Knights of the Grail

Gioco di Ruolo (GdR)
Anno: • Num. giocatori: - • Durata: minuti

Recensioni su Knights of the Grail Indice ↑

Articoli che parlano di Knights of the Grail Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Knights of the Grail Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Knights of the Grail: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Knights of the Grail Indice ↑

Video riguardanti Knights of the Grail Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Knights of the Grail: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
175
Voti su BGG:
42
Posizione in classifica BGG:
1195
Media voti su BGG:
7,02
Media bayesiana voti su BGG:
6,37

Voti e commenti per Knights of the Grail

10

Ottimo supplemento per giocare campagne Bretonniane, in puro stile cappa e spada! Ovviamente parlo della versione in inglese.

7

Nessun commento

Impossible is nothing. Anything is possible, with enough determination.

6

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Premetto che sono un appassionato di Martelli da Guerra (wfrp 1st edition) e quindi il background della seconda edizione non mi va del tutto giù per diversi motivi. Cavalieri del Graal, che ho snobbato a lungo, si è invece rivelato una bella sorpresa. La Bretonnia è quella arturiana e cavalleresca inventata di sana pianta a metà anni '90 per la quinta edizione di Warhammer Fantasy Battle, ma nel gioco di ruolo hanno cercato di fargli mantenere anche alcuni passi di continuità con la "vecchia" Bretonnia di Martelli e di Warhammer Fantasy Battle 3th edition. Una Bretonnia oscura, paradossale, dal sapore pre-rivoluzionario caricaturale e con una casta aristocratica corrotta e decadente. Sì, qui troverete anche i cavalieri senza macchia e le armi medievali, ma non manca di strizzare l'occhio alle armi da fuoco e ai mercenari assoldati dalle compagnie di popolani ricchi (la classe mercantile). Insomma, una Bretonnia più realistica del pastone hig-fantasy da ciclo arturiano che ci vorrebbe propinare lo wargame. Il culto della Dama e le damigelle è presente e lasciato intendere come radicatissimo, malgrado nella vecchia edizione non esistesse nemmeno, questo può piacere come no, personalmente l'ho ridimensionato alla stregua della Vecchia Fede dell'Impero. Con alcune limature è un'ambientazione che torna sul piano logico ed estetico. Dopotutto un manuale è un'impronta da ampliare e anche modificare senza paura. Qualche refuso, alcuni errori tipografici, peraltro comuni a tutta la collana, ma niente da segnalare. Si sente un po' la mancanza di un "gazzettino" per ogni ducato, come è stato fatto nell'emulo Sigmar Heirs. Malgrado questo le varie zone geografiche sono presentate in modo chiaro, seppur breve. I trafiletti della politica estera sono irrisori purtroppo, non si parla per niente dei rapporti con l'Estalia, che pur ce ne sarebbe da dire considerando la vicinanza geografica (Carcassone e l'Estalia sono separate soltanto da un fiume che passa tra i Monti Irranici). I png presentati come tipici a volte non sono molto approfonditi, ma gli spunti per le avventure sono davvero carini. Alcuni mostri tipici di Bretonnia sono presentati in finestre extratesto, alcuni sono interessanti, altri a mio parere ridicoli, come gli orchi di ferro... insomma, potevano inventarsi qualcosa di più raffinato e godibile a riguardo. Nuove carriere e regole per giocare personaggi bretoniani, ovviamente, sono presenti. La sezione storica è scarsa, a un evento iconico come l'assedio all'abbazia di Maisontaal sono dedicate quattro righe. Bei disegni, ma alcuni riciclati dal libro degli eserciti di sesta edizione di wfb. In fin dei conti lo ritengo un buon manuale, e considerati che sono partito col pregiudizio non è un brutto risultato.

7

Buona guida alla Bretonnia, ma mi aspettavo qualcosa in più...

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare