Gravity Superstar: anteprima Essen 2018

Sit Down

La Sit down presenta un gioco astratto con un flavour squisitamente videoludico, a metà fra i vecchi piattaforma in stile Puzzle Bubble e quelli che si vedono adesso sulle App. Pronti a sfidarvi in assenza di gravità?

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Gravity Superstar

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura del regolamento ed in nessun modo ha valore di recensione.

Ai confini dell’universo esiste un pianeta con una eccezionale e confusionaria gravità, l’unica capace di attrarre la polvere di stelle: qui convergono avventurieri di tutte le galassie per raccoglierne il maggior numero.  

Gioco per 2-6 giocatori, 15-30 minuti, età consigliata 8+, basato su gestione carte e movimento su griglia.

Riassunto di gioco

Su un tabellone modulare, composto da un numero variabile di plance a seconda del numero di partecipanti, i giocatori muoveranno il proprio personaggio, giocando una delle carte a disposizione, e la gravita farà il resto, perché questi continueranno a cadere finché non atterreranno su una piattaforma.

Ogni giocatore parte da un differente punto della mappa in cui è presente il simbolo della porta e possiede un uguale set di carte a doppia faccia: su un lato troviamo il movimento semplice e sull’altro uno dei 5 movimenti speciali.

Al proprio turno eseguono una di queste azioni:

  • Riprendono in mano tutte le carte giocate.
  • Giocano una carta sul lato movimento semplice, un passo a destra o a sinistra.
  • Giocano una carta sul lato movimento speciali:
  1. Salto lungo, muovere di 2 passi a destra o sinistra,
  2. Salto in alto, un movimento in alto e poi a destra o sinistra,
  3. Lasciarsi cadere, saltare giù dalla piattaforma,
  4. Ruotare di 90° o 180° e questo farà precipitare in un verso differente il personaggio,  
  5. Jolly, vale come uno qualsiasi dei suddetti.

Successivamente, se si vuole, si può spendere un segnalino Replay per effettuare un secondo movimento, utilizzando sempre una carta.

Se vengono utilizzate tutte le carte, queste sono riprese gratuitamente.

Quando si effettua il movimento, si possono verificare varie situazioni:

  • Se cadendo si esce dal bordo, si rientra dall’altro lato sulla stessa riga.

  • Se si passa su una stella, la si colleziona.

  • Se si passa su di una casella in cui precedentemente era presente una stella, si riceve un segnalino Replay.

  • Se si urta un altro giocatore, gli si ruba una stella o un segnalino Replay. Inoltre, il personaggio urtato viene sbattuto fuori dalla mappa e dovrà rientrare al proprio turno da una delle porte stampate (a seconda di dove si trova il pedone “Porta aperta”).

Il gioco termina quando rimangono un tot di stelle, a seconda del numero di giocatori.

Ogni stella e segnalino Replay forniscono 1 punto, inoltre si guadagna 1 bonus per ogni copia di stelle dello stesso colore posseduto. Ovviamente vince chi ha più punti, in caso di pareggio quello che possiede meno segnalini Replay.

Prime Impressioni

La Sit down grazie a Magic Maze si è fatta conoscere dal grande pubblico come una giovane realtà editoriale capace di sviluppare prodotti interessanti e questo si presenta con tutte le carte in regola.

Il gioco ha un design grafico accattivante e una componentistica curata, che attrae l’occhio; ma quello che colpisce di più è il gameplay, nonostante abbia un impianto astratto, è perfettamente coerente con l’ambientazione (e già solo questo lo renderebbe degno di nota). Il flusso di gioco scorre veloce grazie alle
regole semplici, ma non banali se si considera come ci si muove in questa gravità alterata ed il fatto che i giocatori non hanno una conoscenza completa delle mosse effettuabili dagli altri. Inoltre, l’alta interazione e una mappa modulare garantiranno partite sempre diverse.

Probabilmente l’esperienza di gioco sarà molto diversa a seconda del numero di giocatori: in 2 sarà un serrato testa a testa, mentre in 6 regnerà il caos con continui stravolgimenti. Ma non penso che vada a discapito del gioco, anzi al contrario proprio per questo potrà essere apprezzato da un vasto pubblico, e sarà un candidato ideale per ogni ludoteca. Se non siete convinti, potete scaricare il regolamento con il Print and Play su:

https://boardgamegeek.com/filepage/164552/gravity-superstar-print-and-play-pdf-enfr

Vuoi che sono anche un nostalgico dei videogiochi rétro, vuoi che il gioco si presta a belle “bastardate” e supporta un buon numero di giocatori, ma secondo me questa è una delle cose migliori in uscita ad Essen.

Commenti

Oh questo sembra interessante. Spero sia più frenetico e meno matematico di un Fuggifuggi

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare