Dixit 4

Giochi collegati:
Dixit: Origins
Voto recensore:
6,9

Introduzione
Nuovo mazzo per le scatole base Dixit e Dixit Odissey. 84 nuove carte illustrate da un nuovo disegnatore: Clément Lafèvre.
È possibile mescolare fin da subito questo mazzo con gli altri acquistati oppure giocarlo da solo.

Il Gioco
Per la descrizione stesa del gioco si rimanda alla recensione di Dixit. In breve si tratta di un gioco di carte in cui lo scopo è indovinare la carta giusta tra una rosa di possibilità attraverso la definizione data dal narratore di turno.

Considerazioni
Ancora un cambio di matita per questa nuova scatolina. Pare che l'intenzione sia proprio quella di proporre un nuovo disegnatore per ogni nuova espansione, per rinnovare tratto e fantasia, mantenendo sempre fresca la proposta.

Il segreto di Dixit è trovare sempre una definizione “azzeccata a metà”, ovvero né troppo precisa né troppo vaga, questo per far indovinare solo pochi tra i partecipanti.
Le carte devono aiutare in questo, fornendo più di uno spunto e più di un tema. E possibilmente devono anche avere dei collegamenti tra loro, in modo tale da rendere la scelta di quella giusta più incerta, una volta svelate tutte assieme sul tavolo.

Come stile iconografico questo è forse il mazzo più cupo e più “adulto” di Dixit, pieno di figure grottesche, deformi, mostruose, di situazioni paradossali e inquietanti, dai toni cupi e sfumati. Grandi occhi stralunati ci osservano dalle carte, bambini in fuga, bocche irte di denti pronte a divorare il giocatore...e ancora teste, zampe deformi, creature chimeriche.
Sicuramente ci sono tematiche comuni e rimandi (la paura, la fuga, l'incubo, l'incompletezza...).
Come gusto personale probabilmente preferivo la prima disegnatrice (Marie Cardouat), ma anche in questo mazzo il talento è evidente.

Nonostante non apportino nulla di realmente nuovo al gioco, questa aggiunte annuali sono comunque gradite, anche solo per la bellezza e la fantasia dei nuovi soggetti. Meglio utilizzare prima questo nuovo mazzo da solo e solo in un secondo momento mescolarlo al resto, così da trovare nuove corrispondenze e richiami tre le ormai più di 400 carte a nostra disposizione.
Quello che davvero ci vorrebbe ora è una espansione con lo spazio per tenerle tutte (imbustate, ovviamente).

Consiglio quindi Dixit 4 solo a quegli amanti di Dixit che hanno consumato le precedenti usciti e necessitano di nuovi input per trovare spunti di gioco.

Pro:
Aumenta la longevità del gioco.
Contro:
Nuovo disegnatore: come sempre un nuovo stile potrebbe non andare incontro ai gusti di tutti.