembra un po' limitante, poi mano a mano che il sole si avvicina al tramonto si seguono altrettanto volentieri sia le proprie imprese che quelle dei propri avversari. Un capolavoro invecchiato benissimo.

5

Bello da vedere, meno da giocare. E' troppo facile morire e a me non piacciono i giochi ad eliminazione.

The Eagle Goblin

7

Semplice, bello esteticamente, buona giocabilità. Se si saltano a piè pari i combattimenti ancora meglio, chi li ha pensati o ideati penso sia stato licenziato. Ottima la variante che un giocatore non può rientrare da dove è partito, o è obbligato ad entrare nella sala del drago. Concordo che è apprezzato da chi non gioca molto e dalle ragazze.
Fortuna presente nella pesca delle tessere.

7

Vecchio ma con il suo fascino. Uno dei primi giochi della GW ed uno di quelli che ti calava in un'atmosfera tutta sua. E' veramente difficile riuscire ad arrivare alla stanza del drago ma l'esplorazione del castello è sicuramente intrigante. Meccaniche semplici (carte, dadi, piazzamento tessere) e tante opzioni. Le due espansioni, Catacombs e Heroes aggiungevano ulteriore varietà.
Ormai è introvabile ma esistono vari "cloni"...

Longevità=1 (ogni tanto non guasta... è tradizione iniziare la ModCon con una partita a DQ)
Regolamento=0 (con i personaggi nuovi tutto diventa estremamente più complicato...)
Divertimento=2 (esplorazione e immediatezza)
Materiali=2 (tutto di ottima fattura)
Originalità=2 (se consideriamo l'anno di uscita)
-------
TOT. 7

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

8

Un gioco questo che non venderò mai! Mi infonde un'immensa nostalgia d'altri tempi, ed ancora oggi ci gioco spesso. Voto 10 per la nostalgia e l'attrazione per i boardgame come questi. Voto finale 8 come giudizio raffrontato all'intero mondo ludico.

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

10

Dieci assoluto. Un po' perché mi ha iniziato all'arte dei boardgames un poì perché ancora oggi è innovativo, vario e divertente. Scegli il guerriero, giri la stanza, è il pozzo, muori. Fantastico!!!! D'altronde uno che entra in un castello sconosciuto deve per forza uscirne vivo? Siamo mica Indiana Jones? Il dado la fa da padrone... bene, mi piacciono i giochi coi dadi. E poi dopo anni e anni di DQ abbiamo creato una serie di personaggi sterminata (Se a qualcuno interessano posso mandarglieli) e quindi è sempre divertente. Per me è un gran , gran bel gioco.
Colonna sonora: Carmina Burana di Orff. Birra: Kilkenny doppio malto da mandar giù d'un fiato dopo aver derubato il drago.

Biggossa Lo Terrore s'accompagna allo passo ciondolante d'esto strano trapassato che non vuol esser menato.

7

Stupido e divertentissimo! Si può morire (quindi perdere) a un passo (casella) dal tesoro (vittoria)!
Gioco credo, ahimé, ormai introvabile.

7

Un bel classico ma troppo dettato dal caso (pure la pesca dei tesori) e il combattimento non è proprio dei più ingegnosi. Divertente e va preso per la sua semplicità.
Ad ogni modo è un titolo che conservo gelosamente e ogni tanto mi riguardo solo per il gusto di vedere come erano affascinanti i disegni, hanno un nn so che di mistico...

6

Gioco decisamente atipico per la GW (e questo, dal mio punto di vista, e' un pregio), divertente, molto rapido e adatto anche a giocatori occasionali. Ma nonostante questo, a mio avviso, non e' esente da molti difetti:
1- in primis la moltitudine di carte, cartine e cartonette da pescare per ogni cosa crea molta confusione e molta difficolta' nel disporle e controllarle;
2- il sistema di combattimento e' pessimo e rappresenta l'unico grave collo di bottiglia del gioco.

Questi difetti, che trovo molto fastidiosi, incidono pesantemente sulla mia votazione.

