La Tana dei Goblin Cagliari al GioCoMix - Il report

Articoli
La Tana dei Goblin Cagliari

Il report della partecipazione della TdG Cagliari al GioCoMix che si è tenuto a Cagliari il 16 e il 17 Maggio.

Il 16 e 17 Maggio si è tenuto a Cagliari il GioCoMix il più grande evento riguardante il gioco e il fumetto della Sardegna.

L'evento, tenutosi al Lazzaretto di Cagliari, con sfondo il bellissimo mare della Sardegna, ha attirato partecipanti da tutta la regione ma non solo: molti infatti sono stati i visitatori giunti anche dal continente (complice anche un'offerta sempre più interessante con ospiti di prestigio come David Lloyd (V per vendetta), Bigio e Don Alemanno), superando ogni aspettativa, con più di 4500 ingressi.

La Tana dei Goblin Cagliari partecipa fin dalla sua nascita (concomitante proprio con il giocomix di due anni fa) alla manifestazione, essendo presente per la terza volta consecutiva all'evento.

Anche l'area dedicata al Gioco da tavolo si è espansa, e quest'anno abbiamo potuto contare su 30 tavoli effettivi di gioco, più un'area dedicata alla visibility e una agli "eventi collaterali", come ad esempio Lupus in Tabula, Tokyo train live e Occhio di falco.

Poiché, a mio parere, non c'è modo migliore di presentare l'evento se non dando parola allo staff TdG, ecco di seguito le opinioni personali di tutti coloro che hanno volontariamente contribuito ad animare la nostra area, spiegando i giochi costantemente, molti anche full time.

Lascio le mie opinioni personali in coda al'articolo.

Buona lettura!

 

 

 

Need2Revolt: tempo di giocomix, tempo di gioia! e di preparativi, e di panico paura, e di tanta gente, e di ommioddio dove li mettiamo questi adesso?!
Due giorni pieni (ma uno solo per me, ahimè) in cui abbiamo visto e fatto tante cose, ma sopratutto fatto giocare tanta gente! La mattina del sabato inizia carica con l'obbiettivo di recuperare David Loyd dall'albergo, e li è stata l'ultima volta che ho visto la luce, perchè poi è iniziato il tunnel dei giocatori! Gente che arriva da ogni dove, "siamo 4 a cosa possiamo giocare?", " ma lupus in tabula quest'anno c'è?", "chi sa spiegare panic lab?" e così via... si fa ora di pranzo che manco me ne accorgo, e quindi panino al volo che poi inizia lupus in tabula e devo masterare. Solita affluenza abbondante e partita diversa dal solito, da subito alcuni svelano i ruoli e temo per la disfatta degli umani che invece si riprenderanno sul finale per poi vincere. Pausa di zero secondi e di nuovo ai tavoli, tra un vudù e un port royal si ferma qualcuno per chiedere contatti della tana e si fanno vive vecchie conoscenze che incontri sempre a questi eventi e proprio quando stavamo cominciando a (surri)scaldarci... è già ora di chiudere... e della fiera visto quasi zero come ogni anno, ma ne vale la pena per vedere invece le facce felici della gente che gioca =)

Tatsumaki: Sembra impossibile che GioCoMix sia potuto crescere così tanto nell’arco di pochi anni: sicuramente il merito va alla struttura, ai workshop, agli eventi, agli ospiti, ed in primis all’organizzazione. Ma un bel po’ di merito ce lo prendiamo anche noi della Tana dei Goblin Cagliari, che per due giorni abbiamo avuto l’onore e l’onere di vedere i nostri tavoli pieni di giocatori, dai più giovani a quelli più maturi, dai “casualoni” ai miei preferiti: i “cinghiali” in cerca di giochi più complessi, con cui mi intrattengo volentieri un po’ di più per accompagnarli in titoli a cinque stelle, anche se nel frattempo gli altri tavoli scalpitano. E scalpitano perché eravamo il gruppo più numeroso, ma avremmo voluto essere il doppio per soddisfare tutti. E la soddisfazione nostra è quella di aver onorato al meglio la prima parte della parola “GioCoMix”: il gioco, appunto.

 


Romen :  Scrivere queste righe è, per me, la parte che si sta rivelando la più difficile di tutto quanto GioCoMix 2015, ma probabilmente tutti, o quasi, quelli che le leggeranno sanno quanto è insistente Pupina, e capiranno che le pressioni psicologiche subite alla fine hanno prevalso sulla mia ritrosia a scrivere.
Per cui, adesso che mi è toccato scriverlo, sto pippotto sul GioCoMix 2015 ve lo beccate tutto!!!
     Questo racconto, come tutti i racconti, inizia un bel po' di tempo prima degli eventi che andrò a narrare, ma per non dilungarmi troppo inizierò con 90 tavoli e 114 sedie, perché da qualche parte dovremo pur iniziare, e per imprimere con una immagine quanto la manifestazione possa essere stata fisicamente stancante, ancor prima di iniziare, e, di riflesso, quanto ha dovuto insistere Pupina perché foste torturati leggendo queste righe!!!
    Dicevo, 90 tavoli e 114 sedie, che il venerdì della vigilia della manifestazione, per bontà del Comune, insieme ai ragazzi di Mondi Sospesi [la fantastica associazione organizzatrice del GioCoMix], siamo andati a prelevare, caricare e scaricare, con numerosi e perigliosi - e assolati! - viaggi, degni di una epopea epica classica, con le più ritrite corse contro il tempo nel cercare di riuscire a compiere l'impresa prima della chiusura degli uffici comunali e del Lazzaretto! E poi via, in un turbinio di tempo sempre più risicato e di caldo sempre più inclemente, a spostare i 30 tavoli di gioco per l'area TdG e a cercare di finire di allestire lo scaffale/parete di giochi iniziata il giorno prima con Namir: una meraviglia di metallo (ripetutamente saggiato con botte di ripiani in testa o di supporti sui piedi), viti e dadi che, degno di una puntata di Megastrutture di National Geographic Channel, si è retto con una parvenza di equilibrio solo dopo aver montato una impalcatura stile MacGyver per reggere lo striscione TdG Cagliari che incidentalmente funzionava anche da contrappeso!
E fu sera e fu mattina, era IL giorno! Ultimi preparativi - in gran parte saltati grazie alle proverbiale puntualità del buon Rastaban che mi accompagnava - prima dell'apertura dei cancelli:  pochi frenetici istanti di quiete prima della tempesta, i soliti comprovati rischi di embolia e/o malattie infettive nel gonfiare le clave di Aargh!Tect e i palloncini cinesi, pochi giochi strategici da apparecchiare per accalappiare i primi visitatori e... suonano i corni di guerra (e la musichetta del megafono cinese che farà da colonna sonora a questa edizione del GioCoMix): l'ingresso ha ufficialmente aperto e i primi visitatori si fanno avanti nel labirinto di sale, barriere architettoniche e ascensori che contraddistinguono la location! I ricordi diventano quindi sfumati tra il sabato e la domenica, cosparsi di adrenalina, di pasti saltati, di partite a Lupus In Tabula e a Tokyo Train Live!, di spiegazioni multiple, di 3/4 tavoli seguiti contemporaneamente, di promozione e premiazione per Occhio di Falco e Giochi di un certo... peso! GioCoMix 2015 e di nuove persone da aiutare per trovare un gioco e uno spiegatore, e di tanto tanto frenetico divertimento!!
E voi direte <<Finalmente è finita!>> e invece no, il lunedì riiniziano una mattina e pomeriggio di tavoli e sedie - quei 90 tavoli e 114 sedie dell'inizio, ché fa figo finire come si è iniziato!! - da ricaricare, trasportare e scaricare, in corse contro il tempo ancora più serrate di quelle del venerdì, per riconsegnare il tutto entro gli orari di apertura degli uffici e del Lazzaretto, oltre allo smontaggio dello scaffale/parete ovviamente saggiando l'assenza di cricche e imperfezioni nel metallo con la doverosa quantità di botte su gambe, testa e piedi!
E, finalmente, in un sospiro di sollievo, siam finalmente assieme giunti all'epilogo di questo racconto, ed è difficile fare bilanci, soprattutto cercare di stimare numeri: quante delle oltre 4700 persone entrate al Lazzaretto in quei 2 giorni hanno giocato con noi? Quanti giochi saranno stati spiegati? Quante nuove persone ci avranno conosciuto? Quanti vecchi amici saranno tornati a trovarci? Sono tutte domande a cui non saprei rispondere, ma per certo so che quello che più mi rimane dall'Area TdG a GioCoMix 2015 è tanta tanta emozione, soddisfazione, energia e carica per una manifestazione che si conferma eccezionale e continua a crescere e stupire edizione dopo edizione!

Namir: Intorno al Giocomix ruotano tante realtà, che in sinergia tra loro hanno portato alla riuscita dell'evento. Alcuni sono stati attratti dalle mostre, altri dai workshop, altri ancora dal cosplay e dalle altre attività della fiera. Io personalmente dalla Tana dei Goblin con i quali mi sono divertito a far giocare la gente e a vedere i giocatori di ogni età felici di giocare con noi.

 

 

 

 

Posi: GioComix una manifestazione cittadina ancora molto giovane dedicata ai giochi da tavolo, di carte, di ruolo e da tanto altro; rivolto ai giocatori appassionati, alle famiglie e a tutti quelli curiosi di conoscere questo mondo. Sì, sicuramente ancora molto giovane e poco conosciuta ma già quest’anno, arrivati alla sesta edizione, si è potuto notare come le persone interessate siano aumentate in maniera esponenziale. Basti pensare come domenica mattina davanti al cancello d’ingresso si siano potute "ammirare" centinaia di persone in fila che attendevano l’apertura della biglietteria (e mancavano ancora 45min all’apertura).
Giusto il tempo di sistemare le borse, disporre sui tavoli qualche gioco che attirasse l’attenzione della gente e via all’apertura dei cancelli… non abbiamo dovuto attendere troppo che già i primi tavoli sono stati occupati da giovani ragazzi appassionati o semplicemente curiosi di provare dei giochi da tavolo di svariati generi messi a disposizione gratuitamente con tanto di staff addetto alla spiegazione così da rendere più semplice l’approcio al gioco.
Poi che dire, con il trascorrere delle ore ci si è resi conto che i tavoli liberi erano ben pochi per non dire tutto esaurito per 80% della giornata ….si passava di tavolo in tavolo spiegando giochi a famiglie con i bimbi, gruppi di ragazzi e anche qualche adulto. Il più delle volte al termine di un gioco le persone erano talmente entusiaste che chiedevano consiglio su che altro gioco provare e in molte occasioni anche dove poter acquistare il gioco stesso. Tutto questo non può che far piacere visto che uno degli obbiettivi della Tana è quello di sensibilizzare e far conoscere questo mondo del gioco “intelligente” a più persone possibili. Molto positiva anche la scelta di unire gruppi di persone completamente estranee tra di loro per farle giocare a uno stesso gioco e vedere come il gioco diventa anche un momento di socializzazione e aggregazione fra persone.
Beh ovviamente GioComix non è solo giochi da tavolo………. ma di tutto il resto non ho visto nulla hahhahahahaha
Concludendo è stata sicuramente una bella e piacevole sorpresa vedere tutta quella gente, anche se indubbiamente non è stata proprio una passeggiata ma certamente una giornata molto impegnativa e stancante. Purtroppo (o forse è meglio dire per fortuna) essendoci “troppe” persone da seguire non c’è stato il tempo di godermi tutto il contesto e capire a pieno cosa mi accadeva intorno. Forse mi è mancato potermi sedere per qualche minuto ai tavoli a giocare come spesso mi è capitato con i bambini o con qualche gruppo di ragazzi alle prese per la prima volta con un nuovo gioco o magari chiedere le impressioni alle persone dopo una partita. Inoltre, avendo partecipato solo all’ultima giornata (mea culpa), quella più impegnativa per numero di presenze, non ho potuto apprezzare la parte organizzativa quella di cooperazione e di inevitabile entusiasmo, quella dove si collabora ad allestire la sala e i tavoli a preparare i giochi e i poster, insomma, tutta quella fase che ti gasa e ti fa salire l’adrenalina quella che ti stanca ma alla fine ti ripaga con la soddisfazione e l’orgoglio di esserci riusciti….

Ion: Alzi lo sguardo e vedi solo persone attorno ad un tavolo ed al centro un gioco da tavolo. Chi sorride, chi si arrabbia, chi esulta, ma prima hanno usato la frase di rito, uguale per tutte le età, "ma io non so giocare". Una esperienza meravigliosa che sarei pronto a rifare miliardi di volte. Anche dopo aver fatto tre ore di arbitraggio a pokémon non ho perso tempo e sono tornato subito in tana. Per molti animali il termine tana equivale a casa ed io capisco il motivo perché quella di cagliari é una grande famiglia... in verde.

 

 

 

Chappymu: La mia esperienza come staff Tana dei Goblin Cagliari al Giocomix? Ogni anno sempre più emozionante! E' fantastico vedere tantissima gente che gioca nei nostri tavoli, dai più piccini agli adulti. Tante facce e tanti caratteri diversi ma con una passione che li unisce: i giochi da tavolo! Strafelice di vivere tuto questo!

 

 

 

 

Rastaban: Per il terzo anno consecutivo la Tana dei Goblin Cagliari si è presentata al Giocomix ed è stata nuovamente premiata da tantissimi giocatori desiderosi di imparare qualcosa di nuovo! Per me è stata un’esperienza decisamente stancante ma, come sempre, soddisfacente. Sono proprio contento di far parte di un gruppo così affiatato!

 

 

 

 

Kingthanos: Finalmente una Tana dei Goblin Cagliari stile Modena Play con muro di giochi in vista e più di 30 tavoli per accogliere tutto l'hinterland Cagliaritano e non solo; giochi classici e nuovi, tanti gruppi di amici raccolti nella nostra tana a giocare e osare con giochi difficili sulla carta ma facili perché spiegati dai goblin ;)

 

 

 

 

Sakura: Il GioCoMix è stata, per me,  la fiera più ardua affrontata fino ad ora.  É stato entusiasmante vedere i tavoli dell'area TdG pieni di persone divertirsi :D Ancora una volta il gioco da tavolo si dimostra mezzo di socializzazione, cosa molto importante (: Questa esperienza mi ha dato la carica per affrontare le prossime avventure!

 

 

 

 

Bosc: Era la mia prima esperienza a una manifestazione di quelle dimensioni come parte dello staff tdg. L'affluenza ci ha un po' spiazzati durante l'ora di punta, forse anche per la quantità di gente che vagava per l'area gioco solo per ripararsi dalla pioggia. Per il resto è andato tutto liscio, le cose divertenti sono sempre le reazioni di chi sceglie il gioco in base alla grafica della scatola e puntualmente rimane deluso dalla spiegazione delle regole.

 

 

 

 

Dragonesu: La presenza della tana dei goblin Cagliari è stata la ciliegina sulla torta in una edizione del GiocoMix riuscitaveramente bene!
Esperienza unica nel suo genere, divertimento, spensieratezza e GIOCO!

 

 

 

 

Pupina: ed eccomi, infine, con le mie impressioni personali.

GioComix ogni anno è sempre più un'occasione per vedere quanto TdG Cagliari stia crescendo.
La TdG Cagliari è nata come una scommessa, solo due anni fa, tra un gruppetto di pochi amici (meno di una decina) ed è cresciuta esponenzialmente nel tempo, regalandoci grandi soddisfazioni, non solo durante le frequentatissime serate, ma anche e soprattutto durate eventi di tale portata, ne sono perciò estremamente contenta e orgogliosa.
Il parco giochi in nostro possesso è cresciuto tantissimo, sia grazie alla volontà dei singoli di comprare sempre giochi diversi, sia perché l'affiliata è cresciuta e, di conseguenza, è cresciuto anche il numero dei giochi di proprietà dell'associazione.

I giochi che si sono giocati durante questa due giorni sono stati tantissimi, non sono brava con i numeri, ma sicuramente posso nominare alcuni dei più gettonati: Vudù, Sheepland, Argh techt, Munchkin, Citadels, Sushi Go, Hive, Jaipur, Camel up, La boca.
Per lo più, insomma, giochi brevi, ma non sono mancati anche richieste per giochi leggermente più impegnativi come Istanbul, Le leggende di Andor, Drako, 7 wonders, takenoko o Zombicide.
Quest'anno abbiamo dedicato anche degli spazi a Lupus in tabula, a cui hanno partecipato una ventina di persone e a Tokyo train live. Entrambe le iniziative hanno riscosso successo e sono state un modo allegro e divertente perr coinvolgere chi passava per la nostra area per caso.
In generale, a Cagliari, la cultura del gioco è ancora giovane ma la nostra associazione sta trovando terreno fertile e sono sempre più le persone che si stanno appassionando a questo mondo. Sicuramente eventi come il Giocomix sono un'occasione unica per poter diffondere la cultura del gioco da tavolo.


Concludo con un ringraziamento allo staff del GioComix per averci ospitato e per credere sempre nella nostra realtà, ma voglio soprattutto ringraziare di cuore i ragazzi che in questi due giorni si sono impegnati a gestire l'area TdG Cagliari: alcuni momenti sono stati critici, visto che  per ore abbiamo sempre avuto i tavoli totalmente occupati e la gente continuava a chederci giochi e tavoli. Grazie per aver gestito al meglio la situazione, per essere stati sempre gentili e sorridenti e per aver regalato il vostro tempo alla TdG Cagliari.
Inutile dirlo, ma TdG Cagliari non potrebbe certamente esistere senza di voi che ne siete il cuore pulsante.

Per i più curiosi ecco il link all'album dell'evento su fb: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.461797157311712.1073741926.178...

Di seguito il video della TdG Cagliari: https://www.youtube.com/watch?v=iZGAbcfhj40&feature=youtu.be

 

Commenti

Bellissimo il report e sicuramente bellissima la manifestazione grazie a voi! Complimenti TdG Cagliari!!

L'importante non è vincere: è far perdere gli altri!

Alla fine sei quello che ha scritto più di tutti :)

//i.imgur.com/Sad4cBu.jpg)

In quella foto non sto dormendo... quasi!

bravi!!! bella l'idea di scrivere ognuno le sue impressioni!! :)))

Quando smetti di giocare non sei adulta. Sei spenta

Che GioComix sarebbe senza la Tdg Cagliari?!

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare