Rank
99

Samurai

           Accedi / Iscriviti per votare
Goblin score: 7,78 su 10 - Basato su 173 voti
Gioco da Tavolo (GdT)
Anno: 1998 • Num. giocatori: 2-4 • Durata: 60 minuti
Categorie gioco:
Abstract StrategyMedieval
Sotto-categorie:
Strategy Games

Recensioni su Samurai Indice ↑

Articoli che parlano di Samurai Indice ↑

  • Guide Strategiche
    Samurai di R. Knizia è un interessante gioco di posizionamento e controllo dall’elegante sistema di punteggio e, soprattutto nelle prime partite, non facile da padroneggiare . Questa non vuol essere una guida strategica definitiva, ma solo...
    Autore:
    Ciaci

Eventi riguardanti Samurai Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Mercatino, annunci per vendere ed acquistare Samurai Indice ↑

Video riguardanti Samurai Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Samurai: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
11819
Voti su BGG:
11986
Posizione in classifica BGG:
150
Media voti su BGG:
7,44
Media bayesiana voti su BGG:
7,28

Voti e commenti per Samurai

8

Classico di scacchiera con delle belle idee, anche se è fondamentale giocare con le pedine iniziale scelte e non casuali.
Giocato: molto
Grafica/Materiali: 3
Longevità: 4
Divertimento: 2
Voti da 0 a 5 - Giudizio finale - personalissimo - espresso su una scala di valori che comprende tutti i giochi e la loro valenza storico sociale.

Lobo Quando si gioca si combatte per un punto, massacriamo di fatica noi stessi per un punto, ci difendiamo con le unghie e coi denti per un punto, perché sappiamo che quando andremo a sommare tutti quei punti il totale farà la differenza!

8

Davvero un bel gioco, dalle meccaniche raffinate e molto strategico, con una piacevole dotazione di componenti. Rientra tuttavia nella categoria di quei giochi che si rivelano tanto astratti da impedirmi, per una mia opinione personale, di metterli fra le votazioni più alte della gamma.

THE GOBLIN JR v.2
Another (Real) Goblin Prince
If you don't like me, ask to my big brother...

9

Quando provo per la prima volta un gioco di Knizia sono sempre un pò sospettoso, in quanto tende sempre a privilegiare le meccaniche di gioco rispetto all'ambientazione, che "a volte" è decisamente forzata. In questo caso, a mio parere, l'astrazione non penalizza molto la valutazione finale del gioco, che ritengo veramente ottimo, sia dal punto di vista dei materiali che dalle possibilità strategiche che offre! Vivamente consigliato a chi predilige i giochi di piazzamento...

Fortuna favet fatuis!

Emanuele
The Eldar

8

Di Knizia amo soprattutto le meccaniche dei suoi giochi per questo motivo riesco a sopportare che siano degli "astratti travestiti". Samurai non si smentisce: regolamento e durata brevi, buoni materiali e tanta strategia. Il sistema di punteggio poi è la ciliegina sulla torta. Un gioco che funziona bene anche in due.
Da giocare assolutamente con la scelta iniziale delle tessere per limitare il fattore fortuna.

9

Per chi gioca a "GO" questa è la miglior trasposizione della sua filosofia in un boardgame! Scegliere le tessere iniziali è basilare e un minimo di fortuna poi nel pescarle conta, ma non influisce se si mantiene una grande attenzione nel posarle e nel valutare le mosse degli avversari. Dimenticatevi combattimenti e azione: pura strategia di controllo del territorio come nei migliori giochi tradizionali orientali. Per quanto mi riguarda l'ambientazione non poteva essere più azzeccata visto che diverse battaglie nella storia del Giappone sono state decise da partite di "GO". Grandioso anche il sistema di punteggio. Non è certo un gioco x tutti ma x chi cerca la strategia pura è il massimo!

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

9

Gran bel gioco di strategia, molto profondo. La pesca delle tessere rende le partite sempre diverse. Difetti: il tema assolutamente astratto e la durata se giocato con persone lente... altrimenti il gioco scorre via velocemente. Spesso la partita si risolve sul filo di lana. Ottimo anche in 2 grazie alla mappa che comprende più o meno isole a secondo del numero di giocatori.

l'importante è vincere!

Partite recenti:

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=renard&images=small&numitems=10&show=recentplays&imagepos=left&inline=1&imagewidget=1)

9

Grande gioco, dalle regole semplici e dalla strategia profonda. Il sistema di conteggio per la vittoria poi e' una chicca, come in molti edi giochi di Knizia. Grande l'eleganza del meccanismo e dei materiali. Da non giocare assolutamente con i giocatori lenti.

7

La meccanica del piazzamento ed il sistema di conteggio sono lodevoli, ma non supportati da un'ambientazione all'altezza. E' tanto astratto che in 2 diventa scacchi.La pesca random delle tessere più che gravare sulla strategia, induce a riflettere su come sfruttare al meglio le risorse disponibili al momento.

Fletto i (verdi) muscoli e sono nel vuoto!

//i4.ytimg.com/i/C7NoaDQUH4tTLxCeVZm0oQ/1.jpg?v=c17673)

8

Classico gioco di piazzamento di Knizia che poco ha a che fare con la sua ambientazione.

Però devo dire che il gioco è davvero bello, molto ben bilanciato e strategico.

Kingsburg feels like Caylus with dice rolls and goblin bashing. This will grant him some wariness from gamers who can’t stand the luck of the dice, from others tired of spending cubes to build a district, and of course from goblins.

9

Un gran gioco di Knizia, strategico e allo stesso tempo facile da imparare. Io ho giocato due partite di fila e ho subito capito la dinamica. Unica pecca è data forse dall'astrattezza, ma ben compensata dalla qualità dei materiali.

9

Un boardgame di piazzamento molto "intrigante", dalle meccaniche assai interessanti e dunque altamente strategico. La mappa di gioco è ridotta all'essenziale e modulabile a seconda del numero dei "samurai" (per altro il gioco scala piuttosto bene) e belle sono le "figure risorsa" da catturare, sembrano realizzate quasi in giada. Il sistema di punteggio ha il lodevole scopo (riuscito splendidamente) del bilanciamento del gioco...........nulla è detto finchè non è piazzata l'ultima tessera. Regolamento semplice e geniale allo stesso tempo.
Concordo sull'astrattezza ma passa in secondo piano alla luce dei succitati punti di forza.

7

Gioco molto molto strano, piuttosto strategico ma che ha bisogno di alcune house rules per risultare coinvolgente altrimenti la pesca dei tasselli modifica troppo le qualità tattiche del gioco.

Today is the greatest day i've never known.
Can't live for tomorrow, tomorrow is much too long...

8

Altro gioco di piazzamento puro di Knizia, forse uno dei migliori. I punti di forza di questo gioco sono la sua estrema semplicità (si spiega in 5 minuti) e la brevità delle partite; il gioco tuttavia è molto profondo e richiede doti tattiche non indifferenti. Come al solito la HiG non delude mai, e i componenti sono di ottima qualità (bellissime le pedine in plastica nera).
Potrebbe non piacere ai giocatori che cercano un'ambientazione forte: in questo caso stiamo parlando di un astratto.
Ottimo anche in 2.

8

Nessun commento

6

Poteva essere un capolavoro (secondo i miei gusti) come i suoi fratelli durch die Wüste e T&E, però questo è davvero freddo e avulso dall'ambientazione. Inoltre è motlo difficile creare una vera e propria strategia se lo si gioca in più di 2 persone.

8

bello ma molto astratto, il tema giapponese c'entra poco o niente

8

Un regolamento semplice che nasconde un gioco abbastanza profondo.

La breve durata delle partite ed il bilanciamento tra i giocatori compensano quel minimo di fortuna nella pesca delle tessere.
Fondamentale giocare con le tessere iniziali scelte e non casuali.

Uno dei miei giochi preferiti,

"Molti uomini hanno tentato."
"Hanno tentato e hanno fallito?"
"Hanno tentato e sono morti ..."

8

Knizia e' probabilmente l'autore di giochi piu' prolifico. Tra le sue creazioni si contano alcuni capolavori e tanti titoli mediocri: fortunatamente Samurai si attesta, senza dubbio, nella prima categoria.

Astratto, certo, ma dannatemente tattico e intelligente. Le meccaniche sono semplici ma nel contempo profonde. I materiali sono discreti e la plancia componibile poteva essere forse piu' curata. Presente, sebbene estremamente limitata, un piccola e non cosi' influente componente di fortuna.

8

Ottimo gioco di posizionamento. Belli ed eleganti i materiali. Ottima la scalabilita' in funzione dei giocatori. Lunghezza appropriata.

7

Nessun commento

7

bello ma più difficile di quel che sembra.

"...vince chi fa più punti vittoria..."

8

Nessun commento

7

Nessun commento

cerca sempre di ottenere ciò che ami, altrimenti sarai costretto ad amare ciò che ottieni.

7

Nessun commento

Sono un mezzo demone cacciatore di giochi

6

Capisco che è un bellissimo gioco, molto strategico... ma proprio non riesce a coinvolgermi.

..perchè il sogno più vero è quello più distante dalla realtà,
quello che vola via senza bisogno di vele, nè di vento..
Hugo Pratt

www.ancestrale.it

7

gioco di piazzamento molto bello e strategico.

8

Uno dei giochi di posizionamento preferiti. Specialmente giocato a due e' davvero intrigante e richiede molto ragionamento e pianificazione. Alla lunga puo' diventare monotono in certe parti (ad esempio i primi 3-4 turni) ma poi la piccola casualita' introdotta dalla sequenza ogni volta diversa delle tessere disponibili rende la partita varia.

commento basato su una infinita' (oltre 20) di partite

9

Nessun commento

9

Nessun commento

6

Carino ma troppo astratto e cervellotico.

The Eagle Goblin

7

Nessun commento

7

Nessun commento

8

Ottimo gioco.Necessita di strategia e pianificazione,ma non manca una piccola componente di fortuna.
In 2 da il meglio in quanto si evitano errori di terzi che possono mandare in crisi i tuoi piani.

Recensione fatta dopo numerose(oltre 30)partite.

Se scopri di stare scivolando nella follia, tuffati.
(proverbio Malkavian)

7

E' uno di quei rari giochi che funziona bene da 2 a 4 giocatori.

8

Un altro gioiello di knizia

7

Di una semplicita' disarmante: pare incredibile che, invece, sia tatticamente
assai sofisticato. Scrivo dopo alcune partite "Natalizie":
la prima impressione e' che non possa davvero stufare, e se anche la plancia di gioco
potesse essere "variabile" secondo me potrebbe essere ancora piu' bello;
il regolamento (trovando quello in italiano CON GLI ESEMPI!!!) e' semplice,
una partita e' veloce, c'e' quel pizzico di "sorte" che non guasta mai
in un bel gioco, lo rende piu' vicino alla vita vera...da avere assolutamente.

9

Veramente un bel gioco... unica pecca è la solita intricata condizione di vittoria alla "knizia".

Uso dell'apostrofo: po', un altro, un'altra, qual è. Uso dell'accento sui monosillabi, solo in caso sia distintivo: su "so", "qui" e "fa", l'accento non va.

8

Bello bello... mi è piaciuto molto. Inoltre ho anche vinto la prima partita! :)
Il gioco è molto strategico e le mosse avversarie possono completamente stravolgere i propri piani. Bisogna prestare particolare attenzione ai pezzi che hanno preso gli avversari e quali si possiedono.
Ottimi i segnalini, bellissimo in 4 giocatori, regole semplicissime, gioco assolutamente non banale.

8

Nessun commento

8

Nessun commento

5

non molto carino.
per passare un'oretta di gioco.
necessarie almeno 2 partite per poterlo apprezzare a pieno

REFERENTE TdG ROMA

Collericamente Vostro The (Real) Un-Goblin!! "Fear God, and dread nought"
http://www.Resludica.net
LUDOTECA LEGIO CAPITOLINA A ROMA info 3488879558

8

Gran gioco di piazzamento, uno dei migliori in circolazione. Di nuovo Knizia si inventa un classico, anche se lo scoring finale non è facile da capire la prima volta. Consigliato. Ottimi i materiali, con i segnalini su tutto.

9

Nessun commento

Everybody is special. Everybody. Everybody is a hero, a lover, a fool, a villain. Everybody. … Everybody has their story to tell
(V for Vendetta)

8

Dopo alcune partite confermo il mio voto. Secondo me questo gioco è davvero bello. Il piazzamento delle tessere è altamente strategico e sebbene le tessere vengano pescate a caso, Samurai richiede comunque un'alta dose di attenzione e tattica. Il sistema per determinare il vincitore consente finali da cardiopalma... Purtroppo l'ambientazione è poco più di un pretesto.

Long. 2 (il massimo numero di giocatori pari a 4 non rappresenta certo un limite)
Rego. 2 (spiegato molto chiaramente e ricco di esempi)
Dive. 1 (questo è il punto debole. troppo astratto ed a volte troppo cervellotico)
Mate. 2 (ottime le pedine in bachelite)
Orig. 1 (alcuni spunti interessanti ma l'idea di fondo è già stata sin troppo sfruttata)
--------
TOT. 8

Ma non hai ucciso il drago??!!Ce l'ho sulla lista delle cose da fare....!!

9

Nessun commento

8

Samurai è un gioco molto semplice da spiegare, coinvolgente per tutti eppure complesso a livello strategico. Il regolamento è immediato e senza incomprensioni (si spiega in una pagina e in 5 minuti) e, anche se le meccaniche sono del tutto astratte, l’uso ergonomico del tabellone e la raffinata componentistica lo rendono aderente all’ambientazione giapponese e discretamente coinvolgente.
Certo, con Knizia si sa quello a cui si va incontro (freddezza, funzionalità e intelligenza nel calcolo dei punteggi), ma tutto è reso molto fluido dalla durata limitata (le partite non superano i 40 minuti) e dall’alta rigiocabilità. Raramente farete una partita senza che ne segua immediatamente un’altra.
In 3 o 4 giocatori il gioco è vario e difficilmente prevedibile nelle soluzioni da adottare. In 2 tutto funziona ugualmente bene perchè il tabellone che raffigura le isole giapponesi è più o meno esteso a seconda dei partecipanti, ma in questo caso Samurai diventa più simile a un rompicapo con mosse obbligate. Comunque ottimo anche per questo uso.
Forse non è facilmente reperibile, ma può essere una buona scelta anche come gioco introduttivo per giocatori alle prime armi. C’è solo l’edizione in tedesco ma il gioco è totalmente indipendente dalla lingua. La scatola non è delle migliori.

8

Un gioco di piazzamento. A me personalmente piace molto.
Sembra di giocare più ad una partita a scacchi che ad un boardgame.
L'ambientazione è assolutamente astratta.

La fortuna è sola una scusa usata dai giocatori mediocri!

7

Un gioco in cui valutare molto bene le proprie mosse. Un errore può costare caro! Particolare (e forse un po' macchinoso) il metodo di conteggio dei punti.

La teoria é quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica é quando funziona tutto ma non si sa il perché.
In ogni caso si finisce sempre col coniugare la teoria alla pratica:
Non funziona niente e non si sa il perché.

Albert Einstein

7

Bello, io non mi faccio problemi con l'astrattezza di un gioco, mi diverto solo se il gioco mi piace. E questo mi piace. E' semplicissimo, diretto e non lascia spazio a dubbi di sorta. Molto strategico, e il fattore C nella pescata non guasta...
Il voto poteva essere un 9, ma i materiali (mi riferisco a mappa e pedine di cartoncino) proprio non mi piacciono, insipidi e sciatti, altra cosa i segnalini in plexiglass, davvero belli.
In definitiva l'unico appunto che mi sento di fare al gioco è puramente estetico.

"Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media" (Charles Bukowsky)

8

Mi affascina tutta la matematica che c'è dietro a questo gioco. Con la variante delle tessere tutte a disposizione fin dall'inizio può provocare seri danni cerebrali. Ottimo.

8

Regole semplicissime, ma gioco profondo e longevo. Bravo Reiner! ;)

7

Nessun commento

Il tempo dara' ragione.....

7

Gioco veloce, bello, e molto strategico, ma non riesce a coinvolgermi molto a causa della glaciale astrattezza. Il fattore fortuna, sembra non pesare, ma in realtà a volte influisce quel pizzico che basta a guastarti una partita. Concordo con il recensore nel dire che il gioco è statico, e, per me, è un altro punto di demerito. Giocato in 2 da il meglio, in 3 o 4 si perde qualcosa in strategia.
Rimane però uno dei migliori giochi di piazzamento, e meriterebbe un 8, ma un punto glielo tolgo a causa della grafica inquietantemente brutta.

"E in ogni caso non abbandonate il tavolo da gioco, perché il giorno che lo farete la festa sarà finita e sarete diventati, inesorabilmente, vecchi." (Dostoevskij)

7

Un eccellente gioco di piazzamenteo e di controllo di territorio. Molto carine le doppie mosse e di conseguenza la possiblità di poter strappare città importanti per un soffio

La storia delle maggiornaze è sempre il solito, ed è facile avvantaggiare un'altro avversario se non si ricorda esattamente chi ha preso chi. E questo alla fine del gioco avvantaggia chi ha un'ottima memoria

Until swords part... Athafil Oakleaf - Principe degli elfi Ambasciatore Elfico "Potrei sapere come si fa ad uscire di qui?" "Dipende in gran parte da dove tu vuoi andare"  FFFF ha ragione...

7

Il gioco è buono. Il sistema di calcolo dei punti ancora ha dei punti oscuri per me, in quanto non lo ritengo perfettamente controllabile durante la partita. Il sistema di doppie mosse è interessante, e da adito a fainate buone

The angel that deserves to die

7

Bello e ben costruito.

"Il Premio Speciale alla Memoria... a un autore che da anni ci regala nulla di nuovo: Andrea Angiolino... Dandogli un premio alla memoria, lo costringiamo a cambiare l'ironica firma che usa sulla Tana dei Goblin." (Il Puzzillo/Mr.Black Pawn)

9

E' un gioco che mi piace molto.. Mi ricorda anche belle serate..

Sempre cialtronamente e ludicamente vostro.
Fiburga
Eh si.. la vita è dura...
(sdp)

7

Nessun commento

EX EX Presidente dell'
Associazione Ludica
CarriDisarmati

9

Ottimo gioco di Knizia!!
forse se dovessi scegliere tra "Tigri e Eufrate", "Nel deserto", "Samurai"
questo risulta essere il migliore dei 3 (sia per componentistica che per semplicità delle regole).
Molto semplice da spiegare ma veramente bello!!!
Gira bene sia in 2 che in 3 e 4 giocatori!
Da avere assolutamente (...assieme agli altri due ovviamente!!!)

7

CAMBIO VOTO da 7 a 8...e da 8 a 7
Dovuto principalmente dal fatto che dopo numerose partite, non solo il gioco non ha perso il suo smalto, ma anzi è aumentato il piacere di giocarlo.

Difetti...ambientazione fredda e poco attinente.
Pregi...si gioca in 33 minuti e si spiega in 5.
La miglior cosa è il particolare sistema di punteggio

9

Un capolavoro,lo stato dell'arte del puro piazzamento.Poche,semplici
regole ma molta sostanza.Il miglior Knizia dopo Tigris.

8

un gioco di piazzamento ed influenza divertente con la plancia espandibile
adoro questo tipo di giochi
bello...ma non arriva a Tigris

8

Adatto a tutti, veloce, semplice, e profondo. Bravo Knizia, che preferisco di gran lunga qui a Tigri ed Eufrate.

Nemo NemoN (il mio parametro per i giochi è nascondino, cui do 10, per quelli da tavolo è Puerto Rico cui do 8)

8

Giocato dall'amico Rincewind (grazie!) e successivamente acquistato , il gioco mi e' piaciuto moltissimo nonostante la mia prima sconfitta :-) Strategico, da pensatori, con possibilita' di carognate e possibilita' di nasondere la propria strategia fino a meta' partita. Poi diventa una caccia sfrenata alla mossa piu' scacchistica possibile, e con pensatori puo' rallentare molto. Il mio voto e' un 8.5, da rigiocare.

Plus ca change
Plus c'est la meme chose - Rush / Circumstances - 1978

8

Nessun commento

8

Nessun commento

8

Semplice e profondo, dannatamente tattico, giocabile da chiunque e appassionante.Buona la componentistica, caldamente raccomandato!

9

Gioco veramente molto bello. Confermo tutta la recensione, sottolineando il carattere "astratto" del gioco.

9

Stupendo!!! Regole che si imparano in 5 minuti e profondità nella scelta delle mosse. La casualità delle 5 tessere non infastidisce più di tanto, in quanto viene recuperata nel corso della partita dall'idea di partenza di fornire a tutti la stessa dotazione. L'interazione con gli altri offre occasioni di bastardate (soprattutto con le tessere speciali) ed "amichevoli" discussioni. Da consigliare!

Il primo a scoprire che in ogni uomo c'è del buono fu un cannibale (Anonimo)

8

Veramente un bel gioco di piazzamento! Uno dei migliori di Knizia a mio parere. Molto strategico e profondo è però semplicissimo da apprendere e da giocare. I materiali sono bellissimi e il tabellone componibile molto ben pensato. Scala anche bene da due a 4 giocatori....
L'unico difetto stà nel poter perdere una partita per una inezia o per una scelta discutibile di un avversario. Da avere.

9

Ottimo gioco, bello sia in 2 che in 3 o 4.
Pregi: I segnalini in plexigas da mettere sulla mappa sono bellissimi. Gioco tattico e aperto a molte varianti ma semplicissimo da spiegare e poi giocare. Sistema dei punti alla fine particolare ma secondo me bello perchè lascia aperte molte possibilità.
Difetti: I segnalini cartonati possono rovinarsi velocemente. Non tradotto in italiano. (le traduzioni comunque basta cercarle anche qui)

Se una donna ti rifiuta, non significa sia virtuosa.
Vuole di meglio. :)

7

Nessun commento

8

Commento basato su moltissime (più di 20) partite

Davvero un buon knizia. Anche se meno "epico" di E&T, un gioco che si lascia giocare: come molti astratti, "una partita fa sempre piacere", anche se, reiterato troppe volte, inizia a ripetersi. Regole chiare e ben scritte, cervellotico (forse troppo) ma godibile. Sicuramente "di classe" i materiali. Ambientazione "inutlie" (come in molti giochi di Big K) ma - in questo caso - non eccessivamente originale...

8

Nessun commento

6

Il gioco è sufficientemente interessante, tattico e per certi aspetti innovativo sul metodo di calcolo delle influenze. Ambientazione totalmente slegata dal gioco (ma le pedine sono belle!).

6

[FAIR-VOTE] Commento basato su parecchie (tra 5 e 20) partite
Interessante in 2, pessimo (causa eccessivo kingmaking) in 3 e 4. Il sistema di punteggio è cervellotico ma dopotutto ben adattato per un gioco che altrimenti avrebbe avuto poco di interessante.

RòmeNdil (goblin chierico), ultimamente ho giocato a:
//goo.gl/163wiY)
"L'importante non è né vincere, né partecipare: è divertirsi, davvero!"

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare