Non Perdere il Senno

Giochi collegati:
Don't Lose Your Mind
Voto recensore:
7,8

Premessa
Non Perdere il Senno è il primo supplemento per Non Cedere Al Sonno. Si tratta di un manuale un poco più corposo del base, che fornisce una chiave di lettura approfondita su uno degli aspetti più importanti di questo gioco di ruolo: la follia.

Ambientazione
Anche se l'ambientazione rimane (ovviamente) invariata, si nota subito un grande pregio di Non Perdere il Senno, che aggiunge dettagli utilissimi per creare una migliore atmosfera, definendo meglio “il ruolo” dei Risvegliati o meglio il modo in cui la pazzia cresce nella loro mente, spesso trasbordando e contaminando la realtà stessa, finché in qualche modo non si riesce a trovare un momento di tregua… oppure non si cede, con la mente spezzata, pronti a entrare a far parte di quel carrozzone di mostruosità che è Mad City.
Nel manuale base veniva spiegato come un Risvegliato che perde tutta la Disciplina a favore della Follia diventa un Incubo. Grazie a Non Perdere il Senno, la pazzia guadagna un’identità propria, illustrando con bellissimi esempi quanto può essere importante (e divertente da giocare) la lenta e inesorabile perdita della ragione. In pratica, per ogni lettera dell’alfabeto viene proposta una pazzia (B come Bocche, F come Folletti, J come Jungla etc.) e in un paio di pagine viene spiegato come la vive la persona che ne soffre (ovviamente sono utilizzabili anche dai giocatori), che Talento fornisce, come si sviluppa e a cosa conduce.

Il Gioco
Come sopra, il gioco non viene di certo stravolto, ma migliorati nell'aspetto preso in considerazione dal manuale. Nella parte centrale del libro si trovano suggerimenti per gestire la Follia, e sono proposte alcune regole varianti da applicare (in parte o in toto). Insomma, in questa sezione si sviscerano le regole, “da un lato” su come può essere divertente quest’aspetto e su come giocarlo al meglio, senza prendere alla lettera alcuni termini, ma mettendo in gioco sempre la propria fantasia o creando delle apposite varianti, “dall’altro lato” invece ci sono consigli su come rallentare per la ripida discesa, magari perfino nell’improbabile tentativo di riacquistare Disciplina tramite una visita dallo Strizza o affidandosi ad altri incubi proposti ad hoc.

Considerazioni
Nel complesso abbiamo un ottimo manuale, la cui versione italiana proposta dalla Janus Design è sempre curata al meglio. L'unico aspetto negativo può essere il fatto che, di tutto il manuale, appena 30 pagine sono dedicate agli approfondimenti puramente “regolistici” (la suddetta sezione centrale), che di solito sono quello che ci si aspetta da un'espansione. E anche se è vero che le descrizioni dei vari tipi di Follia sono davvero allucinanti e allo stesso tempo forniscono nuovi incubi da mettere in gioco (mostrando cosa si diventa una volta Perso il Senno), sono ridondanti. Una volta capito il “meccanismo” con cui possono venire create le Follie si può procedere da soli, senza arrivare a questo spendendo tre quarti dello spazio disponibile nel manuale. In fondo un peccato veniale, perché a discapito di ciò, leggere le varie Follie è assai intrigante.
Insomma, un pezzo immancabile se vi siete divertiti con Non Cedere al Sonno.

Pro:
Maggior dettaglio della Follia, utile per aiutare i giocatori a calarsi meglio in questo aspetto del gioco.
Regole nuove e suggerimenti sul come utilizzare al meglio quelle già esistenti.
Ottima grafica.
Contro:
La parte delle regole è buona, ma in qualche modo limitata (rispetto al numero di pagine presenti).