Stratego: Lord of the Rings

Voto recensore:
0,0
Stratego Lord of the Rings fa parte della vasta schiera dei giochi della MB, ed affianca in maniera decisa, piazzandosi secondo a nessuno, gli Stratego usciti fino ad ora.

Il gioco è un classico a due giocatori, dove i due avversari si affrontano su un tabellone appositamente ristretto, per favorire lo scontro dei due eserciti.
I giocatori avranno a disposizione 40 pedine a testa, 40 beige per le Forze del Bene e 40 grigie per le Forze del Male. Ognuna di queste pedine avrà particolari caratteristiche; difatti ognuna alle sue spalle riporterà un adesivo (appositamente incollato alla prima partita) raffigurante uno o più dei personaggi della famosa saga del Signore degli Anelli: Gandalf, Frodo, Aragorn, il Re Stregone, Saruman, i Cavalieri sui Mannari, Eowin, vermilinguo, etc...

Ognuna di queste pedine avrà caratteristiche uniche e particolari: Gandalf potrà volare, Gimli potrà utilizzare all'occorrenza la sua Ascia Nanesca, i Cavalieri di Rohan potranno cavalcare per la Terra di Mezzo, etc...

L'obiettivo del gioco è scovare la Bandiera avversaria e catturarla.

Una volta disposte a piacimento le pedine nelle prime quattro file della propria parte di tabellone, il giocatore con le Forze del Male darà inizio alla partita. Spostando una pedina ciascuno a turno (avanti, indietro, di fianco, ma non in diagonale) di uno spazio, i giocatori si affronteranno per il predominio della Terra di Mezzo.

Ogni volta che una pedina muoverà sul tabellone e attaccherà un'altra, entrambe verranno girate in modo che i due giocatori possano vederle, il grado di ogni pedina determinerà la vittoria, o la sconfitta, di una o dell'altra (o di entrambe!): come sempre il grado più sconfigge quello basso. Le pedine sconfitte vengono rimosse dal tabellone, e il gioco passa in mano all'avversario.

Le Fortezze saranno inespugnabili alla maggior parte delle pedine in gioco, solo i Soldati di Gondor e gli Orchi (grado 3) saranno in grado di catturarle, ipotecando così la vittoria e la conquista della bandiera avversaria. Ogni pedina, che non sia un Soldato o un Orco, che affronta una Fortezza verrà rimossa dal tabellone.
Le Zone Proibite, quelle con la tazza Hobbit e la candela con Monte Fato, non potranno essere attraversate. Bisognerà aggirarle per arrivare nelle zone calde di battaglia, e scovare gli avversari per annientarli.
Solo Frodo avrà un unico tentativo per entrare a Monte Fato e tentare di distruggere l'unico Anello gettandolo nelle fauci di Monte Fato.

Aragorn e il Re Stregone la faranno da padrone, ma anche Frodo potrà fare la differenza nella Terra di Mezzo; Uruk-Hai e Berseker non staranno certo a guardare e la Compagnia dell'Anello darà manforte alle Forze del Bene.

Le Spie dei due schieramenti (Eowin e Vermilinguo) dovranno tenersi pronte per colpire al momento giusto, senza farsi scoprire prima di aver compiuto la loro missione: Eowin tenterà di catturare il Re Stregone, mentre Vermilinguo sarà impegnato a tramare nell'ombra.

Chi riuscirà a prevalere sull'avversario? Chi dominerà la Terra di Mezzo?
Pro:
Stratego Lord of the Rings è una validissima variante allo Stratego Classico:
3 modalità di gioco, Classico, Poteri Speciali e Distruggi l'Anello.
Ogni partita in modalità Libero, Prigioniero, Segreto e Nascosto.
Ogni pedina ha caratteristiche uniche e Poteri Speciali particolari.
Il colpo d'occhio del tabellone è semplice, ma affascinante.
Il fascino del Signore degli Anelli conquisterà tutti i fans della Saga fantasy più letta (e vista) di tutti i tempi.
Contro:
Contenuti non al top, le pedine sono semplici e non particolarmente belle, solo le immagini le salvano in corner.
Longevità non particolarmente alta, ma la possibilità di differenziare una partita dall'altra utilizzando varie modalità di gioco ne allungano la vita.
L'organizer di cartone è molto leggero, utile sì ma abbastanza fragile.