[Report] L'Occhio della Redazione - LOdR: In Montagna, al Lago, in Gioco

Ho giocato a...
Giochi

Buona domenica Goblin, 

siamo nel cuore di Agosto, nel periodo in cui tutti si è in ferie e anche i nostri Giullari approfittano di queste giornate per... giocare ovviamente!

La coppia da 1000 partite all'anno ci svela alcuni trucchi utili per riuscire a mantenere questa invidiabile media. Buone vacanze quindi e... buon gioco!

Buona domenica Goblin, 

siamo nel cuore di Agosto, nel periodo in cui tutti si è in ferie e anche i nostri Giullari approfittano di queste giornate per... giocare ovviamente!

La coppia da 1000 partite all'anno ci svela alcuni trucchi utili per riuscire a mantenere questa invidiabile media. Buone vacanze quindi e... buon gioco!


Ieri mezza giornata libera capitata tra capo e collo, decidiamo di fuggire dalla calura e raggiungere redskin65 in montagna, per la precisione a Pontechianale paesino che sorge a 1614 metri reso ameno dal magnifico lago, le tante camminate e la natura rigogliosa.
L'aria è fresca, il cielo terso e la temperatura finalmente permette di respirare... cosa fare d'altro se non chiuderci in casa a giocare? 

Portiamo con noi Mombasa , novello regalo per il compleanno del barbuto e lo defustelliamo e setuppiamo mentre lo spieghiamo. La sua linearità é eccezionale.  

il pregio maggiore di questo gioco è secondo noi la sua velocità, non ci sono tempi morti e il tutto è scorrevole... Ad inizio ognuno si concentra su una compagnia per poi iniziare a investire su quelle più espanse...

Redskin tallona il barbuto, tenendo traccia del suo portafoglio azionario meglio di un broker di Wall Street, la Giullaressa si lamenta di esser stata tagliata fuori e della Paralisi da analisi dei colleghi... Arriviamo all'ultimo turno. Redskin compra azioni con i saldi d'estate e il barbuto punta sulla tratta del Cairo facendola espandere, perché è l'unica in cui Red non ha investito.

Si contano i punti. ...Vince la Giullaressa! 

Mentre la partita si avvicinava alla conclusione la figlia di Red ci ha preparato la cena per guadagnarsi l'uscita serale e il rientro ad ora tarda: affettiamo il salame, condiamo la pasta e sbevazziamo abbondante sangria... Terminiamo la cena con Red che suona la chitarra e canta de Andrè, per la gioia della Giullaressa...

Convinciamo Red a posare la chitarra per guardare i titoli che si è portato e la scelta cade su Quadropolis, "così facciamo un gioco veloce nel caso la figliola tornasse con gli amici desiderosi di giocare con noi" (seeee come no!) 



 lo giochiamo in versione expert e ognuno segue una via diversa... edifici pubblici e porti l'indiano, parchi e palazzi la Giullaressa e una grigia città ricca di uffici e fabbriche il barbuto. 

L'essere stato lasciato quasi del tutto indisturbato sugli uffici permette al barbuto di portarsi a casa la vittoria.

Red è sconfortato. Ha capito che ormai la figlia non tornerà a giocare e, quando proponiamo Puerto Rico sfoggia l'artiglieria pesante: la collezione di amari risalenti al secolo scorso tenuti nella casa in montagna per arredamento.
.
La gradazione alcolica del vecchio amaro del capo (che sull'etichetta riporta solo il nome Amaro del capo) inizia a fare effetto destando le doti canore del barbuto che sollazza tutti con una musica più recente: 
Con l'emporio in tangenziale... andiamo a governare... ho il tabacco da piantare... andiamo a governare...
Accompagnato in sottofondo dai borbottii continui del pellerossa "ma a cosa ti serve lo zucchero? Perché hai preso il capitano?", "Ho il grano da caricare... andiamo a governare!!!" 



Dopo quaranta minuti la partita è già finita. Che gran capolavoro. Peccato non ne facciano più. 

Ah. Nonostante l'alcool e le canzoni, vince il barbuto!!