BGG News 03/12/2014: nuova espansione per Mage Knight e giochi dall'Europa dell'Est

Notizie
Giochi

 

 

 

 

Poche notizie ma i giochi presentati hanno ambientazioni decisamente evocative...almeno sulla carta.

Un’altra espansione per Mage Knight Board Game di Vlaada Chvátil è in arrivo e a quanto dice lo sviluppatore Paul Grogan il materiale finito è già stato affidato a Wizkids Games: non uscirà entro fine 2014, ma conterrà nuovi segnalini cimitero. Non si sa molto altro, se non che Grogan sostiene che questa espansione è in qualche modo a metà tra le due precedenti, ma ci saranno un certo numero di nuovi segnalini, alcuni di misura diversa rispetto a quelli abituali, in maniera tale da essere subito identificati.


In marzo 2014 si parlava di un gioco a tema western edito da Filosofia per il 2015. Al creatore Jean-Yves Monpertuis si è unito ora anche Gaetan Beaujannot (Concept e Guilds of Cadwallon) ed è arrivato anche il nome finale: What the Flick?


E’ in arrivo per il 2015 anche Haspelknecht della Spielworxx, terzo titolo della trilogia del carbone di Thomas Spitzer, ma non si sa pressoché nulla di come il gioco sia strutturato.

 

Sempre per il 2015 è previsto, dal medesimo editore, Haithabau di Wolfgang Heidenheim e Andreas Molter.

Haithabau prende il nome di un importante sito posto all’estremità meridionale della penisola dello Jutland (ai confini delle odierne Danimarca e Germania), usato dai Vichinghi tra l’ottavo e il decimo secolo. La posizione a metà tra Mar Baltico e Mare del Nord, sulle rotte commerciali tra Scandinavia e Impero dei Franchi portarono a una grande circolazione di beni, provenienti dai paesi baltici, da Baghdad e Constantinopoli.

La città fu vittima di guerre continue e di cambi di potere, oltre a subire per prima la cristianizzazione del nord: la storia di Haithabu, conosciuta come Hedeby in inglese, terminò nel 1050, quando il re di Norvegia la saccheggiò e bruciò totalmente.

I giocatori saranno dei commercianti vichinghi che rivivranno i cambiamenti e i giorni oscuri dell’inizio Medioevo.

 

Sempre dallo stesso editore, ma previsto per il 2016, arriverà Diluvia Project di Alexandre Garcia.

La popolazione della Terra è cresciuta aldilà del suo limite di mantenimento e il livello dell’oceano, innalzandosi, sta per sommergere le città costiere principali del pianeta. E’ stato pianificato un progetto di emergenza per la prima città sommersa, un progetto pilota per il futuro conosciuto come: Diluvia Project.

In Diluvia Project i giocatori rappresentano delle società edilizie che si occupano della costruzione di questa prima città sottomarina. L’obbiettivo è quello non solo di costruire la nuova città, ma anche di popolarla. La capacità stimata di Diluvia è di circa 5.000 persone, divisi tra residenti, personale di servizio e personale scientifico. Il giocatore che mostrerà di avere le migliori procedure per portare popolazione a Diluvia, vincerà il gioco. Sarà cruciale costruire edifici competitivi, ma sarà anche estremamente importante aumentare il prestigio della società, con lo scopo di attirare l’attenzione dei nuovi abitanti.

Il gioco dura sette mesi (sette turni), durante i quali vengono implementati gli edifici modulari. Ogni turno è suddiviso in una fase di acquisto seguita da una di piazzamento lavoratori. Un lavoratore speciale permette al primo giocatore di occupare lo spazio azione con un bonus. Lo spazio a Diluvia è limitato e ogni terreno deve essere comprato e approvato dal governo (con alcune restrizioni), prima di essere posizionato e costruito. I giocatori lotteranno anche per occupare le aree migliori e per ottenere titoli onorifici e prestigio aggiuntivo.

Dopo il piazzamento lavoratori, ogni giocatore ottiene i suoi ricavi (punti prestigio, denaro e risorse), in base ai propri edifici attivi e alle loro funzioni. Ogni mese verrà rivelato un evento e le società potranno dedicarsi anche a lavori esterni per ottenere denaro aggiuntivo.

Riuscità il Diluvia Project a diventare il nuovo mondo sottomarino, garantendo all’umanità una promessa di sopravvivenza?


Succede spesso che i giochi annunciati cambino titolo e natura del gioco stesso in corso d’opera: è il caso di Specter Ops (intitolato in precedenza Cipher Ops) di Emerson Matsuuchi per la Nazca Games.

Un agente segreto dell’A.R.K. si è infiltrato in una fabbrica top secret della Raxxon e cerca di completare tre dei suoi obbiettivi prima di fuggire, evitando di essere rintracciato dai Raxxon Hunters, geneticamente modificati. I giocatori possono decidere da che parte stare.

Specter Ops è un gioco fantascientifico di tipo stealth, con movimento nascosto che ricorda Scotland Yard. I giocatori cercando di localizzare/catturare il misterioso agente che si muove su una mappa nascosta. Gli altri giocatori hanno il controllo di personaggi differenti, che cercano di usare intelligenza, abilità e tecnologia per trovare l’infiltrato. Oggetti come granate abbaglianti, scanners e attrezzature del genere sono a disposizione dell’agente segreto.


Viceroy di Yuri Zhuravlev per la Hobby World ha debuttato in Russia in aprile 2014 ed è comparso a Spiel 2014 in ottobre, ma arriverà sugli scaffali dei negozi in marzo/aprile 2015, grazie a Mayday Games (può essere che la versione inglese venga stampata con una copertina differente).


Kamisado Max di Peter Burley mostrato a Spiel 2014 verrà rilasciato nel 2015, anche se l’editore deve ancora essere annunciato.


Sandy Petersen della Petersen Games ha annunciato di voler rilasciare in congiunzione con l’editore polacco Fabryka Gier Historycznych una versione inglese di Theomachy di Bylina, Kwapiński e Wasilewski. In questa nuova versione pronta per il crowdfounding, prevista per Spiel 2015, veranno aggiunti gli dei del pantheon Lovecraftiano in versione Grandi Antichi e Altri Dei oltre al pantheon della mitologia egiziana.

Quando gli dei combattono, il sangue degli umani scorre a fiumi. Theomachy vi farà impersonare uno degli antichi dei e spenderete un’ora di gioco nel guidare un gruppo di seguaci. Avrete un solo obbiettivo: distruggere i fedeli dell’avversario e avvicinarvi sempre di più al potere assoluto.

Pescare carte preghiera e carte potere vi permetterà di diventare lentamente più forti. Usando queste carte invierete i seguaci in battaglia, costruirete templi e infliggerete terribili maledizioni agli infedeli. Dovrete affrontare difficili decisioni: schierarvi in prima persona in aiuto dei vostri fedeli in battaglia o voltare loro le spalle e destinarli a morte certa? Se nessun dio primeggerà, arriveranno uragani portatori di devastanti piaghe, tempeste si abbatteranno sulla Terra e i ranghi dei fedeli si assottiglieranno sempre più.

Quando riuscirete a eliminare l’ultimo profeta del vostro avversario, sarà tempo di risposare e ascoltare le ridenti melodie del vostro popolo. Avrete vinto lo scontro degli dei.

Alla prossima!

Fonte: BoardGameGeek News