6

Dungeonquest è un gioco dalle potenzialità vastissime organizzato a mio parere un po' male.
Dipendendo già totalmente dal caso le stanze (fattore già che può comportare la morte istantanea, o l'intrappolamento definitivo, magari trovando il vicolo cieco dietro un passaggio segreto...), si poteva architettare un sistema di combattimento meno incerto, o per lo meno concedere qualche scappatoia.
E se il tempo per concludere il percorso fosse leggermente più abbondante (tipo 30 turni), sarebbe un po' più frequente il raro evento di uscita vittoriosa (rarità che a volte scoraggia).
Bello però per la brevità delle partite e l'ampia rigiocabilità. Ottimo materiale.
Potrebbe essere preso in considerazione da narratori svogliati di gdr fantasy, per improvvisare dei dungeon molto carini, naturalmente sorvolando sulle regole di DQ ;)

Corvaccio

8

Bello, specialmente per il suo periodo storico. Grande grafica, prende in pieno il mio gusto fantasy. Chiaro, non e' il tipo di gioco che consiglio a un Gamer moderno che predilige Puerto Rico, sono due generi diversi, e sapete quanto bene voglio ad Andreas dopo Essen 2005:) Ma per il bene della varieta' non tutti i giochi sono come PR e questo ha in se molta fortuna e avventura-imprevisto, per molti versi mi ricorda il piu' recente Deamonibus che tra un istante andro' a commentare.

8

Uno dei capolavori dell'invidiata vecchia linea GW, quando ancora le miniature non dettavano legge. E' uno dei giochi che hanno caratterizzato e segnato la mia infanzia ludica. Avvincente, con bei meteriali e bellissima grafica (almeno per l'epoca decisamente al di sopra della media), un gisto mix di fortuna, casualita' e strategia. forse uno tra i piu' bei giochi di esplorazione di caverne raggiungeva con le sue due espansioni (nuovi evventurieri e catacombe) una esperienza di gioco paragonabile a quella del vecchio talisman. Assolutamente da giocare per chi vuole farsi un'idea di che cosa era la GW quando ancora faceva giochi per adulti!

commento basato su una pletora (oltre 20) di partite

6

ho cercato a lungo questo gioco dopo averlo provato multi anni fa. purtroppo rigiocandolo ora ho notato quanto quello che al tempo mi sembrava un capolavoro sia ora un gioco dalle meccaniche povere, ripetitivo e legato al caso.

7

Classico del periodo d'oro GW. Molto legato alla pesca di carte varie, ma divertente.
Giocato: molto
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 1
Divertimento: 2
Originalità: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

7

Un altra pietra emiliana della GDW gran bel giochino anche in solitario ma moooooolto difficile rimanere vivi

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=theclapofonehand&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=hot10&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

8

Nessun commento

7

Un pezzo di storia. Assurdo nel combattimento stile "morra cinese" e spietato con i giocatori: è cosa risaputa che entrare nel dungeon del mago T'Siraman significa suicidarsi. Molte sottilissime carte e mucchi di segnalini colorati, belle miniature e tanta, ma proprio tanta fortuna.

Vivo in un mondo dominato dall'informe, dall'improbabile, dal metafisico, dal surreale!

7

Bello, e classico, ma si deve ricorrere troppo spesso al libretto delle regole per orientarsi fra le varie regole. Forse avrebbe bisogno di un quick reference ben fatto.

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

7

Veloce e divertente se si cerca un gioco leggero stile entra ammazza mostro arraffa tesoro compra lo spadone e spacca la testa la drago!
Se preferite meccaniche riflessive e strategia state alla larga!

7

Nessun commento

7

Questo è il primoed unico gioco che possiedo nella mia collezione....l'ho scoperto grazie a Dominex e me ne sono innamorata....lo trovo molto vivo e variegato....basti solo pensare alla quantità di variabili che ci vengono proposte dal sorteggio delle carte stanze per procedere nel nostro pèrcorso fino alla sala del tesoro dove c'è un drago sopito che potrebbe risvegliarsi con noi dentro a caccia di ricchezze da un momento all'altro.....Non è facile rimanere vivi perchè tanti sono i mostri da affrontare e soprattutto riuscire ad uscire dal labirinto entro la giornata solare....Secondo alcuni calcoli che sono stati fatti c'è solo un 17% di possibilità di uscire dal labirinto....

"Non ti curar di loro, ma guarda e passa"

7

Nessun commento

6

E' un must, anche se inizia a sentire il peso degli anni.

"sono forse io il guardiano di mio fratello?"

6

Carino, peccato ci sia un anello che uccide subito i mostri riducendo i pericoli per un giocatore, mentre gli altri 3 anelli siano meno potenti.

8

uno dei primi giochi che comprai della G.W.con allegata una traduzione strampalata, ma era un gioco diverso da tutti gli altri giochi italiani che avevo, era un nuovo mondo per me. rimane seppur datato un gioco ancora giocabile e divertente

5

Gioco sopravvalutato che gode ancora oggi di una immeritata fama. Ad un meccanismo sempice ma interessante, che e' quello dell'esplorazione progressiva con tasselli nascosti, in una gara contro il tempo, si contrappongono regole farraginose legate alla pesca di decine di carte di tipo diverso, rallentando lo scorrere del gioco e costringendo spesso a ricorrere al manuale. Anche il combattimento e' banale, ma l'errore piu' grande sta nel fatto di poter morire fin dalla prima casella, pescando la tessera sbagliata o fallendo un tiro salvezza. Molto meglio e piu' economico l'ottimo Drakon della Fantasy Flight, che ne riprende i pochi aspetti positivi ricavandone un bel gioco, oppure l'ottimo DungeonTwister. Va anche detto, per correttezza, che probabilmente senza DQ questi giochi oggi non esisterebbero.

7

Nessun commento

Willy

6

Buona l'idea della variabilità del dungeon ma manca di mordente: pochi tipi di avversari, scontri che si basano sulla scelta fra tre attacchi, tempo non sufficiente per arrivare alla stanza centrale, scontro con il drago deludente.

Gioco: qualsiasi attività liberamente scelta a cui si dedichino, singolarmente o in gruppo, bambini o adulti senza altri fini immediati che la ricreazione e lo svago.. (vocabolario online Treccani)

4

Bruttino.

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

7

Nessun commento

5

Nessun commento

Giocare è una cosa seria...

7

Divertente, anche se pieno di tasselli e cartine che incasinano il tutto. E' molto regolato dalla fortuna nel pescare le carte.. Buono !

Il nostro futuro dipende dai nostri figli, curare la loro educazione è curare la società futura. Il gioco fa parte dell' educazione del bambino e lo forma, quindi cambiando il tipo di giochi che creiamo e diamo ai nostri figli pilotiamo la loro crescita i

8

Divertentissimo gioco Fantasy. Ottimi i materiali, ancora oggi competono con molte novità. Ovviamente la fortuna conta il 99%. Strategia quasi 0. Ma combattimenti con i mostri erranti divertenti (tipo pugno/carta/forbice), e una volta nella caverna del drago la tensione è alle stelle!

5

Longevità 1 (non mi viene spesso la voglia di morire in un dungeon ma il gioco può piacere)
Regolamento 1 (ben scritto ed organizzato ma nulla di eccellente)
Divertimento 1 (troppo il ruolo della fortuna)
Materiali 1 (tanti ma non belli)
Originalità 1 (è qui che Dungeonquest dà il meglio, l'idea è bella!)

Dungeonquest è una bella idea, ma la componente fortuna è troppo elevata, persino per gli standard dei giochi in cui ci sono dadi e simili amenità. Le abilità dei personaggi sono relativamente inutili e se becchi tre carte sbagliate di fila muori entro i primi tre turni e ti guardi la partita degli altri. Peccato, l'idea è davvero bella!

7

Ci ho giocato qualche partita con una copia presa a noleggio in un negozio qui a Trieste. Era tanto tempo fa e mi ero divertito parecchio, ma non avevo ancora scoperto il mercato tedesco ...
Oggi non so l'effetto che mi farebbe, ma se lo ristampassero (Fantasy Flight sei in ascolto?), probabilmente lo prenderei.

7

E' stato il mio primo gioco in assoluto acquistato nel negozio del grande Nando (credo nell'89 quando era uscito da poco).
C'ho fatto una quantità industriale di partite, anche perché alcune sono durate veramente poco! E' stato uno dei primi giochi che si differenziava da quelli a cui eravamo abituati a giocare e l'abbiamo consumato
Ho acquistato praticamente quasi subito anche le espansioni.

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

7

Divertente e piacevole. Un vero classico.

"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)

8

Semplice ma divertente e godibile. Alla lunga può essere ripetitivo ma si può introdurre un po' di varietà con le espansioni (anche se non sono eccellenti)

6

Nessun commento

"Flagelliamoci perché non abbiamo ascoltato Zot.
L'oracolo aveva ragione su tutto, dal principio."

LupoSolitario

10

E' il mio gioco preferito.. non posso dire che sia il più bello perchè come spessore non si avvicina neanche un po' a certi capolavori più moderni ma il mio voto è massimo per il divertimento della sfida con la fortuna, che con le espansioni è ancora maggiore. E poi è stato il gioco che mi ha fatto entrare nel mondo ludico..

7

Carino: ai suoi tempi mi divertiva molto, anche se dopo un pò si sentiva l'esigenza di qualcosa di più "corposo"..

6

Simpatico, un po' retrò ma giocabile anche in solitario, il che raprresenta pur sempre una qualità

Il diavolo si nasconde nei particolari

6

Una volta ce l'avevo, venduto causa inutilizzo. un pò troppo meccanico, più per giovani alle prime armi secondo me. ci sono giochi decisamente migliori.
per sentimentali...

Il fattore "K" è...Bandito!

7

Gioco ad alto tasso di mortalità.... ad ogni tessera che pescate rischiate la pelle. Utile dare più vite ai vostri personaggi

8

Ho fatto tante partite a questo gioco: è un ottimo passatempo , semplice e veloce!
Peccato che non sia riuscito a comprarlo personalmente...

8

Molto, molto carino, soprattutto per via della velocità di esecuzione. In pratica è completamente random, ma l'atmosfera è ottima (vecchia scuola!) ed io adoro i giochi con elevato grado di sfida.

Non Cogito, Ergo Digito.

7

nessun commento

7

"Ok, comincio io, piazzo la mia prima tessera qui... ecco vediamo cos'è... POZZO SENZA FONDO. Bene ottimo, tiro sull'agilità. Cilecca. FINE"
Capita anche questo... però è divertente lo stesso. Sette va.

"Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media" (Charles Bukowsky)

6

Un classico fantasy della Games Workshop. Consigliato solo agli amanti del genere (la grafica è abbastanza gradevole). Per me orribile il combattimento in stile morra cinese.

6

Gioco che all'epoca mi catturò per l'originalità e l'ambientazione, nonché per la componentistica molto accattivante. Secondo me manca di longevità, Dungeonquest è ripetitivo fin quasi da subito. Alla quinta partita cominci a preferirgli altri giochi.

Longevità:0,5
Regolamento:1
Divertimento:1,5
Materiali:1,5
Originalità:1,5

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

7

Longevità, 1
Regolamento 2
Divertimento 2
Materiali 2
Originalità 1

gioco datato ma di facile apprendimento e divertente per giocarci qualche volta

8

ottimo per iniziare meglio se con le espansioni

7

Nessun commento

Se credere che il gioco di ruolo rovini la psiche dei giovani potete benissimo pensare che il Monopoli sia alla base dei problemi dell'economica odierna e che il Cluedo sia un generatore di spietati killer, per non parlare del ruolo nefasto del Risiko.

7

Questo gioco l'ho sfruttato tantissimo. Mia figlia e mio nipote lo hanno amato. In effetti è simpatico: E' tutto basato sulla fortuna ma è comunque divertente. Certo non ci sono strategie da adottare o ragionamenti da farci sopra ma solo tessere da pescare per vedere che succede.

8

Un classico, nonostante l'età ancora valido. Difficilissimo vincere e per questo ancora più stimolante.

8

Nessun commento

7

un gioco molto carino perchè presenta un packaging eccezionale in un cofanetto ben fornito di tutto e di più... ma in definitiva una partita dura veramente poco e a lungo andare diventa ripetitivo :) alla fine lo scopo è far soldi e rimanere in vita. trame sostanziali.. non ce ne sono.

6

Nessun commento

8

Bello e veloce in solitario e fino a 4 player

"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"

7

Uno dei primi giochi che mi ha "aperto" questo mondo. divertentissimo se si è con una compagnia priva di persone che vogliono vincere ad ogni costo. ogni partita è differente, riuscire a uscire con qualcosa in mano (si vocifera del 15% di possibilità) è un'impresa. unico neo il sistema di combattimento non tanto per la questione della morra cinese ma per il fatto di dover sempre guardare la tabella (problema ridotto con le nuove schede in Catacombs).
Un gioco innovativo tutt'ora, una grande sorpresa. consigliatissimo!
NOTA: FFG ha annunciato, tramite varie preview, il remake del gioco...dovrebbe uscire dopo l'estate, e sembra molto interessante, da tenere d'occhio!

7

Un classico della storia dei giochi da tavolo. La dea bendata regna sovrana ed il massacro è spesso una garanzia. Coinvolgente,

5

Regole semplici, fortuna preponderante, componenti carini. Se cercate un modo per passare 2 ore con gli amici secondo me ce ne sono di migliori. Se però proprio non vi viene in mente nulla, questo gioco per un paio di volte può distrarvi. Se dovete comprarlo, non fatelo.

7

A me piace sempre, snello, letale e seducente anche per il sesso femminile.

Nullius boni socio iucunda possessio est
Nessuna cosa è bella da possedere se non si hanno amici con cui condividerla

10

A me è piaciuto molto, inoltre, per chi avesse qualche perplessità sulle regole del combattimento, usate quelle opzionali scaricabili anche dal sito della casa produttrice.

7

Nessun commento

9

Nessun commento

8

Nessun commento

"Gli specchi dovrebbero riflettere un momentino prima di riflettere le immagini" J. Cocteau

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare