Ahoy

Giochi collegati:
Ahoy
Voto recensore:
0,0
Descrizione
Ahoy è all'apparenza un banale gioco di memoria ma in realtà, nel genere, è uno dei titoli più riusciti ed interessanti. A discapito di un regolamento davvero semplice e scarno il gioco presenta molti aspetti interessanti e per vincere occorre gran memoria e anche un pizzico di strategia.
Lo scopo del gioco è percorrere per primo un certo numero di giri in un percorso marino costituito dalle 12 carte animale, disposte in cerchio. Ad ogni giro il proprio segnalino guadagna un salvagente: il primo a completare il numero richiesto di giri sarà il vincitore.

Il Gioco
Nel proprio turno un giocatore non dovrà fare altro che girare una carta qualsiasi sul percorso scoprendo l'animale che c'è dietro. Unica limitazione è quella di poter girare solo carte non occupate da altri giocatori. Fatto questo muoverà, se possibile, il suo segnalino fino al primo animale del tipo raffigurato nella carta appena scoperta: ci sono limitazioni alle possibilità di movimento dovute alla posizione degli altro giocatori che costringono ad un'ulteriore (ma non drammatico) sforzo di memoria.

Considerazioni
È evidente che il fulcro di questo gioco è legato all'aspetto mnemonico: cosa c'è sul retro di ogni carta? In realtà, grazie anche alle piccole e semplici regole di limitazione al movimento e al numero limitato (e noto) di combinazioni, al di la del livello puramente mnemonico si apre un vasto raggio di possibilità strategiche, di scelte, volte anche a limitare il movimento degli avversari.

Insomma un gioco adatto a tutti: ai bambini, che nell'aspetto mnemonico puro possono trovare divertimento, gratificazione e competitività ma anche negli adulti che possono cercare di impreziosire la partita con scelte strategiche o sopperire alla memoria con osservazione. Le illustrazioni sulle carte sono belle.
Pro:
Semplicità.
Divertente per bambini ed adulti e con belle illustrazioni.
Contro:
È, in fondo, un semplice gioco di memoria.