Bubblee Pop: anteprima Essen 2016

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Bubblee Pop

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione. 


Appena ho visto questo gioco ho pensato a Potion Explosion e a come oltralpe abbiano la buona abitudine di guardare con interesse alle nostre idee migliori e riproporle spudorat... con una veste nuova. 
Bubblee Pop, per 1-2 giocatori, 20 minuti di durata, età consigliata 8+, ripropone la sfida dei classici videogiochi in cui dovevi allineare palle colorate per farle scoppiare tutte assieme e raccattare così punti. Per inciso, mai sopportati.

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione. 


Appena ho visto questo gioco ho pensato a Potion Explosion e a come oltralpe abbiano la buona abitudine di guardare con interesse alle nostre idee migliori e riproporle spudorat... con una veste nuova. 
Bubblee Pop, per 1-2 giocatori, 20 minuti di durata, età consigliata 8+, ripropone la sfida dei classici videogiochi in cui dovevi allineare palle colorate per farle scoppiare tutte assieme e raccattare così punti. Per inciso, mai sopportati.
Regolamento in francese: http://www.boardgamegeek.com/filepage/137017/regles

IL GIOCO

Ogni giocatore dispone di una griglia di 20 caselle tonde, organizzate in 5 colonne e 4 file. Alla base di tre colonne vengono poste tre palle nere che non sono eliminabili, ma se ne possono piazzare pure di più per aumentare la difficoltà di gioco. In mezzo ai giocatori ci sono due righe comuni da 5 palle ciascuna. Al proprio turno il giocatore esegue tre passi:
1) rimpingua le caselle comuni vuote, pescando palle a caso da un sacchetto;
2) può scambiare di posto due palle adiacenti (nota: in questo gioco l'adiacenza è solo orizzontale o verticale) tra le dieci comuni.
3) deve far cascare due palle adiacenti dalle caselle comuni alla sua griglia. Così facendo tenta di innescare un tris (sempre orizzontale o verticale) di palle dello stesso colore. Questo tris – con tutte le altre palle adiacenti del medesimo colore – viene così posto nella sue riserva di punti ovvero 1 PV per palla, a fine partita. 
Fatto questo, il giocatore riempie gli spazi vuoti nella sua griglia portando verso il basso le eventuali palle rimaste sospese, come se cascassero, esattamente come nel noto videogioco. In questo modo può provocare un effetto a catena, generando altri tris.
C'è anche una regola opzionale per la quale ogni tris causa un effetto speciale a seconda del colore attivato: le palle gialle eliminano una palla, inclusa una nera, mettendola in riserva; quelle rosse scambiano di posto due palle nella griglia avversaria; quelle blu possono farne cascare una blu nella griglia avversaria e così via.
Si vince o per i PV, a sacchetto esaurito, oppure eliminando l'avversario, ovvero quando questi ha la griglia piena e non riesce a inserirvi le nuove palle con la mossa successiva. 

PRIME IMPRESSIONI

Come avrete letto, il gioco è in realtà sufficientemente diverso da Pozioni Esplosive, anche se si rifà al medesimo principio e ispirazione. Qui siamo molto più vicini al videogioco, inclusa la versione solitaria che è in pratica un cercare di fare sempre più punti possibile, magari aumentando la difficoltà.
Purtroppo, al momento in cui scrivo l'anteprima, non so darvi ragguagli precisi sui materiali, che potrebbero fare una bella differenza, visto il pubblico family/casual a cui il prodotto è destinato. Saranno vere palle colorate o semplici segnalini? In realtà ho trovato sul sito dell'editore un'immagine (qui a fianco) che mi fa decisamente propendere per i segnalini tondi. Peccato.
Penso che chi ha adorato questa serie sconfinata di videogiochi potrebbe esserne comunque attirato, pensando magari di sfidare consorte o prole all'ultima bolla. 
Dicevo che cercando Bubblee Pop in rete nella speranza di recuperare le regole in inglese (so leggere il francese ma odio leggere il francese) o qualche altra immagine, non ho trovato nulla se non quelle di questa signorina che, pur non azzeccandoci nulla col gioco, sono sicuro sarebbe un ottimo sponsor per le vendite a Essen.