Mare Nostrum: Mythology Expansion

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,56 su 10 - Basato su 33 voti
Espansione GdT
Anno: 2005 • Num. giocatori: 3-6 • Durata: 120 minuti
Autori:
Serge Laget
Espansioni:
Mare Nostrum

Recensioni su Mare Nostrum: Mythology Expansion Indice ↑

Articoli che parlano di Mare Nostrum: Mythology Expansion Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Mare Nostrum: Mythology Expansion Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Mare Nostrum: Mythology Expansion Indice ↑

Video riguardanti Mare Nostrum: Mythology Expansion Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Mare Nostrum: Mythology Expansion: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
1481
Voti su BGG:
799
Media voti su BGG:
7,44
Media bayesiana voti su BGG:
6,35

Voti e commenti per Mare Nostrum: Mythology Expansion

6

L'espansione di questo gioco è davvero bella come componentistica anche se il prezzo è un po proibitivo.

Aggiunge in pratica le creature mitologiche e dei, gli eroi nuovi, un nuovo ruolo (Alto Prete che sfrutta quei poveri templi mai visti...), e un sesto giocatore. Tutto molto bello a cominciare con l'idea di mostri mitologici e degli dei, da al gioco una varietà in più che oramai dopo un po di partite si era persa. In effetti più che gli dei sono le creature mitologiche a dare un qualcosa in più, visto che ogni civiltà ha la sua creatura mitologica ognuna con poteri diversi.

Ma la vera svolta nel gioco è data dalle regole che cercano di fare del greco un giocatore competitivo. Hanno fatto questo in due modi, il primo e più semplice dargli la creatura mitologica più forte militarmente, visto che uccide automaticamente una unità nemica, così puff. Per farvi rendere conto la fenice degli egiziani in pratica quando muore può tornare a metà del costo.. Iniquo, oppure il Kraken che scompare e riappare dovunque e muove ma senza altri benefici, altra creatura buona è quella romana ma solo se doppia o tripla in quanto tira il dado attaccando senza muoversi e applica i risultati. Insomma il centauro greco è devastante.

Poi hanno introdotto la regola del blocco navale che in pratica da la possibilità al greco di attaccare una trireme che trasporta una truppa di invasione verso un proprio territorio, senza distruggere la forza di invasione ma solo la trireme spezzando la catena di trasporti. Una vera porcata. L'idea è lodevole nell'intenzioni ma mal fatta. In pratica devo avvertire il greco che lo attaccherò con x e y truppe in quella regione se a lui garba di essere sopraffatto mi fa fare altrimenti attacca una mia trireme col rischio di buttarmela giù senza colpo ferire e io rimango come un cretino senza trireme e collegamento nel mio turno!!!! Che cosa ridicola.

Vada per il centauro che è una forza devastante ma sta regola no.. Forse è mal formulata e forse è solo mal detta ma onestamente non ha un senso se non quello di rimediare al fatto che il greco è quello che le prende da tutti.. E' un intervento mirato ma piuttosto scoordinato.

Per limitare la forza romana hanno aggiunto il giocatore di Atlantide che se non viene scelto dai giocatori siamo punto e accapo. L'egiziano ha in assoluto la creatura peggiore più inutile tanto che nelle partite fatte non ho mai visto una fenice in gioco.

Poi sono stati introdotti eroi e dei, dalle abilità più varie e variegate, alcune senza alcun controllo, tipo Baal (divinità fenicia, che riprende i caratteri essenziali di una divinità aramaica) che distrugge una città sul tabellone così agratis puff... puff. Poseidone distrugge una trireme dovunque sul tabellone, puff.. Vulcano distrugge una carovana dovunque sul tabellone, puff. puff pufff puff solo puff.. E che caspita.

Gli eroi sembrano più bilanciati eccetto qualcuno che è un po sui generis ma va beh ci sta, medusa impedisce che in una regione si combatta dopo la dichiarazione d'attacco e prima del lancio dei dadi... E pazienza.

Insomma Mare Nostrum soffriva di qualche problema di bilanciamento e ora viene penalizzato da una sgradevole sensazione di impotenza e mancanza di controllo contro eventi praticamente random e incalcolabili. A voi la scelta di cosa preferire.. Ah se giocate in 6 dovete giocare l'exp (tutta e non solo una parte).

Comunque si sentiva la necessità di aggiungere un sesto giocatore, nell'economia del gicoo ci sta proprio bene.

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

9

Secondo me l'espansione migliora notevolmente il gioco. Fare il greco prima era stressante visto che si sapeva che non si aveva speranze. Ora tutto è bilanciato alla perfezione, secondo me anche se allunga un pò è preferibile giocare con la regola della vittoria a 5 eroi/meraviglie

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

7

L'espansione aggiunge davvero qualcosa al gioco, e cerca di riequilibrare le parti (non riuescendoci troppo bene), però è doveroso limitare alcuni eroi, tra cui quello che replica i poteri degli altri e quello che da ad ogni turno il potere di un Dio (fase degli dei). Spesso preferisco giocare senza fase degli dei, che aggiunge troppo caos, ma le creature mitologiche funzionano.
Da aggiungere al gioco base.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

Ottimo implemento per Mare Nostrum, che rivaluta molto il gioco. Non mi piace la fase degli dei che crea degli squilibri, a volte imprevedibili ed incontrastabili. Da avere insieme al gioco base.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

9

Se avete Mare Nostrum e vi piace almeno un poco DOVETE avere questa espansione.
Innanzitutto fa partire il gioco più avanti (nel senso che parti con un edificio da 6 carte già costruito e ciò vuol dire molto) e rende quindi più facile produrre unità, poi risolve i problemi del greco (fin troppo, direi) e rende possibile, tramite gli dei, colpire in qualche modo anche i giocatori distanti da noi sul tabellone e costruire città o carovane anche quando sono finite le pedine (basta affittare un dio che ne distrugga una altrui subito prima).
Purtroppo non sono sicuro che funzioni tutto alla perfezione perchè già intravedo difetti all'orizzonte: con Ermes l'egiziano POTREBBE costruire la piramide al SECONDO turno di gioco se nessuno se ne accorge; un cartaginese con almeno un behemot (che annulla il 6 automatico delle fortezze e delle creature mith) nelle sue armate può radere al suolo l'impero dell'egiziano senza che questo possa avere NESSUNA possibilità di salvarsi se qualcuno non lo aiuta, nessuno (giocando per vincere) ha un vero interesse ad attaccare gli altri se non per impedirgli di vincere prima (e l'attacco viene fatto a scapito della civiltà attaccante che, perdendo tempo, probabilmente perde la partita; il manuale non è chiaro sul funzionamento dei Titani (le unità attaccate a distanza possono o non possono rispondere al fuoco?)

Insomma, al livello attuale sono per cambiare le condizioni di vittoria al possesso di 3 delle 4 carte ruoli però devo ancora sperimentare. Il 9 è perchè il gioco originale è comunque enormemente migliorato in divertimento, abbasserò il voto se non trovo la giusta risposta strategica ai nuovi problemi insorti...

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

9

Espansione da avere assoluatmente a chi ha trovato piacevole Mare Nostrum. Aggiusta tutto quello che non funzionava. Vastissime le scelte strategiche, a tal punto che non mi trovo d'accordo con le recensioni fatte. Infatti deve essere giocato con persone che conoscono bene il regolamento, che conoscono bene le carte, perchè talvolta proprio dalla combinazione di queste la partita evolve in maniera complatemente diversa da un'altra. Esempio il Greco può essere giocato malissimo ed avere un casino di problemi oppure se giocato astutamente (e qui non mi dilungo come) può essere fortissimo. Diciamo che è un gioco molto molto bello, divertente e che può far arrovellare il cervello per le scelte attuabili, ma che deve essere provato con una discreta serie di partite e quindi non giudicato dopo solo tre o quattro tornate di gioco. Voto 9. A trovarne giochi così in giro!!!

7

Amplia bene il gioco base soprattutto grazie alla merce di scambio in più.Voto 7.5

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

7

L'espansione è necessaria sia per bilanciare il gioco sia per le numerose FAQ nel regolamento sia per il sesto giocatore indispensabile ad equilibrare la distanza tra Cartagine e Roma.
Bella la nuova fase degli dei e belli gli dei (che devono essere potenti e distruttivi, se no che dei sarebbero??) che aiutano tramite i poteri di distruzione che alcuni sembrano non capire/apprezzare a rimettere in gioco divrsi tipi di segnalini togliendo così potere a chi si è portato troppo avanti (tipo l'egiziano all'inizio) e aiutando gli altri a recuperare.
Purtroppo, però, gli eroi li potevano evitare. Troppi e troppo poco bilanciati. Il loro uso rende le meraviglie inutili e gli dei ancora più potenti di quanto non dovrebbero essere.
Peccato perché con meno eroi più aggiustati nulla avrebbe tolto un 8 a questa espansione di cui si sentiva veramente la mancanza.

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

7

Interesante.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Nessun commento

The angel that deserves to die

8

Indispensabile al gioco base (per me)...aggiunge un pò di pepe con le creature mitologiche e il Kraken è fantastico!^^

4

Migliora *leggermente* quel cesso orrendo di sistema e regolamento che si trova nel gioco base, ma non fa certo miracoli. Il gioco rimane quello, e anche con la fase degli déi ed altri ammenicoli non riesce a superare la sua disarmante pochezza e macchinosità.

S'i' fosse fuoco, arderei 'l mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil' en profondo;

5

Giocato una volta, aggiunge un po' di varietà al gioco base, ma aumentandone a mio parere (specie se si gioca in 6) la durata. Un gioco da 6-7 ore noiosetto... un brutto difetto.
Alzo di mezzo voto quello del gioco base: 5,5

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Bellissima espansione che aggiunge molto al gioco base: il sesto giocatore, le creature mitologiche, tantissime nuovi eroi da assoldare e gli dei a cui chiedere protezione. L’espansione bilancia maggiormente il gioco e, con l’introduzione dei nuovi eroi, permette molte più possibilità strategiche e una divertente ricerca delle “combo” più forti.

8

Sono due settimane che giochiamo e riflettiamo alle strategie da adottare nella prossima partita a questo splendido titolo. Davvero coinvolgente, giocato in 6 un paio di volte, si ha la sensazione che di volta in volta il gioco risulti sempre più combattuto e tirato, e quello che la prima volta sembrava un difetto, ovvero il denotare apertamente la possibile fuga di un giocatore, nella seconda e terza partita è diventata cosa implicita il cercare di giocare di diplomazia segnalando chi sta per vincere e cercando di scatenare nuove alleanze ad hoc. Ci è sembrato che qualche fazione abbia più difficoltà di altre nel cercare di ottenere la vittoria, a conseguenza di alcune situazioni, ma ovviamente ogni partita è storia a se, longevità piuttosto elevata visto anche il numero di eroi a disposizione.
Bella la fase di offerta degli dei, proprio per cercare di interrompere la strada spianata a chi sembra stia per vincere. Consigliato agli amanti del mix di strategia/diplomazia e guerra.
EDIT: abbiamo rigiocato un paio di volte al titolo di recente, e debbo dire che dopo avere provato >100 giochi, non mi sento di dare un 9 al gioco. La fase di commercio è lenta e pesante. La partita spesso arriva nel momento caldo e termina, è bello e vario per l'idea di potersi accaparrare dei / meraviglie ma il gioco dura troppo per quello che offre. Rivaluto il titolo con un 8.

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

7

Nessun commento

Solo due cose sono infinite, l'universo e la stupidità umana, e non sono sicuro della prima
Albert Einstein

6

Nessun commento

8

Nessun commento

//i.imgur.com/8WRAG0Q.png?1)

7

Nessun commento

"La saggezza della natura è tale che ella non produce niente di superfluo o inutile."
Niccolò Copernico

7

Nessun commento

8

Nessun commento

6

Non aggiunge molto (salvo il giocatore in più) e fa molta confusione...

9

veloce e simpatico

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare