Scacchi Cinesi

Giochi collegati:
Xiangqi
Voto recensore:
0,0

Ambientazione
Il gioco presenta molte analogie con gli scacchi al punto da essere spesso indicato in occidente come "Scacchi cinesi", come il più noto gioco riproduce lo scontro militare tra due schieramenti opposti, ognuno dei due capeggiato da un sovrano (il pezzo chiamato "Imperatore").

Il Gioco
Nello Xiangqi la scacchiera è idealmente divisa in due parti da una fila di caselle dette "fiume", in ognuna delle due parti ci sono 9 colonne e 5 file. Nelle quattro caselle centrali di ognuna delle due parti del "fiume" sono presenti anche delle linee oblique che formano il "castello". Le pedine sono dei dischi di uguali dimensioni contraddistinte dall'ideogramma corrispondente al nome del pezzo, l'ideogramma è scritto con i colori dei due giocatori (generalmente rosso e nero).

I pezzi si dispongono seguendo una disposizione iniziale simile a quella degli scacchi, ma con la differenza che i pezzi vengono posizionati nelle intersezioni delle linee (come nel "Go") e non all'interno delle caselle. Esattamente come negli scacchi ogni pezzo ha un nome e può compiere specifiche mosse:

Pedone: si muove sempre di una sola intersezione, inizialmente può spostarsi solo in avanti ma dopo aver attraversato il fiume può muoversi anche lateralmente
Elefante: deve obbligatoriamente rimanere nella propria metà e si muove in diagonale di due
Cavallo: si muove come negli scacchi con la differenza che non gli è consentito scavalcare gli altri pezzi
Cannone e Torre: si muovono in verticale o in orizzontale di un numero di caselle a piacere. la differenza è che il cannone può catturare solo se tra lui e il pezzo bersaglio c'è un altro pezzo.
Consigliere: Si muove sulle diagonali del castello
Imperatore: si può muovere solo all'interno del castello

La cattura avviene come negli scacchi, ovvero se con un proprio pezzo è possibile raggiungere una casella occupata dall'avversario compiendo una mossa regolare, allora si sostituisce il pezzo avversario con il proprio e lo si cattura.

Il gioco termina con lo scacco matto di uno dei due imperatori, le modalità per dare scacco matto sono identiche a quelle degli scacchi.

Considerazioni
Il gioco richiede decisamente un grande impegno e volontà di imparare e di rimettersi in gioco nonostante le sconfitte patite contro giocatori più o meno esperti, all'inizio può essere difficoltoso soprattutto da parte di chi è abituato a giocare a scacchi perché diverse piccole differenze possono portare alla confusione. Oltre questo il gioco ha tutti i pregi di un gioco astratto che si tramanda ormai da millenni.

Pro:

Totale assenza del fattore fortuna, conta solo l'abilità mentale del giocatore e la sua capacità di prevedere le mosse avversarie e di ideare contromosse.

Contro:

Difficile da reperire, inoltre le pedine sono tutte uguali, caratterizzate solo dal corrispondente ideogramma in cinese, quindi per tutti coloro che sono estranei a questa lingua risulta praticamente impossibile distinguere i pezzi senza guardare di continuo sul manuale oppure senza attaccare una etichetta sul bordo della pedina.