[Editoriale] Buoni Propositi

 Anno ludico sfortunato questo. Dei giochi usciti a Essen e dintorni che dovevano farmi compagnia per tutto il 2015, solo pochissimi hanno passato l'esame. Da che ho iniziato a giocare con costanza, è sicuramente uno degli anni più deludenti.
 
Ma non tutto il male vien per nuocere. Anzi, cogliendo l'occasione, quest'anno mi sono fatto un paio di promesse.
Articoli
Giocatori
 Anno ludico sfortunato questo. Dei giochi usciti a Essen e dintorni che dovevano farmi compagnia per tutto il 2015, solo pochissimi hanno passato l'esame. Da che ho iniziato a giocare con costanza, è sicuramente uno degli anni più deludenti.
 
Ma non tutto il male vien per nuocere. Anzi, cogliendo l'occasione, quest'anno mi sono fatto un paio di promesse.
 
Per prima cosa rigiocare tutti quei grandi giochi che lo scorso anno sono stati un po' eclissati dai nuovi arrivi che “dovevamo” provare. Quindi spazio a Puerto Rico, Caylus, Navegador, The Great Zimbabwe, Indonesia, ecc.
Secondariamente riscoprire qualche perla nascosta del passato. Mi sono già procurato con un salasso Container più espansione, su consiglio di Nakedape, e sulla carta promette molto bene.
 
Infine voglio dare spazio a un genere che abbiamo trascurato sempre troppo: i tematici. In particolare i pledge fatti tramite crowdfunding m faranno arrivare, nel corso del 2015, quattro giochi a cui voglio dare ampio spazio: 
- HeroQuest 25 Anniversay Edition. Dungeon Crawler rivistazione del classico HeroQuest di fine anno '80. 
- Dungeon Saga: altro DC ricco di scenari e miniature. Magari non il massimo dell'originalità, ma la voglia di provarlo c'è. Sarà molto interessante il paragone con HQ25AE
- Conan: Hyborian Quests. Skirmish dai molteplici scenari ambientato nell'universo creato da Robert E. Howard, caratterizzato da un gameplay originale.
- We Were Brothers: italianissimo wargame sulla II^ Guerra Mondiale, con un sistema di gioco innovativo e snello e la possibilità di comandare una piccola squadra di quattro soldati, ciascuna con la propria storia e specialità.
 
Insomma, il 2015 mi dà l'opportunità di riscoprire i grandi classici ed esplorare un universo ludico finora per me troppo trascurato.
Questi i miei buoni propositi.
E i vostri?
 

Commenti

Beh devo dire che per ora con il gruppo di gioco stiamo ancora provando giochi nuovi, e ne abbiamo ancora diversi da provare e stiamo continuando a comprarne, quindi il materiale non ci manca: nonostante non abbiamo ancora visto nessun miracolo ne abbiamo provati diversi gradevoli. Sui grandi classici però ti seguo, perché ho molti buchi che devo assolutamente colmare. Giusto per citarne un paio, non ho mai giocato a Navegador nè a Imperial ... e devo assolutamente riparare! :)

Keep Calm and Expecto Patronum

notavo anche io...ma arkwright non ha superato la soglia? in ogni caso meglio, molto meglio investire il proprio prezioso tempo e giocare ad un gioco vecchio, ma di certo gradimento che buttarsi su qualcosa che non convince. TGZ è introvabile se non ci avrei fatto un pensiero (nnstante il prezzo), penso che personalmente al prossimo giro mi butterò su L&C (che ancora mi manca), spyrium, l'espansione di TM ed il sesto senso quando lo ristampano.

...il mondo è diviso in due categorie, chi gioca ai gestionali e chi scava....

No no, Arkwright è tra i pochi che la soglia l'ha superata eccome ;)

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

Mi sono proposta innanzitutto di recuperare giochi che non faccio da un po', poi ho tanti titoli nuovi a casa solo defustellati che attendono...
Tra i grandi classici che mi mancavano un grande recupero l'ho fatto, anche se devo ancora provarlo: tta!! ;)

Quando smetti di giocare non sei adulta. Sei spenta

Io quest'anno ho preso poco di nuovo, tra cui Wir Sind e Mythotopia, entrambi ancora da scartare. In compenso, come mio solito, ho giocato non da molto a Lewis & Clark di cui condivido la bellezza (ce lo avevo sullo scaffale da 1 anno). Questo per dire che la rotazione è il mio metodo di gioco. Non attribuisco priorità in ordine di uscita (non ho gli oneri e gli onori dei militanti chiaramente...) ma gioco a rotazione tutti i giochi della nostra collezione, per tenerli tutti vivi. Per ora nessuno dei circa 50 posseduti ci ha stancato..
Ben vengano sempre nuove scoperte....
Ad esempio in questa rotazione ultimamente è toccato anche a Navegador, gioco che apprezzo moltissimo e che in questa ultima tornata di gioco ho gradito ancor più, mi sembrava di giocare al migliore dei boardgame che avessi....e questa è una soddisfazione.
Compro ciò che scelgo e poi lo metto in libreria, ad attendere il proprio turno. La qualità non invecchia se c'è!!
Il mio motto è "approfondimento"......

La realtà è....vivere oggi e non aspettare domani, perchè il paradiso non è un luogo dove andare, ma una sensazione da provare. The Mission cap.2 pag.20

Per me quest'anno è iniziato benissimo!
ho comprato la prima edizione di Florenza,Rialto,il nome della rosa,city of horror,stay away e sto aspettando con impazienza tigris e eufrate fantasy flight ed il nuovo el grande.Sono felice che per il momento non ci siano ulteriori novità che vorrei acquistare cosi mi posso dedicare alla ricerca di tutti i titoli che ho sempre voluto,ma trascurato per le nuove scimmie.
Come diceva Agz,puerto rico è un titolo che è finito nel dimenticatoio e nonostante sia un capolavoro viene sempre messo da parte per i giochi nuovi.Il 2014 è stato stupendo,quest anno spero sia dedicato a riprovare i vecchi gioconi.
Per ora ho provato Goa e devo dire che mi è piaciuto moltissimo.

Premetto che anch'io non sono così soddisfatto dei titoli usciti ad Essen quest'anno, pochi hanno veramente destato il mio interesse.
Ho preso ZhanGuo, bel gioco ma non mi ha lasciato quella gran voglia di rimetterlo sul tavolo tanto presto, 6 partite all'attivo e adesso starà per un po' sullo scaffale. Lo stesso vale per Alchemists, anche se mi ha entusiasmato fin da subito, alla sesta partita l'ho trovato un po' troppo ripetitivo, sono contento dell'acquisto, ma per ora sarà relegato in panchina. Anche l'espansione di Terra Mystica non credo la proporrò tanto spesso quest'anno, ho giocato così tanto al base... l'importante è averla, sono sicuro che in futuro potrà rivelarsi molto utile.
Nel mio gruppo hanno preso anche Kanban (bello, ma non mi fa impazzire e comunque non credo possa bastare per riempire l'anno ludico), Richard I (no comment) e Historia (ancora da provare).

Quindi, viste le parziali delusioni, i miei propositi sono:

1) Giocare a giochi che non ho ancora sfruttato abbastanza: The Great Zimbabwe, Kohle & Kolonie, Luna, Navegador, Florenza, Myrmes, Hamburgum, Planet Steam e Age of Empires III (ultimo acquisto di un mio amico).
2) Comprare un paio di altri giochi quando saranno disponibili: pensavo a Tigris & Euphrates (nuova edizione) e La Granja.
3) Continuare ad insistere su titoli a cui ho già una discreta esperienza: Hansa Teutonica, Goa, Bruxelles 1893, El Grande, Imperial, Brass...
4) Defustellare Princes of Renaissance e decidermi a leggerne il regolamento.
5) Se resta un po' di tempo, dare spazio a ciò che non ha fatto breccia nel nostro gruppo: Bora Bora, Constantinopolis, London, Helios,...

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=odlos&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=top10&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

//boardgamegeek.com/jswidget.php?username=odlos&numitems=10&header=1&text=title&images=small&show=recentplays&imagepos=right&inline=1&domains%5B%5D=boardgame&imagewidget=1)

Caspita, dimenticavo Historia. Preso anche questo e mi ha molto soddisfatto.

La realtà è....vivere oggi e non aspettare domani, perchè il paradiso non è un luogo dove andare, ma una sensazione da provare. The Mission cap.2 pag.20

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare