La Città

Giochi collegati:
La Città
Voto recensore:
7,4
I giocatori rappresentano principi italiani che nel corso del gioco cercando di aumentare i propri possedimenti fondando ed espandendo nuove città e arricchendole di attrattive in modo da aumentarne la popolazione.Nel corso del gioco occorrerà fare attenzione a numerosi fattori che possono influenzare le possibilità di espansione delle proprie città, come le necessità della popolazione ed il rischio delle emigrazioni verso le città di altri giocatori. Al termine di 6 turni di gioco il vincitore sarà colui che totalizza il maggior numero di punti vittoria, calcolati sulla base della propria popolazione e della varietà di edifici costruiti in ogni città posseduta.

Il meccanismo di gioco è sostanzialmente semplice. In ogni turno la popolazione di ogni città aumenta automaticamente, ma non può superare determinate soglie se non sono state edificate specifiche costruzioni; ad esempio, occorre un Market per superare i 5 cittadini, mentre ci vuole una Fountain o un Bathouse per amndare oltre gli 8 senza ulteriori limitazioni. D'altra parte, la popolazione va nutrita, ed occorre quindi disporre di un numero adeguato di Farmhouse o Castle che consentano di produrre il cibo necessario, altrimenti si avrà una riduzione della popolazione che può portare alla perdita e smantellamento di edifici. In ogni caso, la popolazione è una risorsa fondamentale, poiché determina gran parte dei punti vittoria alla fine del gioco, ed inoltre non è possibile espandere le proprie città se non si dispone di popolazione in abbondanza.

La costruzione degli edifici è un fattore importante, poiché deve tenere conto degli elementi di terreno; ad esempio, una cava (Quarry) può solo essere costruita vicino alle montagne, così come un Bathouse necessita di acqua, le Farmhouse di terreno coltivabile per produrre cibo e così via. Il posizionamento di tali edifici inoltre è un fattore assai strategico, poiché quando due città di giocatori diversi si avvicinano troppo (sotto i tre esagoni), possono verificarsi fenomeni di emigrazione con conseguente perdita di popolazione da un lato e guadagno dall'altro. Inoltre, gli edifici dei diversi tipi consentono di aumentare l'attrattività di ogni città a secondo del fatto che siano collegati ad una specifica area che può destare l'interesse della popolazione: Cultura, Salute, Educazione.

Ogni turno di gioco è suddiviso in otto fasi, la cui parte centrale sono i Political Round in cui ogni giocatore ha la possibilità di effettuare le proprie azioni. I giocatori hanno a disposizione le proprie 3 carte Action, che consentono ciascuna di costruire gratuitamente un edificio base, o di guadagnare denaro o di avviare una nuova città; inoltre, possono scegliere di giocare una delle 7 carte Political che sono sempre visibili, per costruire (a pagamento) edifici maggiori o aumentare il valore dei propri edifici, la popolazione, il raccolto o anche di conoscere in anticipo i desideri della popolazione per l'anno in corso. Poiché in ogni turno vengono svolti 5 Political Round, i giocatori utilizzeranno una combinazione di carte Action e/o Political a secondo delle diverse strategie e necessità.

Come già detto, il problema dell'emigrazione è uno dei fattori più importanti. In ogni turno di gioco, infatti, vengono utilizzate le carte Voice of the People (quattro in totale, di cui tre coperte) per determinare se la popolazione richiede più Cultura, Salute o Educazione. A secondo dell'area di interesse determinata, i cittadini potranno emigrare da una città ad una di un altro giocatore (in funzione delle aree a cui si riferiscono i vari edifici presenti), causando seri problemi; infatti, se una città non ha popolazione in abbondanza, può succedere che l'emigrazione lasci alcuni edifici non occupati, che dovranno essere demoliti; d'altra parte, una consistente immigrazione può portare a non avere cibo a sufficienza per tutti, perdendo di fatto l'aumento di popolazione.
Pro:
La Città è un gioco che dà l'impressione di essere vivo, coinvolge i giocatori ponendoli costantemente di fronte a numerose scelte, spesso difficili, da cui può dipendere l'esito finale. Il fattore fortuna è completamente assente, non essendoci dadi, vista anche la numerosa scelta di carte Political e Action per svolgere le proprie azioni. La disponibilità limitata di edifici di ciascun tipo, inoltre, impone strategie di gioco accurate e sempre diverse, soprattutto se si sceglie il setup avanzato in cui gli elementi di terreno vengono disposti casualmente.

I materiali di gioco sono ottimi, come anche le illustrazioni ed il regolamento, che risulta chiaro e privo di ambiguità e controsensi. La complessità del gioco non è molto elevata, anche se occorre certamente più di una partita per riuscire a giocare bene, dopo aver familiarizzato con le varie meccaniche e le conseguenze delle varie scelte possibili.
Contro:
Il principale difetto di questo gioco è probabilmente la lunghezza: nonostante quanto dichiarato sulla confezione stessa, a mio parere difficilmente completerete una partita in meno di 2 ore, a secondo anche del numero dei giocatori.
Considerando anche gli aspetti minori, qualche giocatore molto competitivo potrebbe non essere soddisfatto dal livello di interazione fra i giocatori, che si limita sostanzialmente solo all'avvicinamento delle città in modo da instaurare il meccanismo di emigrazione, che comunque ad un certo punto della partita diventa inevitabile. infine, si potrebbe discutere del prezzo un po' elevato (siamo sui 40$), anche se va considerata la ricchezza dei materiali usati.