Escape from the Aliens in Outer Space

Voto recensore:
6,9
Ambientazione
Un'equipe medica lavora da quattro anni a bordo di un'astronave nello spazio profondo, nel disperato tentativo di trovare una cura al morbo che sta decimando la popolazione terrestre. Finalmente si iniziano a vedere dei progressi: le cavie rispondono bene all'impianto di spore aliene direttamente sulla corteccia cerebrale... finché qualcosa va storto e alcuni membri dell'equipaggio iniziano a trasformarsi in orribili mostri a causa del parassita alieno fuori controllo.
Dopo due giorni l'astronave è gravemente danneggiata e in black-out; i superstiti hanno poco tempo ormai per cercare di mettersi in salvo, mentre nell'oscurità gli alieni li braccano, affamati di carne umana.

Il gioco
In Escape from the aliens in outer space metà dei giocatori veste i panni degli scienziati, mentre gli altri impersonano gli alieni; all'inizio della partita ad ogni giocatore viene assegnata una carta che ne determina l'identità ed una scheda per annotare in segreto i propri spostamenti, perciò ognuno conosce la propria identità e posizione, ma non quella degli altri.
Le condizioni di vittoria variano a seconda che si usi il regolamento base, quello completo, o che si voglia utilizzare uno degli scenari inclusi nel regolamento, ma essenzialmente l'obiettivo degli umani è raggiungere illesi una delle uscite di sicurezza dell'astronave, mentre quello degli alieni è divorare tutti gli umani, o comunque impedirne la fuga entro un certo limite di mosse.

Sulla propria scheda ogni giocatore ha la mappa dell'astronave, dove sono segnalati due diversi punti di partenza per gli alieni e per gli umani e la posizione delle uscite di sicurezza; inoltre l'astronave è divisa in settori esagonali, che possono essere sicuri (disegnati in bianco) o pericolosi (in grigio).
Il gioco procede in senso orario; al proprio turno ogni giocatore deve muoversi (di 1 passo gli umani, fino a 2 gli alieni) e annotare il settore in cui si è spostato sulla propria scheda; se il settore in questione è sicuro non succede nulla, altrimenti c'è il rischio di aver fatto rumore, perciò il giocatore deve pescare una carta settore e risolverne gli effetti:
- una carta rossa (rumore nel tuo settore) significa che il giocatore deve annunciare di aver fatto rumore nel settore [x,y] corrispondente alla sua effettiva posizione;
- una carta verde (rumore in qualunque settore) permette al giocatore di sviare gli avversari: egli deve annunciare di aver fatto rumore in un settore [x,y] a sua scelta;
- una carta nera (silenzio) significa che non deve essere fatta alcuna dichiarazione.
Il cuore del gioco sta proprio nel fatto che, quando viene annunciato rumore in un settore, i giocatori non sanno mai se è stata pescata una carta rossa o verde, perciò devono essere scaltri per capire se si tratta di un tentativo di depistaggio o di un indizio valido.

Nella versione completa del gioco, quando si pesca una carta settore, si deve anche far attenzione all'eventuale presenza di un simbolo "oggetto"; questo, se presente, significa che il giocatore può pescare una carta dal mazzo relativo per avvalersene in seguito. Gli oggetti sono utilizzabili solo dai giocatori umani e danno accesso ai poteri più svariati, dal movimento silenzioso o rapido alla possibilità di difendersi dagli alieni o addirittura contrattaccarli; agli alieni è comunque consentito pescarne, per dissimulare la propria identità.

Mentre tutto ciò che gli umani possono fare è tentare di sgattaiolare nell'oscurità, un alieno può decidere, al proprio turno, di uscire dall'ombra e attaccare in un settore dove pensa si trovi un umano. Egli semplicemente dichiara "attacco in [x,y]"; a questo punto ogni altro giocatore che si trovi attualmente in quella posizione, sia esso umano o alieno, deve dichiararsi morto ed è eliminato dal gioco.

Il gioco procede finché non vengono raggiunte le condizioni di fine partita dettate dal regolamento o dallo scenario che si sta utilizzando, generalmente quando tutti gli umani sono morti o riusciti a scappare. Tutti i giocatori che abbiano raggiunto il proprio obiettivo sono dichiarati vincitori, con eventuale possibilità di vittoria "mista" condivisa da giocatori umani e alieni.

Considerazioni
Escape from the aliens in outer space è sostanzialmente un party game, incentrato molto più sul divertimento che sull'analisi strategica; addirittura ci sono occasioni in cui i giocatori potrebbero barare senza essere in alcun modo scoperti (come quando si dichiara che sulla propria carta settore c'è un simbolo oggetto), ma questo non rovina in alcun modo lo spirito del gioco, che nel suo genere è un piccolo capolavoro.
Il regolamento è essenziale e assolutamente privo di qualunque aspetto macchinoso, perciò la partita va giocata a ritmo sostenuto, per evitare lunghe attese fra un turno e l'altro; se questo prerequisito è soddisfatto, il gioco si rivela divertentissimo. Tuttavia è ovviamente importante che tutti i partecipanti sappiano a che genere di gioco si stanno approcciando quando si siedono al tavolo, per evitare di rimanere delusi o di annoiarsi.
Un'ultima nota positiva va dedicata all'ambientazione, che si adatta ottimamente alla meccanica di "movimento segreto e inseguimento" e perciò rende molto bene la sensazione di pericolo incombente o di eccitazione della caccia, a seconda che si giochi come umano o alieno.

Del gioco esistono due edizioni: la black è considerata quella "standard", mentre la limited contiene due mappe e due oggetti aggiuntivi. Non solo le due edizioni presentano un disegno diverso sulla scatola, ma neanche i personaggi inclusi sono gli stessi, il che significa che gli possono essere assegnati poteri speciali specifici, qualora lo scenario giocato lo preveda.
Pro:
Ambientazione affascinante e ben resa.
Giocabile da gruppi numerosi, fino a 16 se si possiedono le due edizioni del gioco.
Il gioco si presta ad un grado altissimo di personalizzazione; sul sito ufficiale sono inoltre presenti un tool di generazione di scenari ed un editor di mappe molto ben realizzato.
Contro:
Trattandosi di un party game, è necessario che si giochi per divertirsi e non per vincere a tutti i costi, altrimenti si rischia di rovinare la partita.
Come per tutti i giochi di eliminazione, chi muore troppo presto può annoiarsi mentre aspetta la fine della partita.
Il costo è decisamente elevato, considerato che nella scatola c'è solo un mazzo di carte, un po' di fogli e di matite.