Anteprime Essen 2021: TRAILS

TRAILS
Tania-94, goblins.net

Dopo Parks e Nightfall, Henry Audubon e la Keymaster Games ritornano a farci scorrazzare tra i parchi nazionali americani con Trails.

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
TRAILS

Trails non è una nuova espansione di Parks, ma un gioco competitivo a sé stante, che sfronda e riduce all'osso il regolamento del fratello maggiore. Andiamo a vedere come.

A un primo livello macroscopico, il gioco scala diversamente: solo da 2 a 4 giocatori, mentre Parks scala da 1 a 5.

Abbiamo un solo escursionista a testa, scompare il tabellone-display delle carte acquistabili. Rimane il percorso, che stavolta si utilizza in modo diverso: le pedine si muovono di uno o due spazi azione a nostra scelta sul tracciato, ma quando si arriva alla tessera di fine percorso, si gira l'escursionista dal lato opposto e si percorre il tracciato allo stesso modo al ritorno. Ai lati del percorso si posizionano due carte badge, che sono il modo principale per ottenere punti nel gioco. Come sempre, le carte raffigurano le risorse necessarie per ottenerle.

Quando si raggiunge una delle due tessere all'estremità del percorso, si possono quindi pagare le risorse per prendere fino a tre carte badge (ne abbiamo sempre anche una di mano, oltre alle due scoperte). Stavolta, a differenza di Parks, gli spazi del percorso non sono esclusivi: più escursionisti si possono trovare sulla stessa tessera.

Sugli spazi azione possiamo ottenere le risorse raffigurate (ghiande/sassi/foglie), scambiare risorse con altre, oppure scattare una foto al costo di una risorsa (l'iconografia è chiarissima). Diverso è il discorso delle tessere inizio e fine percorso: sulla prima possiamo riempire la borraccia, girando la relativa tessera sul lato "pieno"; sull'ultima si sposta il segnalino del sole sempre più a sinistra, prima sulle tre iconcine della tessera stessa, poi sulle tessere del percorso, girandole dal lato notturno, e si ottengono in aggiunta le relative risorse.

Le azioni del lato notte sono più forti di quelle del giorno, ad esempio la foto (che prima costava una risorsa) è gratis, oppure si ottengono due ghiande/foglie/sassi anziché uno.

La borraccia serve a eludere il limite del movimento di massimo due spazi, permettendoci di spostarci dove vogliamo sul tracciato in corso, ma appunto dovremo aspettare fin quando torniamo sulla tessera iniziale per riempirla di nuovo.

Il limite di risorse di mano è otto anziché le dodici del base.

Ultima novità, il segnalino orso: quando ci troviamo su una tessera con l'orso, tiriamo il relativo dado per spostarlo su un'altra tessera e ottenere le reative risorse, oltre a quelle della tessera in cui ci troviamo.

Quando il sole è tramontato del tutto, arrivando alla tessera iniziale, si effettua un ultimo round e il gioco finisce. Si contano punti sulle carte badge e sulle carte foto, più i 4 punti per chi ha più uccellini raffigurati tra le suddette carte. Ovviamente, chi ha ottenuto più punti è il vincitore.

Il regolamento, che trovate sul sito dell'editore, è scritto veramente bene e non lascia spazio a dubbi, ogni tipo di carta badge è spiegato nei dettagli.

Prime impressioni

Trails è un altro di quei giochi che appunto sfrondano il gameplay di un titolo di successo. In questo caso si è scelto di togliere anche quasi del tutto l'interazione, che qui mi sa essere limitata al portare via le carte badge più remunerative agli avversari.

La parte più suggestiva del gioco è data dal vedere il tracciato evolversi dal lato diurno a quello notturno, il che aumenta il ritmo di acquisto delle carte badge.

Lo vedo come un titolo adatto a famiglie con bambini sugli otto anni e per neofiti, ma anche a chi cerca un gioco molto curato dal punto di vista dei materiali, facilmente trasportabile (la scatola è piccina), da giocare rilassati.

Chi già ha Parks rischia di avere un doppione, anche le illustrazioni sono al 90% quelle del base e dell'espansione.

Commenti

Non mi aveva entusiasmato, se non per le meravigliose illustrazioni, nemmeno il "fratello maggiore", quindi a Essen ci darò solo un'occhiata. Grazie a tutta la redazione per le Anterprima Essen, ci tengono compagnia nelle lunghe ore di avvicinamento in auto da Imperia alla SPIEL Messe Essen.

Uscirà in italiano?

LorenZo-M scrive:

Uscirà in italiano?

A naso direi di no, dato che anche Parks non è ancora stato localizzato. Mi informo. 

Edit: ho chiesto alla Keymaster Games e mi hanno risposto che per ora non è in programma una localizzazione italiana. 

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare