Corintho

Giochi collegati:
Corintho
Voto recensore:
0,0
Siamo nel 400 a.c.; due architetti entrano in competizione per la costruzione di un colonnato.
A turno possono piazzare un pezzo nell'area di gioco o muovere un pezzo sopra l'altro mantenendo l'ordine (colonna su base, capitello su colonna).
Scopo del gioco è formare un tris orizzontale, verticale o diagonale con pezzi dello stesso tipo in qualsiasi modo incolonnati.

Anche se sembra un deja vù, si tratta di un gioco molto innovativo ed interessante anche se rigorosamente di piazzamento per cui si richiede grande concentrazione.

Paolo Scattini l'autore ci ha scritto quanto segue:
"Ciao ... sono l'autore del giochino di cui sopra.
Andrea mi ha fatto la sorpresa di aprire questa chiacchierata e non mi posso esimere dal chiarire cosa succede in quel tempio.
Sostanzialmente potrebbe sembrare un ennesimo gioco basato sul filotto... ma ci sono regole e modi di gioco che lo rendono decisamente più appetibile.
Le regole.
I pezzi sono tutti bianchi. e sono 12 per giocatore (nel gioco a due) 4 basamenti, 4 colonne e 4 capitelli per uno. Si gioca a turni alterni.
Lo scopo è mettere in fila dai 3 ai 4 pezzi uguali ma .... contano solo i pezzi in cima alla pila. Parlo di pila perchè i pezzi, oltre ad essere giocati direttamente sulle caselle vuote, possono essere impilati. Per impilare si deve segue l'ordine naturale è cioè Basamento con sopra una colonna a sua volta sormontata da un capitello. Possono essere impilati solo i pezzi già presenti sul tempio e non si possono quindi giocare pezzi propri direttamente sopra. Una volta impilati i pezzi risultanti si muovono in blocco (come fossero cementati).
Visto che contano ai fini del filotto solo i pezzi in cima, non è necessario che i pezzi che fanno filotto debbano essere uguali.
Es: parlando di tre caselle in fila (orizz., vert. o diagonale) ... una casella con solo un capitello, una casella con una colonna con in cima un capitello ed una casella con basamento+colonna+capitello... guardando solo i pezzi sulla cima si ottiene un filotto di capitelli (si può fare filotto anche di colonne o di basamenti).
Fin qui niente di strano ... il bello è che si deve fare un filotto stabile. Per stabile si intende che l'avversario, con la sua prossima mossa, può destabilizzare il filotto.
Per esempio : il capitello della prima casella dell'esempio precedente che viene preso per essere impilato su di una colonna libera adiacente sfasciando quindi il filotto.
Ultima regola, tanto per garantire una piccola pianificazione delle proprie azioni ... l'ultima casella su cui si è giocato è tabù per il giocatore successivo. Ne consegue che non è possibile utilizzare l'ultimo pezzo giocato o alterato dall'avversario per destabilizzargli un filotto.
Si gioca quindi sempre d'anticipo nel preparare le basi per destabilizzare un incipiente filotto avversario o cercando di far esaurire certi pezzi all'avversario per poi approfittarne.
Non credo di essere stato troppo chiaro , ma è il massimo che potevo fare con 10 minuti a disposizione e per di più dal posto di lavoro!!!
Pro:
Ha la semplicità, la velocità e la profondità strategica del Tic-Tac-Toe 3D, solo che lo si può giocare dal vero.
Contro:
Ancora li devo trovare.