Rank
785

Lungarno

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 6,72 su 10 - Basato su 120 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2008 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 45 minuti
Autori:
Michele Mura
Meccaniche:
Tile Placement
Espansioni:
Lungarno: Luminara

Recensioni su LungarnoIndice ↑

Articoli che parlano di LungarnoIndice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti LungarnoIndice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Lungarno: Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare LungarnoIndice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Lungarno in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Lungarno Offro gioco singolo €15.00 Consegna a mano, Spedizione €9.00 Walter 02/01/2017

Video riguardanti LungarnoIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Lungarno: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
600
Voti su BGG:
363
Posizione in classifica BGG:
4154
Media voti su BGG:
6,17
Media bayesiana voti su BGG:
5,67

Voti e commenti per Lungarno

Voto gioco:
8

Gioco semplice da spiegare ma allo stesso tempo abbastanza profondo. La durata ridotta e le meccaniche lo rendono adatto anche ai giocatori occasionali, i giocatori + assidui lo troveranno comunque molto valido.
Peccato solo una discutibile (a mio avviso) scelta cromatica in alcune componenti del gioco, per il resto un prodotto validissimo!

Voto gioco:
8

Commento basato su parecchie (da 5 a 20) partite

Dopo parecchie partite confermo l'impressione più che positiva.
E' un gioco molto strategico, in cui l'alea viene sapientemente imbrigliata (la fortuna si sente un pelo di più in 5 giocatori ma niente di grave) e la tensione rimane alta fino alla fine.
Regole che funzionano, e che non sono nè troppo complesse nè troppo semplici, col risultato di non annoiare i giocatori occasionali ma anche di non deludere i gamers.
Proprio per la sua appartenenza alla fascia "mediana" lo considero un gioco da avere assolutamente in ludoteca; assai meno scontato di altri titoli più blasonati è sicuramente uno dei migliori giochi di posizionamento tessere che abbia mai provato.
Sette e mezzo.

Voto gioco:
8

Niente male davvero: meccaniche buone e lineari...l'unica pecca (piccola he...) si può riscontrare nella grafica un pò piatta...ma tralasciando questo rimane comunque una bella sorpresa!

Voto gioco:
8

Facile da apprendere, rapido da giocare, non-banale, consente sottili strategie. Molto spesso viene avvicinato a Carcassonne ma in realtà i due giochi sono molto differenti, e Lungarno brilla di luce propria. Ottimo da giocare anche in 2.

--
Stef - Stefano Castelli

Voto gioco:
7

Buon rapporto semplicità-profondità.
Si spiega in pochi minuti e si gioca velocemente, mantenendo però la partita e le scelte da fare interessanti.
La grafica delle tessere proprio non riesce a piacermi, anche se risulta funzionale.
Un buon gioco.

Yes, weekend!

Voto gioco:
6

Prodotto senza pecche particolari ma che non brilla. La partita scorre in modo piatto e poco avvincente.
Se fosse uscito 15 anni fa probabilmente avrebbe riscosso maggior successo; oggi e' veramente difficile essere innovativi.

Quando Chuck Norris vince una mano a poker, l'appende grondante sangue al retrovisore del suo pick-up.

Se perdere insegna a vivere, Pier è un maestro di vita.

Voto gioco:
8

Facile da capire e da giocare. Anche chi non mastica molto di giochi da tavolo lo trova interessante.

Voto gioco:
6

Semplice e a suo modo tattico, tuttavia i giochi di piazzamento mi hanno personalmente un po' stancato.

Voto gioco:
6

E' un titolo solido ed interessante, che propone meccaniche non particolarmente innovative, ma ben funzionanti. La grafica/estetica è funzionale al gioco, ma non ne rappresenta certo un punto forte. E' un gioco che può piacere, a seconda dei gusti di chi ci si cimenta (ricorda Carcassonne in quanto gioco a tessere, ma è più 'matematico' del suo predecessore, per cui può non piacere a tutti), ma nel complesso non riesce ad imporsi davvero all'attenzione, uscendo dalla massa dei giochi in commercio.
Plus: gioco ben oliato, facile da imparare, va bene sia per due che per più giocatori
Minus: graficamente poco entusiasmante, non troppo innovativo.

Voto gioco:
7

Gioco di piazzamento sicuramente valido in quanto semplice da apprendere ma da provare ripetutamente per comprendere a fondo le possibili strategie vincenti. Impegna il giusto nella pianificazione strategica ma richiede sopratutto tempismo nella scelta dei tasselli a disposizione.
Non manca una giusta dose di interazione.

//www.pisacon.it/images/Loghi/ProssimaEdizione.png)

Voto gioco:
7

Facile, interessante, gradevole. Finalmente qualcosa da consigliare "oltre Carcassonne".

Voto gioco:
8

A differenza dei commenti di alcuni utenti io sono rimasto veramente affascinato dalla grafica del gioco, a partire dalla scatola, una delle più belle degli ultimi anni, ai tasselli che vanno a costituire la città che, per l'epoca in cui è ambientato il gioco, sono tra i più indovinati che abbia mai visto.
Per il resto condivido i giudizi scritti, è una valida alternativa a Carcassonne, per me migliore, e può essere il punto di partenza per tante espansioni. Forse si gioca meglio in 4 che in 5, ma ciò è di importanza relativa, almeno per me.

sic transit gloria mundi

Voto gioco:
7

Esteticamente non il massimo, ma molto veloce da capire e da giocare!Gioco di posizionamento dove il fattore fortuna non gioca un grande ruolo, che risulta molto divertente!e, grande punto a favore, in due funziona benissimo!

Voto gioco:
8

Lungarno coniuga semplicità e strategia, in un gioco di piazzamento leggero ma non nient'affatto banale, in grado di accontentare il novizio così come il giocatore un po' più scafato. Consigliato (non solo agli amanti dei giochi di piazzamento).

Voto gioco:
8

Nessun commento

//www.pisacon.it/images/Loghi/ProssimaEdizione.png)

Voto gioco:
6

una specie di Carcassonne, ma con le caselle per il piazzamento delle tessere prefissate. non è affatto brutto, ma il difetto sta tutto negli ultimi turni: il piazzamento obbligato nelle ultime caselle rimaste libere è un po' frustrante... forse conviene giocarlo in 2 (e sicuramente va limitato a 3, massimo 4 giocatori: in 5 è praticamente ingiocabile)
altro difetto: non potevano scegliere pedine con colori standard (rosso, azzurro...) invece di bianco-giallo-arancione a tinte tenui che rischiano di confondersi fra loro???

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
5

...mmm

Voto gioco:
8

Inizialmente ricorda carcassone...ma solo inizialmente, è molto più strategico, meno monotono, più movimentato..
Ti prende fin da subito..belle compomenti.. unica eccezione è per le pedine...sarebbero state più carine se di legno..ma vabbè il gioco merita lo stesso!! e poi a settembre è in arrivo l'espansione!!!!

Voto gioco:
9

piacevole da giocare, scala benissimo da 2 a 5. Non è affatto un filler, anzi: ci ho fatto partite agguerritissime e tiratissime!
Consigliato :-)

E' STATO BELLO!
//img51.imageshack.us/img51/8926/gifnc.gif)
Socio Fondatore:
//img10.imageshack.us/img10/6397/logotq.gif)

Voto gioco:
7

Ottimo gioco di piazzamento tessere, a mio avviso superiore al più blasonato Carcassonne.
Nel solo primo giorno io e mia moglie abbiamo fatto tre partite e a parte la prima ovviamente di approcio alle meccaniche la seconda partita si è conclusa con due monete a mio vantaggio e la terza con una sola moneta a vantaggio di mia moglie.
Mi sento quindi di dire che il gioco risulta anche ben bilanciato e il fattore alea opportunamente "mitigato".
Ero indeciso fra 7 e 8, ho optatp per la prima soluzione penalizzandolo un pochino per la grafica, che anche se funzionale, non mi ha particolarmente colpito.
Per la Cronaca per me Carcassonne è un "6".

Voto gioco:
7

Orgoglio pisano!!!!

Le prove a cui sopravviviamo ci rendono più forti (Nietzsche)

Voto gioco:
7

Nessun commento

Voto gioco:
7

Non avendo Carcassonne ho preso Lungarno. Mi piace ma graficamente è scarno. Forse va a gusti. Il gioco cmq merita.

Ritratto di computer82
Voto gioco:
7

Gioco carino...non complicato, ma può dar comunque spunto a giocatori esperti e non! poi è di PISA

...non avro' altro dIO, all'infuori di me!

Voto gioco:
8

Lungarno mi è piaciuto un sacco!
Semplice da imparare ma davvero tosto da gestire, per niente banale anche perchè le partite finiscono sempre sul filo del rasoio, ossia con pochi punti di scarto.
In 2 scala ottimamente.
Viee paragonato a Crcassonne per alcune meccaniche simili ma a mio avviso è 10 volte meglio del tanto blasonato gioco sulla cittadina Francese.
Italia - Francia 1 a 0 ....palla al centro.
Se non fosse per la grafica un attimino minimalista avrei dato sicuramente un bel 9 tondo tondo.
L' otto sarebbe un 8 e 1/2.
Consigliatissimo a tutti gli amanti dei German Games.

Voto gioco:
7

Un bel gioco di piazzamento, gira molto bene da 3 a 4 giocatori... In 2 giocatori risulta un pò più statico. Finora ho trovato pareri contrastanti c'è chi lo ama e chi lo odia. Giocato con le persone giuste diventa veramente bello e avvincente!

Voto gioco:
5

Dopo la sequela di commenti positivi, mi aspettavo qualcosa in più da questo gioco...
Le meccaniche non sono male, ma hanno poco o nulla ache fare con l'ambientazione e rendono il gioco piuttosto freddo... e la grafica dal canto suo non aiuta (gli edifici potevano essere disegnati molto meglio e con più cura...).
Mi semrba inoltre che si possa in certe situazioni creare un effetto di king making (vedi fasi finali della partita dove con chiese e cimiteri si rischia di essere impotenti davanti alle mosse degli avversari... e da molto fastidio se sono fatte solo per far vincere altri...)
Non dico sia un brutto gioco, ma c'è molto di meglio in giro a parità di prezzo, meccaniche e ambientazione.

Voto gioco:
7

Bel gioco di posizionamento che ho trovato ben bilanciato. Nonostante l'apparente banalità delle azioni possibili, mi è risultato piuttosto profondo. Il materiale è ben fatto anche se forse non è eccessivamente accattivante. Nasce per per 2-4 giocatori ma ho riscontrato alcuni problemi nella partita a 4. Probabilmente in 2/3 rende meglio.
Gli avrei dato un 6,5 ma la stima per l'autore mi fa approssimare in eccesso.

La vita è una partita a Coyote...
--------------------------------------------------
"Gli sfortunati sono soltanto un metro di riferimento per i fortunati, tu sei sfortunato, così io so di non esserlo."

Voto gioco:
8

- [FAIR-VOTE] Commento basato su 1 sola partita

Dalla prima partita è emersa un0impressione davvero molto piacevole.
Devo riprovarlo prima di dare un voto definitivo.

MECCANICA 1,9
STRATEGIA 1,6
AMBIENTAZIONE 1,5
COMPONENTI 1,5
LONGEVITA' 1,3

Voto gioco:
7

Materiali: 2
Longevità: 1
Regolamento: 2
Originalità: 1
Divertimento: 1
Voto basato su una sola partita, aspetto di giocarne altre per alzarlo

Voto gioco:
7

Provate sole due partite.
Gioco di piazzamento interessante e piacevole, bella l'idea di far coincidere soldi e punti, ci si trova spesso a pensare se spendere (e rimetterci punti) per fare un'azione in più o comprare quella tessera che potrebbe essere tanto utile. Gli edifici speciali (cimiteri, chiese e uffici) permettono anche di fare delle belle bastardate. E' anche piuttosto veloce come gioco.
La grafica è molto scarna, ma ha il vantaggio di essere estremamente chiara.
Promosso.

Voto gioco:
7

Nessun commento

Ritratto di startspieler
Voto gioco:
8

Validissimo titolo di piazzamento tessere che ben si discosta dal più noto Carcassone, a mio avviso superandolo per profondità e divertimento. Fattore alea contenuto per la tipologia di gioco e anche l'aspetto grafico non è così disprezzabile, in quanto assicura un ottima intellegibilità degli elementi. Consigliato.

Voto gioco:
6

Carino ma niente di più.Molto, troppo simile a Carcassonne.Già visto.

Voto gioco:
8

Materiali: 2
Longevità: 1
Regolamento: 2
Originalità: 1
Divertimento: 2

Voto gioco:
7

sarebbe un 7+ Il gioco è davvero simpatico e le mosse si possono pianificare con una certa strategia, anche perchè 3 carte comprabili sono sempre visibili, gli incroci tra i vari quartieri propone una buona interazione fra giocatori e secondo me l'espansione è davvero carina. Ho avuto l'onore di giocare una partita a lucca con Michele Mora che è l'autore del gioco.
Onestamente lo preferisco a carcassone, che non mi ha mai entusiasmato.

Voto gioco:
7

Un buon gioco con una meccanica solida e ben congeniata. Il regolamento non è particolaremente complesso ma non è cosa facile ed immediata capire come giocare bene e quale strategia adottare, almeno nelle prime partite. Materiali e grafica di buona qualità. Il gioco, seppur con una ambientazione suggestiva, risulta alla fin fine un po' astratto e cervellotico. Classificabile pienamente nella categoria dei German Games

Commento basato su poche (meno di 5) partite

Ritratto di Jones
Voto gioco:
6

Lungarno è sicuramente una piacevole alternativa al solito Carcassonne ed ha dalla sua una meccanica semplice ma efficente e profonda che, anche se soffoca un po' in 5, risulta elegante e molto immediata da giocare.

Fa quello che deve quindi... quasi fino in fondo. Normalmente lascerei il discorso grafica nella parte prettamente personale tuttavia dopo essermi trovato a proporre Lungarno a diverse manifestazioni devo inserire tale caratteristica nei difetti. Vi assicuro che 2 neofiti/famiglie su 3 lo guardano e purtroppo storcono il naso. Le illustrazioni particolari e ricercate sono un ostacolo enorme al diffondimento del gioco quando non sono necessarie e qui non lo erano affatto! Sarebbe stata molto più banale ma più utile una grafica accattivante e colorata, oltre che più netta nelle differenze di colori, che favorisse quello che il gioco vuole essere: un piacevole titolo per tutti, neofiti/famiglie soprattutto.

Lungarno non passerà alla storia come gioco innovativo, poiché effettivamente non lo è, ma è un titolo che merita di essere provato, soprattutto per la profondità che sa offrire... peccato per l'errata scelta grafica che lo tiene spesso lontano dai tavoli dove dovrebbe stare!

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

Voto gioco:
8

Un gioco ben riuscito, mi sembra davvero insensato paragonarlo a Carcassonne...
E' perfetto anche per introdurre nuove persone al gioco (lo usiamo spesso nelle serate ludiche di Creatori di Divertimento) perchè è semplice, ma allo stesso tempo profondo.
Da avere!

Ritratto di randallmcmurphy
Voto gioco:
7

Diciamo che sarebbe più un 6,5 ma al buon Favar gli concedo l'arrotondamento per eccesso :D (anche se nella concitazione dell'acquisto a Lucca mi son dimenticato di farmi firmare la scatola..Favar mi devi un autografo! :-P )

In ogni caso il gioco è gradevole, e riesce ad avere una sua identità nonostante le chiare ispirazioni a carcassonne.

C'è un po' di fortuna..di pianificazione..il gioco è veloce ma non banale..ambientato in Italia (per me un valore aggiunto :D). Credo che questi fossero gli obbiettivi dell'autore e penso siano stati raggiunti..

« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »

(Isaac Asimov)

Voto gioco:
4

Concordo con Brandebard...
Gioco molto simile a Carcassonne, ambientazione inadeguata, king making presente...
Nulla di nuovo, sa di già visto appena dopo aver iniziato a giocarci...

Non è cattiveria, ma se questo gioco non fosse stato creato da un italiano, i voti non sarebbero certamente così alti; questo è ciò che penso.

Ripeto nuovamente ed a scanso di equivoci: questo è solo il mio libero pensiero, condivisibile o meno, che non vuole offendere nessuno. Quindi non mandatemi MP con scritto "tu non capisci un ca**o di giochi"...
Ogni riferimento è puramente casuale...

EX EX Presidente dell'
Associazione Ludica
CarriDisarmati

Ritratto di pennuto77
Voto gioco:
5

Giochino molto semplice e senza grandi pretesa ma rapido e godibile. Peccato per l'orrida grafica, ovviamente sono gusti (io in generale non amo la grafica compiuterizzata, preferisco quella "manuale" alla stone age per intenderci)

Fatte altre partite e devo dire che sono deluso. Si tratta di un gioco che alla bruttezza della grafica unisce una sostanziale piattezza delle strategie. Dopo 4-5 partite le possibili strategie applicabili sono già sviscerate e chiare e non resta che vedere chi pesca le tessere migliori e ha più fortuna con gli scudi coperti nei vari quartieri......
Peccato, mi aspettavo di più dopo i molti commenti entusiastici che avevo letto.....

Voto gioco:
7

Lungarno è un gioco di tattica a piazzamento e l'idea dei mercati e guadagni e sviluppata veramente molto bene.
La fortuna non manca, che è rappresentata dai tasselli che mettete in ogni quartiere, prima di iniziare il gioco. Comunque non c'è nè molta.
Il difetto di questi giochi di ragionamento è che arrivati ad un certo punto si capisce il meccanismo e il più bravo sovrasta quello meno bravo. Quindi i nuovi giocatori saranno meno invogliati a giocare.
La grafica non è un gran che. Peccato.

Voto gioco:
8

Gioco di piazzamento molto piacevole, semplice da spiegare ma non privo di profondità. Mi è piaciuta molto l'ambientazione e l'impatto visivo del gioco con le rive dell'Arno che si popolano mossa dopo mossa.
Unico neo, a mio avviso, la grafica: il gioco meriterebbe dei componenti migliori.
Ottimo per introdurre giocatori neofiti, l'ho testato con due neo giocatori che l'hanno trovato molto divertente.

Voto gioco:
6

Il gioco è un mix di molte cose già viste da Carcassonne a Baron.
E' un gioco NON da 5 ed ha una grafica ai limiti dell'oscido.
Questi i lati negativi. Positivamente invece è bilanciato specialmente con la variante di partire (in 4) con una piazza a testa.
E' un piazzamento classico valido, ma non epocale.

Giocato: abbastanza
Grafica/Materiali: 1
Longevità: 3
Divertimento: 2
Originalità: 1
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

Voto gioco:
8

Bello, provato a Play2010 e subito acquistato (con tanto di autografo di Michele Mura!!). La meccanica è ottima, il gioco scivola via sull'Arno in modo semplice e lineare. Non è così semplice vincere ed è bilanciato molto bene. Il mio voto in realtà è 8,5, anche se la grafica (a detta di molti) non è eccelsa, devo dire che a me tutto sommato piace, perchè rende comunque l'idea dei palazzi dell'epoca ed è "essenziale". Pollice alto!

Il fattore "K" è...Bandito!

Voto gioco:
8

Grande Mura! Giocato a Modena per la prima volta con la tua supervisione.
aspettando il bellissimo Jerusalem...

Voto gioco:
7

Purtroppo a parità di forza dei giocatori penso vinca colui che durante la partita ha una situazione migliore di tessere uscite. Parlo anche della posizione in cui sono quando arriva il proprio turno.

Inoltre per essere un gioco leggero è un macigno per i DALTONICI... per questo motivo per giocarci bene bisogna avere una concentrazione pari a quella che si ha giocando a Caylus.

Voto gioco:
5

Metto da parte affetto ed ammirazione per l'autore che sulla Tana conosciamo tutti.

Il gioco non mi ha convinto perchè partendo dal riferimento al quale fin troppo chiaramente si ispira (Carcassonne) non mi sembra apportare miglioramenti in nessun punto. Si perde la semplicità e l'immediatezza che Carcassonne offre. Negli intenti sembra voler offrire qualche spunto in più per l'interazione, ma è tutto relegato alle tessere +1/-1 che più che interazione fanno kingmaking/killmaking.

Altra parte dolente la grafica, e per questo è veramente uin peccato. Lo studio Mattigatti, che ha curato la parte grafica, aveva esperienza nel campo ed in passato ha saputo dare un simpatico tocco di colore a party game (tipo Koala). Qui si perde con delle viste dall'alto in prospettiva dei palazzi, più adatte alle schede del catasto che alla grafica di un boardgame. Al contrario di quanto dice la recensione secondo me si perde sia la funzionalità che l'estetica.

Voto gioco:
6

Giocato una volta. Assomiglia troppo a Carcassonne per darmi un'impressione favorevole. Ma mi è più chiaro di Carcassonne. Per cui lo voto 6 (CC: 4)

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

Voto gioco:
6

Buon passatempo, semplice e veloce.

Voto gioco:
5

Gioco di posizionamento. Vagamente inspirato a Carcassonne, inserisce dei mecanisimi di interazione "diretta" che male si sposano con le rimanenti meccaniche, favorendo king/kill making. Stesso problema riscontrabile in Easy School.

Voto gioco:
5

Paragonarlo a Carcassonne mi pare un'offesa. A Carcassonne. Piatto nella strategia, bruttino nella grafica, non mi pare aggiunga nulla di particolarmente originale. E' semplice, questo sì, ma la cosa non basta a giustificarlo.

Voto gioco:
8

Nessun commento

Ritratto di Mafe55
Voto gioco:
6

Esiste già Carcassonne non mi sembra che apporti grande novità.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

Ritratto di TheWhiteDuke
Voto gioco:
8

1,5 Longevità: La durata non eccessiva e l'alto numero di combinazioni possibili (grazie alla presenze di carte bonus sia positive che negative come botteghe, chiese e cimiteri) lo rendono un gioco abbastanza longevo
2 Regolamento: Semplice da capire e funzionale
1,5 Divertimento
2 Materiali: Tessere molto belle e di cortone robusto
1 Originalità: Palesemente ispirato a Carcassonne

Totale 8

Voto gioco:
1

dopo aver giocaqto Lungarno anche al Master, devo dire che il parere di cui ero convinto, si è maggiormente consolidato.

il gioco è veramente povero di materiali: scarsi i colori, la consistenza, la qualità. i fiorini sono anonimi, le pedine inguardabili.

la longevità è molto breve: ogni partita si assomiglia a quella prima, pochissime le tattiche disponibili, grande affidamento alla fortuna, altissimo Kingmaking;

il regolamento è fin troppo semplice sfiorando il ridicolo;

sembra una brutta copia di Carcassonne, come se avessero preso quello, tolto i pregi e amplificati i difetti;

il mio divertimento, sia al master che in privato, è stato pari a ZERO;

bocciato su tutta la linea.

Pxxxxxxo is Better...
And System Doesn't Matter!

//www.triware.it/ebay/richard/100stazioni.png)

Voto gioco:
3

Lungarno è un gioco pessimo, che non somiglia nemmeno lontanamente a Carcassonne.
Il solo paragone rasenta l'offesa.
Le meccaniche sono copiate ed assolutamente non originali, la componentistica è inguardabile ed il meccanismo di gioco non prevede grandi strategie. Se al master tutti parlavano male di questo gioco un perchè ci sarà.

Il gioco è un'oasi strana, un momento di quiete trasognata in un peregrinare senza sosta. Eugen Fink

Ritratto di Richard
Voto gioco:
4

Anch'io torno ora dal Master (ho chiuso la partita di Lungarno primo a 38 punti) e mi ritrovo a confermare quello che e' stato il commento praticamente UNANIME della gente presente al torneo: il gioco non e' assolutamente adatto a dei giocatori anche solo vagamente scafati, riprende Carcassonne e ne toglie il bello della mappa che va creata giocando.
I materiali sono scarsi: ok i fustelli e quasi ok gli anonimi soldini in legno (che se non altro si prendono bene), ma i segnalini sono orrendi dai colori alla plasticaccia dall'aria sporca, e comunque la grafica del gioco e' piuttosto piatta ma soprattutto confusionaria (le torri non spiccano tra i normali palazzi, senza contare gli scudi che hanno colori diversissimi dal colore del lastricato - chesso', scudo azzurro su pavimento rosso).
La partita permette discrete scelte tattiche ma i tasselli "privilegio" danno bonus (anche determinanti per la partita) in maniera ASSOLUTAMENTE fortunosa... magari capita che apri un quartiere con un palazzo e scopri che hai guadagnato 2 punti in più, o stessa cosa scopri che non hai nessun bonus, il tutto con un poco di prevedibilità statistica a fine partita ma assolutamente zero a inizio partita.
Il kingmaking poi e' devastante: al torneo una ragazza, Hi-Fi se non sbaglio, e' stata premiata per aver chiuso un quartiere facendo punteggio negativo, tanto l'avevano vessata. (per chiarezza, si conteggia alla peggio 0 punti, però 2-3 mosse e magari pure qualche fiorino per poi vedersi massacrare dagli avversari non e' il massimo)
Dopo la premiazione ho visto una scatola premio ("ambitissima") di Lungarno data via per pochi euro.
Io ci ho giocato 4 volte (master compreso) e spero di non rigiocarci più: un gioco per niente scanzonato che include pesanti elementi di fortuna e kingmaking al limite del frustrante.
Forse (forse) ha qualche senso coi giocatori occasionali (che non hanno di meglio da fare) e rispetto a Carcassonne necessita di meno spazio, ma per quanto mi riguarda i pregi finiscono qui.
Mi spiace per il buon Favar che è un Goblin di vecchia data, ma proprio non riesco a promuovere la sua creatura.

0,5 Longevità: in una partita possono capitare tutte le chiese o nessuna (stessa cosa per i cimiteri) ma di certo non si puo' dire che abbia voglia di rigiocarci
1,5 Regolamento: molto semplice, ma qualche passaggio ci ha richiesto un chiarimento
0,5 Divertimento: noioso, al torneo era meglio una briscola
1,0 Materiali: segnalini orrendi, monete anonime, tessere con grafica piattina
0,5 Originalità: un Carcassonne peggiorato e compattato lungo un fiume

PS: è un mio personale parere, ma credo che qui alcuni voti estremamente alti (Lungarno allo stesso livello di Puerto Rico!!!) siano molto poco obiettivi.

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: //tinyurl.com/h36zvft)

Voto gioco:
2

Commento dopo l'unica "vera" partita effettuata con questo "gioco" all' italian Tdg Master 2010.

Pregi: i compagni di tavolo che ringrazio per tutto il tempo che abbiamo condiviso divertendoci al tavolo...e vi assicuro che erano simpatici...altrimenti non ci saremmo divertiti!

Difetti: escludendo la componentistica che personalmente ritengo marginale in un gioco (purché lo renda economicamente più abbordabile!).
Escludendo la non immediatezza di alcune raffigurazioni che possono se possibile complicare un gioco del genere.
Escludendo la capacità del gioco di far calare il giocatore nell' "ambientazione".
Considerando l'originalità e le genialità del regolamento...assenti per questo gioco.
Considerando che la Ns. squadra ne ha vinto una copia... e cercandola di piazzare ha ricevuto l'offerta di ben 1 cent....rifiutata solo per la difficoltà di dividere un centesimo in quattro...
Considerando che sono stato quasi tentato di prenderlo io...dato che ho un caminetto...ma il fatto di abitare al terzo piano senza ascensore mi ha fatto desistere dalla fatica...
Considerato che ogni giocatore a mio avviso ha una sua "creazione" nel cassetto ma se ritiene che il regolamento o l'ambientazione..o entrambi...come in questo caso..non siano degni di essere giocati...perché esiste sempre un gioco che preferiresti giocare al suo posto...non gli viene in mente di pubblicarlo.
Considerato che sono ottimista e penso che ci possa essere qualcosa di peggio di Lungarno mi limito ad un abbondante 2!...
Mi rattrista che sia stato incluso in un evento come il" italian tdg master", penalizzando l'evento fino a quel momento a mio avviso di ottimo livello. Falsando di parecchio nel bene e nel male la classifica di giocatori e squadre che tanto hanno fatto fino a quel momento. Sarebbe stato eccessivo pure proporlo come filler senza attribuzione di punteggio (tanto per pubblicizzarlo) il sabato sera dopo cena.
Concludendo, mi scuso con la squadra per aver se possibile affossato ancora di più le possibilità di sbarazzarci del premio...ma sarebbe stata una migliore strategia di marketing non pubblicizzare il tutto, e forse qualcuno , incautamente e per sbaglio l'avrebbe comprato.

Voto gioco:
5

Nessun commento

Artnes - Vice Vice Capitano dei Grand Openings

Voto gioco:
5

gioco non abbastanza divertente e distruttivo per una serata "casinara" (preferisco ampiamente Family Business) e troppo incontrollabile per essere considerato uno strategico.

P.S. il paragone con FB era ironico

Voto gioco:
6

Non so se in questo ambito vada commentato il gioco in se o l'opportunita' che sia inserito in un torneo, nel primo caso trovo che meriti un 6, e' un fillerino leggero e moderatamente strategico in cui il poco fattore c puo' essere bilanciato da una attenta gestione dei soldi e delle tessere giocate. Per quanto riguarda il secondo caso mi astengo dal commentare ritenendo che non sia questa la sede corretta anche in virtu' del fatto che si potrebbe disquisire molto anche sulla scelta di altri titoli giocati durante il master 2010.
La grande pecca del gioco restano i materiali, non so cosa altro si possa dire di un gioco che alla fine dura poco piu' di una mezz'ora

Nel tempo dell'inganno universale, dire la verita' e' un atto rivoluzionario...
George Orwell

Ritratto di UltordaFlorentia
Voto gioco:
7

A me il suddetto gioco piace...relativamente a quello che si propone di essere, cioè un gioco breve adatto anche ai neofiti, riesce nell'intento di avvincere e mantiene la tenzone sul filo di lana fino agli ultimi turni(dei materiali francamente me ne strabatto e nemmeno mi paiono così pessimi).

Voto gioco:
4

Mi sforzerò di non lasciarmi influenzare dall'astio per un gioco che, di fatto, ha pregiudicato il torneo della nostra squadra, facendoci precipitare dal secondo (a soli 70 punti dai primi) al quarto posto (per di più, una volta tanto che c'erano premi decenti anche per i secondi e i terzi).
Pur non essendo sgradevole in senso stretto -come lo era, per esempio, l'espansione di Coloni dell'anno scorso-, è un gioco assolutamente insulso, che non trasmette nulla e stufa sin dalla prima partita. Per quanto riguarda i meccanismi, presenta una disarmonica giustapposizione di elementi di Carcassonne e del non rimpianto Chang Cheng (che, almeno, veniva a noia dopo 2-3 partite), ma il paragone col primo è semplicemente BLASFEMO (e lo dice uno che non è un fan sfegatato di Carcassonne). Anche la grafica e l'ambientazione lasciano molto a desiderare.
In conclusione: un titolo da dimenticare. Se si fosse voluto a tutti i costi un gioco italiano, sarebbe stato molto meglio puntare su un Gonzaga...

Voto gioco:
1

gioco molto deludente. materiali pessimi. nessun divertimento.

Sois grand avant d'etre gras (Paul Eluard)
//www.triware.it/ebay/richard/100stazioni.png)

Voto gioco:
5

Niente di nuovo. Il piazzamento non è il mio genere.

The Eagle Goblin

Voto gioco:
6

Il gioco indubbiamente non è originale. L'ombra di Carcassone è pesante, e ne pregiudica oggettivamente il risultato...
detto questo, tra gli strategici leggeri è un buon gioco. Presenta un buon controllo strategico sulla mappa con meccaniche molto leggere e veloci. A dispetto dei detrattori, rispetto a Carcassone presenta MENO aleatorietà ed è più leggero. Quindi ottimo per passare 40 min con dei giocatori anche occasionali.
PS
Non sono un amante dei giochi di piazzamento, e Carcassone in particolare mi deprime. Con questo gioco mi sono divertito in tutte le partite che ho giocato (100% di vittorie alla faccia dell'aleatorietà...)

Voto gioco:
6

Votare e commentare Lungarno usando il metro di Agricola, Caylus o Puerto Rico mi pare poco onesto, si tratta di un gioco con un suo target ben definito: famiglie e neofiti.
Personalmente l'ho proposto molto volte a giocatori occasionali e ha sempre riscosso un buon successo grazie alle regole sempici e alle bastardate che ci si può fare l'un l'altro. le quali rendono goliardica l'atmosfera. Chiaramente va giocato predisposti a un gioco leggero, con una discreta componente di fortuna e pronti a cattiverie reciproche; in questo modo una partita ogni tanto con giocatori meno esperti risulta sempre piacevole.
Comunque nelle diverse partite che ho giocato ha sempre vinto chi conosceva meglio il gioco, segno che, entro certi livelli, la fortuna è controllabile.
Grafica e materiali sono davvero pessimi invece.

Voto gioco:
8

Ottimo gioco di piazzamento tessere.
Consigliato per avvicinare i neofiti e comunque molto valido anche tra i giocatori esperti.
E' piaciuto e continua a piacere al mio gruppo anche perchè offre numerose strategie ad ogni partita.
La grafica non è proprio eccelsa ma comunque migliore rispetto a molti altri prodotti ben più blasonati.

Voto gioco:
7

questo è veramente un gioco ben fatto: poche regole ben assemblate e un buon livello di strategia... davvero gradevole

Voto gioco:
8

Molto strategico, fattore fortuna ben controllatocon una buona tensione ed adatto a tutti non solo ai gamers hard core schiavi delle meccaniche dei gusti e dei tornei. Le regole funzionano, sia per semplicità, sia per scrittura.
ottimo gioco di posizionamento, lo dico non essendo un fans di tale genere di giochi, da avere in una ludoteca che abbia obbiettivo di diffondere il gioco intelligente in maniera sana e serena.

Ritratto di Khoril
Voto gioco:
6

Bel gioco ad alta interazione, semplice e dalla durata contenuta. è da prendere come alternativa a Carcassonne. Consigliato anche per partite a 2.
Deludente la qualità degli omini di plastica. Soffre di kingmaking.

Voto gioco:
6

matematico, calcolatore, ricorda per idea di gioco go west... carino

Voto gioco:
6

Due piccoli grandi difetti per questo simpatico gioco:
1 - la grafica davvero grigia e triste
2 - l'accostamento continuo a Carcassonne

per il resto è un bel giochino, ottimo per giocatori inesperti..

//i51.tinypic.com/k1fhbm.png)

Ritratto di Pupina
Voto gioco:
6

Il gioco è carino, anche se ricorda un po' carcassonne.
Non ho apprezzato particolarmente i colori scelti.. anche se in tema con l'ambientazione lo rattristano un poco.. peccato..

Si scopre più su una persona in un'ora di gioco,che in un anno di conversazione.
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=Pupina84&numitems=9&header=1&text=title&images=small&inline=1&show=recentplays&imagewidget=1)

Voto gioco:
6

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

Voto gioco:
6

Nessun commento

Voto gioco:
5

Nessun commento

Quando smetti di giocare non sei adulta. Sei spenta

Voto gioco:
7

Un gioco leggero e veloce, non profondissimo ma neanche banale. Le proprie mosse sono spesso dettate dalla disponibilità di tessere da comprare, ma in linea di massima se si gioca in maniera intelligente si vince senza difficoltà sui giocatori meno concentrati.
L'unica pecca (a parte la grafica non eccellente) a mio avviso è la mancanza di strategie differenti, diciamo che è un gioco di tattica, dove l'importante è saper ottimizzare le proprie mosse anche a livello di singolo fiorino.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

Voto gioco:
7

Gioco carino, di facile apprendimento per un neofita.
Più equilibrato se ogni giocatore inizia con una piazza a testa.

Non vedo alcun motivo razionale di dare 2 o 4 a un gioco del genere.

Il sole batte anche sul culo di un cane.

Voto gioco:
8

..non è un capolavoro ma nella sua semplicita', ambientazione e interazione tra giocatori lo rendono tra i miei giochi preferiti! Voto: 8,5..

Ritratto di ilBOTTA
Voto gioco:
7

bel giochino di piazzamento, con continui calcoli per posizionar la tessera e ricavar miglior punti.
a chi ama il genere non male, forse per la grafica si poteva fare meglio...comunque alcune idee non malvage!
piu 6,5 che 7...do 7 per avvicinarmi al recensore.

...e quando :toccaate:, :toccaate:!!!

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare