Phalanxx: anteprima Essen 2016

Anteprime
Giochi
Giochi collegati:
Phalanxx

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.


Ci sono giochi che ti attirano già solo per il tema. L'impero Macedone alla morte di Alessandro Magno si sfalda e tu sei uno dei tanti principi chiamati a ricucirne le fila. 
Troviamo questo in Phalanxx? No, però troviamo una sorta di Through the Ages semplificato, con mappa e gestione dadi.

La seguente anteprima è basata sulla sola lettura delle regole e le conseguenti prime impressioni. In nessun modo ha valore di recensione.


Ci sono giochi che ti attirano già solo per il tema. L'impero Macedone alla morte di Alessandro Magno si sfalda e tu sei uno dei tanti principi chiamati a ricucirne le fila. 
Troviamo questo in Phalanxx? No, però troviamo una sorta di Through the Ages semplificato, con mappa e gestione dadi.
1-4 giocatori, 45-60 minuti, età consigliata 12+
Regolamento inglese: https://www.boardgamegeek.com/filepage/135569/english-rules-phalanxx

IL GIOCO

Il tabellone raffigura una zona mediorientale divisa in regioni. In ogni regione c'è un'oasi o una città. L'unica differenza tra le due è che per controllare una città occorrono due armate e il controllo vale più punti vittoria.
Sopra a questa mappa, un display in cui andranno fatte scorrere le carte di un mazzo, ordinate in tre ere successive. Man mano che scorrono, le carte diminuiscono di prezzo, esattamente come in TTA. Ogni giocatore inizia con tre armate in una zona della mappa e due carte pescate dal mazzo. Ha davanti a sé una piccola plancia con lo spazio per 3 dadi che vengono tirati ad inizio partita e poi mai più. Questi sono di tre colori: viola, giallo e bianco. Al proprio turno il giocatore riceve tre dadi bianchi extra e li tira. Poi può acquistare una delle carte del display, pagandola in sesterzi e poi rimpinguando lo spazio vacante, dopo aver fatto scorrere tutte le altre. Ora il giocatore può fare tre azioni usando i tre dadi bianchi che ha tirato a inizio turno e appaiandoli coi tre che ha già sulla sua plancia. Qui è importante il valore, perché per le due azioni principali (giocare carte dalla mano ed espandersi sulla mappa) occorre giocare un dado con valore maggiore o uguale a quello della plancia con cui lo si appaia. Le carte giocate hanno spesso un requisito da soddisfare, in base ai dadi posseduti o altre cose, come l'espansione sul tabellone, sesterzi posseduti o carte già giocate. L'espansione invece consente di piazzare nuove pedine esercito in regioni adiacenti alle proprie. Se si invadono regioni nemiche, semplicemente si combatte confrontando i valori di forza e il più alto vince, pagando poi un valore fisso di 3 in forza e ruotando una carta (la forza si ottiene da alcune delle carte giocate). In pratica chi vince viene in qualche modo penalizzato per compensare la sua espansione.
In alternativa a queste due azioni, è possibile cambiare uno dei propri dadi fissi con uno di quelli tirati, oppure prendere 3 sesterzi per un dado. 
Finito il turno, si passano i tre dadi usati al giocatore successivo. Quando compare la carta di fine partita, si continua a giocare, anche se ora per i conflitti non si conta più il tracciato forza, ma si sommano le carte Leader giocate a quelle Equipaggiamento, meno le carte ruotate. Chi ha valore più alto vince. Quando la carta di fine partita esce dal display, si contano i punti, che dipendono dal territorio preso, dalle carte giocate e altre cose minori. 

PRIME IMPRESSIONI

Non so bene come pormi davanti a questo gioco. 
Da una parte abbiamo una meccanica principale (i dadi) completamente astratta e slegata da tutto il resto del gioco. Ma anche il mancala di Trajan lo è. Poi abbiamo un mazzo e un sistema di acquisto carte simile a quello di TTA, ma qui se ne può prendere una sola alla volta, senza inficiare le altre azioni, quindi con meno gestione e profondità. Poi un sistema di combattimento matematico, in parte penalizzante per chi vince e che cambia improvvisamente verso la fine della partita senza un motivo preciso. 
Dall'altra parte abbiamo... poco e niente. Un gioco che dura poco, probabilmente facile da imparare, snello... Non so, forse se non avete tempo per giocare a TTA, non avete tempo per giocare a Nations, non avete tempo per giocare a The Golden Ages, se The Flow of History è andato esaurito e se non siete troppo pretenziosi coi giochi e se non cercate necessariamente la novità o il twist e se non volete impegnarvi troppo, ecco, potreste pensare di dare a Phalanxx una chance...

Commenti

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare