Saranno Goblin: Monster Dentist

Monster Dentist

Andare dal dentista può essere divertente?

Articoli
Giochi
Giochi collegati:
Monster Dentist

La scatola di Monster Dentist mi arriva a casa come omaggio direttamente dagli autori, che ringrazio per il tentativo di farmi sentire al lavoro anche mentre gioco.

È un gioco di Luca Bellini e Luca Borsa (qui la loro puntata al Goblin Show), edito da Korea Boardgames, per 2-4 partecipanti, 15 minuti di durata, adatto ai bambini dagli 8 anni in su. Si basa su meccaniche di tempo reale, riconoscimento schema, memoria. E carie.

Come si gioca a Monster Dentist

Monster Dentist setup
Monster Dentist setup

Si montano direttamente sulla scatola le due faccione di mostro, una opposta all'altra, tramite un supporto di plastica sul quale viene appoggiata poi una carta che mostra otto denti quattro superiori e quattro inferiori. I giocatori infilano lo specchietto nella bocca di uno dei due mostri, tentando di leggere il più rapidamente possibile la dentatura dell'essere. I denti possono infatti essere sani o cariati e poi in quattro colori: bianchi, blu, verdi, gialli. Ci sono anche tre gettoni jolly, ma una volta usati vanno persi per il resto della partita.

Ciascuno ricostruisce rapidamente, grazie a un display personale e dei gettoni dente fronte/retro, la dentatura osservata e il primo a completare l'opera conquista la carta in oggetto. Se ha sbagliato deve restituire una carta vinta in precedenza. Il primo ad arrivare a quattro carte conquistate è il vincitore della partita.

Cosa ne pensa mia figlia

Monster Dentist: partita
Monster Dentist: partita

È rimasta conquistata fondamentalmente due cose:

  • I due faccioni dei mostri con la bocca aperta. Sospetto anche che infilare qualcosa in quelle bocche misteriose eserciti un certo fascino dell'orrido e dell'ignoto.
  • Gli specchietti, che sono in tutto e per tutto quelli usa e getta che a volte si usano dal dentista, per i bambini, fatti da una delle case produttrici professionali del settore. Si è divertita ad usarli poi per visitare me, sua nonna e qualunque altra cosa animata o meno che avesse una parvenza di bocca, in casa.

Il gioco di per sé è veloce e frenetico, immediatamente capibile e praticabile senza troppo sforzo. Quello che mi ha sorpreso è che spesso piazzava i denti nel suo display con una disposizione “specchiata” rispetto alla realtà. Ma io sono abituato a lavorare con lo specchietto, lei no e il suo cervello andava a interpretare l'immagine come rovesciata rispetto a quel che poi era.

Cosa ne pensa il papà

Monster Dentist: dall'alto
Monster Dentist: dall'alto

Al di là della base del gioco, che è di sicuro impatto visivo, realizzato con ottimi materiali, incluso il divisorio interno, dove ho notato la mano del game designer è stato nel particolare dei gettoni jolly.

Chiunque avesse voluto fare in fretta e furia un gioco come questo per il mercato di massa, avrebbe semplicemente messo le carte, i gettoni e basato tutto sulla velocità d'esecuzione. Ma Borsa e Bellini hanno fatto in modo che qualsiasi bocca fosse riproducibile con i gettoni standard, ma perdendo un certo tempo (ad esempio il dente giallo-sano ha sul retro quello verde-cariato, per cui se vi servono entrambi nella stessa bocca, devi cercarne uno dei due in un altro gettone, ecc). Oppure puoi essere molto più rapido usando i jolly, che però sono solo tre e usa-e-getta. Quindi devi sempre decidere se essere sprecone ma sicuramente veloce o se sei ancora in tempo a fare le cose per bene, per magari conservare i gettoni per gli altri round. Per un giocatore adulto non è certo una cosa “profonda”, ma per un bambino dà quel tocco in più di gestione non immediata a tutto il gioco.

Altra piccola chicca, stavolta ergonomica: la carta, che viene osservata da sotto dai piccoli dentisti, ha nella parte superiore una proiezione degli stessi medesimi denti, per cui per la verifica del risultato basta sfilarla e poggiarla su tavolo, così com'è, senza né voltarla né capovolgerla.

Cosa si impara con Monster Dentist

  • A usare una prospettiva specchiata per ricostruire un'immagine reale;
  • si allena la memoria;
  • ci si allena ad avere colpo d'occhio;
  • la microgestione delle risorse;
  • che i denti cariati sono brutti e cattivi.
Monster Dentist

Commenti

AcciDENTI! Sembra proprio cari(e)no 😀 . Ma per recuperarlo? Solo dal sito KB?

Magari si impara ad aver meno paura del dentista ? ;-)

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare