Rank
250

Once Upon a Time: The Storytelling Card Game

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,16 su 10 - Basato su 257 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 1993 • Num. giocatori: 2-6 • Durata: 30 minuti

Recensioni su Once Upon a Time: The Storytelling Card Game Indice ↑

Articoli che parlano di Once Upon a Time: The Storytelling Card Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Once Upon a Time: The Storytelling Card Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Once Upon a Time: The Storytelling Card Game: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Once Upon a Time: The Storytelling Card Game Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Once Upon a Time: The Storytelling Card Game in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
C'era una volta -ROMA- Offro gioco singolo €25.00 No Consegna a mano Funkadelic 13/07/2017

Video riguardanti Once Upon a Time: The Storytelling Card Game Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Once Upon a Time: The Storytelling Card Game: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
11757
Voti su BGG:
6409
Posizione in classifica BGG:
1194
Media voti su BGG:
6,47
Media bayesiana voti su BGG:
6,30

Voti e commenti per Once Upon a Time: The Storytelling Card Game

6

A me non è mai piaciuto, anche perché il confine del regolamento è piuttosto labile e si possono accendere discussioni interminabili.
Giocato: abbastanza
Grafica/Materiali: 1
Longevità: 2
Divertimento: 3
Originalità: 5
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

A patto di fissare delle semplici regole per non divagare troppo su "rami collaterali" della storia, è un gioco stimolante e divertente, a patto di giocarlo colle persone giuste!

Dubitare di tutto o credere a tutto, sono due soluzioni ugualmente comode che ci dispensano entrambe dal riflettere. (H. Poincaré)

6

Nessun commento

8

Un gioco che chiama in causa personaggi come "la vecchia strega ambigua zia di 10' grado della figlia gemella del Re" che incontra uno "stupido coniglio parlante frocio che si scopre essere il Re stesso sotto un incantesimo fatto la sera in cui e' stata concepita sua nonna in cariola" non puo' (e sottlineo NON PUO') non risultare divertente.
E' ovvio che va giocato con il giusto gruppo, gente che sappia divertirsi.

There is a fine difference between strategically satisfying and frustratingly difficult. [a game designer]

L'orologio di Chuck Norris segna solo un'ora. La tua.

6

Condivido l'opinione degli altri, un bel gioco con delle carte veramente ben disegnate ed altamente evocative. Si merita un voto più alto se giocato con persone giuste e chiaramente dotate di molta fantasia.

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

7

Un bel gioco ma tutto dipende da con chi lo si gioca, è infatti necessario raggiungere una serie di accordi pre-partita fra i giocatori per evitare inutili e spiacevoli discussioni.

7

Il gioco merita soprattutto se si cerca di fare una storia divertente piuttosto che vincere!

"sono forse io il guardiano di mio fratello?"

6

- [FAIR-VOTE] Commento basato su poche (meno di 5) partite

Valido se giocato con persone di fantasia che cooperano alla storia, piuttosto che giocare per vincere.

7

Bellino... specialmente con l'espansione per i finali tragici. Sperate di essere in compagnia con persone che non amano il trash, altrimenti spunteranno fiabe davvero deliranti!

Amaryllis-Schumaryllis
Sogno d'un'ombra l'Uomo

Sono una fava!!!

4

Concordo con Lobo e JesseCuster sulla fumosita' del regolamento. Risultano frequenti situazioni di conflitto non chiare da risolvere.

L'idea di base e' molto interessante, ma non sono riuscito ad apprezzare la modalita' con la quale poi il gioco effettivamente si svolge. Le storie che si creano sono spesso terribilmente intricate e bizzarre: questo aspetto per molti rappresenta il punto forte di OUaT, per me invece e' un difetto.

A questo aggiungo che la mia conoscenza del gioco si limita a solo due partite. Mi riservo, quindi, un eventuale aggiornamento del commento alla luce di future partite.

8

Un gioco che mi è piaciuto molto e che trovo decisamente originale.
Non sto a ripetere quali sono i punti deboli del gioco ben messi in evidenza nei commenti precedenti.
Secondo me sono tutti risolvibili con previo accordo da parte dei giocatori sul come condurre la partita. Il finale del gioco non può essere la conclusione di una storia secondaria ed inoltre non dovrebbe essere consentito "cambiare troppo le carte in tavola", ad esempio riferendosi ad una principessa dire che in realtà si tratta di un drago che a sua volta ecc... Scopo del gioco, proprio in quanto non competitivo (e questo è forse l'aspetto più deludente) è quello di creare fiabe coerenti nell'ambentazione e negli elementi e almeno un po' lineari.

"Ciò che si fa in tutto il periodo intermedio, della ragione e della riflessione, è come una linea stretta che si diparte dall'immensità oscura e vi fa ritorno". ( J. Michelet, Le Peuple )

6

Le regole un pochino fumose non aiutano e se la compagnia non gioca nel giusto spirito "collaborazionista" le storie risultano piu' simili ad allucinazioni che favole di qualsiasi genere!
Molto originale e consigliato agli amanti dello story telling.

6

Divertente il primo annetto,pesante il secondo,defunto il terzo.
Le carte sono sempre le stesse,puoi aggiungere quello che vuoi ma dopo un pò si stufano tutti. Francamente non lo tocco da tempo immemore e nessuno se ne dispiace più di tanto.
Se proprio lo adorate...

"Nella dorata guaina della compassione si nasconde talvolta il pugnale dell'invidia".
F.Nietzsche

7

Il gioco è decisamente originale e simpatico. Si presta ad essere giocato in pochi ma anche in molti e questo è un grosso pregio. Sia che si voglia creare favole serie o trash il divertimento è garantito. Certo se dovete giocarlo cavillando su ogni volta che si interrompe il narratore allora avete proprio sbagliato gioco.
Voto 7,5.

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

7

Originale e simpatico... ma dipende da con chi lo giocate. Perfetto per le conventions, okkio ad evitare le compagnie di amici morti viventi del/della vostro/a partner perchè può diventare una sofferenza mortale... ;)

8

Lo ritengo un gioco molto piacevole e divertente, da giocare soprattutto con una predisposizione a inventare situazioni assurde. L'unico problema può essere in effetti il rischio di polemizzare sulla scelta delle carte da giocare.

7

Nessun commento

7

Il gioco è divertente e ha il pregio di poter essere giocato ovunque e di essere molto leggero. Ha il pregio di non essere stancante, ma questo aspetto positivo emerge solo a seconda di chi siede al tavolo accanto a voi. E questo conduce anche al suo maggior difetto: se, come ha giustamente indicato qualcuno, si decide di proporlo ad una serata di zombie, la giocabilità e il brio del presente gioco svaniscono in un amen, lasciando il posto a scie di noia mortale. Adatto insomma per svitati parolieri o per individui fuori di testa e con una fantasia sfrenata, Once Upon a Time svela la capacità di ognuno di dire cacchiate in libertà, lasciando però un piccolo e decisivo spazio anche alla strategia, la quale a mio parere non guasta mai. Il problema, ripeto, è non giocarci con Super Vicky!!!

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"
Fabrizio De Andrè

6

Un gioco che da il massimo con la giusta compagnia. Lo ammetto se si coinvolgono persone capaci di ironiae autoironia e molto fantasiose risulta davvero divertete. Peccato che questo è sia un vantaggio sia uno svantaggio. Non è sempre facile trovare le persone giuste e soprattutto non tutti (occorre comunque essere in molti) potrebbero non esserlo, risultando per queste ultime un frustrante e noioso.

E' una vera debolezza che richiede che siano i giocatori a fare il gioco piuttosto che il gioco.

Problematico il regolamento, ma anche qui se si gioca per "vincere" meglio prendere qualcos'altro, altrimenti se si vuole passare del tempo in piena ilarità allora èp un titolo molto buono.

Ottime le carte (dimensione poco funzionale ma molto bella).

Nice Dice

SARGON
the Real Hedonist Goblin

10

Secondo me è il gioco definitivo! Una partita con le persone giuste ed "adattando un po' le regole" (io ed i miei amici non imponiamo limiti nel raccontare la storia, basta che dopo una mezz'ora si gioca almeno una carta altrimenti bastoniamo forte) vengono partite lunghissime e divertentissime. Intrecci assurdi e che rendono la partita quanto di piu' incasinato si abbia mai visto.
Spettacolare.

6

Può diventare un gioco molto affascinante con le persone giuste, altrimenti "rimane" un intermezzo carino e divertente..

6

Oh, per Dio, non si può mettersi a discutere sulle regole di un gioco come questo!
E' evidentemente un giochino per passare il tempo, non richiede niente tranne le carte e i giocatori, e se qualche regola non è chiara si passa oltre e alla fine della partita si stabilisce come gestire il caso in questione qualora si ripresentasse. Capisco che vincere sia bello, ma è evidente che in questo gioco (e analoghi) lo scopo è giocare e farsi delle grasse risate, tanto più che in ogni caso non si viene eliminati in alcun caso, e le possibilità di saltare dentro alla narrazione sono costanti per tutti i partecipanti.
Tuttavia è molto + economico (e non incide particolarmente sullo svolgimento) farsi le cartucelle con il computer e stamparle su cartoncino: costo praticamente nullo a fronte di risultati praticamente identici. Per quanto ne so è arrivato prima di "Sì, Oscuro Signore", ma quest'ultimo ha centrato il concetto economico di questo tipo di passatempo molto meglio di OUaT

10

divertente e simpatico! le storie strampalate che vengono fuori fanno morire dal ridere.

divertente solo se si hanno amici estroversi :)

6

Dopo vari anni modifico il mio commento originario abbassando il voto. Giochi di questo tipo, in cui il divertimento e l'esperienza ludica dipendono esclusivamente dai giocatori e per nulla dalle regole, non mi interessano più.

9

Essere stato per lungo tempo un narratore di Giochi di Narrazione (WoD) ha influenzato i miei gusti facendomi apprezzare uno di quei rari giochi veramente belli e per tutti.
È un gioco che permette di esprimere davvero la propria creatività, fantasia e talvolta controllare la ricchezza del proprio vocabolario.
Un consiglio? Non giocatelo solo con adulti :)

7

Con le persone giuste è meraviglioso.

Con le persone sbagliate (timide, poco fantasiose, desiderose di vincere a tutti i costi) non resta che cambiare gioco

Cmq a me piace :-)

Aloa

Curte

-non è vero che morirete- disse il serpente

7

Nessun commento

Dathon.

So long, and thanks for all the fish

7

bello e divertentissimo se giocato con le persone giuste

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=theclapofonehand&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=hot10&imagesonly=1&imagepos=right&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

10

Dall'autore del Barone di Munchausen un gioco straordinario, basato sullo stesso schema narrativo del gdr ma con i paletti dovuti alle carte.
Con un gruppo di persone adatte regala serate interminabili di storie assurde e divertenti. Così come le regala il Barone. E poi si presta ad adattamenti personali (esistono set di carte bianche per aggiungere elementi al gioco)

10

boia!!!! er meglio der meglio!!!, ma come non c'è più di dieci?!?

6

Nessun commento

9

Nessun commento

7

Nessun commento

6

L'idea del gioco è molto carina e anche la grafica molto gradevole. Purtroppo non è un gioco da giocatori perchè lo spirito con cui deve essere giocato non è quello competitivo ma il gusto fine a se stesso di creare una bella favola ... questo per me è un limite che ne inficia molto spesso la giocabilità.

commento basato su poche (meno di 5) partite

7

Nessun commento

Looka

"...dammi la castita' e la continenza, ma non subito subito..." (S. Agostino)

7

Divertente se giocato con le persone "giuste" e lo spirito "giusto". Altrimenti diventa una gara a chi urla di più e finisce prima le carte, e si perde lo scopo del gioco che è la narrazione.

Recently played:
//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=kikki&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

8

Nessun commento

<strong><em>So long, and thanks for all the fish.</em></strong>

9

Gran bel gioco... si riescono a raccontare delle storie incredibili che ogni tanto meriterebbero d'essere raccolte e pubblicate!!!

7

Nessun commento

8

Nessun commento

Wolflord
the
Rule’s Master

8

Party game all'ennesima potenza, giocato con le persone giuste (e senza "rosiconi") può rappresentare la chiave di volta di molte serate. Peccato che l'espansione non sia stata mai tradotta in italiano.

--
Stef - Stefano Castelli

7

Nessun commento

10

Nessun commento

7

Nessun commento

7

Divertente. Necessario che tutti sappiano piu' o meno bene l'inglese.

9

Nessun commento

8

Nessun commento

Una mappa è molto più di un semplice strumento:
è un'antica incisione, una pagina di storia, a volte un'avventura

8

Nessun commento

8

Bello, bello, bello davvero! Stimola la fantasia. Non è adatto ai silenziosi... ci vuole un po' di "scilinguagnola"!!
Piace tanto anche ai bambini!

7

Giocato con le persone giuste consente di fare un numero incredibile di risate, sembra di essere i fratelli Grimm sotto acido, naturalmente se preso troppo sul serio rischia di cadere nel patetico, quindi non fate l'errore di voler vincere a tutti i costi, ma pensate in primis al divertimento e alle risate che vi potrebbe far fare, e se poi riuscite a vincere anche ridendo e ancora meglio

8

Questo gioco se giocato con le persone giuste e con il giusto spirito è meraviglioso e regala un oretta (il tempo varia comunque da partita a partita, così come da gruppo a gruppo) di divertimento e spasso.
Le storie che vengono sono al limite dell'assurdo (alcune oltre!!)
:))

"Se loro sapessero la metà delle cose che so io, io ne saprei il doppio".

7

Semplicissimo e immediato, adatto soprattutto a chi ha molta fantasia e parlantina.
All'inizio i pezzi di storia tendono ad essere brevi, poco articolati, mentre i giocatori cercando di prendere le misure del gioco e degli altri partecipanti...poi ci si scioglie un po' di piu' e dalla seconda partita in poi diventa uno spasso. Almeno questa e' stata la mia esperienza quando l'ho fatto giocare ad un paio di sagre di paese, soprattutto a bambini e ragazzi.

Zulorzibmax, The Hidden Something
- (Oofo, Male, Friendly) -

8

E' un gioco per tutti, difficoltà minima, divertimento assicurato.
Da giocare in gruppi numerosi e senza prendersi troppo sul serio (leggi: l'importante non è vincere ma raccontare una storia).
L'ideale per divertirsi è aggiungere dettagli su dettagli al proprio racconto in modo da permettere agli altri di intervenire con le loro carte; raccontare la storia solo con il fine di liberarsi delle proprie carte in mano limita molto l'esperienza di gioco.
Non conosco l'espansione Dark tales, credo che aggiunga elementi "noir" a quelli già presenti

8

Bellissimo questo gioco di narrazione! Si presenta semplice ed elegante, con tanti spunti (e forse un po' troppi finali) e carte ben disegnate. Obbligatorio giocare con le persone giuste, che non perdano tempo in lunghe e noiose esposizioni o siano troppo pignole con le regole. In condizioni ottimali regala un'oretta esilarante in compagnia degli amici.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

Proprio un bel gioco di narrazione! Divertente perchè si può inventare insieme ad amici una favola fuori dai soliti parametri. Bisogna fare attenzione ai giocatori troppo pignoli sulle regole e gli usi delle carte o troppo lenti nel racconto, si rischia di rendere un bel gioco come questo, lento e noioso. carte dai disegni semplici, ma belli, peccato per la dimensione che come sempre non è possibile proteggere con delle bustine.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

8

Raffinato gioco di narrazione su favole è affini, da giocarsi con giocatori un pò smaliziati e portati allo story telling

8

Nessun commento

8

Che divertimento! Ma va giocato con le persone giuste...

<< Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e... ludoscienza! >> [Il sommo Poeta]"

E.C.A.S.C.O. online: www.ecasco.it

7

Divertente da giocare con le persone giuste!

Non sono i popoli ad dover aver paura dei governi, ma i governi a dove aver paura dei popoli...

8

Nessun commento

Giocare è una cosa seria...

7

carino, creativo, va giocato con la compagnia giusta, non per tutti

7

Gioco molto divertente, adatto per passare una serata in compagnia, tra spunti classici e arrampicate sugli specchi. E' necessario un gruppo di giocatori molto affiatati!

6

Nessun commento

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=mechvigiak&numitems=5&header=1&text=title&images=medium&show=random&imagesonly=1&imagepos=left&inline=1&showplaydate=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)
Ex presidente Treemme e Giudice Lucca Games.
Ho collaborato con aziende e operatori del settore, di recente con Pendragon Game Studio.
Gli interventi sul forum sono personali, da non considerarsi a nome dell'azienda salvo ove esplicitamente indicato.

7

Uno dei primi giochi di narrazione che ho mai provato e uno dei migliori.

Il parassita odia tre cose: i liberi mercati, la libera volontà e il libero intelletto. (Altoparlante a Rapture)

8

Gioco molto divertente, da giocare in serate goliardiche preferibilmente con amici molto fantasiosi, è un gioco di invenzione e racconto, si vince riuscendo a giocare il proprio finale, ma l'importante per me è riuscire a creare una storia divertente e attinete, non tanto attaccare le proprie carte a caso tanto per finire.

8

Bel gioco da fare con dei bambini, si raccontano delle storie a partire da alcuni elementi pescati a caso da un mazzo di carte. Molto creativo e divertente.

*/\&#124;\&#124;\&#124;/\*

8

Nessun commento

9

Finalmente un gioco dove la strategia non è nulla senza la fantasia! Divertente, semplice e stimolante. Adatto per tutte le età! Da comprare!!!

8

Bisognerebbe raccogliere le storie che vengono fuori dopo una serata con gli amici, basta non voler vincere e ci si diverte da matti!

Se uccidi un uomo sei un assassino.
Se ne uccidi dieci sei un mostro.
Se ne uccidi cento sei un eroe.
Se ne uccidi diecimila sei un conquistatore.

6

Nessun commento

6

Nessun commento

7

Party game decisamente disimpegnato e divertente. Da giocare, di tanto in tanto, con molti amici.

7

Il regolamento è quasi inutile, meglio entrare nello spirito del gioco e improvvisare al fine di creare una bella storia fra amici. Non è un gioco è un buon mezzo di aggregazione dalle ottime potenzialità.

"Qualunque cosa un uomo può immaginare, altri uomini possono rendere reale."

[Jules Verne]

7

Bek party game, anche se si finisce sempre a parlare di pastorelle...

--
"l'ipse dixit è la tomba del pensiero"
(da citarsi liberamente)

9

Sono pochi i giochi di conversazione davvero azzeccati. Questo è uno di quelli. E si adatta bene ai non giocatori. E scala benone per cvompagnie numerose.

"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)

9

La possibilità di creare storie condivise, sempre diverse e soprattutto con stili diversi (a seconda dei giocatori, ovviamente!), rende questo gioco a mio parere molto bello e mai noioso. Ideale da giocare in compagnia

7

Un party game molto carino per serate in cui si a voglia di parlare un pò e ridere.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

5

Idea molto bella, gioco originale, ma i suoi problemi sono sulla "lunga distanza" e sui giocatori .
Come già detto, il regolamento è piuttosto fumoso : è capitato più volte che nascessero discussioni sulla velocità con cui si possono giocare consecutivamente due carte.
Dopo un certo numero di partite le carte si ripetono inevitabilmente, e se non ci si trova fra giocatori "maturi" (sotto TUTTI i punti di vista) ne nascono discussioni ASSURDE (ironicamente mi è capitato di avere più partite avvincenti e nel pieno rispetto del Fair Play giocando con i miei cugini più piccoli..) .

In sintesi : Bel gioco, ma dopo numerose partite è ripetitivo, e bisogna avere una compagnia disposta, come già detto da molti, a giocare per la storia, e non per vincere a tutti i costi..

4

Nessun commento

7

Nessun commento

"Flagelliamoci perché non abbiamo ascoltato Zot.
L'oracolo aveva ragione su tutto, dal principio."

LupoSolitario

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare