Rank
283

Power Grid: Factory Manager

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,05 su 10 - Basato su 111 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 2009 • Num. giocatori: 2-5 • Durata: 60 minuti
Sotto-categorie:
Strategy Games
Famiglie:
Power Grid

Recensioni su Power Grid: Factory Manager Indice ↑

Articoli che parlano di Power Grid: Factory Manager Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Power Grid: Factory Manager Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Power Grid: Factory Manager Indice ↑

Offerte di giochi (annunci di vendita / scambio)

Nel seguente elenco sono presenti tutti gli annunci che hanno il gioco da tavolo Power Grid: Factory Manager in vendita singolarmente oppure all'interno di un lotto di giochi con eventualmente indicata la disponibilità ad effettuare scambi.

Annuncio Tipo Prezzo Scambi Consegna Spese sped. Utente Data
Fabrick Manager Offro gioco singolo €25.00 No Consegna a mano Cantebury 22/03/2018

Video riguardanti Power Grid: Factory Manager Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Power Grid: Factory Manager: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
6418
Voti su BGG:
5592
Posizione in classifica BGG:
774
Media voti su BGG:
6,87
Media bayesiana voti su BGG:
6,61

Voti e commenti per Power Grid: Factory Manager

8

Attualmente il gioco che mi appassiona di più. Regole semplici, materiali eccellenti. In 4 o 5 si fanno gare tiratissime, continuamente costretti a modificare strategia in base alle scelte altrui.. Manca purtroppo quel sistema di continuo riequilibramento dei giocatori che ho molto apprezzato in Funkenschlag, anche se fare confronti tra questi giochi non ha molto senso visto che sono decisamente diversi uno dall'altro..

7

Per gli amanti di PowerGrid/Funkenslhag un ottima conferma , molto carina l'idea di ribaltare alcune meccaniche del titolo precedente la grafica e lo stile sono molto fedeli al precedente e ben curati, sicuramente un buon gioco in stile 2F.
I tasselli nascondono nei disegni un simpatico particolare ;-)

8

Il gioco ha poche regole molto ben amalgamate ed eleganti. È giocabile in un’ora o poco più e risulta molto fluido ma estremamente profondo. Ogni giocatore gestisce una fabbrica che produce un generico prodotto. Si possono acquistare vari macchinari che a fronte di un consumo energetico e di manodopera producono materiale e lo immagazzinano. Il valore più basso fra la capacità produttiva e la capienza dei magazzini genera reddito a fine turno da cui bisogna sottrarre il costo del consumo di energia. La fase centrale è, ovviamente, l’acquisto dei vari macchinari della fabbrica che avviene in ordine di turno (deciso all’asta) e con un interessante sistema di generazione dei macchinari acquistabili. Qualche dubbio sulla longevità del titolo che comunque risulta ben fatto, per nulla aleatorio e molto profondo e godibile.

8

veramente molto bello e perfino originale. peccato solo un setup piuttosto lungo...
PS: il titolo Powergrid è solo pubblicitario, perché il gioco non ha nulla a che vedere col Powergrid originale (a parte l'autore, ovviamente)

7

Quoto in pieno il commento di pennuto, si tratta di un gioco breve (si gioca in un'oretta + 15 minuti di setup), elegante - set di regole ristrettissimo, si capisce tutto al volo - ma con dubbi sulla longevità legata all'andamento del costo delle materie prime e ad una piccola parte del mercato iniziale.
Per ora, lo rigiocherei un po' di volte per capire cosa conviene e cosa no, devo ancora farmene un'idea, ma la paura è che una volta decriptato il gioco, abbia poco da offrire.

Merita comunque un voto tra il 7 e l'8.

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

7

impressione dopo una sola partita a Lucca

Il gioco è molto piacevole, con meccaniche ben collaudate, ma dalla partita che ho fatto ho trovato il gioco ben più ragionieristico di Funkenschlag (gioco che a me piace) e temo sulla sua effettiva longevità, visto che viene a mancare quel minimo di aleatorietà che in Funk. era presente nell'uscita delle centrali.
Da riprovare sicuramente.

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

8

Titolo solido e ben strutturato che non lascia nulla al caso. Si spiega in pochi minuti ma non è facile da padroneggiare. Ho parecchie perplessità sulla longevità...
Molto gradevole la grafica e i componenti.

8

Nessun commento

Tutto cominciò per colpa di Lord Fiddelbottom... chi l'avrebbe mai detto!
Poi la seduzione di Madame Zsa Zsa ed il rapporto con Colonel Bubble...hanno fatto il resto!

6

Fabrik Manager globalmente non mi dispiace, anche se preferisco di gran lunga il suo archetipo.
Il problema principale di questo gioco sta nel fatto che e' sostanzialmente un esercizio di calcolo.
Pur difendendosi con ottimi materiali e grafica superlativa, il gioco rimane freddo e di scarsa interazione.
Se al tavolo ci sono un paio di pensatori la partita rischia di diventare lunga e pallosa.

Quando Chuck Norris vince una mano a poker, l'appende grondante sangue al retrovisore del suo pick-up.

Se perdere insegna a vivere, Pier è un maestro di vita.

6

Ero curioso di provarlo questo nuovo prodotto di Friese, ma l'entusiasmo è scemato già alla spiegazione delle regole... gioco freddo e calcolatore; mi tengo Powergrid con tutti suoi lati positivi e negativi.
Giocare a Fabrik manager è stato un esercizio di calcolo che sinceramente non ne sentivo il bisogno.
I componenti sono buoni, le meccaniche collaudate, ma rimane quel senso di insoddisfazione che è fastidioso da togliere.
E' un prodotto buonon soprattutto per chi non ha Power Grid, secondo me.

Voto: 6.5

7

un pò troppo cervellotico e un pò confusionario ma comunque un buon gioco

6

Per quanto in generale io apprezzi i giochi tedeschi ho trovato Fabrikmanager davvero troppo freddo e cervellotico. Non sono un patito neppure di Powergrid, ma devo ammettere che nonostante tutto quello è un bel gioco!

Secondo me Fabrikmanager è un'esasperazione di ciò che di buono offre il suo predecessore; Probabilmente lo rigiocherò, tuttavia non mi ha particolarmente coinvolto (divertito è una parola grossa!)

Inoltre, rischia di diventare parecchio noioso se si hanno come avversari giocatori che devono effettuare ad ogni costo tutti i calcoli matematici per ottenere il miglior rapporto costo/produzione/consumo. (anche se alla fine, pensandoci bene, il gioco è studiato proprio per loro).

Una nota di plauso per i materiali ed i disegni.. la sala mensa è davvero simpatica :)

Longevità: 1
Regolamento: 2
Divertimento:0
Materiali: 2
Originalità: 1

8

Senza dubbio bisogna essere un po' avvezzi al calcolo, ma il gioco è molto buono a mio giudizio. Sicuramente positivo il tempo contenuto della partita che, vista la sostanziale semplicità e linearità delle meccaniche e del turno, se fosse stato maggiore avrebbe appesantito inutilmente l'insieme.

6

Commento basato su poche (meno di 5) partite

Una specie di "Power Grid for Dummies", senza il mordente e la genialità di "babbo" Power Grid ma decisamente più lineare.
Mi lascia un po' perplesso perchè grafica e stile ricordano talmente tanto Power Grid che a colpo d'occhio sembra un gioco da gamers, mentre in realtà ha la complessità di un gateway (e la profondità calibrata di conseguenza).
Qualche dubbio anche sulla longevità, dato che gli elementi che la garantivano in Power Grid sono stati rimossi praticamente del tutto.

7

Gestionale puro!!!! Risorse limitate da investire con attenzione!!! Vince chi è più portato ai calcoli.
Divertente per chi apprezza il genere.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

7

Buon titolo, poca alatorità, poco allettante giocatato in 2, valido giocato in 3 o 4, in 5 risulta esser importante conoscerlo bene per evitare brutte situazioni e attese un po' lunghe

La vita è un grande bel Boardgame...peccato avere le regole solo in tedesco! -MartyParty-

6

Do la sufficienza solo perchè in qualche modo gira senza problemi (eccetto il finale), ma non vale granchè come gioco. Lo consiglio ai giocatori di età non superiore ai 12 anni.

The Goblin Creative...

Assimilerò ogni vostra peculiarità ludica e sociologica.
La resistenza è inutile.

8

Nessun commento

6

Titolo che non mi convince appieno.
Alla prima partita credevo di essere tornato alle superiori durante un compito in classe di matematica.
L' atmosfera era quella... silenzio..... mani sulla fronte..... sbuffi vari.
Il papà di Fabrik (Power Grid) è molto più coinvolgente.
Questo gioco però non delude del tutto, scorre liscio e non è difficile da imparare ....consigliato ai neofiti dediti al calcolo.
Grafica, come tutti i giochi di FF,bellissima e ricca di particolari. Per il prezzo che viene proposto si può anche aggiugere alla propria collezione.
Il 6 sarebbe un 6,5.

5

Fatta una sola partita ma il gioco mi ha molto deluso. Tutto calcolo, il che ci potrebbe anche stare se non avesse i turni di gioco strutturati in modo così distaccato gli uni dagli altri. Quando un giocatore acquista i vari macchinari gli altri aspettano un tempo molto lungo per via dei numerosi calcoli da fare e nel frattempo non possono fare altro, nemmeno progettare strategie, perchè non sanno cosa gli arriverà, o ancora peggio perchè hanno già comprato. Il gioco quindi diventa una sorta di calcolo solitario pieno di tempi morti. Inoltre il gioco non sembra avere molta longevità a causa delle poche variabili.
Grafica molto bellla a parte i soldi uguali a quelli di power grid, i quali, a mio giudizio, sono di scarsa qualità.

7

Ho fatto una corsa pazzesca ad Essen la domenica mattina per giocarci! L'ho comperato e rigiocato a casa. Mi piace anche se meno di Power grid. Bisogna saper pilotare l'asta a tuo favore (come sempre) e calcolare molto.

8

Nessun commento

7

Nessun commento

Paolor meglio conosciuto come P.Ruffo.

8

gioco solo una volta e spiegato direttamente da Friedemann Friese. il gioco mi è piaciuto parecchio. secondo me meno calcoloso di powergrid e più veloce, ma meno profondo. non è per fare paragoni ma solo per dare una idea di massima del gioco che lo considero differente da quest'ultimo

ciò che il bruco chiama fine del mondo, gli altri la chiamano farfalla.

8

Nessun commento

8

Commento basato su poche partite (4-5).

Mi è sembrato un ottimo gioco, dalle meccaniche solide ed eleganti, ben ambientato, grafica ottima e materiali di qualità, coinvolgente. Però è troppo "calcoloso", e probabilmente alla lunga diventa ripetitivo, ma secondo me può rimanere un ottimo titolo se giocato una volta ogni tanto.
Inoltre, mi sembra buono come "Acchiappa novizi di secondo livello": credo possa essere goduto di più da chi non ha l'esigenza/abitudine, come i giocatori esperti, di farsi mille conti, sebbene non sia così semplice da poter essere capito e apprezzato da un giocatore completamente "vergine".

//www.goblins.net/images/tdg_modules/tdgorg/affiliate/tdg_pescara_logo310.gif)

7

Nessun commento

//www.mamart.net/mamart_logo_S.png)//www.mamart.net/zombicide_index/img/mamart_zombicide_logo_s.png)

7

Nessun commento

7

Arguto gioco di ottimizzazione. Più un puzzle game che non un gestionale, è incentrato sul meccanismo di formazione del mercato delle macchine disponibili. Rapido e brillante.

Rivenduto.

7

Gioco freddino e abbastanza astratto. Non gira granchè bene in due giocatori. Sei e mezzo arrotondato a 7.

8

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Nessun commento

6

Nessun commento

Mi prenoto per un qualsiasi tavolo!

5

Preso sulla fiducia di power grid, delusione.

7

Forse non all'altezza di power grid ma sicuramente piacevole e stimolante.

6

Nessun commento

6

Nessun commento

Carved upon my stone,
my bode lies
but still I ROAM !

7

Nessun commento

 Il gioco tiene il tuo cervello sempre in funzione.

7

Piacevole ma molto molto calcolatore. Una partita ogni tanto ci sta, ma la generale freddezza e i tempi morti durante il turno di calcolatrice degli avversari ne riducono la rigiocabilità: indubbiamente bello, ma tiepido sul fronte del divertimento.

Tutti i GIOVEDI', birra&giochi a Roma Ovest: //tinyurl.com/h36zvft)

7

Carino. Forse in due alla lunga ripetitivo.
Da provare in tanti per serate light...

7

Nessun commento

8

PIacevolissimo, ben bilanciato il tempo di gioco, forse non paga essere onesti con gli stagionali. Ma certamente molto piacevole fin dalla... seconda partita

Dado al suolo, non si tiene.

7

Nessun commento

7

Nessun commento

//img220.imageshack.us/img220/4461/fantasy105.gif)

7

Nessun commento

7

Nessun commento

5

Ci ho fatto una partita e non ho nessuna voglia di riprovarlo.

gioco freddo, calcoloso, ma cosa peggiore non divertente.
peccato

7

Giocato: poco
Grafica/Materiali: 4
Longevità: 2
Divertimento: 2
Originalità: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

Nessun commento

Quando smetti di giocare non sei adulta. Sei spenta

6

Ci ho giocato una volta sola e l'impressione è stata quella di un gioco divertente, ma non molto profondo e sicuramente non molto longevo.

A lot of games become boring or simplistic once you’ve mostly "solved" them - a game that opens itself up to more strategy with repeated play is a rare treasure.

7

Nessun commento

9

Nessun commento

7

Nessun commento

---THE SUPER GUARD, TO YOUR SERVICE--- ---DELLA MIA COLLEZIONE DI GIOCHI NON VENDO NULLA---

8

Nessun commento

6

Gioco freddo e non molto divertente. Molti calcoli da fare turno per turno. Di difficile interpretazione la fase di scelta delle tessere per il nuovo mercato (che non è necessariamente un difetto): a volte si scelgono le tessere un po' a caso. Dopo un paio di partite alcune dinamiche sono più chiare, ma nel complesso resta un gioco ripetitvo e non lascia una gran volgia di rigiocarlo.

8

Nessun commento

6

Nessun commento

7

Nessun commento

7

Ho comprato la versione slovacca del gioco (Tovarnik), ma avrei forse fatto meglio a prendere Alta Tensione, che trovo più divertente, soprattutto per l'asta per le centrali e la gestione delle risorse.
Fabrik Manager ha il grande pregio di essere veloce (a parte il set up) e più immediato.

8

Nessun commento

7

Nessun commento

//i.imgur.com/8WRAG0Q.png?1)

7

è più lunga l'apparecchiamento del gioco stesso. Una volta però che tutto è pronto, fila via che è una delizia

TIMEO DANAOS ET DONA FERENTES

9

Nessun commento

Spazio lasciato intenzionalmente vuoto

7

La premiata ditta di Alta Tensione ha sfornato un altro titolo ghiotto. La meccanica è fluida e funzionale, forse non originale ma funziona. Tuttavia, non mi ha preso partitolarmente, forse per il tema molto industriale (de gustibus) o per la freddezza di certi sistemi. Consigliato per tutti, anche se preferisco giocare ad altro.

Se dico "seguitemi miei pugnaci", voi dovete seguitare et pugnare! (Brancaleone da Norcia) Flatulo

7

Un power grid snellito; personalmente non ne vado pazzo, ma di sicuro è un bel gioco da rispolverare ogni tanto

L'esperienza è l'insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione!

7

Interessante gestionale, da giocare con attenzione, perché penalizza molto ogni errore. Bassa l'interazione fra i giocatori.

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Nessun commento

7

Interessante per come sono ben ambientati l'utilizzo delle macchine, dell'energia, degli operai e dei magazzini.
Mi lascia invece insoddisfatto il meccanismo di acquisizione e quindi il tipo di interazione fra i giocatori.

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

9

Nessun commento

6

ci ho giocato un paio di volte, ma non mi ha coinvolto in modo particolare come alta tensione, belli i materiali.

6

Nessun commento

7

Niente a che vedere con power grid, tuttavia ha il pregio di avere meccaniche semplici e una durata contenuta

7

Non viene voglia di rigiocarci spesso anche se il fatto che il gioco si svolge in soli 5 turni permette in poco tempo di potersi confrontare in un gioco di calcolo allo stato puro. Belli i materiali. Per i miei gusti una pecca è la sorta di asta per aggiudicarsi il turno,forse avrei preferito se si sarebbe svolto a suon di electro.

7

Ogni giocatore si ritroverà nei panni di un manager cercando di ottimizzare il bilancio di un piccolo capannone industriale inizialmente quasi vuoto, comprando macchinari manuali o automatizzati(che oltre al costo in denaro, impiegheranno operai, e\o consumeranno energia elettrica che avrà un costo sempre maggiore con il passare dei turni), robot e varie altre attrezzature, espandendo il magazzino per stoccare le merci prodotte che poi venderà(a fine turno), assumendo e affidando compiti agli diligenti operai.
Il gioco e graficamente cattura l'occhio, materiali molto buoni, è abbastanza semplice fare i calcoli del bilancio dell'industria, anche se pochi errori possono essere molto depenalizzanti.

10

Nessun commento

Emanuele
Playbazar.it

6

Nessun commento

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare