Oktawars

Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2008 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 60 minuti
Categorie gioco:
FantasyWargame
Sotto-categorie:
Wargames

Recensioni su OktawarsIndice ↑

Articoli che parlano di OktawarsIndice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti OktawarsIndice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Oktawars: Scarica documenti, manuali e fileIndice ↑

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare OktawarsIndice ↑

Video riguardanti OktawarsIndice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotograficheIndice ↑

Oktawars: voti, classifiche e statisticheIndice ↑

Persone con il gioco su BGG:
6
Voti su BGG:
5
Media voti su BGG:
6,60
Media bayesiana voti su BGG:
0,00

Voti e commenti per Oktawars

Voto gioco:
8

Sono d'accordo sia sui pregi che sui difetti elencati dal recensore.

//esigarettaportal.it/sign/sign.php?n=rporrini&g=31&m=1&a=1981&d=30&c=0,75)
Calcolo fatto sul prezzo di 1500 lire a pacchetto.

Voto gioco:
8

OktaWars è un gran gioco che riesce a coinvolgere da subito i giocatori con dinamiche semplici e intriganti.
-I materiali sono buoni, la scelta del cartone pressato come base per la plancia modulare è azzeccata, ad una prima occhiata sembra addirittura in legno.
-la grafica è ottima, le schede riassuntive dei maghi, la scatola, il regolamento sono di qualità eccezionale.
-La regola dell'assegnazione stocastica dei maghi dona al gioco una eccezionale rigiocabilità costringendo il giocatore a capire la strategia migliore da adottare per ottenere il massimo dal proprio personaggio.
-il gioco risulta fresco e accattivante, le regole sono di facile apprendimento e le schede riassuntive dei maghi aiutano anche i neofiti a impadronirsi in qualche turno delle meccaniche giuste per riuscire a esprimere la propria tattica.

Un ottimo gioco con molte chiavi di lettura che consiglio sia agli appassionati dei giochi da tavolo, che ai giochi di guerra ma anche a chi è alle prime esperienze e cerca un gioco coreografico, di facile apprendimento e soprattutto coinvolgente.

"Qualunque cosa un uomo può immaginare, altri uomini possono rendere reale."

[Jules Verne]

Ritratto di Jappo
Voto gioco:
8

L'ho provato ieri a Parma Fantasy con il buon Iz e ci abbiamo giocato in 3 un paio di volte.
L'idea e l'ambientazione sono molto belle e la meccanica di gioco è accattivante.

Purtroppo non ho molta simpatia per i dadi e il fatto di doverne tirare 5 ogni turno mi demoralizza un po'; ci sono anche i reroll ma cambiano da mago a mago e a volte ritirare un solo dado non aiuta, e poiché le combinazioni desiderate non escono facilmente avere addirittura una combinazione da 4 numeri spesso costringe a non farci troppo affidamento (specialmente se il reroll è limitato a uno).

Comunque è necessario precisare che queste problematiche sono congenite a meccaniche che prevedono dadi e quindi non c'è da meravigliarsi che la sfortuna qualche volta ti guardi malevola.

I disegni dei Maghi sono molto belli e poiché Valtriani sta tracciando un racconto che leghi i vari maghi con le loro storie, non sarebbe male utilizzare descrizioni con frasi prese dal racconto sulla scheda del mago.

La componentistica e i materiali purtroppo non sono la fine del mondo ma dobbiamo pensare che è un autoprodotto e per quanto possa sembrare casareccio e un po' alto il prezzo bisogna rendersi conto del tempo necessario ad assemblare a mano i tasselli; del costo e del tempo per le stampe di mappe e schede; del tempo per la ricerca dei vari componenti necessari a tutti i maghi (non sempre trovabilipresso una sola fonte) e del loro costo.

Considerate tutte queste variabili ci accorgiamo che per 20 euro il gioco è REGALATO e ci auguriamo tutti che presto il gioco venga acquistato e prodotto da qualche editore, in modo che allo stesso prezzo avremo una versione del gioco ancora più bella e se e quando ciò accadrà allora il mio voto 8 sarò certamente alzato.

Voto gioco:
8

Gioco splendido, con l'ambientazione "Okta" creata da Valtriani.
Ci vuole qualche minuto prima di iniziare a giocare, ma immediatamente dopo il gioco parte ed incalza dall'inizio alla fine.
Splendido

Voto gioco:
9

Premetto che ci ho fatto una sola partita e il giudizio puù cambiare!
Se la prima impressione è quella che conta cmq sono davanti ad un gioco che (per il suo genere) è un ottimo prodotto sia dal punto di vista del Background che dal punto di vista delle meccaniche.
Inoltre l'ambientazione è ricca e se hai la fortuna di fartela spiegare di persona dal creatore conta il doppio! ; )
Caomplimenti

Voto gioco:
8

Ho giocato per la prima volta a Okawars, e devo dire che sono rimasto molto colpito. Il gioc alla prima occhiata sembra complicato ed invece con grande piacere scopri che è davvero intuitivo ma non banale, anche un giocatore alle prime armi può, dopo i primi due o tre turni, divertirsi e giocare davvero. La cosa più affascinante è che è immerso in una ambientazione densa, cosa che lascia molto spazio all'immaginazione, in modo che dei tiri di dado e degli spostamenti di pezzi si trasformano magicamente in storia, in avventura, in guerra e in duelli di magia. Notevole è la possibilità (e la necessità) per il giocatore di avere anche una sorta di ruolo, di dover interpretare il proprio mago per poterlo usare in modo strategicamente utile. Davvero un gioco notevole.

“cum eo eram cuncta conponens et delectabar per singulos dies
ludens coram eo omni tempore;”

“presso di Lui ero come artefice e gli fui delizia ogni singolo giorno
al suo cospetto giocando, sempre;
(proverbi, 8, 30)

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare