Primetime Adventures (Second Edition)

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,82 su 10 - Basato su 28 voti
Gioco di Ruolo (GdR)
Anno: • Num. giocatori: - • Durata: minuti

Recensioni su Primetime Adventures (Second Edition) Indice ↑

Articoli che parlano di Primetime Adventures (Second Edition) Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Primetime Adventures (Second Edition) Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Primetime Adventures (Second Edition): Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Primetime Adventures (Second Edition) Indice ↑

Video riguardanti Primetime Adventures (Second Edition) Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Primetime Adventures (Second Edition): voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
239
Voti su BGG:
113
Posizione in classifica BGG:
130
Media voti su BGG:
7,75
Media bayesiana voti su BGG:
7,23

Voti e commenti per Primetime Adventures (Second Edition)

9

meraviglioso! testi e grafica sono splendi. un must assoluto.

\\//_ (lunga vita e prosperità)

8

il gioco secondo me meriterebbe un voto più alto per come siano ben fatte le meccaniche, ma siccome non riesco proprio a giocarlo gli do un sette. E' il classico caso di gioco che non solletica le mie corde e forse la creazione del pitch mi risulta ostica.

forse il difetto che ci trovo è che non fare bene il pitch rischia di ripercuotersi anche sulle varie sessioni

6

Un tempo gli avrei dato 9, ma alla fin fine, sarà per i gruppi con cui l'ho provato o per altro, non sono mai riuscito a creare un mondo che mi piacesse realmente, di fatto interrompendo tutte le serie dopo il pilota, o poco più.

8

gioco interessante, tra i più piacevoli della nuova generazione, sicuramente va prima creata una buona amalgama di gruppo e di interessi dei players, per poter sfruttare al meglio il pitch. Edizione italiana dai costi troppo alti e non coinvolge la grafica manga style, con disegni un pò dozzinali.

10

Semplicemente uno dei gdr più fondamentali del "nuovo design". funzionale, semplice, seminale, istruttivo.

Niccolò

9

In assoluto uno dei miei giochi preferiti, almeno attualmente.
Meccaniche semplici e dinamiche, potenzialità di supportare una valanga di ambientazioni. Le meccaniche per gestire i giocatori occasionali (pubblico) lo rendono adatto a una valanga di situazioni, e mi è successo più di una volta di far sedere passanti quasi occasionali al tavolo e farli alzare soddisfatti.
La Fan Mail poi è un cementificante di gruppo, consolida fortemente le amicizie e armonizza le idee dei vari giocatori.
Come tutto bisogna prenderci mano per scoprirne le varie potenzialità, ma secondo me ne vale la pena ^_^

Simone -Spiegel- Micucci;
Goblin Mail: 1

10

Semplicemente perfetto, e parlo per esperienza ormai biennale con questo gioco) per:
- giocare con persone che non hanno mai provato un GdR (si spiega in mezz'ora)
- consente miniserie brevi, one-shot (basta fare il Pilota), o anche serie molto lunghe (basta fare più Stagioni)
- avere personaggi che siano davvero protagonisti ed influenti
- uccidere sul nascere ogni desiderio di giocare "per rompere le scatole": il meccanismo della fanmail assegna privilegi ai giocatori più propositivi
- uccidere sul nascere gli "abusi di potere": ogni giocatore ha una riserva finita e ben determinata di risorse (Produttore incluso).

Semplice, geniale, innovativo, con un valore "giochiamolo ancora" estremamente alto, adatto a tutti (eccetto powerplayer ^_- ): che si può chiedere di più ad un gioco?

9

Uno dei migliori giochi di Ruolo/Narrativa che abbia usato.

L'ho utilizzato in un gruppo di ragazzi per migliorare le loro caratteristiche di roleplaying con ottimi risultati... Spero di usarlo tanto in futuro!

6

gli avrei dato un voto più alto, ma dopo averlo provato in tutte le salse, non mi soddisfa, ne come meccanica, ne come "gioco", alla fine non mi importa fare serie televisive

10

Facile da imparare nelle regole, richiede un poco di attenzione per seguire le linee "filosofiche". Crea comunque storie incredibilmente belle. E' al secondo posto della mia personale "top 10" dopo Cani nella Vigna.

10

Di una semplicità disarmante e di una versatilità unica. E' uno di quei giochi che, DOPO, ti fanno pensare "com'è possibile che non ci abbia mai pensato nessuno prima?"

E' importante però leggere bene il manuale, senza lasciarsi ingannare da pessime abitudini pregresse: molte cose non sono evidenti alla prima lettura, vanno scoperte giocando.

8

Questo gdr mi ha davvero entusiasmato. "Costringe" tutti i partecipanti ad avere un ruolo attivo nella narrazione della storia, che diventa un'opera di concerto. Un regolamento semplicissimo e immediato che si spiega in pochi minuti è alla portata di tutti e permette di giocare in fretta. Forse si perde un po' del classico affetto giocatore-personaggio, perché la concentrazione spesso è verso la storia e non verso "se stessi"... ma non è detto che sia un difetto quanto un aspetto del gioco. Molto molto divertente!

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

8

Un gioco che mi ha sorpreso piacevolmente. Molto divertente, di facile comprensione e dalle molte possibilità.

"Better To Reign In Hell,
Than To Serve In Heaven!"

Paradise Lost, Milton. v. 261.

5

No Comment

"Uno stregone non è mai in ritardo, Frodo Baggins. Nè in anticipo. Arriva precisamente quando intende farlo".
"Ma come fai a sparare a donne e bambini? Facile, corrono più piano, miro più vicino"
"Giù la testa cog....e"

8

Gioco per me bellissimo, me ne sono subito innamorato. Mi permette di addentrarmi nel gusto delle fiction televisive mia grande passione!
Per giocare DAVVERO una serie TV e non scimmiottarne solo le esteriorità!

DA GIOCARE!!!

Mirko Pellicioni
Autore del gioco Vento dell'Est MANGA
Impaginatore freelance!
Fanboy di GDR FOREVER! ;)

8

Shockante...
Quando lo giochi la prima volta può darti solo questa impressione...
Ma coinvolgente e terribilmente efficace nel farti vivere una precisa esperienza di gioco.
Poco da aggiungere su quello che è stato detto, certo parlo anche con un certo senno di poi, dato che la nuova versione che sta per uscire amplia le possibilità di gioco e aiuta ancora di più i giocatori a immergersi nelle storie dei loro protagonisti. Un punto in meno per l'edizione italiana, non eccelsa, anche se si chiude un occhio perché si tratta pur sempre del primo titolo pubblicato dalla casa editrice, che aveva ancora esperienza da maturare.

6

Nessun commento

7

Idea originale per un gioco di ruolo. Personalmente non mi diverte molto, per questo il voto è solamente 7, ma per amanti di giochi di ruolo principalmente narrativi è consigliato.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

6

Simpatico gioco di narrazione condivisa. Non c'è nessuno scopo se non raccontarsi una storia a vicenda e vedere come va a finire. Piace a chi non piacciono i giochi di ruolo classici e viceversa, probabilmente perchè non è un gdr e andrebbe riqualificato nei giochi di narrazione. Simpatica l'idea di distribuire il lavoro di crezione dello scenario ai partecipanti, ma è un pò come aprire un ristorante e poi chiedere alla gente di cucinarsi il cibo come più gli aggrada. E' il nipote povero di On Stage. Con qualche leva in più, già presente nel capolavoro di Luca Giuliano, poteva diventare una chicca, invece la mancanza di leve competitive lo inchiodano a terra. Solo per amanti di corsi di scrittura creativa.

Esistono persone che, con la scusa dell'elitarismo, vorrebbero livellare tutto verso il basso.
E tu innalzati, invece.

4

Al pari di Cani nella Vigna, questo è un gdr che mi ha fortemente deluso (e purtroppo questo l'ho comprato)! :(
L'ho giocato intensamente, con tutti e 3 i miei gruppi di gioco, ma alla fine ci siamo sentiti tutti "di aver perso tempo" (e parlo di una quindicina di persone) :(
Per vari motivi:

1) Il giocatore che ha Presenza in Scena 1, per quella serata poteva stare anche a casa.
Innanzitutto parte male, perchè si siede al tavolo e vede che altri hanno 2 o 3, e dunque - psicologicamente - sa già che per quella serata il suo pg non conterà niente!
Se anche fosse spinto a dare un suo contributo, beh, non può sperare assolutamente di riuscire nei suoi Intenti, visto che ha a disposizione 1 sola Carta :(

2) Viceversa: se un giocatore che ha Presenza in Scena 3, in quella seduta "non è in forma", ha compromesso l'intera esperienza di gioco del suo Protagonista! Al suo culmine predeterminato, infatti, se non si sente di avere idee, rischia di buttare alle ortiche la storia del suo Protagonista (o, perlomeno, il punto più alto del suo climax)

I punti 1) e 2) conducono dunque a concludere che il pre-determinare la Presenza in Scena, vincola troppo la creatività dei giocatori, e la possibilità di introdurre in gioco buone idee narrative per il proprio Protagonista.

3) Le schede non aiutano ad immedesimarsi nei propri Protagonisti, nè a rendere tutte le sfumature di essi.
Troppe poche "voci" sulla scheda, che risulta alla fine un foglietto mezzo bianco, senza molte fonti ispiratrici dalle quali attingere.

4) L'ecosistema delle 'fanmail' è un motore dall'avviamento davvero difficile!
Anche quando avviato e capito, non tutti hanno sempre nè la voglia, nè le capacità, nè il carattere di distribuire fanmail. E questo compromette il funzionamento dell'intero sistema!

5) Il 'pitch' è una fase che difficilmente produce risultati soddisfacenti per tutti.
E' difficile (impossibile?) contemperare seriamente, infatti, le esigenze di tutti, e qualche giocatore resterà inevitabilmente deluso, al punto che il suo grado di divertimento sarà ai minimi storici per tutto il serial. :(

In conclusione, un 4 sicuro: è un gioco che non giocherò più e che non mi sento sinceramente di poter consigliare.

7

Se si dovesse giudicare un gioco di ruolo dalla copertina, avrei dato certamente un voto più basso. Il gioco è divertente ed entusiasma molto: sostanzialmente è un sistema generico per giocare qualsiasi ambientazione e qualsiasi personaggio. Una delle pecche del gioco, sono i conflitti tra più giocatori, che funzionano male.

10

Uno dei miei giochi preferiti in assoluto. Con un po' di impegno(da parte di tutti al tavolo) si può riuscire a creare delle serie veramente favolose e divertenti. Sul manuale secondo me mancano qualche consigli in più per il "Produttore", ma è una cosa che con un minimo di esperienza si può risolvere tranquillamente.

Per gli amici Andrea Nucci

BORN TO LOSE, LIVE TO WIN

9

Nessun commento

8

Nessun commento

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare