Origami: anteprima Essen 2017

origami copertina
dv giochi

Chi avrà la collezione di Origami più bella e prestigiosa? Lo scopriamo grazie a Dv Giochi e Christian Giove

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Origami

Questa anteprima si basa esclusivamente sulla lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni e non ha in alcun modo valore di recensione

Il torinese Christian Giove arriva fino ad Essen, per presentare i suoi nuovi giochi: tra questi spicca nel catalogo Dv Giochi Origami, un gioco di carte per 2-4 giocatori della durata massima di 30 minuti 

Il gioco

origami carte
Origami carte
Origami si compone di un mazzo di 90 carte divise in 5 famiglie da scegliere in base al numero di giocatori. Ogni carta riporta il nome, l'illustrazione, l'abilità, il costo, il valore di pieghe e i punti vittoria forniti. Vengono distribuite a ciascun giocatore carte per un valore di pieghe minimo di 10 e vengono rivelate 4 carte dal mazzo al centro del tavolo. A turno ogni giocatore può quindi scegliere una delle tre possibili azioni:
  • Pescare carte, dalla fila centrale, prendendo un massimo di 4 pieghe;
  • Giocare un origami, si gioca una carta dalla mano pagandone il costo in pieghe utilizzando altre carte dalla mano,  la cui somma deve essere esattamente uguale al costo dell'origami. Gli origami vanno posti in due colonne (le nostre collezioni) e ogni nuovo origami giocato copre l'abilità di quello precedente. Gli origami possono avere un effeto immediato, fornire punti bonus a fine partita o fornire un azione speciale.
  • Usare l'azione speciale di un origami, solo se, ovviamente uno dei due origami in cima alle nostre collezioni ce lo consente.

Quando il mazzo di pesca termina per la seconda volta la partita termina e si contano i punti vittoria sommando quelli stampati sulle carte e i bonus dati dagli origami, anche coperti.

Prime impressioni

origami procione
Origami: il procione
Ci siamo approcciati alla lettura delle regole sperando che Origami trattasse in qualche modo dell'arte di piegare la carta. L'argomento è quello, ma l'ambientazione, leggendo le regole, non è che si percepisca in realtà moltissimo. Nonostante questa piccola delusione il titolo ci ha incuriosito e chi, come noi, aveva voglia di piegare davvero la carta per realizzare qualche animale, potrebbe rimanere ugualmente soddisfatto (ma non vi diciamo il perchè). 

Il gioco è un filler di carte per cui calza a pennello la definizione di "semplice ma non banale" che ci ha incuriosito. In un mazzo di carte abbiamo una buona variabilità data dalle tante carte diverse e delle interessanti scelte tattiche. Apprezziamo molto i giochi in cui le carte sono anche la valuta con un poterle giocare (Race for the galaxy docet), che sempre pone di fronte a scelte sofferte e all'impostazione di una strategia sin da subito. In Origami si aggiunge la peculiarità per cui le carte hanno anche un valore di pieghe diverso e le carte vanno pagate con l'esatto numero di pieghe, aspetto che richiederà qualche pensiero anche nel momento della pesca delle carte e non solo durante la loro giocata. Sicuramente gli effetti sono tanti e tanto variegati, cosa che alle prime partite potrebbe portare via un po' di tempo e soprattutto, essendo dipendente dalla lingua, consigliamo la versione italiana. La scalabilità ci sembra buona e i disegni sono veramente molto ben fatti. 

 

Commenti

Intrigante per dinamiche e illustrazioni. Mi ricorda un po' la Valle dei Mercanti per l'utilizzo delle carte anche come "moneta"da spendere.

Da valutarne con interesse l'acquisto della versione in italiano.

Giocare fa bene!

Intrigante per dinamiche e illustrazioni. Mi ricorda un po' la Valle dei Mercanti per l'utilizzo delle carte anche come "moneta"da spendere.

Da valutarne con interesse l'acquisto della versione in italiano.

 

è stata la mia identica impressione fin dalle prime notizie.

non è un male eh, qualche differenza c'è ma non so se lo prenderò, non ne sento granché bisogno in collezione.

peccato, adoro gli origami.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare