Hit Z Road: anteprima Essen 2016

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione. 


Zombi + Martin Wallace = un gioco da non perdere. In realtà questo Hit Z road, per 1-4 giocatori, 30-60 minuti, età 10+, è un gioco abbastanza semplice basato su aste, gestione risorse e tiro dadi, in cui l'ambientazione è abbastanza di contorno.

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Hit Z Road

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione. 


Zombi + Martin Wallace = un gioco da non perdere. In realtà questo Hit Z road, per 1-4 giocatori, 30-60 minuti, età 10+, è un gioco abbastanza semplice basato su aste, gestione risorse e tiro dadi, in cui l'ambientazione è abbastanza di contorno. 
Regolamento inglese: https://www.boardgamegeek.com/thread/1606812/rulebook

IL GIOCO

Ogni giocatore viene dotato di 1 meeple del proprio colore più 4 neutri, una pedina per le aste, 4 segnalini munizioni, 4 gas, 4 adrenalina. 
Si crea un mazzo di gioco ordinando 64 carte prese dai mazzetti 1, 2 e 3 che sono in ordine di difficoltà crescente. 
La partita dura massimo 8 round, ciascuno diviso in fase di Pianificazione, Asta e Incontro.

  • Pianificazione. Si pescano 8 carte dalla cima del mazzo e le si organizza in quattro percorsi di due carte l'uno.
  • Asta. Nella plancia asta ci sono 10 spazi offerta, più lo zero, dal quale partono tutte le pedine dei giocatori. In ordine di turno ciascun giocatore mette la propria pedina su uno degli spazi, purché sia più alto di quello che occupava prima, oppure passa. In ogni spazio – a parte lo zero – può stare una sola pedina e se tutti passano, la fase termina. Quando nessuno vuole rilanciare, ogni giocatore spende risorse (gas, munizione, adrenalina) pari all'offerta fatta e prende il numero di iniziativa corrispondente alla posizione raggiunta. A questo punto i segnalini tornano tutti sullo zero. 
  • Incontro. Nell'ordine di turno ottenuto con l'asta, ciascun giocatore sceglie un percorso e ne risolve entrambe le carte. Ogni carta dà risorse, attiva un evento (spesso risolto col tiro di un dado) e poi c'è un certo numero di zombi da affrontare. Il combattimento funziona così: c'è una prima fase a distanza, in cui si spendono munizioni che danno dadi neri; ogni simbolo “colpito” elimina uno zombi. Poi si passa alla mischia, sempre con i dadi neri, tirandone uno per ogni sopravvissuto che hai, incluso il meeple del tuo colore. I risultati vanno dal perdi un sopravvissuto all'uccidi due zombi. In questa fase sono importanti i segnalini adrenalina perché permettono di salvare sopravvissuti morsi o uccidere più zombi ottenendo un colpito. Quando tutti gli zombi sono morti, la carta viene conservata perché fornirà punti vittoria (PV) alla fine della partita. Alcune carte hanno il simbolo “orda” che costringe ad usare uno o più dadi rossi al posto dei neri e ovviamente sono molto più pericolosi. L'altra opzione che il giocatore ha prima di ogni round di combattimento è scappare: occorrono due segnalini gas, poi la carta viene scartata senza conseguenze (ovviamente anche senza fornire PV).

Se un giocatore perde tutti i suoi sopravvissuti è eliminato dal gioco.
La partita prosegue attraverso le carte dei mazzi 2 e 3. Se ad un certo punto rimane un solo giocatore, questi è il vincitore, altrimenti si contano i PV a fine gioco (dati da carte e risorse avanzate). 

PRIME IMPRESSIONI

Bellissimo il regolamento scritto sotto forma di appunti di un quaderno. Anche chiaro e ben spiegato, rarità per Wallace, ma stavolta aveva dalla sua un gioco davvero semplice e lineare.
Attira la parte di gestione risorse: quante spenderne per l'asta, lo scegliere un percorso più facile ma meno remunerativo oppure rischiare di più per potenziali PV, meglio conservare adrenalina per la mischia oppure almeno due gas se le cose si mettono male, ecc. Tuttavia ho l'impressione che, viste le facce dei dadi, tutti questi calcoli contino fino a un certo punto e se poi dice male con la dea bendata non ci sia strategia che tenga. 
Altre due perplessità: a parte l'asta, l'interazione tra i giocatori pare inesistente; è possibile l'eliminazione giocatore.
Ha l'aria in definitiva di essere un gioco veloce e spensierato, da fare magari a fine serata, senza troppe pretese. 

Commenti

Francamente mi pare che questo titolo abbia davvero poco da offrire sia per materiali che per meccaniche. Come ogni anno Wallace sci regala un titolo molto easy ed uno per giocatori. Hit Z Road è il suo annuale titolo family che non mi pare abbia particolare appeale......inoltre trovo molto fastidiosa la possibile eliminazione dal gioco durante la partita anche in virtù di una durata non proprio bassissima.....per me bocciato

Un quasi filler con gli zombie semplice con sia asta che random? A me ispira. O magari è solo colpa degli zombie che mi fanno sempre sembrare tutto più bello...

Il confronto è stimolante a 2 condizioni:
che ci sia la volontà potenziale dell'interlocutore a cambiare opinione;
che nessuno si senta depositario di verità assolute. Dubitare è uno strumento per arrivare alla "verità".

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare